ASTRO-PSICOGENEALOGIA: TEMA NATALE E KARMA FAMILIARE, di Roberta Turci

royal karma-2

Qui sotto trovate i link a due video, in cui ripropongo la conferenza che ho tenuto al CIDA Lombardia il 21 gennaio 2018, con qualche piccola integrazione.

Nel primo video, ASTRO-PSICOGENEALOGIA: TEMA NATALE E STORIA FAMILIARE (prima parte), sono presentati i concetti che stanno alla base del collegamento tra astrologia e psicogenealogia, passando per psicologia sistemica, fisica quantistica ed epigenetica.

L’anima sceglie la famiglia in cui incarnarsi in base alle esperienze che ha bisogno di fare per compiere il proprio cammino evolutivo. Pertanto, l’eredità karmica familiare deve fornire all’individuo un terreno fertile per il suo processo di apprendimento

Il karma ancestrale, che può essere ereditato attraverso i geni o attraverso l’atmosfera emozionale e intellettuale che si respira in famiglia, si combina con il karma individuale, secondo un disegno perfettamente orchestrato dall’Universo.

Nel secondo video, ASTRO-PSICOGENEALOGIA: LA FAMIGLIA REALE BRITANNICA, analizzo i temi natali di alcuni dei protagonisti della storia della Royal Family del XX e del XXI secolo. 

Con il pretesto di cercare gli indizi astrologici della catena karmica che ha attraversato le ultime cinque generazioni della famiglia reale britannica, si evidenzia l’utilità dell’interpretazione karmica di un tema natale per individuare comportamenti, ruoli interni inconsci, segreti e tabù, trasmessi di generazione in generazione senza che l’individuo ne abbia conoscenza né coscienza.

La psicogenealogia nacque con l’obiettivo di aiutare la persona a comprendere la trama della propria vita, portando alla coscienza, mediante la verbalizzazione e la contestualizzazione  personale, familiare e storica, la ripetizione di compiti incompiuti e le lealtà familiari e di gruppo invisibili e inconsce. Tuttavia, in molti casi non è possibile ricostruire la storia familiare: si pensi soltanto ai casi di bambini abbandonati, orfani sopravvissuti a catastrofi o genocidi, immigrati ed emigrati.

Con l’interpretazione dei simboli astrologici presenti nel tema natale, è possibile portare alla luce dinamiche e tematiche che costituiscono l’eredità familiare karmica, anche quando non si conoscono i fatti. Inoltre, si offre a chi non crede nella teoria della reincarnazione, una diversa chiave di lettura degli avvenimenti e dei disagi della sua vita. Consapevolezza e libero arbitrio faranno poi la loro parte, fornendo l’opportunità di spezzare la catena e cambiare gli schemi. 

Analizzando i temi natali di Edoardo VIII, della regina Elisabetta, di Carlo d’Inghilterra, di suo figlio William, e del piccolo George, si possono cogliere legami invisibili trans-generazionali, che evidenziano tra l’altro il ruolo emblematico delle donne entrate a vario titolo a far parte della famiglia reale, cambiando il corso della storia: da Wallis Simpson a Lady Diana, fino a Kate Middleton, madre della generazione del XXI secolo, quella che verosimilmente ha il compito di trasformare il karma dei reali britannici. 

Mi rendo conto che i video sono lunghi e densi, ma la conferenza è stata preparata per la presentazione al CIDA, quindi è rivolta a studenti ed esperti di astrologia. Se avete dubbi o curiosità, potete scrivermi al mio indirizzo mail: roberta.turci@gmail.com.

Se poi, come me, siete appassionati della storia della Royal Family, vi segnalo altri due articoli: uno riguardante Lady Diana, che ho scritto in occasione del ventennale della sua morte, l’altro dedicato al matrimonio di Harry e Meghan, con un’analisi in chiave evolutiva del loro incontro.

Ecco i link:

Lady Diana: l’eredità karmica della regina di cuori, di Roberta Turci

Harry&Meghan: l’intento evolutivo della coppia, di Roberta Turci

Thank you…and see you soon 😉

Roberta

“Saturno in Capricorno: è tempo di ristrutturare la tua vita!” di Roberta Turci

SATURNO CAPRICORNOSaturno è il signore del karma, il dio del Tempo: è un grande maestro, che ci mostra la nostra struttura e i nostri confini. Astrologicamente, cambia segno ogni due anni e mezzo circa, e impiega approssimativamente 29 anni per compiere il giro di tutto lo zodiaco. Il 20 dicembre 2017 entra in Capricorno, dove rimarrà fino al 22 marzo 2020, quando si sposterà in Acquario per quasi 4 mesi, fino al 2 luglio. Quindi, per effetto del moto retrogrado, rientrerà in Capricorno, dove terminerà il suo passaggio il 17 dicembre 2020.

Il segno del Capricorno è governato da Saturno, e quindi, in questa posizione, il Signore del Tempo è particolarmente potente: con il ritorno di Saturno nel suo domicilio, avrà inizio un nuovo ciclo, sia a livello individuale sia a livello collettivo. Il Capricorno governa la X casa, il settore della realizzazione personale prima ancora che professionale: ha a che fare con il potere, gli affari e la solidità. È un segno legato alle tradizioni, all’organizzazione, all’ambizione e alla difesa, vista come mezzo per tutelare gli obiettivi raggiunti e la sicurezza conquistata. Ma tutto questo può diventare un limite, perché la rigidità del Capricorno poco si concilia col principio universale del cambiamento.

L’archetipo dovrà quindi trovare un nuovo modo di esprimersi e manifestarsi, accordandosi alle nuove frequenze dell’Era dell’Acquario, ormai alle porte. L’ombra del Capricorno è nel suo eccessivo materialismo, nel pessimismo, nella rigidità, caratteristiche che in questo momento storico energeticamente molto particolare, non reggono più. Per chi rimane agganciato ai vecchi schemi, ci sarà un prezzo da pagare. Se abbiamo perso tempo, energia e felicità dietro a qualcosa che non ci apparteneva più, saremo costretti ad accorgercene e a rivedere i nostri obiettivi. Quello che Saturno vuole ora da noi, è che impariamo a coltivare le qualità del Capricorno, ovvero: ordine, integrità, disciplina, pazienza e perseveranza. Vuole legami sinceri e autentici, e ben definiti. Non ama l’ambiguità, esige scelte chiare. Saremo spinti dalle circostanze o dal nostro sentire, a prendere decisioni in accordo con ciò che è funzionale alla nostra evoluzione, e dovremo lasciare andare definitivamente le cause perse e quello che non funziona più.

A livello fisico, dovremo prestare attenzione alla salute di denti, pelle e ossa, soprattutto alle ginocchia, che ben rappresentano la capacità di “piegarsi”, soprattutto metaforicamente.

Da questo passaggio, saranno toccati principalmente i segni Cardinali: Ariete e Bilancia lo ricevono in quadratura, aspetto di forte tensione evolutiva, il Cancro lo riceve in opposizione, e sarà quindi chiamato a portare l’attenzione sulle dinamiche di relazione, e naturalmente il Capricorno vivrà la congiunzione, vera e propria lente di ingrandimento sulla ristrutturazione dell’identità personale. Per i Capricorno, pur abituati alla severità del Signore del karma, sarà un periodo di cambiamenti: qualcosa finirà e nuove situazioni avranno inizio. La lezione da imparare, ogni volta che Saturno transita nel proprio segno di nascita, è adattarsi al flusso della vita, lasciando andare tutto quello che non serve più, che non fa crescere, che limita, per fare spazio a nuove strutture: si distrugge per ricreare. Per un Capricorno si tratta di una sfida al limite del paradosso: essere flessibili nella propria affidabilità.

I segni che maggiormente beneficeranno del transito sono invece Toro, Vergine, Scorpione e Pesci.

A livello individuale, per tutti i segni, è importante osservare in quale casa transita Saturno (ovvero in quale o quali case cade il segno del Capricorno) nel proprio tema natale.

Vi ricordo, con parole chiave, il significato di ciascun settore, nel quale potrà avvenire una vera e propria ristrutturazione:

I casa: identità personale (si elimina ciò che limita l’espressione di sé)

II casa: rapporto con i soldi/ talenti, risorse/valore personale

III casa: istruzione/ comunicazione/modo in cui si interagisce

IV casa: abitazione/ ambiente di riferimento/ famiglia/ anima/paternità

V casa: creatività/rapporti coi figli/innamoramento/passioni

VI casa: lavoro/ abitudini di vita/ disciplina/ salute e benessere

VII casa: relazioni e associazioni (possono finire o diventare più serie e impegnative)

VIII casa: finanze/sesso/ fiducia in se stessi /trasformazione interiore

IX casa: viaggi/trasferimenti all’estero/studi superiori/crescita spirituale

X casa: carriera/riconoscimento/ successo/realizzazione personale

XI casa: amicizie/gruppi/obiettivi/sistema di riferimento

XII casa: lasciare andare il passato/affidarsi al tempismo divino/ aumento di consapevolezza

Molto importante anche osservare l’aspetto che forma Saturno in transito con se stesso, cioè con la posizione che aveva alla nascita, nel singolo tema natale. Particolarmente significativi sono i ritorni (il primo a 29 anni circa e il secondo intorno ai 56), le quadrature e le opposizioni. Per approfondimenti, vi rimando all’articolo I CICLI DI SATURNO E L’EVOLUZIONE DELL’ANIMA.

Transitando nel segno del Capricorno, Saturno andrà a rafforzare il lavoro che Plutone sta facendo dal 2008 (e che proseguirà fino al 2024). Anche se la congiunzione tecnicamente si verificherà più avanti, resta il fatto che entrambi gli archetipi vibreranno a lungo alla stessa frequenza energetica, portando cambiamenti profondi e duraturi a vari livelli.

La congiunzione esatta tra Saturno e Plutone sarà a 22° del Capricorno il 12 gennaio 2020. Questo aspetto ha a che fare con un’esacerbazione delle dinamiche di potere, con la tirannia, la prevaricazione, la corruzione, la criminalità organizzata, la recessione, nuovi assetti finanziari (su questo agirà anche Urano, in Toro dal 16 maggio 2018), e le guerre. La gente alzerà sempre più la voce e si ribellerà sempre più compatta e determinata al sistema, e molte strutture crolleranno. Di contro, la scienza, in particolare l’ingegneria genetica e la fisica quantistica, faranno grandi passi avanti, sostenendo e favorendo cambiamenti significativi per lo più a favore del benessere dell’uomo.

Il vecchio saggio dello Zodiaco, nel suo domicilio, ci urla a gran voce che dobbiamo riconoscere il valore del Tempo: in questa vita, non abbiamo a disposizione l’eternità! È bene agire, con integrità e senso di responsabilità, pur tenendo sempre presente che ogni cosa ha il suo tempo, che c’è un Ordine Superiore che va accettato, e che per ottenere risultati apprezzabili, bisogna impegnarsi seriamente e avere pazienza.

Saturno interviene laddove non è rispettato “l’Ordine Supremo delle Cose”, e lo fa distruggendo tutto quello che non è funzionale all’evoluzione dell’uomo. Ognuno di noi è chiamato a verificare di essere esattamente al suo posto, quello che l’anima aveva scelto prima di incarnarsi. Se così non è, dobbiamo avere il coraggio di spostarci dalla zona di comfort, dove ci sentiamo al sicuro, ma siamo immobili e inerti. Chi si ostina a rimanere dove non è libero di affermare la propria identità e mostrare il proprio valore, subirà eventi che lo costringeranno a sovvertire l’ordine delle cose. 

Saturno non è malefico, è solo severo. Ci lascia la possibilità di scegliere, ma se ci rifiutiamo di aprire gli occhi e prendere decisioni in accordo con il destino scelto dalla nostra anima, è costretto a intervenire, manifestandosi con modalità che stabilisce a sua discrezione.

L’astrologia ha proprio l’utilità di mostrarci per tempo il significato dei simboli che si muovono nel cielo: usiamola quindi nel modo migliore, agendo quei simboli prima che loro agiscano noi.

Ci lamentiamo continuamente del mondo che ci ospita. Ristrutturando la nostra vita, dandole una direzione più autentica, facciamo l’unica cosa che è davvero in nostro potere per ristrutturare la casa in cui abitiamo, la Terra.

A breve, con le indicazioni per il 2018, vedremo gli effetti di questo passaggio per ciascun segno solare.

Felice ristrutturazione! 😉

Roberta Turci

 

 

 

 

Astrologia, Amore e Karma: due eventi a Melegnano e a Pavia!

Ciao a tutti!

Vi segnalo due simpatici eventi dedicati al Karma di relazione che ci saranno a Melegnano, presso il Centro Olistico Il Cammino, l’11 novembre, e a Pavia, presso Sportello Donna, sabato 18 novembre.

IMG_1703NESSUN INCONTRO È CASUALE
Nelle relazioni ognuno recita la sua parte in un copione che spesso si ripete tra difficoltà, incomprensioni e sofferenza.
L’astrologia karmica ci aiuta a comprenderne le ragioni e ci guida nel viaggio verso il vero Amore.

Le persone che incontriamo, le aspettative che ci creiamo, le circostanze che ci fanno entrare in relazione, il tipo di matrimonio o di altro contratto in cui ci ritroviamo, riflettono legami precedenti.
La maggior parte delle anime con cui abbiamo oggi una relazione significativa, sono state in relazione con noi molte e molte volte, in altre vite. I ruoli possono essere stati diversi, ma la connessione è stata stabilita a livello di anima.

Le relazioni sono l’ambito in cui maggiormente si manifesta il karma, e ci offrono l’opportunità di imparare e crescere, per diventare quello che la nostra anima ha scelto di essere in questa vita.

Ne parleremo insieme, a Melegnano, l’11 novembre: qui sotto il link all’evento fb.

Amore Astrologia & Karma

E a Pavia, il 18 novembre: qui sotto il link all’evento fb.

 Aperitivo con le stelle Amore, Astrologia e karma 

Vi aspetto!

Un abbraccio di luce,

Roberta Turci

 

Il karma del piccolo ACHILLE: quando l’anima sceglie la ferita più grande.

astro_2at_208_achille.74922.1060Un ragazzino giace in un letto d’ospedale; è spaventato e sofferente. Le ustioni ricoprono il 40 per cento del suo piccolo corpo. Qualcuno lo ha cosparso di alcol e poi, in maniera inconcepibile, gli ha dato fuoco.

Piange chiamando sua madre.

È stata sua madre a dargli fuoco.

Essere separati dalla propria madre è peggio dell’essere tra le sue braccia mentre tutto intorno esplodono le bombe. Essere separati dalla propria madre è peggio dell’essere con lei anche quando lei stessa è la bomba.

Non sto suggerendo di lasciare un bambino con una madre che gli darà fuoco, ma sto dicendo che dobbiamo capire quello che stiamo facendo quando lo portiamo via da lei.

(Judith Viorst, Distacchi, Ed. Frassinelli, 2000)

Gli è stato dato un nome importante, da guerriero eroico: Achille. Un eroe vulnerabile, tuttavia, con una ferita infertagli col suo primo respiro, che non si rimarginerà mai veramente.

Achille è stato dato alla luce da Martina Levato, la “ragazza dell’acido”, quella che insieme al compagno Alexander Boettcher ha sfigurato l’ex fidanzato. E subito dopo, è stato separato da lei. Per tutelarlo, dicono i giudici (ecco Saturno quadrato al Sole e in sesta casa che si è immediatamente espresso, delegando il suo futuro al freddo approccio di un Tribunale), perché una separazione successiva sarebbe stata più dolorosa…Proprio stamattina è arrivata la notizia che ne è stata dichiarata l’adottabilità, e alla mamma è stato concesso di vederlo una volta al giorno, ma indipendentemente da quello che accadrà, il destino di Achille è segnato. Il suo tallone è stato irrimediabilmente ferito.

Nascere è un trauma per tutti, ma c’è una cosa, una sola cosa, che ha il potere di rassicurare e scaldare, ed è l’abbraccio di colei che ci ha consegnato alla vita. Ma se quell’abbraccio manca, nessun altro abbraccio riuscirà mai ad essere abbastanza. E tutto il mondo affettivo di quel bambino sarà inevitabilmente compromesso. Non ci vuole uno specialista per comprenderlo, almeno secondo me. Un neonato ha bisogno di sentire il respiro, l’odore e la voce di sua madre per sentirsi al sicuro nel mondo, anche se lei è sociopatica, perfino se è un’assassina.

Certo, ci sono madri che costituiscono un pericolo per la vita del proprio figlio, e allora è giusto tutelare il bambino, ma non sembrerebbe questo il caso di Martina. Martina ha senza dubbio problematiche proprie da affrontare e risolvere, così come il suo compagno Alexander, ma questo non significa che non avrebbe amato suo figlio. Sarebbe interessante analizzare anche i loro temi natali, ma, in ogni caso, l’unica certezza è che nasciamo per dare alla nostra anima un’ulteriore opportunità di evoluzione. E a ogni incarnazione, l’anima sceglie dove e come percorrere la sua strada. Tutto ha un senso. L’anima di Achille ha scelto.

E il suo tema natale, analizzato da un punto di vista karmico, ha molto da dire al riguardo.

Achille è nato a Milano nella notte del 15 agosto, verso la 1, dicono alcuni giornali, poco dopo la mezzanotte, secondo altre fonti. Ho impostato 00.30, verificando che non cambia nulla di significativo spostando l’orario nell’arco di mezz’ora.

La Luna Nuova Prenatale si è formata nel cielo il 14 agosto nello stesso segno solare di nascita, il Leone: Achille può dissolvere il karma del focolare solo imparando a dominare le sue emozioni e usando la sua forza di volontà. Con lo stellium in quarta casa, è evidente che la famiglia di origine condizionerà pesantemente la sua vita, e prima o poi lui dovrà affrontare ed elaborare il suo passato. Nella prima parte della vita, è molto probabile che cercherà l’autoaffermazione attraverso il raggiungimento di obiettivi emotivi e materiali, rivivendo le frustrazioni della sua famiglia d’origine. Proverà rabbia perché vedrà il cammino davanti a sé sempre troppo complicato, avrà molta paura del fallimento (Lilith in Vergine) e al tempo stesso avrà sensi di colpa, con la difficoltà di comprendere da solo che le colpe non sono sue, ma eredità karmiche di cui liberarsi. L’asse Toro/Scorpione intercettato indica che dovrà disidentificarsi dagli schemi di potere e successo e gratificazioni materiali cui la sua anima era abituata nelle vite precedenti. L’autoaffermazione è un modo per dire: io mi autorizzo ad esistere, e devo farlo da solo, visto che mia madre, non avendomi accolto, mi ha negato il diritto di “essere”. Il passaggio successivo sarà l’auto-dominio, ovvero un profondo percorso di consapevolezza, attraverso il quale potrà arrivare a percepire l’importanza di avere un obiettivo spirituale.

La volontà non dovrebbe mancargli, con quel Marte in Leone trigono a Saturno. D’altronde, il suo elemento dominante è il fuoco: in una o più vite passate può aver subito passivamente la vita e per questo ora dovrà fare leva sulla sua forza di volontà per affermare se stesso sviluppando il senso della responsabilità. Probabile che ci riesca, grazie al trigono tra Chirone e Saturno, ma dovrà lavorare nel profondo per liberarsi dalla sensazione di essere colpevole, e conquistare la saggezza che lo porterà a scegliere la percezione intuitiva piuttosto che l’osservazione pratica, dilemma karmico rappresentato dalla quadratura Giove-Saturno, che si ritrova anche nella contrapposizione tra razionalità e spiritualità indicata dall’opposizione Mercurio-Nettuno.

Con Urano (retrogrado!) in dodicesima casa potrebbe sentirsi attratto dall’astrologia, dalla cristalloterapia o dalla musicoterapia, ovvero da discipline e approcci che possano aiutarlo a riconnettersi con il suo Sé superiore.

Plutone retrogrado in ottava casa è chiaramente un forte indicatore karmico di perdita e di possibilità di trasformazione profonda attraverso il dolore: dal viaggio negli Inferi, di cui Plutone è Signore e Guardiano, si torna in superficie più forti e consapevoli…

Ma il principale campo di battaglia saranno per Achille le relazioni affettive, come è logico attendersi: lo stellium in quarta casa è quadrato a Saturno, e in particolare l’aspetto dinamico tra Venere (retrograda!) e il Signore degli anelli ci parla di solitudine affettiva interiore. Achille faticherà a sentirsi meritevole di amore, pur avendone un bisogno sconfinato. La sua memoria karmica, rinforzata dal trauma dell’abbandono alla nascita in questa vita, gli ha consegnato l’equazione amore = dolore, e per questo il suo comportamento all’interno delle relazioni affettive potrà sembrare contradditorio. Da un lato ha bisogno di amore e contenimento affettivo ed emotivo, dall’altra la sua prima relazione, quella con la madre (ma anche quella con il padre! Entrambi i luminari quadrano Saturno…) è stata traumatica e dolorosa. Associando l’amore all’abbandono, tenderà ad allontanare chi ama per paura di essere nuovamente abbandonato, oppure svilupperà dipendenze affettive per legare le persone a sé. Dovrà imparare ad allenare il cuore alle emozioni e a vivere l’amore senza attaccamenti né possessività. Qualcosa, in termini di consapevolezza, potrà sbloccarsi dopo i 21 anni, quando Saturno avrà fatto la sua seconda quadratura e Venere sarà tornata diretta.

Chirone retrogrado in Pesci in undicesima casa ben rappresenta il faticoso percorso del guaritore ferito, cioè di colui che, proprio perché ha conosciuto la sofferenza più grande, può comprendere quella altrui, accoglierla e sanarla. Tuttavia, il rischio qui è di cercare il senso dell’appartenenza in gruppi di vario tipo e nella frequentazione degli amici, anche con l’obiettivo di rendersi necessari agli altri per averne il controllo, quando invece il Medio Cielo in Acquario indica che l’obiettivo dell’anima incarnata è mettersi al servizio della collettività, superando gli impulsi egoici dati dallo stellium in Leone.

La comunicazione sarà per lui un canale importante  sia per esternare, almeno nella prima parte della vita, anche con rabbia e aggressività (Marte in Leone in terza casa), sia per condividere, una volta intrapreso il percorso di consapevolezza (Mercurio opposto a Chirone e a Nettuno), le sue conquiste interiori così da rendersi utile agli altri.

Il quadro si fa ancora più chiaro osservando l’asse dei Nodi Lunari, ovvero il percorso destinico dell’anima. Il Nodo Nord in Bilancia in quinta casa indica che la lezione scelta è proprio quella della condivisione. Achille dovrà scendere dal palcoscenico dove si è conquistato il diritto di esistere attraverso l’affermazione di sé, per offrire al mondo le sue conquiste e i suoi talenti e dividere il successo con gli altri.

Usando il suo potere immaginativo e creativo potrà riuscire ad accedere alla sua parte più autentica e preziosa, scoprendo così che la sua Anima ha scelto l’abbandono affinché il dolore più difficile da sopportare diventasse la spinta verso l’evoluzione spirituale.

Una lezione difficile per questa piccola creatura, ma, come sempre accade, se l’anima l’ha scelta è perché è in grado di affrontarla e impararla. Coraggio piccolo Achille… fai buon uso del libero arbitrio per vincere la tua battaglia da eroe!

Roberta Turci

SATURNO IN SAGITTARIO: LA VERITÀ RENDE LIBERI

satsag3714_zps56274beaSaturno, Signore del karma, entrerà nel segno del Sagittario il 23 dicembre 2014 e vi rimarrà, con l’eccezione di qualche mese (tra il 15 giugno e il 18 settembre 2015), fino al 20 dicembre 2017. L’Astrologia Classica attribuisce a questo affascinante pianeta la fama di “malefico”, ma una lettura in chiave evoluzionistica ci permette di comprenderne le dinamiche e assecondarne il lavoro senza gridare al disastro…Saturno porta con sé l’energia archetipica della stabilità, della disciplina, del duro lavoro e del senso della responsabilità e del sacrificio. Nel segno dello Scorpione ha spinto tutti noi a guardare negli abissi della nostra Anima, a riconoscere e accogliere le paure più nascoste, a prendere confidenza con dinamiche disfunzionali, a demolire schemi di dipendenze che ci tengono bloccati in ruoli che non ci appartengono. Saturno taglia quello che non serve più e conduce verso i progetti allineati con la nostra parte più autentica, e che sono quindi destinati a durare nel tempo. Il lavoro che ci ha chiesto, diverso a seconda del tema natale di ciascuno di noi, è stato sicuramente difficile e doloroso. Per qualcuno, gli appartenenti ai segni dello Scorpione, del Toro, del Leone e dell’Acquario (o che hanno pianeti personali o Ascendente in questi segni), è stato più faticoso; per altri, si è fatto sentire con meno potenza, ma molto dipende anche dalla casa astrologica in cui è transitato e dalla posizione di Saturno natale.

Saturno, come abbiamo visto in questo post, scandisce il ciclo della vita, e, transitando nei 12 segni in circa 29 anni, ci mette periodicamente di fronte alle lezioni scelte dalla nostra anima che ancora non siamo riusciti a comprendere e integrare. Può quindi essere vissuto con sofferenza e fatica, ma di certo, nell’ottica dell’evoluzione dell’Anima, che è il vero e unico scopo della nostra esistenza, è in realtà una benedizione. Ricordiamoci, inoltre, che non è possibile sfuggire alle sue lezioni: prima o poi si ripresenta con prove più dolorose e faticose. Quindi attenzione! La prossima estate, quando rientrerà per un paio di mesi nel segno dello Scorpione, verrà a verificare se siamo stati capaci di sviluppare profondità, integrità e forza di carattere!

Il Signore del karma sa infatti cosa è meglio per noi e, se non lo comprendiamo da soli appellandoci alla nostra capacità di autoanalisi e autodisciplina e alla forza di volontà, fa in modo di condurci sulla strada giusta, ovvero laddove il seme che è in noi può trovare il terreno fertile e tutto ciò che è necessario per coltivarlo e farlo germogliare, e infine fiorire, mostrandosi in tutto il suo splendore.

Sappiamo che la legge del karma non toglie e non dà se non per compensare ciò che ciascuno di noi ha dato o tolto per sua stessa scelta. Tutto nell’Universo deve essere in equilibrio, e in base a questo principio, si raccoglie ciò che si semina. Cerchiamo allora di usare l’energia di questo nuovo transito in Sagittario per raccogliere quello che abbiamo seminato finora e per gettare semi sani e forti per il futuro!

Di certo Saturno si cambia d’abito e passa dal rosso cupo, quasi nero, a uno sgargiante turchese, alleggerendo i toni e invitandoci a coltivare in noi la gioia…gli archetipi che porta con sé dal segno del Sagittario sono la Verità, la Libertà, la Spiritualità, e il viaggio in luoghi lontani, che per estensione possiamo interpretare come viaggi dell’Anima ai livelli più elevati della Coscienza collettiva. In sostanza, quello che abbiamo imparato scendendo negli “inferi” con il Saturno scorpionico, saremo chiamati a metterlo in campo nei settori protetti dal segno del Sagittario. E, proprio in virtù delle caratteristiche di quest’ultimo, potremo farlo con maggior leggerezza e ritrovato ottimismo. Ora che abbiamo abbondantemente e dolorosamente lavorato (o almeno, dovremmo averlo fatto!) sulle fondamenta del nostro Essere, siamo pronti per allargare lo sguardo e accedere alla Mente Superiore, non dimenticando mai che la nostra Verità, i Valori in cui crediamo, nonché il nostro Libero Arbitrio, sono comunque destinati a scontrarsi con quelli altrui. Dobbiamo infatti sempre ricordare che ognuno di noi ha il suo percorso, e comprendere gli altri e il loro scopo in questa vita, dipende da quanto siamo capaci di ampliare il nostro orizzonte e i nostri punti di vista, superando egoismo, schemi preconfezionati e condizionamenti. La Saggezza è soprattutto questo, e Saturno in Sagittario, ci farà lavorare proprio in questa direzione. Non ci sarà quindi spazio per le bugie, consapevoli o inconsapevoli, che raccontiamo a noi stessi o agli altri, né per impalcature e ornamenti che possano nascondere il vero volto. Questo è il tempo di gettare le maschere, smettere di usare delusioni passate e idealizzazioni come alibi per sfuggire alla realtà.

La quadratura che Saturno forma con Nettuno in Pesci rafforza questi concetti e ci sprona a guardare il Vero, cogliendone tutta la bellezza! Anche la quadratura con Giove, in Vergine da agosto 2015, sottolineerà, con ben tre pianeti in segni mobili, la precarietà degli obiettivi terreni e la necessità di rivolgersi a Valori più elevati.

Coloro che hanno Sole, Ascendente e pianeti personali (Luna, Mercurio e Venere) in segni mobili, cioè Sagittario, Gemelli, Vergine e Pesci, sentiranno in modo particolare questo transito di Saturno, che sarà tanto più difficile quanta più resistenza opporranno ai cambiamenti, mentre dovranno imparare a lasciare andare i vecchi schemi e le dinamiche abituali.

Saturno in Sagittario sarà un transito difficile per le persone superficiali, poco inclini all’autoanalisi, attaccate agli aspetti materiali, per chi dà importanza alla forma piuttosto che alla sostanza, per coloro che fanno di tutto per essere sempre al centro della scena e sono abbacinati dal successo, dalla ricchezza e dal potere. Si tratta di un passaggio dalle forti note spirituali che ci chiede di accrescere la Saggezza interiore, e chi non allargherà il suo sguardo in questa direzione, rischierà di trovarsi in seria difficoltà.

Diamo ora una rapida occhiata al ruolo che avrà Saturno in Sagittario per ciascun segno:

ARIETE: Saturno sarà in trigono fino a metà giugno e da metà settembre in poi. Vi chiede di essere più stabili, riflessivi e concreti, che per voi non è facilissimo, data la vostra tendenza a scalpitare e combattere, schierandovi spesso “contro” a prescindere. Lavorate sulla vostra consapevolezza, puntate gli obiettivi e siate tenaci nel perseguirli, che non significa però essere cocciuti. Lasciate andare il vecchio e preparatevi ai cambiamenti con la certezza di andare nella giusta direzione.

TORO: Saturno tornerà in opposizione da metà giugno a metà settembre per verificare che abbiate dato ascolto alla voce interiore. Dal Sagittario non fa aspetti, ma ora avete le idee più chiare, potete correggere il tiro dove serve e continuare il lavoro iniziato nei mesi scorsi con la costanza di cui siete capaci.

GEMELLI: Saturno sarà in opposizione fino a metà giugno e da metà settembre in poi. Taglierà i rami secchi, mostrandovi di cosa siete insoddisfatti e cosa non sopportate davvero più. Lo spazio che farete sarà una culla accogliente per il nuovo che arriverà. Non fatevi prendere da ambizioni smodate, muovetevi nel vostro ambito con prudenza e lucidità.

CANCRO: Saturno tornerà a sostenervi con un trigono da metà giugno a metà settembre, per darvi il senso di sicurezza che le sfide interiori portate da Plutone potrebbero togliervi in alcuni momenti. Ma il bel trigono passato dovrebbe avervi dato molto. Conservate i punti fermi.

LEONE: Saturno vi sosterrà, dando manforte ad altri pianeti schierati dalla vostra parte, e vi farà sentire sicuri, capaci di vedere lontano e di raggiungere gli obiettivi che vi siete prefissi. Soltanto in estate, quando tornerà in Scorpione, potrà portare qualche tensione in famiglia.

VERGINE: Saturno in quadratura, ad eccezione del periodo da metà giugno a metà settembre, minerà le vostre certezze, lavorando di concerto con Nettuno per scalfire la razionalità che vi contraddistingue e incoraggiare il vostro lato più intuitivo. Non fate guerre, tenete gli occhi aperti, e cercate di conservare quello che avete ottenuto fin qui, sospinti dal sestile armonico appena terminato.

BILANCIA: Saturno diventa amico, in armonico sestile fino a metà giugno e da metà settembre. Vi aiuterà a stabilizzare diversi ambiti della vostra vita. Potete anche permettervi di essere ambiziosi: raccoglierete i frutti del lavoro fatto fin qui e potrete soprattutto seminare tanto e bene. Fiducia in voi stessi ed esperienza saranno i vostri alleati.

SCORPIONE: Saturno se ne va per tornare a fare qualche verifica in estate, ma vi ha lasciato più forti e più maturi. Avete tagliato il superfluo, imparato la lezione (forse più d’una) e ora siete più consapevoli e concreti. Restate centrati su voi stessi e sui progetti che sono rimasti in piedi: è lì dove c’è ancora da investire, con fiducia e passione, che per fortuna in voi non manca mai ed è sempre un po’ la vostra salvezza.

SAGITTARIO: Saturno approda nel vostro segno, invitandovi a crescere. Non vi toglierà l’ottimismo e la spensieratezza che vi contraddistinguono, ma vi solleciterà inevitabilmente a prendervi responsabilità in ogni campo e a maturare, soprattutto dal punto di vista emotivo. Le vostre ambizioni cresceranno e farete bene ad assecondarle, purché vi muoviate sempre all’insegna della consapevolezza.

CAPRICORNO: Saturno ha lavorato per voi finora in sestile dallo Scorpione, dove tornerà in estate per permettervi di consolidare qualche risultato. Dovreste aver già affrontato questioni e raggiunto obiettivi. Siate concreti come sempre, fate tesoro delle lezioni apprese e proseguite per la vostra strada, con più ottimismo e più disponibilità al cambiamento. Ci penserà Plutone a muovere il vostro mondo interiore.

ACQUARIO: Questo Saturno che vi ha tormentato a lungo, arriva ora a stabilizzare i risultati raggiunti con fatica, e lo fa in un clima di grandi movimenti interiori. Affacciati su nuovi orizzonti, salverete del vecchio solo quello che è davvero importante, per andare incontro al nuovo con più razionalità e senso della realtà. In estate Saturno tornerà a verificare che abbiate trattenuto dal passato solo quello che vi corrisponde davvero.

PESCI: Il lavoro di Saturno fatto fin qui dovrebbe aver già dato i suoi frutti. Proseguite sul cammino intrapreso, lavorando sulla vostra autostima. La quadratura potrebbe infatti farvi rivedere alcune decisioni, ridimensionare certi progetti, ma se anche fosse, non significa che non siano validi o che voi non siate all’altezza. Ricordatevi che Saturno taglia solo il superfluo. Non vi mancheranno appoggi dal vostro pianeta guida, Nettuno, né da Plutone. Affidatevi all’intuito e alla forza interiore.

Ci tengo infine a sottolineare ancora una volta che i contatti tra Saturno in transito e il Sole di nascita, dicono poco se non vengono inseriti nella lettura complessiva del tema natale individuale. L’aspetto che Saturno fa con il Sole (che tra l’altro dipende dai gradi e quindi varia nel tempo a seconda della decade di appartenenza) è ovviamente significativo, ma lo sono anche la casa astrologica in cui transita (che dipende dall’ora di nascita e indica il settore della vita maggiormente interessato dal transito) e l’aspetto con Saturno radix (la posizione che aveva alla nascita), senza contare che possono verificarsi altri transiti concomitanti che ne modulano gli effetti.

Naturalmente, se avete dubbi o volete ulteriori chiarimenti, anche relativi al vostro tema natale, scrivete!

E ancora una volta vi dico: Keep calm and love Saturn!

Roberta Turci

GLI ASPETTI DI CHIRONE NEL TEMA NATALE

chironeTorniamo a parlare di Chirone, questa volta per comprendere il significato degli aspetti che può formare con gli altri pianeti nel tema natale.

Prima di addentrarci nelle singole interpretazioni, una breve premessa sul significato degli aspetti. In una carta natale, i principali aspetti possibili (gli angoli) tra i pianeti sono:

  • CONGIUNZIONE (0°): Le energie espresse dai due pianeti si fondono e lavorano insieme come se fossero una.
  • OPPOSIZIONE (180°): Le energie sono complementari, si equilibrano, c’è come un rispecchiamento.
  • TRIGONO (120°): Le energie sono in piena armonia, tutto scorre con facilità.
  • QUADRATO (90°): Le energie hanno difficoltà ad integrarsi, c’è conflitto, crisi, sfida.
  • QUINTILE (72°): Dall’interazione delle energie possono scaturire talenti, doni speciali e un cambiamento proficuo.
  • SESTILE (60°): Le energie sono in armonia, sono di supporto e generano buone opportunità.
  • QUINCONCE (150°): Le energie in gioco mettono di fronte a un interrogativo, spesso a un paradosso, che sono il passaggio obbligato (destinico) per aggiustare qualcosa fuori e dentro se stessi.

In base a questa sintetica guida, quanto riportato sotto per ciascun pianeta, andrà riletto in base all’aspetto specifico, anche se va detto che ci sono configurazioni più significative di altre.

In primo luogo, va ricordato che non tutti sono sensibili all’influenza di Chirone. Melanie Reinhart, nel suo famoso libro “Chiron and the Healing Journey” (ovvero il viaggio che guarisce), fornisce indicazioni sulle caratteristiche del tema natale di chi sente particolarmente l’effetto di Chirone nella sua vita, sulla base del segno, della casa e degli eventuali aspetti, nonché dei suoi transiti, di cui tratterò in uno dei prossimi post.

Secondo la Reinhart, tali configurazioni “sensibili” sono:

  1. a) Chirone congiunto a uno degli angoli (Ascendente, Discendente, Fondo Cielo o Medio Cielo)
  2. b) Chirone congiunto o quadrato ai Nodi Lunari
  3. c) Chirone in aspetto con molti pianeti, in particolare Sole, Luna e maestro dell’Ascendente.
  4. d) Sagittario o Vergine sul Medio Cielo o sull’Ascendente
  5. e) Chirone in Sagittario o Vergine
  6. f) Uno stellium di pianeti in Sagittario o Vergine

Vediamo ora più da vicino gli effetti dei contatti tra Chirone e i pianeti personali (Sole, Luna, Mercurio, Venere, Marte) e i pianeti sociali (Giove e Saturno).

90px-Sun_astrologySe hai Chirone in aspetto al Sole sei potenzialmente un bravo insegnante o eccelli nelle arti curative. Hai idee creative e innovative. Puoi nutrire interesse per l’occulto, l’astrologia, la magia, il potere dei cristalli, il tiro con l’arco, la musica e gli strumenti musicali. Le tue ferite primarie sono profonde e personali. Sei spesso ribelle nei confronti dell’autorità, della società, o delle pratiche culturali convenzionali. Conosci la psicologia per esperienza diretta. D’altra parte, condividere la tua storia con gli altri può essere un passaggio utile nel tuo personale processo di guarigione così come è di aiuto agli altri che non si sentono più soli: insieme si possono affrontare problematiche comuni. Molto probabilmente sarai aiutato e guidato da un mentore o un insegnante nel tuo cammino di crescita personale.

Messaggio trasmesso dai genitori: “Non approvo il tuo esibizionismo, il tuo modo così luminoso di brillare.”

Messaggio della voce interiore: “Ho paura di splendere/Non mi sento completo se non splendo”.

Come guarire la ferita: Lavorare sull’autostima e sul bambino interiore. Sviluppare la fiducia in sé e le forme di espressione creativa. Fiori di Bach: Larch, Clematis.

Il dono:  Creatività. Lavorare con i bambini. Leadership.

Moon_astrologySe Chirone è in aspetto alla Luna, la famiglia (specialmente la madre), la casa, le emozioni e i ricordi dell’infanzia rappresentano le tue più grandi sfide nonché i tuoi punti di forza. Può accadere che tu non ti senta adeguato rispetto alle aspettative che la tua famiglia ha su di te. Oppure le figure genitoriali possono essere state assenti durante l’infanzia o comunque la famiglia può essere stata un modello disfunzionale. Proprio grazie alle esperienze emozionali e alle insicurezze che hai dovuto superare, hai acquisito la capacità di promuovere la crescita personale e l’autostima negli altri così da aiutarli ad evolvere. La Luna accoglie e lascia andare così che i sentimenti si connettono con una creatività personale che ti distingue dagli altri. A un certo punto della tua vita, potresti avere bisogno di imparare cosa significa veramente essere una figura pubblica e avere gli occhi degli altri su di sé, che ti vedono come una guida, un consigliere saggio e un modello da seguire.

Messaggio trasmesso dai genitori: “Il mondo non è un luogo sicuro. Non credere a nessuno. Noi ti amiamo, ma…”

Messaggio della voce interiore: “Mi sento rifiutato. Sono vulnerabile”.

Come guarire la ferita: Lavorare sul rilascio emozionale. Guarigione attraverso la maternità. Psicoterapia. Floriterapia. Esperienze di amore e accettazione. Fiori di Bach: Aspen

Il dono:  Sensibilità ed empatia.

Mercury_astrologySe Chirone fa aspetti con Mercurio, hai spiccate abilità di comunicazione e sei portato all’insegnamento. Sai parlare in pubblico, e puoi essere un valido scrittore. Sai stimolare le menti altrui. Sei ispirato e sai ispirare. Dai molta importanza a tutto quello che influenza la mente e sai come affrontare e sviluppare i processi decisionali. Sei flessibile. Hai molta memoria e ti è facile imparare cose nuove. Tuttavia, puoi essere impaziente e avere un sistema nervoso sensibile, e ti distrai facilmente. La tua mente, impegnata sempre su più fronti, se iperstimolata ti fa diventare dispersivo. Puoi divenire popolare ed essere di supporto a conoscenti e amici. Hai la capacità di cogliere messaggi provenienti anche da altre dimensioni.

Messaggio trasmesso dai genitori: Non ci piace il modo in cui comunichi.”

Messaggio della voce interiore: “Non mi capisci. Non mi ascolti.”

Come guarire la ferita: Cantare, parlare in pubblico, scrivere, suonare uno strumento musicale. Espressione creativa dei suoni. Fiori di Bach: Water Violet, Agrimony, Heather

Il dono: La capacità di comprendere gli altri e insegnare l’arte della comunicazione efficace e di risolvere i problemi.

Venus_astrologyCon Chirone in aspetto a Venere sono enfatizzati il settore del denaro e dei possedimenti materiali, i valori, l’amore e le relazioni. Pertanto, con un aspetto dinamico, nella vita troverai ostacoli e avrai delusioni in questi ambiti, il che ti servirà per cambiare il tuo rapporto con i soldi e i sentimenti. Potrai subire anche perdite finanziarie pesanti che ti costringeranno a lavorare sodo per recuperare, ma allo stesso tempo avrai modo di rivedere la tua scala di valori. Anche sul fronte delle relazioni, potrai avere difficoltà che ti faranno sentire frustrato e amareggiato, e i ripetuti fallimenti rischiano di traumatizzarti. Sei attraente e carismatico, e questo ti rende facili le conquiste, ma dovrai invece imparare ad andare oltre la superficie e a vedere una bellezza e un fascino più profondi. Può esserci aberrazione sessuale che maschera in realtà la paura di entrare in relazione a un livello troppo intimo e di essere ferito.

Messaggio trasmesso dai genitori: Il nostro amore è “a condizione che…; noi ti ameremo se…”

Messaggio della voce interiore: “Io non mi piaccio, non mi apprezzo, non mi approvo. Non sono degno di amore. Nessuno mi ama.”

Come guarire la ferita: Tutte le esperienze di amore incondizionato, perdono e compassione. Curare il chakra del cuore. Reiki, massaggi olistici. Fiore di Bach: Holly.

Il dono: La capacità di aiutare gli altri a curare le loro relazioni. Abilità di counseling. Amore.

marteChirone e Marte in aspetto nel tuo tema natale enfatizzano il tuo livello energetico, la capacità di promuovere nuovi progetti, l’abilità al comando, l’ambizione, lo spirito d’avventura, la sessualità. Finché non impari a controllare e moderare il tuo livello di energia, il temperamento, i desideri e le passioni, questa combinazione ti causerà probabilmente molti problemi perché sei ego-centrato, egoista, impulsivo. Nel momento in cui impari a controllare il tuo impeto e apprendi la lezione di Chirone, diventi forte e puoi fare da riferimento per gli altri in modo equilibrato e costruttivo, insegnando loro la flessibilità. In alcuni casi, potresti trovarti in un certo momento della tua vita senza energia, ambizioni e desideri, per aver sofferto molto ed essere deluso e scoraggiato. Il messaggio di Chirone è proprio quello di fare tesoro degli sbagli e di imparare dalle difficoltà, e quindi andare avanti accettando che alcune cose non possono essere cambiate e non puoi avere il controllo su tutto.

Messaggio trasmesso dai genitori: “Sei aggressivo/ Non ci piaci quando sei arrabbiato/ Hai troppa energia/ Siamo arrabbiati con te/ Ci fai arrabbiare.”

Messaggio della voce interiore: “Non è opportuno esprimere la rabbia. Io sono distruttivo/ Gli altri sono distruttivi.”

Come guarire la ferita: Attività sportive per scaricare la tensione energetica, arti marziali, danza, tai chi, meditazione attiva. Fiori di Bach: Impatiens, Vine.

Il dono: L’abilità di trasformare la rabbia in espressione creativa e azione. Capacità di motivare gli altri e di responsabilizzarli.

Jupiter_astrologyIl contatto tra Chirone e Giove contiene promesse e ottimismo,  indica dove sei creativo, espressivo ed espansivo. Questa connessione amplifica le capacità spirituali, psichiche e di guarigione. Indica dove fai le cose in grande . Quando gli aspetti sono negativi, è probabile che tu debba imparare il senso della misura e a moderare il giudizio sugli altri. Al positivo, può farti eccellere in ogni cosa che fai, ma sempre al servizio degli altri. Puoi avere molta soddisfazione se lavori nei settori governati da Chirone: psicologia, insegnamento, naturopatia, astrologia, ecc.

Messaggio trasmesso dai genitori: “Sii ottimista/Non essere troppo ottimista. La religione è l’unica strada possibile/Noi non crediamo in Dio. Pensa in grande.”

Messaggio della voce interiore: “Non è opportuno condividere la mia conoscenza. La mia verità è La Verità.”

Come guarire la ferita: condividere la conoscenza e l’esperienza attraverso l’insegnamento, la scrittura, conferenze. Viaggiare. Fiori di Bach: Vervain.

Il dono: L’abilità di ispirare gli altri e di condividere il proprio sapere e la propria saggezza.

saturnoCon aspetti Saturno/Chirone l’enfasi è sulla responsabilità, il lavoro pratico, serio, duro, le capacità organizzative, l’affidabilità, l’uso del potere e del controllo. Se non vieni a patti con i concetti e i principi che Saturno simboleggia e non sviluppi un comportamento responsabile, è molto probabile che ti ritrovi spesso a dover affrontare una serie di problemi e difficoltà. Nel caso degli aspetti più difficili (opposizione e ancor più quadratura), Saturno può negare la libertà o il successo, creare una situazione molto pesante che può portare addirittura ad ammalarsi per il duro lavoro richiesto e le preoccupazioni. Durante l’infanzia, potresti aver subito l’atteggiamento severo o persino prepotente di uno dei genitori (spesso il padre) o di entrambi, a tal punto che potresti essere stato allontanato dalla tua famiglia, o comunque sei cresciuto timido, insicuro e senza autostima. La lezione insita in questo aspetto risiede nell’opportunità di apprendere il senso di responsabilità, pur con la giusta ambizione, e la capacità di esercitare le qualità di leader, saggezza e fiducia in sé. In tal modo, il progresso e il successo diventano possibili e gli altri ti rispettano proprio per le tue abilità. Con questo aspetto potresti anche dover lavorare nel profondo per vincere una paura irrazionale o una fobia.

Messaggio trasmesso dai genitori: “Comando io.  So io cosa è meglio per te.”

Messaggio della voce interiore: “C’è una voce dentro di me che mi giudica e mi critica. È colpa mia.”

Come guarire la ferita: Lavoro profondo sulla propria crescita personale usando strumenti come lo yoga e la meditazione. Fiori di Bach:  Wild Oat,  Larch  e Mimulus.

Il dono:  L’abilità di accettare le responsabilità e le posizioni di autorità. Saggezza.

I pianeti transpersonali Urano, Nettuno e Plutone lavorano su piani più complessi. Essi rappresentano forze di trasformazione molto potenti e la loro funzione va sempre letta e interpretata in relazione ai pianeti personali dell’individuo.

uranoCon Urano in aspetto a Chirone, i concetti chiave sono il bisogno di libertà, la creatività e la capacità inventiva, l’amicizia, il “fare gruppo”. L’individuo deve fare un’attenta selezione prima di scegliere i suoi obiettivi nella vita, a quali gruppi appartenere, e gli amici più veri, così da evitare problemi. Potrebbe infatti essere giudicato proprio per le sue frequentazioni e associazioni. La lezione può essere anche quella di imparare a essere meno impulsivo e diventare più lungimirante. Deve imparare a fare tesoro delle esperienze passate e a integrare le conoscenze acquisite con le innovazioni tecnologiche e le idee originali di cui è capace. Può raggiungere grandi obiettivi, originali e geniali, ma deve restare aderente alla realtà.

nettunoAspetti Nettuno/Chirone accentuano le capacità intuitive, empatiche e l’inclinazione ad aiutare gli altri. Il rischio è l’eccessivo idealismo, che può portare a essere vittima delle circostanze per la troppa fiducia nei confronti delle persone sbagliate, come conseguenza, di fatto, della mancanza di fiducia in sé. La “salvezza” sta nel non perdere di vista la propria missione: aiutare chi ha problemi simili ai propri per guarire se stessi attraverso un karma di servizio. Questi aspetti sono anche indicativi di doti artistiche, e di una vivida immaginazione che può essere impiegata in varie forme espressive, tra cui pittura e fotografia.

plutoneChirone in aspetto a Plutone implica un lavoro nel profondo. Plutone ha una vibrazione complessa e Chirone l’amplifica. L’individuo con aspetti dinamici (opposizione, quadratura, ma anche congiunzione) è molto orientato al potere, è determinato, spesso senza scrupoli. Può essere geloso, possessivo, violento, e farsi coinvolgere in azioni criminose. È fondamentale un lavoro psicologico per comprendere le dinamiche disfunzioanli e uscire da certi schemi comportamentali. Con aspetti positivi, l’individuo può essere egli stesso un valido psicoterapeuta, capace di analizzare l’anima umana e i suoi moti nel profondo. Anche la scienza e la politica possono rientrare nei suoi campi di interesse, così come la gestione delle risorse finanziarie. Altri ambiti in cui si manifesta il contatto con Plutone sono l’interesse per l’occulto, il karma, la reincarnazione e l’uso di gemme, minerali e metalli come strumenti di cura per la trasformazione dell’uomo in chiave evolutiva.

Gli aspetti con gli angoli del cielo, specialmente con Ascendente e Medio Cielo, si trovano nella carta natale di persone in cui Chirone è dominante, e quindi influenza fortemente il comportamento e le scelte di vita.

Contatti Chirone/Ascendente indicano il bisogno di riconoscersi il dono di entrare in connessione con gli Angeli e gli Spiriti Guida. Il soggetto con questi aspetti deve avere fiducia in questa sua abilità e rifiutare i limiti che altre persone potrebbero cercare di mettere al suo approccio spirituale.

Analogamente, aspetti Chirone/Medio Cielo appartengono al tema natale di persone che devono riconoscersi un’autorità spirituale e hanno il dono di usarla positivamente per aiutare gli altri ad accrescere la propria consapevolezza.

Infine, i contatti Chirone/Nodi, in particolare con il Nodo Nord, indicano l’urgenza di risolvere il karma passato, connettersi con energia positiva e procedere sul cammino dell’evoluzione. Il soggetto sente il bisogno di condividere il proprio percorso con anime altrettanto desiderose di andare avanti. Può esserci insofferenza nei confronti di chi non vuole crescere e lavorare sulla propria consapevolezza. A volte questa tensione con gli altri può essere incompresa, persino dallo stesso soggetto. La soluzione sta nel restare in contatto con i propri Spiriti Guida e con il proprio Sé, che conosce tutte le risposte.

Ma non finisce qui! Prossimamente analizzeremo i transiti di Chirone e il ritorno di Chirone su se stesso.

A presto!

Roberta Turci

CHIRONE NEI SEGNI ZODIACALI

chironwoundedhealer“Il segno che occupa Chirone nella vostra carta del cielo simboleggia il tipo di difficoltà che voi desiderate maggiormente risolvere, che avete più a cuore. È un punto chiave in cui vi sentite capaci di superare qualunque ostacolo”

(Lassalle)

Ritorniamo a parlare di Chirone, questa volta analizzando il significato del segno zodiacale in cui si trova alla nascita. Come abbiamo visto, Chirone è l’archetipo del guaritore ferito. Ci rivela dove siamo stati feriti, e in che modo possiamo usare la nostra ferita per guarire ed insegnare agli altri.

Il segno in cui si trova Chirone alla nascita indica la difficoltà che dobbiamo affrontare, mentre la casa, come abbiamo già visto qui e qui, dice con quale modalità e in quale settore della vita ci troveremo ad affrontarla. Ad esempio, se una persona ha Chirone in Bilancia, la sua ferita primaria è relativa a una relazione, all’interno della quale si è sentita ferita o abbandonata. Se Chirone si trova in quarta casa,  è ragionevole pensare che la relazione in questione è con una figura genitoriale, mentre se si trova in settima casa, si tratterà di un partner o di un socio, e così via…

Vediamo ora segno per segno il messaggio di Chirone: si diventa maestri proprio laddove si ha bisogno di imparare…

Per sapere dove si trovava Chirone alla nascita, potete consultare le effemeridi sul sito http://www.astro.com/swisseph/swepha_i.htm oppure scriveteci!

Ad esempio, dal 21/8/1960 al 16/2/1961 Chirone si trovava in Acquario, mentre è rimasto in Pesci (uno dei segni, insieme all’Ariete, dove transita più a lungo in conseguenza della sua orbita ellittica) dal 17/2/1961 al 10/4/1968. Dall’11/4/1968 al 6/11/1968 è transitato in Ariete, per tornare nei Pesci dal 7/11/1968 al 4/2/1969. Poi, dal 5/2/1969 al 28/5/1976 ha fatto un lungo passaggio in Ariete. Attualmente si trova in Pesci, dove sta aiutando molti nati con Chirone in questo segno ad elaborare il loro karma. Ma del significato dei transiti, come degli aspetti di Chirone nel tema natale, parleremo la prossima volta.

ARIETE

Con Chirone in Ariete la difficoltà è trovare il senso del Sé. L’individuo è costantemente in viaggio alla scoperta di sé stesso, spinto dall’esigenza di andare oltre la sensazione di non valere abbastanza. Possono anche esserci problemi fisici legati alla testa, come emicranie frequenti o incidenti che causano ferite in questa zona, ma più probabilmente la ferita è psicologica, e riguarda la profonda convinzione inconscia di sentirsi inadeguati e indegni dell’amore altrui. Chi ha Chirone in Ariete ha bisogno di affermare se stesso, ma deve imparare a farsi carico della propria realizzazione. Allora saprà valorizzarsi e prendersi cura di sé. Finché, a un certo punto, si renderà conto che nel momento in cui ha imparato ad apprezzarsi, hanno cominciato a farlo anche gli altri.

TORO

Chirone in Toro parla di rifiuto e di abbandono: a un certo punto nella vita, l’individuo sente di non aver avuto abbastanza, sia che si tratti di cose materiali, o di attenzione dal punto di vista emotivo o mentale. Si sente insoddisfatto, in qualche modo denutrito. Ma tutto riconduce al non sentirsi valorizzato abbastanza. Molte persone con Chirone in Toro reagiscono comprando qualunque genere di oggetti o beni materiali per riempire questo tipo di vuoto, ma per guarire hanno bisogno di guardare oltre. Pur concedendosi i piaceri semplici della vita, queste persone dovrebbero prima di tutto imparare a valorizzarsi e trattare se stessi come vorrebbero essere trattati dagli altri. Se impareranno a dedicare più tempo all’introspezione, sapranno apprezzarsi e non avranno più bisogno di cercare conforto nel mondo materiale.

GEMELLI

Con Chirone in Gemelli il punto debole è la comunicazione. Forse si tratta di persone terribilmente timide o che non si sentono mai abbastanza ascoltate. Più probabilmente è la loro percezione di sé ad essere alterata: non si sentono in grado di comunicare in modo chiaro o si ritengono poco intelligenti e meno acculturati rispetto agli altri. Se avete Chirone in questo segno, può esservi utile preparare una lista delle cose che conoscete bene, dei vostri talenti e delle vostre abilità. Questo vi aiuterà ad avere più fiducia in voi stessi e a esprimervi senza remore. Cercate di approfondire le vostre conoscenze, fate pratica scrivendo o parlando per condividere le vostre idee. Dovreste usare il dono di Chirone per ampliare i vostri orizzonti e vedrete che riuscirete ad andare ben oltre quello che ritenete impossibile!

CANCRO

Con Chirone in Cancro ci si può sentire sempre come estranei. Si ha la sensazione di essere non voluti, non nutriti e non amati. D’altra parte, chi ha Chirone in questo segno, è capace di offrire nutrimento affettivo agli altri. Per voi è difficile lasciare che gli altri si prendano cura di voi. Date a chiunque tranne che a voi stessi. Dovreste cercare di imparare a prendervi cura dei vostri bisogni. Questo aiuterebbe a creare un equilibrio dentro di voi e a farvi sentire completi. Aprirsi agli altri e accettare il loro amore e la loro cura è un grande passo verso la guarigione della ferita interiore. Imparate a concedervi agli altri e vi accorgerete di quello che avete perso finora.

LEONE

Chi ha Chirone in Leone si sente sottovalutato, come se i suoi talenti passassero sempre inosservati. O forse si sente a disagio, privo di qualunque talento. Eppure questi individui hanno la capacità di aiutare gli altri a portare alla luce la propria creatività. La difficoltà che hanno nell’esprimere i propri talenti probabilmente deriva dall’essere stati repressi da bambini in ambito famigliare, oppure, al contrario, dall’eccessiva aspettativa riposta su di loro, magari in ambiti lontani dalla loro natura. Per superare questa sensazione di inadeguatezza, i nati con Chirone in Leone hanno bisogno di trovare un modo per entrare in contatto con il loro bambino interiore e risvegliare la creatività. Possono giocare con i propri figli o frequentare corsi che trovino interessanti e li aiutino ad esprimere i propri talenti. Il potenziale non realizzato è lì, proprio sotto la superficie!

VERGINE

Coloro che hanno Chirone in Vergine spesso hanno problemi di salute: è come se avvertissero che c’è sempre qualcosa che non va, ma che non può essere curato. Questa situazione può portarli ad essere estremamente critici o ossessionati da dettagli insignificanti. Possono anche arrendersi e affidarsi al caos, o diventare ipocondriaci e rifiutarsi di stare bene. La lezione da apprendere è scendere a patti con l’imperfezione, e questo può essere molto difficile per loro. D’altra parte, Chirone si trova a suo agio nel segno della Vergine, e questo rende i nati con Chirone in questo segno, capaci di guarire sia gli altri sia se stessi. Fare del volontariato o lavorare nel settore della salute, con una visione olistica, può aiutarli a sviluppare un approccio realistico al concetto di guarigione e di benessere.

BILANCIA

Chirone in Bilancia parla di una ferita che ha origine all’interno di una relazione. Con questa configurazione c’è il rischio di lasciarsi coinvolgere in rapporti di dipendenza o di subire abusi, sia fisici sia psicologici, giungendo alla conclusione che nessuna relazione possa funzionare. La lezione da imparare è che ciascuno è completo da solo, e non si può trovare fuori di sé quello che manca all’interno. Solo comprendendo questo, arriverà il sollievo, e si raggiungerà l’equilibrio. Un’altra possibilità è che chi nasce con Chirone in Bilancia trovi la guarigione, in senso metaforico, attraverso un partner con il quale probabilmente si genereranno molti conflitti. In questo caso, la lezione è proprio imparare che il conflitto può condurre a un maggiore senso di intimità e condivisione.

SCORPIONE

Con Chirone in Scorpione, l’individuo ha in dono empatia e capacità di elaborazioni profonde a livello psicologico. La sua saggezza aumenta attraverso le esperienze trasformative della vita, come la nascita e la morte. Può soffrire una grave perdita quando è molto giovane oppure sentire che dentro qualcosa è morto in senso metaforico. Può avere paura del suo stesso potere o sentirsi impotente, e per questo nascondere i propri sentimenti di inadeguatezza sotto una falsa spavalderia. Probabilmente è sempre molto preoccupato di perdere i propri averi o le persone care. Imparerà che anche perdendo qualcuno o qualcosa, si può apprezzare la vita e arricchirsi interiormente, e potrà essere di aiuto anche ad altri proprio per aver saputo trarre un insegnamento dal dolore di una perdita.

SAGITTARIO

Chirone in Sagittario indica una ferita che deriva dalla rottura con le tradizioni o gli insegnamenti spirituali che possono causare sofferenza. La vita può sembrare una lunga crisi spirituale continua. L’individuo può arrivare a scegliere l’ateismo o il fondamentalismo. Può sentirsi incapace di comprensione profonda e di saggezza. A seconda della casa in cui si trova Chirone, può non ascoltare i consigli altrui in ambiti diversi, ad esempio investimenti finanziari, o relazioni. Chirone in Sagittario può sentirsi limitato in un’esistenza terrena: deve realizzare che ha nel suo cuore un enorme potenziale di saggezza, e allora comincerà a sanare la sua ferita.

CAPRICORNO

Con Chirone in questo segno, l’individuo è dedito al lavoro in modo ossessivo, con l’obiettivo di dimostrare il proprio valore. Durante l’infanzia si è sentito in qualche modo rifiutato, ignorato, non riconosciuto. Da adulto può essere ossessionato dall’organizzazione e dal controllo, oppure al contrario può rifiutare ogni forma di organizzazione. Spesso ha la sensazione di lavorare più di tutti gli altri senza ottenere alcun risultato. Ha un tale bisogno di ottenere prestigio sociale e rispetto che non riesce nemmeno a godersi le proprie realizzazioni. Per apprendere questa lezione, deve imparare a riconoscere il proprio valore. Se si ferma a prendere nota dei suoi successi, si accorgerà  che ha già un’ottima reputazione!

ACQUARIO

Chirone in Acquario può sentirsi a disagio in mezzo a tanta gente. Questo può derivare dall’essersi sentito diverso quando era piccolo. Il rifiuto sociale fa sì che  voglia ritirarsi dal pubblico e stare solo o con persone che hanno i suoi stessi interessi. Può sentirsi scollegato o isolato. Fatica ad adattarsi. Ha un vero talento per aiutare gli altri ad esprimersi. Può interessarsi solo a idee nuove e all’avanguardia oppure può rimanere risolutamente ancorato al vecchio. Per apprendere la sua lezione di guarigione, deve imparare ad essere se stesso e amare ciò che lo rende diverso dagli altri. Prendere parte a gruppi che favoriscano l’espressione dell’individualità può aiutarlo a integrare questa lezione.

PESCI

L’individuo con Chirone in Pesci è sempre in crisi, e si tratta di una crisi a livello universale. Può trattarsi di una crisi religiosa o spirituale, che tiene il soggetto  costantemente in agitazione. Questo continuo nervosismo può portare a una  depressione o a far uso di droghe. Chi ha Chirone in Pesci può sentire di aver perso la fede nell’Universo. A volte si sente in colpa, anche se non vi è alcun motivo. Spesso fa la vittima. Eppure ha la capacità innata di attirare persone meno fortunate e cerca di fare del proprio meglio per aiutarle. Ha bisogno di fare chiarezza dentro di sé: disillusione e tradimento possono far sembrare la vita troppo dura. Deve imparare che le cose accadono per una ragione. Analizzando i suoi problemi, può trovare una più profonda connessione con il Sé e una maggiore comprensione della vita.

Ma Chirone ha ancora molte cose da dirci…dunque, alla prossima!

Roberta Turci

CHIRONE, IL GUARITORE FERITO (prima parte)

 

chironeCominciamo questa settimana una serie di incontri con Chirone, di cui poco ancora si parla e che invece riveste un ruolo di primaria importanza nella lettura karmica di un tema natale.

Scoperto nel 1977, Chirone è stato classificato dapprima come asteroide, e come cometa poi; attualmente è riconosciuto leader di una nuova classe di oggetti trans-nettuniani  e trans-plutoniani, denominati “centauri”. Questi hanno un’orbita ellittica e impiegano quindi molto tempo ad attraversare certi segni, mentre in altri si muovono velocissimi. Ciò non è trascurabile, perché il segno, e ancor più la casa, in cui cade Chirone nel tema natale, ha un preciso significato riconducibile al karma personale, di cui Chirone è un indicatore fondamentale.

Chirone, il cui glifo ha la forma di una chiave antica, apre letteralmente la porta di una stanza dove viene conservato buona parte del bagaglio che ci portiamo dietro, non solo dalla nostra infanzia, ma anche dalle vite precedenti: è il luogo dell’anima in cui risiedono le ferite più profonde, ma anche il balsamo che le cura.

Il suo ruolo di guaritore ferito si comprende attraverso il mito che lo riguarda: Chirone era figlio di Saturno e della ninfa Filira, che fu sedotta da Saturno mentre questi aveva le sembianze di un cavallo. Perciò nacque metà uomo e metà cavallo, e proprio per il suo aspetto, fu abbandonato da Filira, che pregò gli dei di essere trasformata in qualunque altra cosa (e divenne così un tiglio) pur di non essere la madre di quella strana creatura. Chirone fu però adottato da Apollo, che lo istruì nelle arti, nella medicina e nella caccia, tanto da farne il mentore di molti eroi greci. Tra questi, Ercole, che un giorno accidentalmente lo ferì con una freccia avvelenata. Poiché Chirone era un semidio, non poteva morire, ed era quindi condannato a convivere per l’eternità con i dolori atroci che gli procurava la sua ferita. Per poter porre fine alla sua sofferenza, fece un curioso scambio con Prometeo, incatenato a una roccia e condannato a farsi mangiare il fegato da un’aquila per aver sfidato gli dei. Entrambi furono così liberati, e Chirone poté morire, immortalandosi nella costellazione del Centauro.

La sua storia sembra parlarci della necessità di perdere l’attaccamento alla sofferenza. Ma di certo questo distacco deve avvenire con i suoi tempi, scanditi dagli aspetti che Chirone forma con se stesso nel corso della vita. E poiché, come detto, la sua orbita è ellittica, non ci saranno “scadenze” prevedibili e uguali per tutti, come accade per i cicli di Saturno, ma ognuno dovrà individuare la posizione di Chirone consultando le effemeridi. Critici sono il primo e il secondo quadrato, tra i quali si colloca l’opposizione. Con il primo quadrato, qualcosa accade: è la ferita inferta da Ercole con la freccia avvelenata, qualcosa da cui non sembra si possa guarire, e che costringe a incontrare la sofferenza più profonda (l’abbandono da parte della madre) e ad affrontarla. Può essere un incidente, un lutto, una malattia, uno choc, comunque un accadimento che risveglia la “ferita primaria”. Solo riaprendo la ferita si può infatti avvertire la necessità, ovvero la spinta, a dare inizio al processo di guarigione. L’opposizione di Chirone a se stesso ripropone la sofferenza, ma con una nuova consapevolezza: qualcosa ritorna, forse una malattia, o un problema che non abbiamo mai veramente affrontato, e siamo messi irrevocabilmente di fronte al bisogno di cambiare quello che ci tiene lontani dall’essenza, dal nostro vero Sé. Il secondo quadrato, se abbiamo fatto un buon lavoro di autoanalisi, corrisponde all’accettazione: se si nega la ferita a questo punto, l’impatto sulla salute fisica e sulla stabilità emotiva può essere devastante. Poi, intorno ai 50 anni, c’è il ritorno di Chirone su se stesso: è il momento di lasciare andare tutto quello che non ha funzionato, che ci ha ferito, che abbiamo sbagliato. Soprattutto, è tempo di perdonare e perdonarsi, smettere di dare la colpa agli altri, elaborare il dolore e la rabbia, e andare oltre. Sembra che proprio al termine del ciclo, che prepara al ritorno di Saturno (intorno ai 58 anni), Chirone si esprima al meglio, consentendo il passaggio dalla condizione di individuo ferito a quella di guaritore: solo chi conosce profondamente il dolore può infatti comprendere e accogliere quello altrui.

La posizione di Chirone nei segni e nelle case alla nascita è indicativa dell’ambito in cui sarà avvertita maggiormente la ferita primaria e del tipo di lezione che dovrà essere appresa grazie al processo di elaborazione, accettazione e guarigione.

Particolarmente significativa è la posizione di Chirone nelle case, che si può conoscere calcolando il proprio tema natale, con l’ora di nascita sufficientemente precisa. Ovviamente, Chirone è solo un elemento di tutta la carta, e quindi l’interpretazione andrà inserita in un contesto più ampio, come si può fare solo in fase di consulto personalizzato.

Iniziamo con le indicazioni generali per le prime sei case:

I casa. Chirone qui è un cavaliere con la sua armatura lucida, sempre pronto a lottare per i più deboli. Di solito, mentre fa questo, trascura però se stesso. Puoi essere anche un saggio consigliere (soprattutto in materia di salute), ma spesso non sai seguire in prima persona i tuoi stessi consigli. Oppure puoi essere un insegnante di talento, che apprende attraverso l’insegnamento agli altri, ma spesso è meno abile dei suoi allievi. Prova a darti consigli come se tu fossi qualcun altro. Scoprirai che puoi farcela anche tu! E fai attenzione: non è che forse attraverso il tuo sostegno – a volte non richiesto – stai cercando di acquisire una forma di potere sugli altri? Ricorda che aiutare gli altri può aiutare anche te solo se non hai secondi fini poco autentici…

II casa. La seconda casa è denaro, beni e valori. Puoi mostrare ad altre persone come prendersi cura dei loro soldi meglio di quanto tu sappia prenderti cura dei tuoi. A volte, questa posizione può fare di te un avaro, ma il denaro accumulato non ti porterà alcuna gioia, oppure vivrai sempre con il timore che venga meno la sicurezza materiale, e dovrai quindi imparare a sbarazzarti di questa paura interiore. La verità è che non credi in te stesso e pensi di non meritare nulla. Potresti anche disperdere o regalare ciò che hai  per lo stesso motivo. Le cose materiali, per quanto in apparenza possa sembrare il contrario, non sono il vero problema. Qui la chiave è la mancanza di autostima.

III casa. Se non hai fratelli o sorelle, con questo posizionamento di Chirone, potresti sentirne la mancanza. Se invece ne hai, potresti avere continuamente problemi con almeno un fratello. Il tuo problema è la comunicazione. Forse quando eri piccolo non ti sei sentito ascoltato, e da adulto avrai sempre la sensazione di non essere capito e reclamerai l’attenzione altrui. Riconosci e lascia andare il dolore dell’infanzia. Potresti diventare anche un buon terapeuta, proprio perché coltiverai la capacità di ascoltare gli altri per curare un po’ anche la tua ferita.

IV casa. Quasi tutti hanno avuto qualche problema con i genitori durante l’infanzia. Chirone in quarta casa lo rende però ancora più evidente. Molto probabilmente hai avuto un padre gravemente malato, o che viveva lontano da casa, o emotivamente non disponibile. Conserverai sempre la sensazione di “non sentirti a casa da nessuna parte”. E alla fine dovrai comprendere che puoi trovare dimora solo dentro di te, ed essere padre di te stesso. Le tue radici cominciano con te.

V casa. Sono le relazioni affettive il campo di battaglia. Sei un ottimo consigliere quanto a vicende amorose, ma nella tua vita dovrai fare spesso i conti con emozioni e sentimenti che ti fanno soffrire. Così come consigli gli altri, dovresti fare tu stesso. Devi credere che meriti amore, lo stesso che sai dare a chi ami. Anche con i bambini sei eccezionale, ma magari tu non ne hai o con i tuoi hai sempre qualche problema. Impara a esprimerti in modo più autentico. Allena il cuore alle emozioni, e ascoltalo.

VI casa. Questa casa è legata al lavoro e alla salute. Chirone in questa posizione può indicare che sei un ottimo mentore per chi ha da imparare da te nella professione, ma probabilmente non riesci a raccogliere successo e soddisfazioni personali. Oppure, sei un punto di riferimento per avere consigli utili in fatto di alimentazione sana e cure, ma trascuri te stesso. O forse ti aspetti sempre che qualcuno si prenda cura di te. Impara a vivere la quotidianità e trai gioia dalle piccole cose.

Per ora passo e chiudo…alla prossima con le altre sei case… Intanto andate a vedere dove è posizionato il vostro Chirone e quali aspetti forma con gli altri pianeti, così sarete preparati per le prossime puntate! 🙂 E se avete bisogno di un aiutino, scrivete al blog!

Roberta

I PIANETI RETROGRADI E IL KARMA

mercurio-retrogrado-y-simboloAvete presente quando siete in treno e il convoglio su cui viaggiate ne supera uno che si muove più lentamente? Non sembra forse che l’altro vada all’indietro? Ecco, è esattamente quello che accade in cielo tra due pianeti quando si dice che un pianeta ha moto retrogrado. Poiché l’astrologia, a differenza dell’astronomia, studia il movimento dei corpi celesti dal punto di vista terrestre, se un pianeta, per un certo periodo di tempo, si muove più lentamente lungo la sua orbita, rispetto alla Terra, il moto di quel pianeta in quel periodo di tempo sembrerà retrogrado. E seppure si tratta di un’illusione ottica, il suo effetto non si fa sentire meno! Anzi, un pianeta retrogrado nel tema natale (TN) porta con sé una significativa dose di karma irrisolto e il suo potenziale superamento. Chiunque abbia uno o più pianeti retrogradi alla nascita, avrà quindi la possibilità di integrare l’energia espressa da quei pianeti in modo ancora più profondo e intenso, non prima però di una lunga e faticosa elaborazione.

Da un punto di vista karmico, un pianeta retrogrado indica la ripetizione di una lezione non appresa o di una esperienza vissuta male, che non ha permesso di portare a compimento il programma iniziale dell’insieme di incarnazioni da cui l’individuo proviene. Poiché ogni pianeta retrogrado nel nostro TN rappresenta un effetto, è utile interrogarsi sulle cause, che risiedono in noi stessi, nei nostri comportamenti, nelle scelte fatte dalla nostra anima in altre vite. Solo prendendo coscienza di sé e dei propri nodi con intelligenza, perseveranza, e amore, potremo provare a sciogliere il nostro karma, o per lo meno potremo evitare di generare ulteriore karma negativo.

Un’analisi dettagliata e completa del significato di un pianeta retrogrado nel TN deve necessariamente tenere conto del segno e della casa in cui si trova il pianeta. Tuttavia, può essere utile conoscere il tipo di sfida che rappresenta quel determinato pianeta, per il solo fatto di essere retrogrado alla nascita. Con le progressioni secondarie (1 giorno = 1 anno) si può anche verificare con le effemeridi se il pianeta in questione diventerà diretto durante la vita o se, al contrario, qualche pianeta, diretto alla nascita, diventerà retrogrado in seguito. Questi cambiamenti segnano una svolta profonda nell’esistenza dell’individuo.

Per cominciare, precisiamo subito che Sole e Luna non possono mai essere retrogradi. Al contrario, i Nodi Lunari, di cui abbiamo parlato qui e qui sono praticamente sempre retrogradi. E questo ha indubbiamente un significato, essendo i Nodi i principali indicatori karmici.

La maggior parte delle persone ha nel proprio TN almeno un pianeta retrogrado. Quando un individuo ha più di un pianeta retrogrado, sente ancora più intensamente il bisogno di sintonizzarsi con il piano spirituale, e ha difficoltà a distinguere il presente dal passato, poiché tende a confondere situazioni e sensazioni reali e attuali con quelle cristallizzate nell’anima dalle precedenti incarnazioni. Chi non ha pianeti retrogradi, o è un’anima giovane, che ha alle spalle poche vite, o ha scelto di vivere una vita facile, e in questo caso l’appuntamento con il karma è solo rimandato (e con gli interessi!).

Vediamo ora il significato del moto retrogrado dei pianeti nel TN (cioè al momento della nascita):

Mercurio retrogrado

Mercurio retrogrado indica difficoltà di comunicazione o un modo poco pratico di affrontare la vita. Il soggetto è nervoso o instabile, ha sempre bisogno di muoversi. Le vite precedenti sono state vissute in modo caotico, senza organizzazione, soprattutto mentale. In questa vita, deve imparare l’ordine, la disciplina, e deve porsi e perseguire obiettivi specifici in modo attento e metodico. Tende a cogliere più l’essenza delle cose che non i dettagli. La sua creatività si esprime più negli ambiti di comunicazione non verbale, come la musica e la pittura. Molti geni musicali hanno Mercurio retrogrado! Poiché Mercurio è un pianeta “veloce”, mediante le progressioni si può verificare quando torna diretto e prepararsi al momento in cui ci sarà lo sblocco del debito karmico.

Venere retrograda

Venere retrograda è indicativa di una vita affettiva difficile. Il soggetto è portato ad agire in modo contradditorio con il partner. Da un lato cerca di pianificare la relazione in modo serio, dall’altro reagisce in modo opposto, poiché c’è una disarmonia di fondo tra gli obiettivi amorosi e il modo di vivere l’amore e gli affetti. La mancanza di sicurezza interiore impedisce al soggetto di instaurare relazioni serene con l’altro sesso, anche a causa della solitudine affettiva interiore; pertanto, il soggetto viene sottoposto a una tensione tale nei rapporti che, alla fine, si blocca e non riesce ad esprimere i suoi sentimenti. Venere retrograda indica un karma molto pesante nell’ambito affettivo: nelle vite precedenti, il soggetto non aveva compreso molto dell’amore, e comportamenti inappropriati gli hanno portato molta sofferenza. In questa vita, il ricordo di quel dolore gli impedisce di darsi pienamente. A volte, soprattutto negli uomini, Venere retrograda indica tendenze o comportamenti omosessuali nella vita precedente, o continui sospetti di infedeltà o interessi egoistici che si annidavano nella mente tanto da portarli a rifiutare anche solo l’idea dell’amore. Quando Venere riprende il moto diretto, il soggetto migliorerà in modo significativo la sua vita sentimentale. La lezione Karmica con Venere retrograda è in sintesi “amare o cercare di amare senza attaccamenti e senza possessività”.

Marte retrogrado

Marte retrogrado indica un cattivo uso dell’energia nelle vite precedenti. Il soggetto ha seri problemi ad adattare il suo comportamento alle situazioni che deve affrontare in questa vita: impiega troppa energia e in modo impulsivo, pensando di trovarsi di nuovo in vecchie situazioni nelle quali si è dovuto difendere perché lo attaccavano. In questa vita tende ad esternare le qualità negative di Marte: “meglio la morte oggi che soffrire domani”, vale a dire impulsività, violenza, rabbia, sessualità aggressiva. Il soggetto deve imparare a vivere in questa vita qui e ora e deve cercare di sfruttare tutta la sua energia mettendosi al servizio degli altri, in modo da riscattare il suo karma negativo, utilizzando meglio le energie fisiche e vitali che l’anima ha a disposizione in questa incarnazione .

Giove retrogrado

Il significato principale di Giove è “espansione”, e da questo principio derivano il senso pratico, la fede, la fiducia, le ricchezze, fortuna e felicità. Un Giove retrogrado indica che nelle vite precedenti l’anima non ha saputo usare, o ha usato male, o a fini egoistici, una o più delle qualità citate. Le vite precedenti, quindi, sono state vissute o nello spreco o in ristrettezze economiche, e non sono stati raggiunti i risultati attesi, o peggio, la persona ha rifiutato i sacrifici richiesti per portare a termine il programma dell’anima, non facendo alcun progresso. In questa vita, è necessario ricominciare tutto da capo.

Saturno retrogrado

Saturno è considerato il Signore del Karma; pertanto, quando è retrogrado segnala pesantemente uno o più settori nei quali il soggetto non si è evoluto nel passato, pur avendo avuto più volte l’opportunità di farlo. In questa incarnazione , l’anima si ritroverà faccia a faccia proprio con le tematiche che si è sempre rifiutata di affrontare, e questa volta non potrà sfuggire alle sue responsabilità. Saturno retrogrado rappresenta quindi un karma che viene proposto di nuovo, in quanto l’anima ha avuto altre occasioni per risolverlo, ma non ha trovato il coraggio di liquidarlo, e questa volta sentirà un grande peso, poiché sa che dovrà imparare la lezione e non potrà più rimandare. Chi possiede questa configurazione planetaria è una vecchia anima che ha acquisito molta saggezza attraverso i secoli e le vite passate. Avendo già sperimentato tanto lo spreco, il lusso e le cose futili quanto la povertà, ora sa apprezzare quello che riceve e prende questa incarnazione molto sul serio. L’anima deve concentrare tutte le sue forze, come d’altronde sa fare, per portare a termine il suo compito evolutivo.

Urano retrogrado

Questo pianeta indica lo spazio, e in particolare lo spazio interiore. Questo spazio, in un certo senso, rappresenta la libertà divina che viene data ad ogni anima e senza la quale non è possibile esprimere amore. Il soggetto con Urano retrogrado alla nascita ha sempre la sensazione di avere poco spazio, e ha sempre paura di avere degli obblighi verso qualcuno, sentendosi soffocato, bloccato, limitato. Rivoluzionario, contesta sistematicamente qualsiasi forma di gerarchia e autorità. Non lo si può costringere a fare da gregario a nessuno, né è possibile “utilizzarlo” come subordinato. Il karma indica che deve essere un simbolo di libertà per coloro che si comportano come pecore, sempre prigionieri della paura.

Nettuno retrogrado

L’influsso generale di Nettuno è a volte frainteso. In realtà Nettuno gioca un ruolo importante nel rilascio di debiti karmici. Tendendo a dissolvere l’ego e, quindi le illusioni alle quali il soggetto si era attaccato, non fa altro che separarlo dalle apparenze e dalle cose di questo mondo: l’anima si libera dei falsi valori ereditati nelle sue vite precedenti. Inoltre, Nettuno è il pianeta dell’oblio che permette il perdono. La lezione karmica di Nettuno è: “dimenticare per perdonare”. Nettuno quindi consente all’anima di prendere le distanze dalle cose, per potersi sintonizzare con il cosmo e le leggi divine. Quando Nettuno è retrogrado e male aspettato (ad esempio, forma opposizioni o quadrature con altri pianeti nel TN), l’anima fa molta fatica a tollerare il peso del dolore terreno e tende a rifugiarsi nella droga, nell’alcool, nel sesso, e in evasioni mistiche. Alcuni autori ritengono che Nettuno retrogrado appartenga ad anime che hanno vissuto almeno una vita precedente ad Atlantide, 10 – 12000 anni fa.

Plutone retrogrado

Plutone è per sua natura un indicatore karmico: fornisce molte informazioni sulle vite precedenti e indica che in questa incarnazione ci saranno cambi di direzione, trasformazioni dolorose e radicali che dovranno portare l’anima a una dimensione superiore, per riorientarla verso nuove esigenze spirituali. Indica la possibilità di una notevole crescita spirituale. Il soggetto sarà costretto dagli eventi della sua vita a trasformarsi: la morte (reale o simbolica) di persone, idee e cose in cui crede lo porterà alla trasformazione che gli darà accesso a uno stadio superiore. Se un individuo ha sia Plutone sia Nettuno retrogradi, vivrà in questo mondo, ma in qualche modo si sentirà sempre separato dal piano materiale.

Se volete saperne di più, e avete domande più specifiche sui pianeti retrogradi nei segni e nelle case, scrivetemi e cercherò di soddisfare le vostre curiosità!

E non spaventiamoci se scopriamo di avere più pianeti retrogradi nel nostro TN! Ci sia di incoraggiamento e conforto sapere che anima e spirito sono al di sopra delle leggi del karma, e tutte le difficoltà possono essere superate. Solo attraverso il dolore e la fatica, e il superamento dei nostri limiti, possiamo mettere in atto la nostra crescita spirituale!

I CICLI DI SATURNO E L’EVOLUZIONE DELL’ANIMA

keep calm and love saturnSaturno è forse il pianeta più temuto del Sistema Solare. La sua fama di “malefico” deriva da un’astrologia superficiale e presuntuosa che ha erroneamente alimentato e diffuso l’idea che gli astri influenzino gli eventi terreni, mentre così non è. La disposizione di pianeti e stelle nel cielo è piuttosto una rappresentazione di ciò che accade sul piano materiale, ovvero sulla Terra, e la posizione di Saturno nel momento della nostra nascita esprime i limiti, le difficoltà, i sacrifici, le rinunce, la fatica e le responsabilità che l’Anima ha scelto di affrontare per compiere il suo destino: un fardello pesante, senza dubbio, ma anche infinitamente carico di possibilità evolutive.

Si sente parlare spesso degli aspetti di Saturno al Sole di nascita (il Segno zodiacale) e all’Ascendente o agli altri pianeti, soprattutto quelli personali (Mercurio, Venere, Marte e Giove), ma molto significativi, soprattutto in chiave karmica, sono anche gli aspetti che Saturno fa con se stesso, cioè alla posizione che aveva nel momento della nostra nascita.

Con i suoi transiti, Saturno ci costringe a fare i conti con la lezione karmica che ci siamo scelti: il Signore degli Anelli sa bene che ci chiede molto, ma è anche pronto a ricompensarci con trasformazioni necessarie, pur se dolorose, e risultati duraturi funzionali alla nostra evoluzione. Con Saturno possiamo imparare molto, e se ci rifiutiamo di farlo, la vita insisterà, mettendoci di fronte agli eventi “nefasti” a cui è dovuta la sua fama di malefico. Certo, il suo lavoro implica il desiderio di evolversi. Molto spesso, non siamo disposti a metterci in discussione, e a vedere e riconoscere i nostri comportamenti disfunzionali, gli errori commessi e le responsabilità cui sfuggiamo, rifiutando così di apprendere le lezioni impartite da Saturno. Esso ci vuole individui differenziati dalla massa, ci chiede di lasciare andare schemi e modelli comuni e convenzionali per esprimere l’unicità che contraddistingue ogni essere umano ed essere così in armonia con la parte più profonda di noi stessi.

Non è quindi Saturno la causa della sofferenza spesso associata ai suoi transiti, quanto la nostra resistenza alla comprensione delle lezioni che ci impartisce e ai cambiamenti che ci chiede di attuare.

Saturno impiega circa 29 anni e mezzo per compiere un intero ciclo di rivoluzione, e questo è quindi il tempo che impiega nel corso della vita di un individuo, per tornare alla posizione natale. Questo significa che ogni sette anni circa fa un aspetto dissonante con se stesso, che coincide con un periodo critico, ma proprio per questo utile per prendere coscienza di quello che deve essere cambiato e per lasciare andare i condizionamenti karmici. C’è anche da tenere presente che i transiti iniziano ad attivarsi un po’ prima e terminano oltre il passaggio esatto al grado, in un fluido avvicendarsi di eventi e stati d’animo.

All’età di 7 anni si ha la prima quadratura (crescente), a 14 anni Saturno si oppone a se stesso, per tornare in posizione di quadratura (calante) a 21 anni. A 28 anni, Saturno torna in posizione radix, cioè congiunto a se stesso. Sono tutte tappe fondamentali della crescita di un individuo, dai primi anni della scuola, all’adolescenza, alla maggiore età, fino al momento in cui ci si dovrebbe affrancare dalla famiglia di origine e affacciarsi al mondo del lavoro. Il ciclo riparte, con la successiva quadratura crescente a 35 anni, l’opposizione a 42 e la quadratura calante dei 49 anni. A 56, si ricongiunge a se stesso. E poi ancora, il ciclo ricomincia, scandendo il tempo di 7 anni in 7 anni.

Ovviamente, Saturno forma anche aspetti positivi, di sestile e di trigono a se stesso, che corrispondono a momenti di concretizzazione e stabilità, conseguenti o preparatori al gran lavoro psicologico richiesto dai transiti più difficili.

Particolarmente critica è l’opposizione che si verifica tra i 40 e i 43 anni, poiché in quello stesso periodo si ha l’opposizione di Urano a se stesso, che equivale al passaggio dal Karma al Dharma, cioè all’ingresso nella seconda parte della vita: si inizia a seminare karma per la vita futura e, se si è imparato dagli errori commessi, ci si libera dai condizionamenti delle vite passate. Se questa fase non porta a una effettiva evoluzione, Saturno offre una prova d’appello verso i 50 anni, con la seconda quadratura calante, momento cruciale di bilanci nella vita di uomini e donne. Ognuno di questi passaggi è in realtà una grande occasione: spesso, si tratta di momenti in cui si rimettono in discussione valori e relazioni che sembravano incrollabili, proprio perché ci si rende conto che qualcosa nel profondo è cambiato e si trova il coraggio di affermare se stessi, in armonia col progetto evolutivo della propria anima.

Nel compiere il suo ciclo, Saturno attraversa tutte le case del nostro tema natale. Di seguito ho sintetizzato l’effetto di Saturno nelle singole case e i problemi che possono manifestarsi. Resta inteso che Saturno può fare il suo lavoro solo se l’individuo comprende la lezione e integra i principi espressi dagli eventi che apparentemente subisce.

CASA I (dopo il passaggio sull’ascendente): transito molto pesante in cui si è messi alla prova come individui; ci si può sentire vulnerabili o depressi e si cambia nel profondo.

CASA II: possono esserci problemi nel settore delle finanze e del patrimonio personale, attraverso i quali si impara ad avere un rapporto più sano ed equilibrato col denaro.

CASA III: ci possono essere difficoltà nel settore delle comunicazioni, e si impara a gestire diversamente i rapporti e a essere più affidabili e concreti.

CASA IV: i problemi possono insorgere con la famiglia di origine, che può richiedere l’assunzione di maggiori responsabilità. Può anche verificarsi un cambio di abitazione. È l’occasione per scavare fino all’origine di sé.

CASA V: doveri verso i figli, poco spazio per il divertimento, creatività scarsa a causa di un ridimensionamento del proprio ego, che può diventare positivo nel momento in cui rende gli obiettivi più concreti.

CASA VI: fatica sul lavoro, soddisfazioni scarse, con possibile conseguente rivalutazione di alternative più consone alla natura dell’individuo e assunzioni di responsabilità nella professione. Possibili problemi di salute, che costringono ad “ascoltarsi” e a prendersi maggior cura di se stessi.

CASA VII: difficoltà nel rapporto di coppia, che possono portare alla rottura di una relazione o alla ricostruzione di un rapporto grazie alla rimozione di dinamiche disfunzionali.

CASA VIII: Affari deludenti o che richiedono notevoli attenzioni, problemi relativi a un’eredità. Può essere l’occasione per imparare a gestire patrimoni condivisi con altri in modo più responsabile.

CASA IX: transito di scarso impatto, durante il quale non si ha particolare fortuna e probabilmente non si riesce a viaggiare o a dedicarsi allo studio di materie profonde.

CASA X: i problemi potrebbero esserci con i colleghi o con i superiori, e la carriera potrebbe subire un arresto o delle limitazioni, ma la frustrazione può essere la molla che fa diventare più efficienti sul lavoro.

CASA XI: i contatti sociali potrebbero essere scarsi e difficoltosi; è l’occasione per riconoscere i rapporti di amicizia veri, che sono quelli che sopravvivono.

CASA XII: è il transito più difficile, una vera morte prima della rinascita. Isolamento, preoccupazioni, depressione sono l’espressione del processo di depurazione dell’inconscio da tutti i condizionamenti inutili che ostacolano l’evoluzione dell’anima. Se si fa resistenza al cambiamento, è molto probabile che ci si  ammali o si vada incontro a incidenti.

Per conoscere la posizione di Saturno nel vostro Tema Natale, potete consultare ad esempio il sito www.astro.com oppure, se volete comprendere a fondo il suo ruolo nella vostra carta astrale, contattateci in privato.

Su Saturno ci sarebbe ancora molto da dire, e di certo torneremo a parlare di questo affascinante pianeta. Per ora ci basti ricordare, come scrive Liz Greene nel suo libro ad esso dedicato, che “gli esseri umani non conseguono il libero arbitrio se non attraverso la scoperta di se stessi, e non conseguono questa scoperta finché le cose non diventano così dolorose da non lasciare altra scelta”.

Perciò auguro a tutti voi di imparare ad amare Saturno e di non perdere le occasioni che regala! Keep Calm and …love Saturn! 😉