21 gennaio 2019: SuperLuna in Leone con Eclissi Lunare Totale, di Roberta Turci

eclissi lunare totale 21 gennaio 2019

L’alba di lunedì 21 gennaio ci regala lo spettacolo di un’Eclissi Lunare Totale. Alle 6:12 sarà al suo culmine la prima delle tre Superlune del 2019, la terza Luna Piena consecutiva che si verifica a 0° del segno interessato.

Questa eclissi chiude un ciclo iniziato l’11 febbraio del 2017, che ha interessato l’asse Leone-Acquario: negli ultimi 2 anni possono esserci stati dei cambiamenti interiori o eventi particolari connessi con le aree della nostra carta natale in cui si trovano questi due segni. In estrema sintesi, il messaggio che ci è stato consegnato da questa serie di eclissi è: “Ciascuno è parte di un Tutto, e affinché il Tutto possa evolvere, ciascuno deve esprimere al meglio il proprio potenziale”.

Il Plenilunio normalmente rappresenta la fine di un ciclo, il compimento di qualcosa, il culmine di un processo. In questo caso, però, con i Luminari a 0°51′, grado critico associato all’inizio, contemporaneamente qualcosa comincia. Il ciclo di Eclissi sull’asse Leone/Acquario termina, ma si è sovrapposto con quello iniziato il 13 luglio 2018 e proseguito con l’Eclissi del 6 gennaio scorso. L’asse Leone/Acquario passa quindi il testimone all’asse Cancro/Capricorno: riconoscere la propria unicità e affermare il proprio potere personale nell’ottica di contribuire alla crescita di tutta la collettività, è il passo necessario per conquistare la sicurezza emotiva, sganciandosi da dinamiche di controllo e dall’eccessivo materialismo.

La Luna è vicina al Nodo Nord, in Cancro, che rappresenta il destino collettivo (del significato del Nodo Nord in Cancro, ho parlato qui). I Luminari, Mercurio, i Nodi e Plutone, quadrano Urano. C’è in atto una rivoluzione silenziosa, interiore, ma sostanziale. Sempre più persone rivendicano libertà ed equità, sempre più persone scelgono di affermare sé stesse, uscendo da schemi prefissati e regole preconfezionate. 

Questo è il momento di fare meno elucubrazioni mentali, usare meno il distacco, l’orgoglio, la razionalità, e di più il cuore, le emozioni e la passione, nelle relazioni. Dobbiamo lasciare andare persone e situazioni che non ci aiutano a esprimere il nostro potenziale. Dobbiamo proseguire il cammino tenendo al nostro fianco solo le persone che ci accettano per come siamo, e sono felici di vederci realizzati e autentici, così come noi siamo felici di sostenere la loro realizzazione. Dobbiamo avere il coraggio di rimanere solo dove ci sono accettazione e amore reciproci.

Non mancherà la tensione, ma d’altronde passaggi così delicati non possono che essere caratterizzati da energie forti, che ci portano all’estremo, per farci trovare il coraggio di lasciare andare tutto quello che finora ci ha trattenuto. Ed ecco che i sentimenti e le emozioni più vere non potranno più essere nascosti.

Quello che deve finire, finirà.

Quello che deve (ri)cominciare, (ri)comincerà.

Meravigliosa, a supporto di questo passaggio, la congiunzione tra Giove e Venere in trigono a Marte, che tra l’altro il 22 gennaio formeranno con la Luna un Grande Trigono di Fuoco, un fuoco trasformatore che alimenterà ulteriormente il salto di coscienza rappresentato dalla quadratura tra Giove e Nettuno. Quest’ultimo aspetto ci chiede in particolare di lavorare sulla ridefinizione del nostro sistema di valori. Dobbiamo lasciare andare anche un’antica, inconscia, accezione del concetto di sacrificio, che per troppo tempo è stato interpretato come una rinuncia di sé e, come tale, considerato un valore (spiego meglio il concetto in questo articolo).

Nuovi incontri, collaborazioni, conoscenze amorose, e ricompense per il lavoro svolto nel passato, possono arrivare soprattutto per chi ha pianeti o angoli del cielo intorno ai 14-15° dei segni mobili (Gemelli, Vergine, Sagittario e Pesci). Attenzione soltanto alle facili illusioni e alle aspettative toppo elevate, che sono ancora figlie dell’ego. L’amore incondizionato, destinazione del nostro viaggio, non definisce, non giudica e non pretende.

img_3005 2

Infine, la quadratura tra Marte e Saturno descrive bene quello che sta accadendo sia a livello collettivo sia individuale: le vecchie strutture, basate sul controllo, sul potere economico, sulla sicurezza materiale, devono essere abbattute, ma bisogna anche saper attendere e assecondare il Tempo della ricostruzione, avendo ben chiaro come e cosa ricostruire.

Le Eclissi sono occasioni speciali, opportunità da cogliere, e possono manifestarsi con eventi improvvisi piacevoli e felici, o dolorosi e destabilizzanti, a seconda del messaggio che ci serve in quel momento. A noi il compito di tenere gli occhi aperti, accorgerci del messaggio, e interpretarlo, per agire poi nella direzione giusta, quella che ci accompagna verso la “nostra” destinazione. Sono particolarmente significative se si verificano in prossimità del nostro Sole, della nostra Luna o dell’Ascendente, con una tolleranza di circa 6°. Guardate quindi se avete pianeti o angoli del cielo tra i 27° dei segni cardinali (Ariete, Cancro, Bilancia e Capricorno) e i 3° dei segni fissi (Toro, Leone, Scorpione e Acquario).

Ripensate al percorso degli ultimi due anni, soprattutto dal febbraio 2017 a oggi. Qui sotto trovate i link agli articoli relativi alle varie Eclissi sull’asse Leone/Acquario e al passaggio dei Nodi Lunari su questo asse. Rileggerli potrebbe esservi di aiuto per ripercorrere le fasi più significative che vi hanno condotto a oggi.

ECLISSI LUNARE in LEONE – TOP&FLOP dal 6 al 12 febbraio, di Roberta Turci

7 agosto 2017 – Eclissi Lunare Parziale in Acquario: un ciclo si chiude, di Roberta Turci

21 agosto 2017 – La grande Eclissi: ricalibrazione in corso…, di Roberta Turci

Luna Piena in Leone con Eclissi totale di Luna- Top&Flop dal 29 gennaio al 4 febbraio 2018 di Ilaria Castelli

ECLISSI SOLARE e NOVILUNIO in ACQUARIO – 12-18 febbraio 2018, di Roberta Turci

Le Eclissi dell’Estate 2018 (seconda parte), di Roberta Turci

Le Eclissi dell’Estate 2018 (terza parte), di Roberta Turci

9 maggio 2017 – 6 novembre 2018 Nodo Nord in LEONE – Nodo Sud in ACQUARIO: “ABBI IL CORAGGIO DI SPLENDERE!”, di Roberta Turci

La Luna Piena, signora del cielo, splendente nel segno più regale dello Zodiaco, il Leone, è come un faro puntato sulle verità del cuore. Quando la Terra la nasconde, rimane a noi la scelta: stare nel buio o mantenere lo sguardo fiducioso verso la Luce che riemergerà più forte…

Un abbraccio di Luce dal cuore,

Roberta

 

 

Annunci

Novilunio ed Eclissi Solare in Capricorno: il 2019 si presenta, di Roberta Turci

Diapositiva3Salutiamo il 2018 e diamo il benvenuto al 2019, guardando insieme le configurazioni celesti della settimana dal 31 dicembre 2018 al 6 gennaio 2019, giorno di Novilunio e di Eclissi Solare in Capricorno.

Diamo poi un’occhiata ai principali eventi astrologici dell’anno, in attesa degli oroscopi dedicati ai 12 segni, che registreremo come di consueto durante i nostri eventi.

Colgo l’occasione per ricordarvi che sabato 12 gennaio saremo a Lodi, presso il Centro Naturalmente, e domenica 13 gennaio ci ospiterà lo Studio Il Cammino di Melegnano.

Vi aspettiamo!

Trovate il video qui:

Luna Nuova ed Eclissi in Capricorno: il 2019 si presenta!

Infiniti auguri e un abbraccio dal cuore,

Roberta

L’ultima Luna Nuova dell’anno: l’essenziale è invisibile agli occhi, di Roberta Turci

little_prince

L’ultima Luna Nuova del 2018 si formerà venerdì 7 dicembre, alle 8:20 del mattino, quando Sole e Luna si abbracceranno a 15°07′ del segno del Sagittario. Ogni Novilunio segna l’inizio di qualcosa, ed è il momento ideale per piantare un nuovo seme. Questo Novilunio, in particolare, rappresenta l’inizio di una Nuova Era, l’affermazione di un nuovo paradigma: sempre più persone si stanno accorgendo del cambiamento epocale di cui noi tutti siamo testimoni e protagonisti. Ne ho parlato diffusamente negli articoli dedicati a Urano nel Toro e ai Nodi Lunari sull’asse Cancro/Capricorno.

In occasione del Novilunio, i Luminari saranno congiunti a Giove e quadrati a Marte e Nettuno, congiunti a 13° dei Pesci. Sia il Sagittario sia i Pesci sono segni mobili, e tutti questi pianeti indicano la necessità di fluire con il cambiamento in atto.

Inoltre, Giove e Nettuno, che sono stati a lungo in trigono durante il 2018, si trovano ora in un aspetto di tensione evolutiva, che sta a indicare il rischio di un eccesso di idealismo e nel contempo di dogmatismo: è necessario prestare molta attenzione ai falsi maestri e ai sedicenti illuminati che si autoproclamano guru e, sfruttando il bisogno di riferimenti delle persone più fragili e smarrite, usano temi “spirituali” per esercitare il controllo sugli altri e acquisire potere e vantaggi economici.

L’enfasi in Capricorno (Saturno, Plutone e il Nodo Sud) ci ricorda che forme di autoritarismo si riscontreranno nel 2019 (e anche oltre) in vari contesti, e non solo a livello dei governi. Tutti questi eccessi sono però funzionali al risveglio collettivo: quanto più chi detiene una qualche forma di potere tenterà di usarlo a proprio vantaggio, tanto più la gente, esasperata e arrabbiata, si ribellerà, fino a che si arriverà a un radicale capovolgimento della situazione, con vere e proprie riforme sociali.

La configurazione celeste di questo ultimo mese del 2018, e in particolare della Luna Nuova in Sagittario, ci ricorda che dobbiamo essere centrati e focalizzati ogni giorno sulla nostra crescita personale interiore. Non dobbiamo farci influenzare dal clima di rabbia e odio generato dagli eventi esterni, ma impegnarci per tenere alte le nostre frequenze, alimentando compassione e gratitudine. Il contatto con la natura, e pratiche spirituali quotidiane, come mantra e meditazione, possono aiutarci a non rimanere intrappolati nelle emozioni negative che condizionano la collettività.

Ricordiamoci sempre che quando esprimiamo un nuovo intento per realizzare un nostro obiettivo, il messaggio che l’Universo riceve è dato dall’emozione con cui esprimiamo il desiderio, più ancora che dalle parole con cui lo formuliamo. Per questo è molto importante sentire in noi la gratitudine e coltivare la Fede. Se lanciamo nell’etere una richiesta impregnata di paura, si manifesterà un evento che contiene quella paura. Se sentiamo di non meritare qualcosa, anche se lo chiediamo continuamente, nella realtà oggettiva non si realizzerà mai. Accade esattamente come quando cerchiamo una canzone che ci piace alla radio: se vogliamo ascoltare una melodia italiana, non ci sintonizziamo su una emittente che trasmette solo rock internazionale, o no? Ecco, osserviamo dove cadono i 15°07′ del Sagittario nella nostra carta natale, e mettiamo un nuovo seme in quell’area della vita, sintonizzandoci sulla frequenza della gioia e della gratitudine, come se quel seme si fosse già trasformato nel più bel fiore del nostro giardino, e noi potessimo già ammirarne i colori e sentirne il profumo. Ovviamente, questa capacità interiore di sintonizzarsi su emozioni positive non si attiva magicamente grazie a un transito o a una lunazione, ma può essere soltanto il frutto di un costante lavoro interiore.

Per il significato della Luna Nuova nelle case, leggi qui.

Possiamo però cavalcare l’energia positiva del Sagittario, ottimista, generoso e avventuroso, che ci sostiene ora con leggerezza ed entusiasmo, e ci invita a viaggiare per scoprire nuovi orizzonti. Quanto più la nostra frequenza è elevata, tanto più ci sarà facile intendere quel viaggio come un cammino da intraprendere dentro noi stessi, per conquistare l’equilibro che ci permetterà di realizzare i nostri obiettivi.

Mercurio torna diretto appena prima del Novilunio, e quindi è davvero tempo per scrivere la nostra nuova storia e ripartire! Il grande trigono con il Nodo Nord e Chirone indica chiaramente che è giunto il momento di guarire le ferite, di credere in noi stessi e di autorizzarci a vedere il nostro valore.

Dove vuoi dirigere la tua energia? Cosa ha significato per te ora? È il momento di chiudere un ciclo e dare inizio a una nuova fase, in cui lasciare che la Verità del cuore trovi la sua strada per manifestarsi. L’essenziale è invisibile agli occhi, proprio come la Luna durante il Novilunio. Eppure c’è, ed è pronta a mostrarsi ancora, ma non sarà mai più la stessa, come non puoi esserlo tu. La vita è cambiamento, è trasformazione. Devi rinunciare a una parte di te, al ruolo che hai interpretato finora, all’idea che hai avuto di te stesso/a fino a qui, per poter diventare chi sei veramente, per poter realizzare il desiderio che abita nel tuo cuore. Credici, e vedrai.

Buona fine, e migliore inizio! 😉

Un abbraccio dal cuore,

Roberta

Nodo Nord in Cancro e Novilunio in Scorpione, di Roberta Turci

pheonix1_zpsfcf1bc85
Dal corridoio delle Eclissi dell’estate, molte cose sono cambiate, fuori e dentro di noi. Di questo cambiamento se ne parla da anni, ma adesso stiamo davvero per approdare sull’altra riva. Forse ci sentiamo ancora sospesi sul ponte che ci conduce “dall’altra parte”, ma molti di noi sanno che il paradigma della Nuova Era è già qui: qualcuno lo sente nel cuore da tempo, qualcuno lo riconosce ma gli resiste, qualcun altro sembra nato apposta per incarnare fino all’esasperazione i vecchi schemi, così da spingere gli altri alla ribellione e condurre l’umanità al risveglio. Anche se può sembrare il contrario, il vecchio paradigma si sta sgretolando.
Il transito di Urano in Toro parla chiaro: a noi la scelta, se accompagnare il cambiamento, o fare resistenza. Urano è il pianeta del risveglio, della mente superiore, dell’evoluzione. L’energia in gioco è distruttiva, come quella di un fiume in piena che non riconosce più agli argini alcun diritto di contenere la sua forza. Se ci ostiniamo a rinforzare le dighe, in qualche modo il fiume della vita troverà il modo di travolgerci. Ma se prepariamo al fiume un nuovo letto, che lo accolga e lo lasci libero di nutrire la nostra terra, i semi in noi germoglieranno e daranno nuovi frutti. 
Questo è il vero significato dell’astrologia: il linguaggio simbolico va tradotto e interpretato, in modo da riconoscere il tempo del cambiamento, e da accompagnare il flusso di ciò che è.
La Luna Nuova di novembre apre un nuovo ciclo davvero eccezionale, e non solo perché Sole e Luna sono congiunti nel segno più intenso e profondo dello Zodiaco, lo Scorpione.
Fino ad aprile 2019, tutte le Lune Piene avverranno a 0° o a 29° dei segni, i cosiddetti gradi critici.
0° è associato ai nuovi inizi: questo significa che tutte le decisioni che saranno prese sia a livello individuale sia collettivo, avranno un forte impatto sul futuro di tutta l’umanità.
Ci saranno anche molti pianeti intorno ai 29° dei segni, l’altro grado critico, che rappresenta invece la chiusura di qualcosa, ed enfatizza il lato ombra di ciascun segno.
Il Novilunio del mese ha luogo il 7 novembre alle 17:02, a 15°11′ del segno dello Scorpione. Sono particolarmente interessati da questa Lunazione, Toro e Scorpione, ma anche Leone e Acquario e tutti coloro che hanno pianeti o angoli del cielo tra i 12° e i 18° dei segni Fissi.
Le emozioni sono intense, l’anima alza la voce e ci spinge verso la trasformazione. I desideri che finora sono stati conservati nell’inconscio come fossero sogni irrealizzabili e inconfessabili, chiedono di essere ascoltati: rappresentano la nostra vera natura, e solo dandoci il permesso di esprimerli, possiamo muoverci verso la nostra realizzazione.
Osserva in quale casa del tuo Tema Natale cadono i 15°11′: quella è l’area della vita in cui potrai vedere i più grandi cambiamenti. Se vuoi qualche indicazione su come interpretare la Luna Nuova nelle case, leggi qui.
I luminari fanno un aspetto di sestile con Plutone, governatore del segno dello Scorpione: possiamo davvero rafforzarci, sentirci meno vulnerabili, avere più fiducia in noi stessi. Come sempre, dipende da quanto accogliamo le energie in gioco: dobbiamo decidere di essere i protagonisti della nostra vita!
Sole e Luna sono anche in trigono a Nettuno: “sentiamo” di più e pensiamo di meno. Creativi e ispirati, possiamo oltrepassare le barriere della mente razionale, e avere cura di ciò che alberga nel nostro cuore, restando attenti a quello che si muove nel cuore altrui. Questo aspetto aiuta a chiudere con il passato e a incamminarsi su una nuova strada…
Giove, Urano e i Nodi sono rispettivamente a 29° di Scorpione, Ariete e Cancro/Capricorno. Ecco che il significato di chiusura di un ciclo e inizio di uno nuovo si amplifica! Abbiamo imparato a entrare in contatto con la verità profonda del nostro cuore, con Giove in Scorpione.  Dopo essere scesi nell’antro più buio del nostro mondo interiore, possiamo ora gettare indietro un ultimo sguardo con nuova consapevolezza e compiere gli ultimi passi verso la Luce: Giove sta per spostarsi nel segno del Sagittario!
Urano retrogrado a 29° dell’Ariete ci ricorda che non possiamo rinunciare ad esprimere noi stessi, che dobbiamo imparare a essere autonomi, liberi di affermare la nostra identità, ma anche che questo non significa essere ego-centrati e ignorare l’impatto che le nostre azioni hanno sugli altri.
Il giorno che precede il Novilunio, l’asse dei Nodi Lunari si sposta dai segni Leone/Acquario ai segni Cancro/Capricorno, dove resterà fino al 4 maggio 2020. Per il significato dei Nodi Lunari e la differenza tra Nodo Vero e Nodo Medio, rimando alla lettura di I NODI LUNARI E IL PERCORSO DELL’ANIMA (prima parte) e di I NODI LUNARI E IL PERCORSO DELL’ANIMA (seconda parte).
Lo spostamento dei Nodi sull’asse Cancro/Capricorno ha a che fare con la ridefinizione del concetto di sicurezza, sia a livello individuale sia collettivo.
Il Nodo Sud indica quello che deve essere lasciato andare: il Capricorno, segno governato da Saturno, è associato al controllo, al potere, alle strutture rigide e all’autorità. Il vecchio paradigma ha dettato le sue regole, ha costruito recinti. E gli esseri umani sono stati “educati” a sentirsi al sicuro solo adeguandosi a quelle regole e muovendosi in quei recinti. Adesso è arrivato il momento di seguire il cuore, di mostrare i propri sentimenti, di ascoltare le proprie emozioni. Questo è il significato del Nodo Nord in Cancro, che indica la destinazione.
Non è importante raggiungere obiettivi che siano approvati dagli altri e dalla società, ma vivere pienamente in accordo con il proprio sentire. 
In occasione del Novilunio, Urano, appena rientrato in Ariete, forma un aspetto di quadratura esatta con i Nodi: si annunciano cambiamenti improvvisi!
Giove fa un aspetto di trigono con il Nodo Nord (e quindi di sestile con il Nodo sud), indicando che per andare avanti nel nostro percorso evolutivo, dobbiamo cambiare il sistema di valori, modificare le nostre convinzioni profonde, legate alle convenzioni, ai condizionamenti e ai giudizi altrui.
La sicurezza di cui abbiamo bisogno è dentro di noi, e non ha nulla a che fare con la ricchezza materiale né con i ruoli sociali. Non è più tempo di investire tutto su una carriera che offre guadagni e prestigio, ma non consente di utilizzare i propri talenti e non appassiona. Né di rimanere in matrimoni stagnanti e privi di amore solo per ostentare la durata di un contratto, del quale all’anima non importa nulla.
Osserva quale casa o quali case attraversano i Nodi nel tuo tema natale.
Dove ci saranno i cambiamenti più significativi per te? Esamina quell’area della vita e chiediti come puoi accompagnare il cambiamento.
Come avevo già scritto nell’articolo relativo al passaggio del Nodo Nord in Leone, i concetti chiave associati agli assi (vi ricordo che se il Nodo Nord transita, ad esempio, in X casa, il Nodo Sud si trova esattamente nella casa opposta, cioè nella IV, e verrà quindi attivato l’intero asse!) sono:

Asse I/VII
I casa – L’identità, il modo in cui ti muovi nel mondo, come ti senti, come ti vedono gli altri, che progetti hai
VII casa – Le relazioni a lungo termine (matrimonio, convivenza), i contratti di lavoro e di affari, come entri in relazione, come gestisci i conflitti

Asse II/VIII
II casa – Denaro, risorse (materiali e interiori), l’autostima, il tuo sistema di valori, ciò che possiedi
VIII casa – Le risorse condivise con altri (materiali e interiori), l’intimità, il sesso, la trasformazione, la morte, eredità, la psicologia del profondo

Asse III/IX
III casa – Apprendimento, scuola, l’ambiente in cui ti muovi, i fratelli, i vicini di casa, la comunicazione e il pensiero
IX casa – Il tuo sistema di credenze, i viaggi, gli studi superiori, la filosofia, ampliare gli orizzonti, la ricerca della verità

Asse IV/X
IV casa – La casa, la famiglia, le radici, l’infanzia, i genitori (la madre), le fondamenta emotive, il nido interiore (l’Anima)
X casa – La carriera, la reputazione, l’immagine pubblica, i genitori (il padre), il riconoscimento

Asse V/XI
V casa – Creatività, figli, espressione di sé, gioco, divertimento, hobbies, rischi
XI casa – Amici, gruppi, desideri, collaborazioni, attività sociali, obiettivi a lungo termine, priorità

Asse VI/XII
VI casa – La quotidianità, il lavoro dipendente, i colleghi, la salute, le abitudini, gli animali domestici
XII casa – La mente inconscia, la spiritualità, auto-sabotaggio, la solitudine, ospedali e altre istituzioni, i sogni, le vite passate

Il Ritorno del Nodo

Coloro che hanno il Nodo Nord in Cancro nel tema natale, ovvero i nati
– dal 12.5.1944 al 22.12.1945
– dal 24.12.1962 al 25.8.1964
– dal 25.9.1981 al 16.3.1983
– dal 10.4.2000 al 13.10.2001
– dal 6.11.2018 al 5.5.2020,
saranno particolarmente interessati da questo passaggio, che li porterà inevitabilmente a fare una verifica rispetto al tema della sicurezza emotiva e della capacità di contattare ed esprimere le proprie emozioni e i propri sentimenti. Ci sarà per loro una nuova occasione di avvicinarsi alla destinazione scelta dall’Anima prima di incarnarsi.
Inversione dei Nodi 

(può verificarsi alle età di circa 9, 27, 46, 65 e 83 anni)
Molto significativa anche la congiunzione del Nodo Nord in transito con il Nodo Sud di nascita: il passato incontra il presente e guarda dritto negli occhi il futuro. Ci si libera di tutto ciò che non serve più, per essere più leggeri e per procedere verso gli obiettivi dell’anima. Possono esserci distacchi, rivelazioni, insight: è come se guardassimo tutto stando a testa in giù (l’archetipo dell’Appeso nei Tarocchi!) e cambiassimo la prospettiva, vedendo anche quello che fino a quel momento ci eravamo rifiutati di vedere. Si tratta di un periodo di verifica in cui tutto quello che è stato acquisito viene integrato e quello che non serve più viene rilasciato: è una forte chiamata al risveglio, soprattutto se siamo già in età matura (quindi dopo i 42-43 anni, quando c’è già stato il passaggio dal Karma al Dharma, con l’opposizione di Urano a se stesso: ne ho parlato qui).

***

Quello che tutti siamo chiamati a imparare con questo nuovo transito dei Nodi è come dare vero nutrimento agli altri.
Il Capricorno si assume responsabilità e mira a dare una struttura solida alla propria vita, ma l’eccessivo senso del dovere e la rigidità rischiano di tenerlo prigioniero di un sistema che non gli permette di contattare il cuore. Vuole una posizione sociale di prestigio, la sicurezza economica, ed è disposto a rinunciare all’amore pur di averle. Prendersi cura degli altri è per lui un modo per mantenere il controllo.
Il Cancro accoglie, nutre e sostiene, mostrando emozioni e sentimenti: per lui, casa è dove batte il cuore, anche se spesso fa del suo nido una prigione, e non solo una protezione. Vuole sentirsi al sicuro ed essere avvolto dalle persone con cui “fa famiglia”, ma così facendo rischia di appoggiarsi troppo a loro e perdere di vista sé stesso e il proprio valore di individuo. Per nutrire gli altri bisogna avere il cuore colmo: un bicchiere vuoto non può riempire un altro bicchiere vuoto.
Il transito del Nodo, soprattutto se tocca Sole, Medio Cielo (MC) e pianeti o punti significativi della carta natale, ci insegnerà a trovare un equilibrio tra l’assunzione di responsabilità e la manifestazione dei sentimenti più autentici, cambiando il sistema di valori che finora ci ha condizionato.
Accontentarsi dei surrogati dell’amore, ovvero delle sicurezze materiali e dei ruoli sociali, sarà sempre più difficile.
Dobbiamo “sentire”, appartenere, condividere, e lo possiamo fare solo con il cuore aperto, correndo il rischio di essere vulnerabili.
O decidiamo di demolire strutture e armature, o ci penserà la vita a farlo, e poi lo chiameremo karma o destino, dando la colpa alle stelle…
Meglio scegliere di essere i creatori della propria realtà, superando la paura e nutrendo ciò che fa vibrare il cuore.
Roberta Turci

9 ottobre 2018: Luna Nuova in Bilancia, di Roberta Turci

romantic-couple

La Luna Nuova di Ottobre sarà sotto il segno di Venere: i luminari si abbracceranno  nelle prime ore di martedì 9 ottobre, a 15° 48′ del segno della Bilancia. La sentiranno particolarmente i nati della seconda decade di Ariete, Bilancia, Cancro e Capricorno, ma anche coloro che hanno pianeti o angoli del cielo nei primi gradi di Toro, Leone, Scorpione e Acquario.

E Venere è senza dubbio la protagonista di ottobre, poiché la Luna Piena del 24 sarà nel Toro, l’altro segno governato dalla bella dea. Inoltre, pochi giorni prima del Novilunio, e precisamente venerdì 5 ottobre, Venere inizia il suo moto retrogrado a 11° del segno dello Scorpione, e si muoverà (apparentemente) all’indietro fino ai 25° della Bilancia, dai quali riprenderà il modo diretto il prossimo 16 novembre.

L’ultima volta che Venere ha percorso quest’area del cielo in moto retrogrado è stato nell’ottobre 2010: che cosa è successo nella tua vita in quel periodo, nell’ambito degli affetti o delle finanze? Sappiamo che Venere è il pianeta associato principalmente all’amore e alle relazioni, ma più in generale ha a che fare con il valore che diamo a noi stessi, e quindi anche con l’abbondanza che ci diamo il permesso di attrarre nella nostra vita. Osserva quali settori della tua carta natale sono toccati da Venere: se attraversa la I, la V, la VII, l’XI casa, saranno maggiormente interessate le relazioni. Se si muove di moto retrogrado nella II o nell’VIII casa, il focus sarà sulle finanze. (leggi di più sulla sosta di Venere qui)

Spesso con il moto retrogrado di Venere ricompaiono vecchi amori di questa o di altre vite: ritroviamo anime con le quali abbiamo cominciato un percorso di crescita nel passato, con lo scopo di chiudere situazioni in sospeso, o rigiocarci la partita con maggiore  consapevolezza.  Questi anni dovrebbero averci insegnato a dare più valore a noi stessi: se sappiamo quello che vogliamo all’interno di una relazione e non siamo disposti ad accettare qualunque situazione pur di non essere soli, possiamo trovare il coraggio di allontanarci da chi non contribuisce alla nostra crescita personale, da chi ci manipola, ci trattiene, ci ostacola. Urano in Toro (ne ho parlato anche qui) contribuisce a incoraggiare il cambiamento del nostro sistema di valori: cambieranno gli obiettivi, i desideri, il sistema di credenze sul quale abbiamo basato finora le nostre scelte in ambito affettivo, e non solo. Sentiranno particolarmente il passaggio di Venere retrograda coloro che hanno il Sole, la Luna o l’Ascendente in Toro,  Bilancia, e Scorpione.  

astro_w2gw_9_10_2018_05_46_50.71782.95019

Durante questo Novilunio, Plutone, che è diventato diretto lo scorso 2 ottobre, quadra entrambi i Luminari. Pertanto, la gelosia, il senso del possesso, i giochi di potere, il controllo, la manipolazione, sfidano i temi tipici della Bilancia, ovvero l’armonia, l’equilibrio e l’onestà all’interno delle relazioni: Venere, governatore della Bilancia, si trova nel segno dello Scorpione, governato da Plutone!
Inoltre, Venere fa una larga opposizione con Urano, pianeta della libertà e dell’indipendenza, e quadra Marte, accentuando il dilemma tra intimità e libertà. Bisogna trovare un nuovo equilibrio!
Sappiamo che ogni Luna Nuova segna l’inizio di una nuova fase. Guarda dove cadono i 15° della Bilancia nel tuo tema natale: qui c’è un nuovo inizio molto forte e importante che ha a che fare col tuo modo di stare in relazione. Ci sono ben cinque pianeti in segni cardinali: Sole, Luna e Mercurio in Bilancia, Saturno e Plutone in Capricorno. I segni cardinali sono quelli associati all’inizio di ogni stagione, quindi l’energia di questo momento è fresca e nuova!
Venere è anche in aspetto di trigono con Nettuno in Pesci, e questo innalza la frequenza, incoraggiandoci a esprimere la nostra creatività e a vedere la bellezza fuori e dentro di noi. Il contatto con la Madre Natura può aiutarci a sentire chi siamo veramente e a sentire la dea o il dio in noi, a vedere il nostro potenziale creativo.
Il trigono tra Saturno e Urano favorisce la durata di ciò che comincia ora, dando stabilità alle nuove idee che si manifestano. Chi ha pianeti tra 0° e 5° dei segni fissi (Toro, Leone, Scorpione e Acquario) sentirà particolarmente una spinta a rompere vecchi schemi e a investire energia nel nuovo: è il momento di affermare sé stessi, di credere nei propri talenti, lasciando andare tutto quello che non è più funzionale alla propria crescita.
Questa Luna è erotica, appassionata: non può fare a meno di entrare in relazione ma vuole sentirsi libera di essere sé stessa. Cerca le emozioni forti, ma non vuole rimanere intrappolata da un’ossessione. Ci mostra il remake di un film del passato, del quale ora possiamo essere autori, registi e attori protagonisti, tanto da poterne cambiare il finale. 
Chi ha scelto di percorrere la strada dell’evoluzione, ha compreso che certi modelli non possono più reggere, che dobbiamo essere adulti e genitori di noi stessi, e non bambini bisognosi che scendono a qualunque genere di compromesso pur di non rimanere soli e sentirsi parte di un sistema. La coppia non deve essere un nucleo chiuso che si autoalimenta in un gioco di manipolazione reciproca basato sul bisogno di approvazione e protezione. Ciascuno deve innanzi tutto lavorare per la propria crescita personale, e deve favorire la crescita di chi ha vicino.
La dipendenza fa rimanere piccoli. L’indipendenza e il distacco emotivo non consentono la condivisione, che è alla base dell’evoluzione. L’interdipendenza è amore per sé e per l’altro, un bene incondizionato che non chiede nulla e non si priva della propria essenza: questa è la soluzione del dilemma, questo è il nuovo equilibrio.
Un caldo abbraccio di Luce,
Roberta Turci

 

La Luna Nuova di Settembre: il tempo dell’azione, di Roberta Turci

L’ultimo Novilunio dell’estate, il primo dopo il corridoio delle Eclissi, si verifica nella serata di domenica 9 settembre: Sole e Luna si abbracciano a 17° del segno della Vergine, opponendosi a Nettuno, retrogrado nei Pesci. Da una parte il pragmatismo, dall’altra l’idealismo. Da un lato il perfezionismo, dall’altro la confusione. La sfida è integrare queste energie opposte: dobbiamo lasciare andare le pretese di perfezione, e imparare ad accettare l’altro per quello che è, ricordando che critichiamo negli altri le nostre ombre. D’altra parte, se cerchiamo di apparire perfetti, inganniamo gli altri e noi stessi. In questo eterno gioco di specchi, accettare le imperfezioni altrui significa accettare le proprie, e viceversa. Due importanti trigoni (e ben tre sestili) supportano questa opposizione per aiutarci a far vincere la bellezza dei sentimenti sulle paure e gli (auto)inganni: quello tra Giove e Nettuno, entrambi in segni d’acqua, e quello tra i Luminari e Plutone, in segni di Terra.
astro_w2gw_9_9_2018_20_01_27.66519.7017
Guarda dove cadono i 17° della Vergine nel tuo Tema Natale: in quale casa si trovano? Fanno aspetti con pianeti, punti o angoli del cielo? (Qui trovi indicazioni per l’interpretazione della Luna Nuova nelle case)
Sentiranno gli effetti di questo Novilunio soprattutto i nati nella seconda decade dei segni mobili (Vergine, Pesci, Gemelli e Sagittario), così come tutti coloro che hanno pianeti personali, Ascendente o punti significativi della carta natale, tra i 15° e i 19° della croce mobile. Poiché sono coinvolti fortemente anche gli elementi Terra e Acqua, ne potranno risentire anche i segni di questi elementi, in base agli aspetti individuali.
In apparente moto retrogrado sono anche Urano, Plutone e Chirone, che continuano a supportare il nostro lavoro di introspezione, mentre da giovedì 6, Saturno è tornato diretto, dando ufficialmente il via al tempo dell’azione.
Sullo sfondo l’energia profonda e appassionata di Venere, che nella mattinata di domenica 9 si sposta nel segno dello Scorpione, e sarà protagonista per tutto l’autunno di un interessante anello di sosta, di cui ho diffusamente parlato nell’articolo “L’anello di sosta di Venere”.
Il Novilunio è sempre tempo di nuove partenze, e il segno della Vergine è legato alla salute del corpo fisico e della nostra Madre Terra, alla pulizia e alla purificazione. Mettere ora un nuovo intento, connesso a questi temi, nella propria vita, significa muoversi nel flusso e avere quindi il vento cosmico a favore: questo è il modo più costruttivo di usare l’astrologia!
Ora, è quindi il momento ideale per iniziare una nuova cura, ricorrendo preferibilmente a rimedi naturali e a tecniche energetiche (più si alzano le frequenze a cui vibriamo, e meno tolleriamo le preparazioni chimiche, che alterano l’equilibrio naturale e di certo non lo favoriscono), ma anche per cominciare a praticare un’attività fisica, o seguire un nuovo regime alimentare, perdendo abitudini poco sane e imparando a mangiare meglio. Nutrirsi non è solo un atto necessario per il sostentamento del corpo, e dovrebbe essere vissuto e celebrato come un vero e proprio rito di nutrimento dell’anima. Tutto ciò che introduciamo nel corpo, si trasforma in energia: stiamo bene attenti a come alimentiamo le nostre cellule! Energie pulite manterranno in salute non solo il nostro corpo, ma anche la nostra mente e la nostra anima. E soprattutto non dimentichiamo che il corpo è il canale attraverso il quale l’anima manda messaggi e segnali…!
Anche Chirone, a 0° dell’Ariete (il primo grado dello Zodiaco, quindi simbolo del principio di ogni cosa!) in quadratura con Saturno, suggerisce riti di pulizia e purificazione, che non riguardino solo il corpo fisico (è senza dubbio il momento ideale per seguire un protocollo disintossicante!), ma anche la mente e l’anima. Possiamo perciò cavalcare questi aspetti celesti, eliminando situazioni e abitudini nocive, cominciando dagli oggetti inutilizzati che intasano le nostre case, i garage e le cantine. Più spazio facciamo, più ci alleggeriamo, rendendo più facile l’ingresso nelle nostre vite di ciò che è “nuovo”, sia in senso materiale sia in senso metaforico!
Siamo anche invitati a prestare maggiore attenzione alla salute del nostro pianeta: l’aspetto di quadratura tra Marte e Urano, che sarà di nuovo esatto il 18 settembre, rappresenta bene i moti di ribellione della Terra, alla quale dobbiamo maggiore rispetto e più gratitudine. Urano in Toro nei prossimi 7-8 anni continuerà a mantenere viva l’attenzione su questi temi!
Marte si trova a 29° del Capricorno, grado critico che amplifica la simbologia dell’archetipo: potremmo quindi avvertire frustrazione e provare rabbia. Queste emozioni sono tuttavia funzionali al risveglio e alla ribellione, e possiamo utilizzarle proprio per lasciare andare abitudini, luoghi, persone e cose che non ci servono più, favorendo così il processo di trasformazione interiore richiesto da Plutone, ottava superiore di Marte.
L’11 settembre, Marte rientra nel segno dell’Acquario, accelerando il passo dopo la lunghissima sosta e la retrogradazione. Osserva quale casa o quali case sono interessate dal passaggio di Marte, perché in quei settori vedrai muoversi le cose più rapidamente!
Inoltre, in prossimità del Novilunio, Saturno, Urano e Mercurio formano un Grande Trigono di Terra (che è esatto il 7 settembre): le nostre idee e i nostri pensieri (Mercurio) possono ora essere al servizio dell’evoluzione, allineati con le intuizioni della mente superiore (Urano), concretizzandosi in progetti costruttivi e duraturi (Saturno).
Possiamo ora pianificare nei dettagli quello che vogliamo veramente. Dalla visualizzazione, supportata da emozioni vivide e intense, alla realizzazione, il passo può essere breve, se manteniamo alte le vibrazioni, coltivando gioia e gratitudine. Siamo creatori e protagonisti della nostra realtà, ma dobbiamo credere in noi stessi, esprimere i nostri talenti, riconoscere la bellezza dei sentimenti che proviamo, e avere il coraggio di allinearci con le nostre più profonde convinzioni. Il successo è a portata di mano, per chi non ha paura di afferrarlo. Pronti??? Azione!
Un abbraccio di Luce,
Roberta

L’anello di sosta di Venere, di Roberta Turci

venere

Quest’autunno, la dea più luminosa sarà protagonista di una lunga sosta: Venere traslocherà da uno dei suoi domicili, la Bilancia, a casa di Marte e Plutone, nello Scorpione, nella tarda mattinata di domenica 9 settembre. Inizierà poi il moto retrogrado il 5 ottobre, a 10°50′ del segno dello Scorpione, per effetto del quale rientrerà in Bilancia il 31 ottobre, e riprenderà il moto diretto il 16 novembre a 25°14′ della Bilancia.

Sappiamo che il moto retrogrado di un pianeta è solo apparente (per approfondire, vedi I PIANETI RETROGRADI E IL KARMA). I pianeti si muovono sempre in avanti, ma simbolicamente, quando dalla Terra appaiono retrogradi, ci stanno invitando a volgere lo sguardo dentro di noi, per rivedere e analizzare tematiche e dinamiche che richiedono la nostra attenzione, con l’obiettivo di farci crescere.

Cosa indica il moto retrogrado di Venere? Generalmente, si dice che durante il periodo di retrogradazione, è meglio non fare acquisti, soprattutto se costosi, e non iniziare nuove relazioni.  Non sono consigliati nemmeno interventi estetici. Vi ricordo che il segno e la casa in cui si trova Venere nel nostro tema natale, e gli aspetti che fa con altri pianeti, indicano infatti cosa ci piace, cosa per noi ha valore e come ci muoviamo per ottenere quello che desideriamo (cose e persone 😉 ). Con Venere retrograda di transito, è come se ci trovassimo in un negozio affollatissimo e disordinato, spintonati a destra e sinistra, e dovessimo scegliere e provare l’abito per un’occasione importante: in una simile situazione, sarebbe difficile fare la scelta migliore! Questo è piuttosto un ottimo momento per riflettere su cosa ci piacerebbe fare o avere, ma è meglio aspettare la ripresa del moto diretto per passare all’azione con lo shopping e i cambi di look! La nostra capacità di valutazione è offuscata: meglio fermarsi.

Dal punto di vista psicologico ed evolutivo, questa fase è molto utile per fare un lavoro di introspezione e rivalutazione rispetto a come ci poniamo nelle relazioni e al rapporto con il denaro e l’abbondanza. Non dimentichiamo che Venere è la dea romana associata all’archetipo Afrodite, colei che amava se stessa e onorava la propria femminilità, vivendo ogni attimo intensamente e dedicandosi alle proprie passioni, coltivando la creatività. In lei è particolarmente attivo il 2° chakra, centro del piacere. Sostanzialmente, Venere ha a che fare con il valore che diamo a noi stessi. Questo significa che attiriamo nella nostra vita relazioni sane e abbondanza, se prima abbiamo riconosciuto il nostro valore e siamo profondamente coscienti di meritare qualcosa (e qualcuno) che vale. 

Possiamo quindi utilizzare la fase di retrogradazione di Venere soprattutto per migliorare la relazione con noi stessi, e imparare ad amarci di più. È un buon momento per analizzare con lucidità e profondità le ferite che si attivano e le dinamiche che si ripetono nelle nostre relazioni. Potrebbero anche ricomparire amori (o amicizie) del passato, con i quali è necessario chiarire qualcosa, per apprendere la lezione e poi magari chiudere definitivamente, per lasciare spazio a nuovi rapporti  che ci assomigliano di più.

Le fasi della retrogradazione di Venere di quest’autunno 2018 sono: 

  1. L’ingresso nella zona d’ombra, avvenuto il 2 settembre a 25°14’ del segno della Bilancia, fino all’inizio della retrogradazione.
  2. Il moto retrogrado vero e proprio, dal 5 ottobre al 16 novembre.
  3. Il ritorno al moto diretto, che comincerà il 16 novembre a 25°14′ della Bilancia, e il percorso fino all’uscita dalla zona d’ombra,  il 17 dicembre a 10° 50’ dello Scorpione.       

Durante la prima fase, potremmo iniziare a vivere emozioni connesse con gli eventi che si verificheranno durante il moto di retrogradazione vera e propria. In questo periodo, saranno particolarmente interessati dal moto di Venere i nati nella prima decade di Toro e Scorpione, e nella terza decade della Bilancia. Possono essere coinvolti anche Leone e Acquario della prima decade, e Ariete, Cancro e Capricorno della terza. Ma non dimenticate di considerare anche gli aspetti che la Venere di transito fa con Ascendente, Luna e Venere nel vostro tema natale!

Durante la seconda fase, Venere forma un trigono con Nettuno, che rende l’atmosfera romantica, ma anche una quadratura con Marte, che torna in Acquario l’11 settembre, e con Lilith, aspetti di tensione erotica (Eros = forza creatrice!) che accendono l’opposizione Venere – Urano. Questa configurazione è particolarmente significativa per coloro che hanno pianeti o angoli del cielo ai primi gradi dei segni fissi (Scorpione, Toro, Acquario e Leone), che già dal 9 settembre, con l’ingresso di Venere nell’intenso e appassionato Scorpione, potrebbero sentire una scossa. Se poi sono interessate la V, VII e XI casa, è molto probabile che un nuovo incontro giunga a scuotere la vita dei single, o l’equilibrio di coppie che possono ritrovare nuovo slancio oppure arrendersi alla fine di una relazione ormai consumata.

astro_w2gw_5_10_2018_21_04_18.72605.7910

Marte è rabbia e passione, Lilith è femminilità sensuale e irriverente, Urano è libertà e autonomia: un mix inedito ed esplosivo, perfettamente allineato con l’idea di amore del Nuovo Paradigma, che prende le distanze dai concetti di possesso ed esclusività. Il trigono con Nettuno parla di sentimenti elevati e di idealismo, e forse confonde un po’: potremo essere presi in un vortice energetico a tratti eccitante  e destabilizzante, ma non dimentichiamo che tutto quello che arriverà nelle nostre vite, avrà l’obiettivo di mostrarci quanto abbiamo riconosciuto il nostro valore. Saturno, trigono a Urano, ci tiene ancorati alla realtà, ricordandoci che abbiamo una responsabilità in primo luogo verso noi stessi, e ci incoraggia a vivere con passione, al di là delle convenzioni e delle aspettative altrui, superando la paura del giudizio e della solitudine.

Durante la terza fase, con la ripresa del moto diretto di Venere, se non ci saremo fatti abbagliare da facili conquiste e tentazioni, ma avremo ascoltato il cuore e la pancia, scoprendo che possono vibrare all’unisono, potremo mettere l’energia di Marte, che ora forma un bel trigono con la sua amante celeste, in una relazione sana (con una persona nuova o con quella di sempre, ma anche con l’abbondanza), che rispecchia l’amore per noi stessi.

Quando Venere torna diretta, Marte è nel segno dei Pesci, più dolce, sensibile, romantico. La sua ottava superiore, Plutone, fa però un delicato aspetto di quadratura con la dea: il rischio di cedere ai giochi di potere è sempre in agguato. Bisogna saper dialogare con Urano, l’archetipo dell’autonomia e della libertà. Siamo invitati a concepire un modo nuovo di  stare in relazione: non c’è la dipendenza, il bisogno di appoggiarsi a qualcuno, di sentirsi “padroni” della vita dell’altro (temi tipicamente scorpionici e quindi plutoniani), ma non c’è neanche la distanza emotiva data dalla paura dell’intimità.  C’è invece l’interdipendenza: si cammina l’uno al fianco dell’altro, capaci di reggersi in piedi anche da soli e pronti a sostenere l’altro quando lo chiede. Si procede ciascuno verso la migliore versione di sé, incoraggiando e sostenendo l’avanzare dell’altro, senza mettere in atto subdole strategie per non lasciare che si allontani troppo…

astro_w2gw_16_11_2018_11_51_03.72722.10249

Venere-Afrodite è nata dal seme di Urano, evirato da Crono-Saturno, e sorgendo dalle acque ha manifestato la vittoria dell’Amore sul Tempo: in lei c’è la celebrazione dell’istante eterno, la capacità di amarsi senza cedere alle lusinghe di un sistema – ormai obsoleto – che ci vuole prigionieri di contratti e convenzioni. Non insegue il “per sempre”, né un ruolo da esibire di fronte alla società, ma sa che ogni attimo è infinito e vale quanto l’Amore che contiene. Urano rappresenta questo, il Minotauro che fugge dal labirinto con l’aiuto di Arianna, lo schema che si rompe. Urano è l’imprevedibile, il ribelle, l’anticonvenzionale.

Guarda dove transita Venere nel tuo Tema Natale. Quale casa o quali case sono interessate dall’anello di sosta della dea più bella? Fa aspetti con la tua Venere natale o con altri pianeti? Fa aspetti con l’Ascendente o con il Mediocielo? 

Può portare un nuovo amore, o un nuovo modo di stare in relazione, può portare un affare che dà grandi guadagni, o un cambio di rotta nel percorso professionale. L’importante è che tu ci abbia messo il cuore e la passione, e non l’orgoglio, il desiderio di rivalsa, il senso del possesso, la manipolazione, la smodata ambizione. Se avrai imparato a darti il giusto valore, non cercherai più surrogati, applausi, omologazioni. E potrai permetterti di andare ovunque. Ma se ti ostini a stare rinchiuso nel labirinto, solo perché sul “copione” qualcuno ha scritto che il tuo posto è lì, niente cambierà mai davvero. Lascia che Venere ti mostri la strada…

Auguro a tutti noi di saper lavorare al meglio con queste energie!

Un abbraccio di Luce,

Roberta Turci