19 aprile – Luna Piena in Bilancia: libera ciò che sei, di Roberta Turci

IMG_5748Per quelle straordinarie sincronicità a cui sono ormai (quasi) abituata, domani, 14 aprile, terrò una conferenza al CIDA di Milano dal titolo “Alchimia delle Relazioni”. Questo appuntamento è programmato dallo scorso autunno e, per quanto io conosca il calendario astrologico, giuro che non avevo affatto realizzato che la data del 14 aprile sarebbe stata così prossima alla seconda Luna Piena in Bilancia dell’anno!

Dopo il primo plenilunio nel segno governato da Venere, verificatosi lo scorso 20 marzo poche ore dopo l’Equinozio (ne ho parlato qui), venerdì 19 aprile la Regina della Notte si farà Piena ancora nella Bilancia, chiudendo un ciclo lunare dedicato alle dinamiche di relazione, interiori ed esteriori, argomento al quale dedicherò la conferenza di domani!

D’altronde, il tema delle relazioni, non solo di coppia, ma in generale tra amici, colleghi, genitori e figli, è centrale nelle nostre vite. Così scrive James Hillman, padre della psicologia immaginale, nel saggio “Il mito dell’analisi”:

Come possiamo conoscere noi stessi per mezzo di noi stessi?

Possiamo rivelarci a noi stessi attraverso un altro, ma non possiamo riuscirci da soli. […] Per questo abbiamo bisogno di rapporti del tipo più profondo attraverso cui realizzare noi stessi, rapporti dove è possibile l’autorivelazione, dove l’interesse e l’amore per l’anima sono capitali e dove l’eros può muoversi liberamente…

Ogni relazione che viviamo è uno specchio, attraverso il quale abbiamo la possibilità di riconoscerci e di trovare parti di noi che abbiamo rimosso, dimenticato, a cui abbiamo rinunciato o siamo stati costretti a rinunciare, o che semplicemente non ci siamo mai accorti di avere.

Stiamo attraversando uno dei periodi più straordinari della storia del genere umano, e siamo chiamati a vivere cambiamenti profondi in tutti gli ambiti, comprese le dinamiche relazionali, e le aspettative che siamo abituati a riporre in un rapporto. Il Nuovo Paradigma verso il quale stiamo camminando, non si basa più sulla rigidità di un sistema “saturnino” che ci vuole incastrati in ruoli ben definiti, da conservare a ogni costo per conquistare sicurezza materiale e riconoscimento sociale, ma ci chiede di essere liberi e autentici, autosufficienti e indipendenti. Ed è proprio questa la qualità energetica del Plenilunio che precede la Pasqua!

La Luna Piena dello scorso 20 marzo si è formata a 0° della Bilancia. Quella del 19 aprile si formerà a 29°. Due gradi critici, che esasperano cioè il lato ombra del segno: il primo segna l’inizio, il secondo la fine del ciclo. Qualcosa viene ora alla Luce, non può essere ignorato, vuole la tua attenzione. A cosa hai rinunciato di te pur di tenere in piedi una relazione che ti fa sentire al sicuro? 

Il Sole, che a ogni Luna Piena è opposto alla Regina della notte, si trova a 29° dell’Ariete, congiunto a Urano (la congiunzione sarà esatta nel Toro il 23 aprile): chi sei tu ora? Sei libero/a di essere te stesso/a? 

Se hai pianeti, punti o angoli del cielo intorno ai 29° dei segni Cardinali (Ariete, Cancro, Bilancia e Capricorno), sentirai particolarmente l’energia di questa Lunazione. Ricordati comunque di guardare in quale casa si verifica. Se hai bisogno di aiuto per individuarla, puoi consultare il tutorial che ho preparato per te sul mio canale YouTube: ASTRO-TUTORIAL: come individuare lunazioni e transiti nel proprio tema natale

Venere, governatore della Bilancia, si trova a 28° dei Pesci, ormai vicina alla fine del cerchio zodiacale: è un invito a fare un salto quantico, dall’amore Afroditico a quello Psichico. I Pesci sono governati da Nettuno, ottava superiore di Venere, ovvero l’amore incondizionato verso il quale ogni essere umano è incamminato.

Qual è la differenza tra l’amore Afroditico e quello Psichico? Prova a pensare al mito di Eros e Psiche: Eros non si mostra mai alla sua amata, e le chiede quindi un atto di Fede, che lei tradisce, istigata dalle sorelle invidiose. Per riconquistarlo, Psiche dovrà superare quattro prove assegnatele da Afrodite:

  1. Dividere in poche ore semi mescolati in un mucchio enorme, separando grano, avena, miglio, papavero, lenticchie e fagioli. Sarà un’armata di formiche ad aiutarla.
  2. Prendere un fiocco di lana dal Vello d’oro di terribili arieti, enormi e aggressivi. Una canna del fiume le consiglierà di attendere la notte e agire quando gli arieti si disperdono e dormono.
  3. Riempire un’ampolla di cristallo con l’acqua di un torrente inaccessibile. Un’aquila le verrà in aiuto.
  4. Scendere nel regno di Ade e farsi dare l’unguento dell’eterna giovinezza da Persefone. Mentre sta per gettarsi da una torre, questa le consiglia di affrontare la prova, ma di non ascoltare i lamenti e le suppliche delle persone che le chiederanno aiuto durante la discesa, altrimenti resterà per sempre negli Inferi.

Afrodite, sottoponendo Psiche a queste prove, cerca di impedire il ricongiungimento degli amanti, ma è proprio attraverso questi quattro compiti che Psiche si evolve.

Psiche impara a:

  1. separare ciò che è importante da ciò che non lo è
  2. osservare, aspettare il momento opportuno e conquistare il potere con gradualità e strategia, senza aggressività
  3. cambiare la prospettiva, prendendo emotivamente le distanze, come l’aquila che vola sopra ogni cosa ma conserva l’attenzione sul dettaglio grazie alla vista acuta
  4. dire di no, mettere un limite alla sua disponibilità, per non perdere di vista il suo obiettivo, ovvero la sua evoluzione!

Il coraggio e la determinazione consentono a Psiche di sviluppare capacità e forza, di non vanificare la sofferenza, e di crescere senza perdere la sua essenza e le sue priorità.

Cosa devi imparare tu ora? Cosa devi lasciare andare? Cosa ha terminato il suo compito nella tua vita? Potrai accorgerti di aver detto troppe volte “no” a te stesso/a per senso del dovere, della responsabilità, per il bisogno di essere socialmente accettato/a e riconosciuto/a (l’enfasi in Capricorno con Saturno, Plutone e Nodo Sud congiunti!), e ti arrabbierai con te stesso/a (Mercurio e Chirone congiunti in Ariete) finché non ti renderai conto che hai solo paura di non farcela, che non credi abbastanza nel tuo valore. Lascia che nelle prossime settimane Mercurio continui il suo lavoro, aiutandoti a ritrovare la fiducia in te stesso/a e il coraggio di esprimere ciò che senti.

C’è anche Giove che ti aiuta: ha iniziato il suo moto retrogrado il 10 aprile scorso a 24° del Sagittario, e tornerà diretto l’11 agosto a 14° del segno. Ci aiuterà a ridefinire il nostro sistema di valori, a comprendere cosa è davvero importante per noi, tema che sarà ulteriormente enfatizzato dalla prossima Luna Nuova in Toro.

Le relazioni sono il terreno su cui si gioca la partita dell’evoluzione. Non è importante quanto dura una relazione, ma quanto tu, attraverso di essa, innalzi la tua frequenza, e ti avvicini all’amore incondizionato. Scoprirai che puoi amare davvero solo se prima ti innamori di te. E non potrai mai farlo se non ti conosci, non ti accetti, e non liberi ciò che sei! 

Citando Neruda, poiché è per rinascere che siamo nati, ti auguro che sia una buona Pasqua di resurrezione ogni giorno!

Con Amore,

Roberta

Se vuoi saperne di più sul tuo tema natale e su come possono manifestarsi questi passaggi planetari nella tua vita, puoi richiedere una consulenza, scrivendo al mio indirizzo mail: roberta.turci@gmail.com 

 

 

Annunci

Equinozio e Luna Piena in Bilancia: non stare dove non fiorisci!, di Roberta Turci

Mercoledì 20 marzo, alle 22.58, con l’Equinozio di Primavera ha inizio il nuovo anno astrologico, e alle 2.43 del giorno seguente, si ha la prima Luna Piena in Bilancia del 2019. La seconda – evento insolito – avrà luogo il 19 aprile.

1955177-bigthumbnail

L’Equinozio è caratterizzato dall’energia dirompente delle gemme sugli alberi, degli entusiasmi degli inizi, dei sogni tutti intatti della giovinezza. Segna il tempo della ripartenza, del risveglio, della voglia di crederci ancora. E quest’anno è ancora più potente, con il Sole congiunto a Chirone, e la terza SuperLuna dell’anno a 0° di un segno. Sappiamo che il Plenilunio normalmente indica la fine di un ciclo, il culmine di un processo. E nei mesi scorsi, ho ripetuto più volte che una Luna Piena all’inizio di un segno rappresenta contemporaneamente una chiusura e un’apertura. Questo mese, il segno è la Bilancia, governato da Venere, che è congiunta a Lilith in Acquario, segno governato da Urano, da poco rientrato in Toro, altro segno governato da Venere. Il messaggio è chiaro: non stare dove non fiorisci!

Ci sono porte che vanno chiuse affinché altre possano aprirsi. 

Chirone congiunto al Sole ci offre una preziosa opportunità: guarire vecchie ferite per prepararsi ai transiti impegnativi del 2020. Solo liberandoci di pesanti maschere e abiti sontuosi quanto inutili, possiamo procedere lungo la nostra strada. Mercurio retrogrado congiunto a Nettuno in Pesci ci aiuta a contattare il nostro Sé Superiore, a sentire la chiamata dell’anima, per non accettare più qualunque compromesso e agire nel rispetto della nostra vera natura. Le dinamiche di relazione vanno modificateNon è più possibile essere uguali a come eravamo, soprattutto se non siamo stati onesti con noi stessi.

Venere in Acquario parla di relazioni non convenzionali, di libertà di espressione, di un nuovo equilibrio da conquistare e da spendere nella quotidianità. Ci sono accordi che abbiamo preso con la mente razionale e non con il cuore, e che non reggono più. La Luna fa un aspetto di quinconce (aspetto karmico, al quale non si può sfuggire) con Urano, ribadendo l’importanza di ascoltare l’istinto, la voglia di ribellarsi agli schemi ai quali ci siamo adeguati per paura di perdere un’apparente sicurezza.

L’equilibrio espresso dal segno della Bilancia è un equilibrio interiore, di corpo, mente e anima, e non la mediazione che ci sforziamo di ottenere per difendere un ruolo. O le dinamiche cambiano, si trasformano, o le relazioni finiscono, sia che si tratti di amore sia di lavoro, o altro genere di contratto o collaborazione. Saturno e Plutone, archetipi della auto-disciplina e della trasformazione, ci sostengono facendo un bell’aspetto di trigono a Marte.

Non mancheranno i conflitti, come lascia intendere la quadratura tra Marte e Venere, ma saranno d’altronde necessari per l’affermazione di sé. L’obiettivo è sempre l’integrazione del maschile e del femminile, ovvero del lato razionale e di quello intuitivo. Dunque, è inevitabile che ci sia tensione evolutiva tra i due archetipi.

Uno dei grandi temi di questo mese lunare, che conduce alla seconda Luna in Bilancia, a 29° del segno, sarà l’equilibrio tra il dare e il ricevere nelle relazioni. 

Nel vecchio paradigma, ha prevalso l’idea che “dare” sia nobile e “ricevere” egoista. E così, molte persone non hanno mai imparato a ricevere, togliendo ad altri la gioia di dare. Non solo: in molte relazioni c’è chi dà troppo e non chiede mai nulla per sé, sentendosi nel contempo eroe e vittima, e chi pretende senza dare nulla, facendo leva su senso del dovere e di colpa. In realtà, entrambi sono vittime e carnefici in un gioco di manipolazione reciproca, che è funzionale alla fuga da se stessi e dalle proprie ferite.

Questo sbilanciamento non potrà più esistere nel nuovo paradigma: l’assertività (affermo me stesso nel rispetto dell’altro) e l’amore di sé, diventeranno gli ingredienti indispensabili in ogni relazione. Usciremo progressivamente dalla visione del rapporto a due come il risultato di un contratto stipulato per garantirsi assistenza e sicurezza. Non si scenderà più a qualunque compromesso, né si rivendicherà il possesso dell’altro sotto il falso nome di rispetto o appartenenza.

Impareremo che le relazioni sane e adulte sono quelle in cui entrambi gli individui stanno “lavorando” per la propria crescita personale, e sanno stare da soli. E che spesso le relazioni sono il terreno sul quale si gioca la partita dell’evoluzione. L’obiettivo non deve essere far durare una relazione per sempre, ma crescere, evolvere, procedere verso la meta scelta dall’anima. La durata della relazione potrà allora essere la conseguenza della maturità emotiva dei singoli. Solo due individui integri, interi, possono dar vita infatti a una relazione autentica. (Del ruolo evolutivo delle relazioni parlerò al CIDA Lombardia il prossimo 14 aprile. Trovate le info dell’evento sulle nostre pagine fb).

Anche per quanto riguarda le collaborazioni nell’ambito lavorativo, molte dinamiche cambieranno: impareremo a mediare solo nel rispetto dei nostri talenti e del nostro impegno. E faremo scelte più allineate con la nostra natura, meno vincolate al bisogno di sicurezza economica o di riconoscimento sociale. Ci renderemo sempre più conto che l’abbondanza arriva se riconosciamo il nostro valore, di cui l’abbondanza è una proiezione sul piano della materia. 

Naturalmente, questi cambiamenti non arriveranno magicamente all’improvviso, ma possono manifestarsi nelle nostre vite solo se noi decidiamo che accada. Come ripeto spesso, il tema natale dà un’indicazione del percorso che l’anima ha scelto, ma come percorreremo la strada e se raggiungeremo la meta, dipende da noi, dalla frequenza alla quale scegliamo di vibrare. E per innalzare la frequenza, bisogna praticare ogni giorno l’autodisciplina, per preservare il corpo e la mente, e cercare la connessione con l’anima, con la meditazione, il contatto con la natura, e altri strumenti che aiutano a trasformare le emozioni più basse, come la rabbia e il dolore, in gioia, gratitudine e compassione. Essere grati per ogni più piccola cosa, e non dare niente per scontato o dovuto, è la più efficace terapia!

Il mondo sta cambiando, e l’astrologia ci aiuta a comprendere come e quando si manifesteranno i cambiamenti, ma per stare bene nel nuovo mondo, dobbiamo cambiare anche noi, accordandoci a una armonia inedita. E per chi non accetta di cambiare, il suono si farà rumore.

Con amore,

Roberta

Se vuoi saperne di più su come potranno manifestarsi questi passaggi planetari nella tua vita, puoi richiedere una consulenza, scrivendo al mio indirizzo mail: roberta.turci@gmail.com 

Chirone in Ariete e Luna Piena in Vergine, di Roberta Turci

Febbraio prosegue con la sua potente energia. Continua il sovrapporsi di cicli che finiscono e altri che cominciano, che ci sta accompagnando verso un determinante salto di coscienza che riguarda l’intero pianeta.

Non avremo pianeti retrogradi fino al 5 marzo, quando Mercurio invertirà la marcia a 29° dei Pesci. 

Da pochi giorni, inoltre, Marte ha lasciato l’Ariete, per entrare nel più stabile Toro, che conferisce all’energia marziana, determinazione e tenacia. Osserva dove cade il segno del Toro nel tuo tema natale: la casa o le case interessate dal transito di Marte, che proseguirà fino a fine marzo, dice molto dell’area della tua vita in cui potrà verificarsi un cambiamento significativo. Tra l’altro, il prossimo 6 marzo, Urano tornerà definitivamente nel segno del Toro, dove resterà fino al 2026, accentuando la tematica del cambiamento in accordo con il sentire della mente superiore. Ne ho parlato in questo articolo, Urano in Toro, e tornerò presto sull’argomento.

Particolarmente significativo è il passaggio di Chirone dai Pesci all’Ariete, che avrà luogo lunedì 18 alle 10 del mattino.

Chirone era già entrato in Ariete lo scorso 17 aprile, per tornare nei Pesci, per effetto del moto retrogrado, il 27 settembre.

Come ho scritto in occasione del suo primo, breve passaggio, nell’aprile 2018, Chirone in Ariete in questo momento storico indica che siamo chiamati a lavorare sulla nostra vulnerabilità, a imparare a esprimere la nostra verità personale anche se gli altri non ci approvano o ci abbandonano. Inoltre, dobbiamo imparare a prenderci la responsabilità della nostra salute e del nostro benessere.

Chi ha Chirone in Ariete nel tema natale, nei prossimi anni vivrà il ritorno di Chirone, di cui ho parlato qui: IL CICLO DI CHIRONE E I SUOI TRANSITI. Avere Chirone in Ariete significa portare con sé una ferita profonda dell’anima, che dagli abissi dell’inconscio sussurra continuamente: non ho il diritto di esistere. Ci si sente sempre al posto sbagliato, come alieni su un pianeta sconosciuto, indegni di ricevere amore. Ma è proprio da questa sensazione di inadeguatezza che può partire la spinta verso la ricerca di un senso e di un significato più grandi; è proprio grazie a quel dolore subdolo e profondo che si può arrivare ad aprire un varco nella coscienza e scoprire che la vita non è fatta solo di ciò che percepiamo attraverso i cinque sensi ordinari. Questo processo di crescita e guarigione spirituale sarà sempre più visibile a livello collettivo, proprio grazie all’ingresso di Chirone in Ariete. Impareremo anche a interpretare diversamente la malattia, cercando soluzioni e supporto nelle cosiddette discipline alternative: sempre più persone comprenderanno che c’è un legame profondo tra i sintomi avvertiti nel corpo e le ferite dell’anima, e il concetto di guarigione si modificherà e si amplierà progressivamente, avvicinando gli individui a una visione più spirituale della vita.

I transiti di Chirone sul Sole, sulla Luna o sull’Ascendente, così come attraverso la VI o la XII casa, possono manifestarsi o con un disagio fisico o con una situazione nella quale ci si sente feriti a livello emozionale. In ogni caso, si tratta di una chiamata al risveglio, per tornare a sé stessi e infine guarire. Ogni disagio fisico, che nella nostra società viene spesso etichettato come malattia, ovvero come nemico da combattere, intervenendo dall’esterno, è di fatto un messaggio che l’anima invia per accompagnarci all’incontro col divino che è in noi. I transiti di Chirone (incluso il ritorno di Chirone) vogliono sempre innalzare la nostra frequenza.

Se il transito di Chirone si manifesta invece nell’ambito delle relazioni, affettive o professionali, è molto probabile che ci si senta feriti o vittime di un’ingiustizia. Chirone è un outsider, e la sua azione ci fa sentire proprio degli outsider, cioè diversi, alieni, separati dal gruppo al quale siamo sempre appartenuti più per bisogno di accettazione che per reale affinità di vedute e di intenti. Esattamente come accade con la malattia, anche la sofferenza emozionale, apparentemente causata da altre persone, non è altro che un’occasione per riconoscere la propria natura e la propria unicità, che deve essere finalmente celebrata. Molto spesso, i transiti di Chirone costringono alla resa, a lasciare andare circostanze o persone, con un conseguente cambiamento interiore e un innalzamento della frequenza, che a sua volta porterà nuove, significative esperienze nella propria vita.

Per approfondire il mito di Chirone, rimando a questi articoli: CHIRONE NEI SEGNI ZODIACALICHIRONE, IL GUARITORE FERITO (prima parte)CHIRONE, IL GUARITORE FERITO – Posizione nelle Case, parte secondaGLI ASPETTI DI CHIRONE NEL TEMA NATALE.

luna-llena-de-virgo

Questo transito di Chirone sarà sottolineato dalla Luna Piena che si verificherà il giorno successivo, ovvero martedì 19 febbraio, alle 16.53, a 0°42’ del segno della Vergine.

Questa è la SuperLuna più grande e più vicina alla Terra dell’anno, la seconda delle 3 che si verificano di seguito nell’arco di 3 mesi, e la quarta su 5 Lune Piene consecutive a 0° di un segno.

Inoltre, poiché avviene a un grado critico, associato all’inizio, pur essendo una Luna Piena, che quindi rappresenta il compimento di un ciclo, è particolarmente significativa perché indica contemporaneamente la fine e l’inizio di qualcosa…

Osserva dove si trovano i 0° della Vergine nella tua carta natale: quel punto rappresenta il culmine o il termine di una situazione. Può essere anche il momento di rivedere i tuoi pensieri (il governatore della Vergine è Mercurio!) e decidere di nutrire solo pensieri positivi e costruttivi, o introdurre buone abitudini, per esempio un nuovo regime alimentare più sano che sostenga il salto di coscienza.

Mercurio è ora in Pesci, segno governato da Nettuno, che in occasione del Plenilunio, è congiunto a Mercurio (la congiunzione esatta si verifica martedì 19 febbraio, poche ore dopo l’ingresso del Sole nei Pesci, che avviene alle 0:04): il dialogo tra i due archetipi è quindi intenso e significativo, e sta a rappresentare la possibilità di avere una visione analitica e oggettiva, pur non perdendo di vista l’insieme, inteso come mare cosmico in cui tutto è immerso.

Venere si trova tra Saturno e Plutone, in Capricorno, non lontano dal Nodo Sud. C’è da rivedere qualche schema relazionale: qualcuno ha creduto che fosse un bene rimanere in una situazione, che invece sta ancora frenando il suo percorso evolutivo, ed è arrivato il momento di osservare la realtà con onestà. Attenzione anche alle spese programmate. Osserva se Venere sta transitando in una delle case connesse con le relazioni (III, VII, XI) e se fa aspetti con pianeti nella tua carta natale.

Mercurio inizia il transito nella zona d’ombra della retrogradazione il 20 febbraio, a 16° dei Pesci (i gradi ai quali riprenderà il moto diretto il 29 marzo). Osserva dove cadono nella tua carta natale i 16° e i 29° dei Pesci: la casa o le case coinvolte indicano l’area della tua vita che può essere interessata da una presa di coscienza, dove puoi lasciare andare un eccessivo approccio logico-razionale per guardare la vita da un punto di vista più “spirituale”.

Giovedì 21 febbraio, Mercurio quadra Giove, e Venere si congiunge a Plutone, molto vicini al Nodo Sud: per qualcuno (sono particolarmente interessati da questo aspetto Scorpione e Capricorno, o coloro che hanno forti valori in questi segni) è arrivato il momento di rivedere i propri piani e lasciare andare una relazione del passato per aprirsi a un nuovo amore, o per fare spazio a un evento in grado di trasformare la vita. Staccarsi da quello che si credeva un sogno irrinunciabile può essere doloroso, ma il futuro svelerà il senso di questo distacco, necessario per diventare davvero protagonisti della propria vita!

Sabato 23 febbraio, Mercurio forma un intenso sestile con Plutone: abbiamo la possibilità di “vedere” con maggiore chiarezza qual è la nostra direzione, di comprendere qual è la nostra verità. Mercurio, in Pesci e nella zona d’ombra della retrogradazione, funziona più che mai da psicopompo e ci accompagna da Ade-Plutone, per poi ricondurci in superficie, nella “terra di mezzo”, dandoci la possibilità di imparare a usare intuito e immaginazione in accordo con il nostro sentire più profondo. 

Siamo noi i creatori della nostra realtà, ma possiamo creare le immagini che più ci appartengono e danno un senso alla nostra vita, solo restando in ascolto, in connessione con l’energia della Terra, e col cuore rivolto al Cielo. 

Un abbraccio di Luce,

Roberta

P.S. Per individuare lunazioni e transiti nella tua carta natale, sul mio canale youtube, trovi un tutorial. Spero ti sia utile! Questo è il link: tutorial lunazioni e transiti

21 gennaio 2019: SuperLuna in Leone con Eclissi Lunare Totale, di Roberta Turci

eclissi lunare totale 21 gennaio 2019

L’alba di lunedì 21 gennaio ci regala lo spettacolo di un’Eclissi Lunare Totale. Alle 6:12 sarà al suo culmine la prima delle tre Superlune del 2019, la terza Luna Piena consecutiva che si verifica a 0° del segno interessato.

Questa eclissi chiude un ciclo iniziato l’11 febbraio del 2017, che ha interessato l’asse Leone-Acquario: negli ultimi 2 anni possono esserci stati dei cambiamenti interiori o eventi particolari connessi con le aree della nostra carta natale in cui si trovano questi due segni. In estrema sintesi, il messaggio che ci è stato consegnato da questa serie di eclissi è: “Ciascuno è parte di un Tutto, e affinché il Tutto possa evolvere, ciascuno deve esprimere al meglio il proprio potenziale”.

Il Plenilunio normalmente rappresenta la fine di un ciclo, il compimento di qualcosa, il culmine di un processo. In questo caso, però, con i Luminari a 0°51′, grado critico associato all’inizio, contemporaneamente qualcosa comincia. Il ciclo di Eclissi sull’asse Leone/Acquario termina, ma si è sovrapposto con quello iniziato il 13 luglio 2018 e proseguito con l’Eclissi del 6 gennaio scorso. L’asse Leone/Acquario passa quindi il testimone all’asse Cancro/Capricorno: riconoscere la propria unicità e affermare il proprio potere personale nell’ottica di contribuire alla crescita di tutta la collettività, è il passo necessario per conquistare la sicurezza emotiva, sganciandosi da dinamiche di controllo e dall’eccessivo materialismo.

La Luna è vicina al Nodo Nord, in Cancro, che rappresenta il destino collettivo (del significato del Nodo Nord in Cancro, ho parlato qui). I Luminari, Mercurio, i Nodi e Plutone, quadrano Urano. C’è in atto una rivoluzione silenziosa, interiore, ma sostanziale. Sempre più persone rivendicano libertà ed equità, sempre più persone scelgono di affermare sé stesse, uscendo da schemi prefissati e regole preconfezionate. 

Questo è il momento di fare meno elucubrazioni mentali, usare meno il distacco, l’orgoglio, la razionalità, e di più il cuore, le emozioni e la passione, nelle relazioni. Dobbiamo lasciare andare persone e situazioni che non ci aiutano a esprimere il nostro potenziale. Dobbiamo proseguire il cammino tenendo al nostro fianco solo le persone che ci accettano per come siamo, e sono felici di vederci realizzati e autentici, così come noi siamo felici di sostenere la loro realizzazione. Dobbiamo avere il coraggio di rimanere solo dove ci sono accettazione e amore reciproci.

Non mancherà la tensione, ma d’altronde passaggi così delicati non possono che essere caratterizzati da energie forti, che ci portano all’estremo, per farci trovare il coraggio di lasciare andare tutto quello che finora ci ha trattenuto. Ed ecco che i sentimenti e le emozioni più vere non potranno più essere nascosti.

Quello che deve finire, finirà.

Quello che deve (ri)cominciare, (ri)comincerà.

Meravigliosa, a supporto di questo passaggio, la congiunzione tra Giove e Venere in trigono a Marte, che tra l’altro il 22 gennaio formeranno con la Luna un Grande Trigono di Fuoco, un fuoco trasformatore che alimenterà ulteriormente il salto di coscienza rappresentato dalla quadratura tra Giove e Nettuno. Quest’ultimo aspetto ci chiede in particolare di lavorare sulla ridefinizione del nostro sistema di valori. Dobbiamo lasciare andare anche un’antica, inconscia, accezione del concetto di sacrificio, che per troppo tempo è stato interpretato come una rinuncia di sé e, come tale, considerato un valore (spiego meglio il concetto in questo articolo).

Nuovi incontri, collaborazioni, conoscenze amorose, e ricompense per il lavoro svolto nel passato, possono arrivare soprattutto per chi ha pianeti o angoli del cielo intorno ai 14-15° dei segni mobili (Gemelli, Vergine, Sagittario e Pesci). Attenzione soltanto alle facili illusioni e alle aspettative toppo elevate, che sono ancora figlie dell’ego. L’amore incondizionato, destinazione del nostro viaggio, non definisce, non giudica e non pretende.

img_3005 2

Infine, la quadratura tra Marte e Saturno descrive bene quello che sta accadendo sia a livello collettivo sia individuale: le vecchie strutture, basate sul controllo, sul potere economico, sulla sicurezza materiale, devono essere abbattute, ma bisogna anche saper attendere e assecondare il Tempo della ricostruzione, avendo ben chiaro come e cosa ricostruire.

Le Eclissi sono occasioni speciali, opportunità da cogliere, e possono manifestarsi con eventi improvvisi piacevoli e felici, o dolorosi e destabilizzanti, a seconda del messaggio che ci serve in quel momento. A noi il compito di tenere gli occhi aperti, accorgerci del messaggio, e interpretarlo, per agire poi nella direzione giusta, quella che ci accompagna verso la “nostra” destinazione. Sono particolarmente significative se si verificano in prossimità del nostro Sole, della nostra Luna o dell’Ascendente, con una tolleranza di circa 6°. Guardate quindi se avete pianeti o angoli del cielo tra i 27° dei segni cardinali (Ariete, Cancro, Bilancia e Capricorno) e i 3° dei segni fissi (Toro, Leone, Scorpione e Acquario).

Ripensate al percorso degli ultimi due anni, soprattutto dal febbraio 2017 a oggi. Qui sotto trovate i link agli articoli relativi alle varie Eclissi sull’asse Leone/Acquario e al passaggio dei Nodi Lunari su questo asse. Rileggerli potrebbe esservi di aiuto per ripercorrere le fasi più significative che vi hanno condotto a oggi.

ECLISSI LUNARE in LEONE – TOP&FLOP dal 6 al 12 febbraio, di Roberta Turci

7 agosto 2017 – Eclissi Lunare Parziale in Acquario: un ciclo si chiude, di Roberta Turci

21 agosto 2017 – La grande Eclissi: ricalibrazione in corso…, di Roberta Turci

Luna Piena in Leone con Eclissi totale di Luna- Top&Flop dal 29 gennaio al 4 febbraio 2018 di Ilaria Castelli

ECLISSI SOLARE e NOVILUNIO in ACQUARIO – 12-18 febbraio 2018, di Roberta Turci

Le Eclissi dell’Estate 2018 (seconda parte), di Roberta Turci

Le Eclissi dell’Estate 2018 (terza parte), di Roberta Turci

9 maggio 2017 – 6 novembre 2018 Nodo Nord in LEONE – Nodo Sud in ACQUARIO: “ABBI IL CORAGGIO DI SPLENDERE!”, di Roberta Turci

La Luna Piena, signora del cielo, splendente nel segno più regale dello Zodiaco, il Leone, è come un faro puntato sulle verità del cuore. Quando la Terra la nasconde, rimane a noi la scelta: stare nel buio o mantenere lo sguardo fiducioso verso la Luce che riemergerà più forte…

Un abbraccio di Luce dal cuore,

Roberta

 

 

Novilunio ed Eclissi Solare in Capricorno: il 2019 si presenta, di Roberta Turci

Diapositiva3Salutiamo il 2018 e diamo il benvenuto al 2019, guardando insieme le configurazioni celesti della settimana dal 31 dicembre 2018 al 6 gennaio 2019, giorno di Novilunio e di Eclissi Solare in Capricorno.

Diamo poi un’occhiata ai principali eventi astrologici dell’anno, in attesa degli oroscopi dedicati ai 12 segni, che registreremo come di consueto durante i nostri eventi.

Colgo l’occasione per ricordarvi che sabato 12 gennaio saremo a Lodi, presso il Centro Naturalmente, e domenica 13 gennaio ci ospiterà lo Studio Il Cammino di Melegnano.

Vi aspettiamo!

Trovate il video qui:

Luna Nuova ed Eclissi in Capricorno: il 2019 si presenta!

Infiniti auguri e un abbraccio dal cuore,

Roberta

L’ultima Luna Nuova dell’anno: l’essenziale è invisibile agli occhi, di Roberta Turci

little_prince

L’ultima Luna Nuova del 2018 si formerà venerdì 7 dicembre, alle 8:20 del mattino, quando Sole e Luna si abbracceranno a 15°07′ del segno del Sagittario. Ogni Novilunio segna l’inizio di qualcosa, ed è il momento ideale per piantare un nuovo seme. Questo Novilunio, in particolare, rappresenta l’inizio di una Nuova Era, l’affermazione di un nuovo paradigma: sempre più persone si stanno accorgendo del cambiamento epocale di cui noi tutti siamo testimoni e protagonisti. Ne ho parlato diffusamente negli articoli dedicati a Urano nel Toro e ai Nodi Lunari sull’asse Cancro/Capricorno.

In occasione del Novilunio, i Luminari saranno congiunti a Giove e quadrati a Marte e Nettuno, congiunti a 13° dei Pesci. Sia il Sagittario sia i Pesci sono segni mobili, e tutti questi pianeti indicano la necessità di fluire con il cambiamento in atto.

Inoltre, Giove e Nettuno, che sono stati a lungo in trigono durante il 2018, si trovano ora in un aspetto di tensione evolutiva, che sta a indicare il rischio di un eccesso di idealismo e nel contempo di dogmatismo: è necessario prestare molta attenzione ai falsi maestri e ai sedicenti illuminati che si autoproclamano guru e, sfruttando il bisogno di riferimenti delle persone più fragili e smarrite, usano temi “spirituali” per esercitare il controllo sugli altri e acquisire potere e vantaggi economici.

L’enfasi in Capricorno (Saturno, Plutone e il Nodo Sud) ci ricorda che forme di autoritarismo si riscontreranno nel 2019 (e anche oltre) in vari contesti, e non solo a livello dei governi. Tutti questi eccessi sono però funzionali al risveglio collettivo: quanto più chi detiene una qualche forma di potere tenterà di usarlo a proprio vantaggio, tanto più la gente, esasperata e arrabbiata, si ribellerà, fino a che si arriverà a un radicale capovolgimento della situazione, con vere e proprie riforme sociali.

La configurazione celeste di questo ultimo mese del 2018, e in particolare della Luna Nuova in Sagittario, ci ricorda che dobbiamo essere centrati e focalizzati ogni giorno sulla nostra crescita personale interiore. Non dobbiamo farci influenzare dal clima di rabbia e odio generato dagli eventi esterni, ma impegnarci per tenere alte le nostre frequenze, alimentando compassione e gratitudine. Il contatto con la natura, e pratiche spirituali quotidiane, come mantra e meditazione, possono aiutarci a non rimanere intrappolati nelle emozioni negative che condizionano la collettività.

Ricordiamoci sempre che quando esprimiamo un nuovo intento per realizzare un nostro obiettivo, il messaggio che l’Universo riceve è dato dall’emozione con cui esprimiamo il desiderio, più ancora che dalle parole con cui lo formuliamo. Per questo è molto importante sentire in noi la gratitudine e coltivare la Fede. Se lanciamo nell’etere una richiesta impregnata di paura, si manifesterà un evento che contiene quella paura. Se sentiamo di non meritare qualcosa, anche se lo chiediamo continuamente, nella realtà oggettiva non si realizzerà mai. Accade esattamente come quando cerchiamo una canzone che ci piace alla radio: se vogliamo ascoltare una melodia italiana, non ci sintonizziamo su una emittente che trasmette solo rock internazionale, o no? Ecco, osserviamo dove cadono i 15°07′ del Sagittario nella nostra carta natale, e mettiamo un nuovo seme in quell’area della vita, sintonizzandoci sulla frequenza della gioia e della gratitudine, come se quel seme si fosse già trasformato nel più bel fiore del nostro giardino, e noi potessimo già ammirarne i colori e sentirne il profumo. Ovviamente, questa capacità interiore di sintonizzarsi su emozioni positive non si attiva magicamente grazie a un transito o a una lunazione, ma può essere soltanto il frutto di un costante lavoro interiore.

Per il significato della Luna Nuova nelle case, leggi qui.

Possiamo però cavalcare l’energia positiva del Sagittario, ottimista, generoso e avventuroso, che ci sostiene ora con leggerezza ed entusiasmo, e ci invita a viaggiare per scoprire nuovi orizzonti. Quanto più la nostra frequenza è elevata, tanto più ci sarà facile intendere quel viaggio come un cammino da intraprendere dentro noi stessi, per conquistare l’equilibro che ci permetterà di realizzare i nostri obiettivi.

Mercurio torna diretto appena prima del Novilunio, e quindi è davvero tempo per scrivere la nostra nuova storia e ripartire! Il grande trigono con il Nodo Nord e Chirone indica chiaramente che è giunto il momento di guarire le ferite, di credere in noi stessi e di autorizzarci a vedere il nostro valore.

Dove vuoi dirigere la tua energia? Cosa ha significato per te ora? È il momento di chiudere un ciclo e dare inizio a una nuova fase, in cui lasciare che la Verità del cuore trovi la sua strada per manifestarsi. L’essenziale è invisibile agli occhi, proprio come la Luna durante il Novilunio. Eppure c’è, ed è pronta a mostrarsi ancora, ma non sarà mai più la stessa, come non puoi esserlo tu. La vita è cambiamento, è trasformazione. Devi rinunciare a una parte di te, al ruolo che hai interpretato finora, all’idea che hai avuto di te stesso/a fino a qui, per poter diventare chi sei veramente, per poter realizzare il desiderio che abita nel tuo cuore. Credici, e vedrai.

Buona fine, e migliore inizio! 😉

Un abbraccio dal cuore,

Roberta

Nodo Nord in Cancro e Novilunio in Scorpione, di Roberta Turci

pheonix1_zpsfcf1bc85
Dal corridoio delle Eclissi dell’estate, molte cose sono cambiate, fuori e dentro di noi. Di questo cambiamento se ne parla da anni, ma adesso stiamo davvero per approdare sull’altra riva. Forse ci sentiamo ancora sospesi sul ponte che ci conduce “dall’altra parte”, ma molti di noi sanno che il paradigma della Nuova Era è già qui: qualcuno lo sente nel cuore da tempo, qualcuno lo riconosce ma gli resiste, qualcun altro sembra nato apposta per incarnare fino all’esasperazione i vecchi schemi, così da spingere gli altri alla ribellione e condurre l’umanità al risveglio. Anche se può sembrare il contrario, il vecchio paradigma si sta sgretolando.
Il transito di Urano in Toro parla chiaro: a noi la scelta, se accompagnare il cambiamento, o fare resistenza. Urano è il pianeta del risveglio, della mente superiore, dell’evoluzione. L’energia in gioco è distruttiva, come quella di un fiume in piena che non riconosce più agli argini alcun diritto di contenere la sua forza. Se ci ostiniamo a rinforzare le dighe, in qualche modo il fiume della vita troverà il modo di travolgerci. Ma se prepariamo al fiume un nuovo letto, che lo accolga e lo lasci libero di nutrire la nostra terra, i semi in noi germoglieranno e daranno nuovi frutti. 
Questo è il vero significato dell’astrologia: il linguaggio simbolico va tradotto e interpretato, in modo da riconoscere il tempo del cambiamento, e da accompagnare il flusso di ciò che è.
La Luna Nuova di novembre apre un nuovo ciclo davvero eccezionale, e non solo perché Sole e Luna sono congiunti nel segno più intenso e profondo dello Zodiaco, lo Scorpione.
Fino ad aprile 2019, tutte le Lune Piene avverranno a 0° o a 29° dei segni, i cosiddetti gradi critici.
0° è associato ai nuovi inizi: questo significa che tutte le decisioni che saranno prese sia a livello individuale sia collettivo, avranno un forte impatto sul futuro di tutta l’umanità.
Ci saranno anche molti pianeti intorno ai 29° dei segni, l’altro grado critico, che rappresenta invece la chiusura di qualcosa, ed enfatizza il lato ombra di ciascun segno.
Il Novilunio del mese ha luogo il 7 novembre alle 17:02, a 15°11′ del segno dello Scorpione. Sono particolarmente interessati da questa Lunazione, Toro e Scorpione, ma anche Leone e Acquario e tutti coloro che hanno pianeti o angoli del cielo tra i 12° e i 18° dei segni Fissi.
Le emozioni sono intense, l’anima alza la voce e ci spinge verso la trasformazione. I desideri che finora sono stati conservati nell’inconscio come fossero sogni irrealizzabili e inconfessabili, chiedono di essere ascoltati: rappresentano la nostra vera natura, e solo dandoci il permesso di esprimerli, possiamo muoverci verso la nostra realizzazione.
Osserva in quale casa del tuo Tema Natale cadono i 15°11′: quella è l’area della vita in cui potrai vedere i più grandi cambiamenti. Se vuoi qualche indicazione su come interpretare la Luna Nuova nelle case, leggi qui.
I luminari fanno un aspetto di sestile con Plutone, governatore del segno dello Scorpione: possiamo davvero rafforzarci, sentirci meno vulnerabili, avere più fiducia in noi stessi. Come sempre, dipende da quanto accogliamo le energie in gioco: dobbiamo decidere di essere i protagonisti della nostra vita!
Sole e Luna sono anche in trigono a Nettuno: “sentiamo” di più e pensiamo di meno. Creativi e ispirati, possiamo oltrepassare le barriere della mente razionale, e avere cura di ciò che alberga nel nostro cuore, restando attenti a quello che si muove nel cuore altrui. Questo aspetto aiuta a chiudere con il passato e a incamminarsi su una nuova strada…
Giove, Urano e i Nodi sono rispettivamente a 29° di Scorpione, Ariete e Cancro/Capricorno. Ecco che il significato di chiusura di un ciclo e inizio di uno nuovo si amplifica! Abbiamo imparato a entrare in contatto con la verità profonda del nostro cuore, con Giove in Scorpione.  Dopo essere scesi nell’antro più buio del nostro mondo interiore, possiamo ora gettare indietro un ultimo sguardo con nuova consapevolezza e compiere gli ultimi passi verso la Luce: Giove sta per spostarsi nel segno del Sagittario!
Urano retrogrado a 29° dell’Ariete ci ricorda che non possiamo rinunciare ad esprimere noi stessi, che dobbiamo imparare a essere autonomi, liberi di affermare la nostra identità, ma anche che questo non significa essere ego-centrati e ignorare l’impatto che le nostre azioni hanno sugli altri.
Il giorno che precede il Novilunio, l’asse dei Nodi Lunari si sposta dai segni Leone/Acquario ai segni Cancro/Capricorno, dove resterà fino al 4 maggio 2020. Per il significato dei Nodi Lunari e la differenza tra Nodo Vero e Nodo Medio, rimando alla lettura di I NODI LUNARI E IL PERCORSO DELL’ANIMA (prima parte) e di I NODI LUNARI E IL PERCORSO DELL’ANIMA (seconda parte).
Lo spostamento dei Nodi sull’asse Cancro/Capricorno ha a che fare con la ridefinizione del concetto di sicurezza, sia a livello individuale sia collettivo.
Il Nodo Sud indica quello che deve essere lasciato andare: il Capricorno, segno governato da Saturno, è associato al controllo, al potere, alle strutture rigide e all’autorità. Il vecchio paradigma ha dettato le sue regole, ha costruito recinti. E gli esseri umani sono stati “educati” a sentirsi al sicuro solo adeguandosi a quelle regole e muovendosi in quei recinti. Adesso è arrivato il momento di seguire il cuore, di mostrare i propri sentimenti, di ascoltare le proprie emozioni. Questo è il significato del Nodo Nord in Cancro, che indica la destinazione.
Non è importante raggiungere obiettivi che siano approvati dagli altri e dalla società, ma vivere pienamente in accordo con il proprio sentire. 
In occasione del Novilunio, Urano, appena rientrato in Ariete, forma un aspetto di quadratura esatta con i Nodi: si annunciano cambiamenti improvvisi!
Giove fa un aspetto di trigono con il Nodo Nord (e quindi di sestile con il Nodo sud), indicando che per andare avanti nel nostro percorso evolutivo, dobbiamo cambiare il sistema di valori, modificare le nostre convinzioni profonde, legate alle convenzioni, ai condizionamenti e ai giudizi altrui.
La sicurezza di cui abbiamo bisogno è dentro di noi, e non ha nulla a che fare con la ricchezza materiale né con i ruoli sociali. Non è più tempo di investire tutto su una carriera che offre guadagni e prestigio, ma non consente di utilizzare i propri talenti e non appassiona. Né di rimanere in matrimoni stagnanti e privi di amore solo per ostentare la durata di un contratto, del quale all’anima non importa nulla.
Osserva quale casa o quali case attraversano i Nodi nel tuo tema natale.
Dove ci saranno i cambiamenti più significativi per te? Esamina quell’area della vita e chiediti come puoi accompagnare il cambiamento.
Come avevo già scritto nell’articolo relativo al passaggio del Nodo Nord in Leone, i concetti chiave associati agli assi (vi ricordo che se il Nodo Nord transita, ad esempio, in X casa, il Nodo Sud si trova esattamente nella casa opposta, cioè nella IV, e verrà quindi attivato l’intero asse!) sono:

Asse I/VII
I casa – L’identità, il modo in cui ti muovi nel mondo, come ti senti, come ti vedono gli altri, che progetti hai
VII casa – Le relazioni a lungo termine (matrimonio, convivenza), i contratti di lavoro e di affari, come entri in relazione, come gestisci i conflitti

Asse II/VIII
II casa – Denaro, risorse (materiali e interiori), l’autostima, il tuo sistema di valori, ciò che possiedi
VIII casa – Le risorse condivise con altri (materiali e interiori), l’intimità, il sesso, la trasformazione, la morte, eredità, la psicologia del profondo

Asse III/IX
III casa – Apprendimento, scuola, l’ambiente in cui ti muovi, i fratelli, i vicini di casa, la comunicazione e il pensiero
IX casa – Il tuo sistema di credenze, i viaggi, gli studi superiori, la filosofia, ampliare gli orizzonti, la ricerca della verità

Asse IV/X
IV casa – La casa, la famiglia, le radici, l’infanzia, i genitori (la madre), le fondamenta emotive, il nido interiore (l’Anima)
X casa – La carriera, la reputazione, l’immagine pubblica, i genitori (il padre), il riconoscimento

Asse V/XI
V casa – Creatività, figli, espressione di sé, gioco, divertimento, hobbies, rischi
XI casa – Amici, gruppi, desideri, collaborazioni, attività sociali, obiettivi a lungo termine, priorità

Asse VI/XII
VI casa – La quotidianità, il lavoro dipendente, i colleghi, la salute, le abitudini, gli animali domestici
XII casa – La mente inconscia, la spiritualità, auto-sabotaggio, la solitudine, ospedali e altre istituzioni, i sogni, le vite passate

Il Ritorno del Nodo

Coloro che hanno il Nodo Nord in Cancro nel tema natale, ovvero i nati
– dal 12.5.1944 al 22.12.1945
– dal 24.12.1962 al 25.8.1964
– dal 25.9.1981 al 16.3.1983
– dal 10.4.2000 al 13.10.2001
– dal 6.11.2018 al 5.5.2020,
saranno particolarmente interessati da questo passaggio, che li porterà inevitabilmente a fare una verifica rispetto al tema della sicurezza emotiva e della capacità di contattare ed esprimere le proprie emozioni e i propri sentimenti. Ci sarà per loro una nuova occasione di avvicinarsi alla destinazione scelta dall’Anima prima di incarnarsi.
Inversione dei Nodi 

(può verificarsi alle età di circa 9, 27, 46, 65 e 83 anni)
Molto significativa anche la congiunzione del Nodo Nord in transito con il Nodo Sud di nascita: il passato incontra il presente e guarda dritto negli occhi il futuro. Ci si libera di tutto ciò che non serve più, per essere più leggeri e per procedere verso gli obiettivi dell’anima. Possono esserci distacchi, rivelazioni, insight: è come se guardassimo tutto stando a testa in giù (l’archetipo dell’Appeso nei Tarocchi!) e cambiassimo la prospettiva, vedendo anche quello che fino a quel momento ci eravamo rifiutati di vedere. Si tratta di un periodo di verifica in cui tutto quello che è stato acquisito viene integrato e quello che non serve più viene rilasciato: è una forte chiamata al risveglio, soprattutto se siamo già in età matura (quindi dopo i 42-43 anni, quando c’è già stato il passaggio dal Karma al Dharma, con l’opposizione di Urano a se stesso: ne ho parlato qui).

***

Quello che tutti siamo chiamati a imparare con questo nuovo transito dei Nodi è come dare vero nutrimento agli altri.
Il Capricorno si assume responsabilità e mira a dare una struttura solida alla propria vita, ma l’eccessivo senso del dovere e la rigidità rischiano di tenerlo prigioniero di un sistema che non gli permette di contattare il cuore. Vuole una posizione sociale di prestigio, la sicurezza economica, ed è disposto a rinunciare all’amore pur di averle. Prendersi cura degli altri è per lui un modo per mantenere il controllo.
Il Cancro accoglie, nutre e sostiene, mostrando emozioni e sentimenti: per lui, casa è dove batte il cuore, anche se spesso fa del suo nido una prigione, e non solo una protezione. Vuole sentirsi al sicuro ed essere avvolto dalle persone con cui “fa famiglia”, ma così facendo rischia di appoggiarsi troppo a loro e perdere di vista sé stesso e il proprio valore di individuo. Per nutrire gli altri bisogna avere il cuore colmo: un bicchiere vuoto non può riempire un altro bicchiere vuoto.
Il transito del Nodo, soprattutto se tocca Sole, Medio Cielo (MC) e pianeti o punti significativi della carta natale, ci insegnerà a trovare un equilibrio tra l’assunzione di responsabilità e la manifestazione dei sentimenti più autentici, cambiando il sistema di valori che finora ci ha condizionato.
Accontentarsi dei surrogati dell’amore, ovvero delle sicurezze materiali e dei ruoli sociali, sarà sempre più difficile.
Dobbiamo “sentire”, appartenere, condividere, e lo possiamo fare solo con il cuore aperto, correndo il rischio di essere vulnerabili.
O decidiamo di demolire strutture e armature, o ci penserà la vita a farlo, e poi lo chiameremo karma o destino, dando la colpa alle stelle…
Meglio scegliere di essere i creatori della propria realtà, superando la paura e nutrendo ciò che fa vibrare il cuore.
Roberta Turci