22 maggio 2020: Novilunio in Gemelli e dintorni…, di Roberta Turci

La Luna Nuova rappresenta l’unione del maschile e del femminile da cui si genera un seme che ha in sé il potenziale che si svelerà a tempo debito. Ogni Novilunio è quindi un’opportunità per dare vita a qualcosa di nuovo. Per questo, suggerisco sempre di guardare dove si verifica il Novilunio nel proprio tema natale: la casa in cui si forma è il settore della vita in cui possiamo dare inizio a qualcosa. Eventuali aspetti con punti e pianeti, e il governatore della casa interessata dal Novilunio, aggiungono significato alla Lunazione a livello individuale. Qui trovi il tutorial che ho preparato per aiutarti. E questo articolo approfondisce il significato della Luna Nuova nelle case.

Diapositiva1

Ma vediamo il contesto in ci si inserisce il prossimo Novilunio.

Il 20 maggio il Sole fa il suo ingresso nel segno dei Gemelli: l’aria si alleggerisce. Lo scambio di idee si intensifica, così come la curiosità e la voglia di condivisione.

Il giorno seguente, Venere quadra esattamente Nettuno, sua ottava superiore. Per effetto del moto retrogrado, questa congiunzione si verifica tre volte: il 4 maggio, quando entrambi i pianeti sono diretti, il 21 maggio, con Venere retrograda, e il 27 luglio, con Nettuno retrogrado.

La stagione dei pianeti retrogradi è cominciata il 25 aprile scorso, con l’apparente inversione del moto di Plutone, che durerà fino al 4 ottobre. Tra la fine di agosto e l’inizio di novembre, Plutone ripasserà sui 22°46′ della Grande Congiunzione del 12 gennaio scorso (ne ho parlato qui). Plutone rappresenta il virus (l’invisibile!), il potere, il controllo, ma anche la paura della morte, da intendersi più sul piano metaforico che fisico: deve morire una parte di noi, e deve morire un sistema di credenze, che cambierà per effetto della ribellione all’eccesso di controllo. La congiunzione di Giove e Plutone, che è attiva per tutto l’anno, ed è esatta ben tre volte, come ho spiegato nell’articolo dedicato a Giove in Capricorno, scandisce le fasi del processo di cambiamento. La prossima tappa sarà il 30 giugno, in pieno corridoio delle Eclissi che chiuderanno il ciclo cominciato nel 2018. Ti consiglio di rileggere quanto ho scritto nei precedenti articoli che ho dedicato alle Eclissi sull’asse Cancro/Capricorno: 26 dicembre 2019 – Eclissi Solare in Capricorno: ricomincia da qui e Gennaio 2020: l’Eclissi Lunare in Cancro e l’enfasi in Capricorno.  A breve tornerò a parlarne.

Siamo ancora immersi nella qualità energetica della Grande Congiunzione, che simbolicamente rappresenta il collasso delle vecchie strutture e del vecchio ordine, caratterizzato da abuso di potere. La gente chiede ora affidabilità e integrità!

Dall’11 maggio è retrogrado anche Saturno, che il 2 luglio (sempre in pieno corridoio delle Eclissi!) rientrerà nel segno del Capricorno, dove riprenderà il moto diretto il 29 settembre.

Il 13 maggio ha iniziato il moto retrogrado Venere, a 22° dei Gemelli, dove resterà in tutto ben 4 mesi, passaggio insolitamente lungo e molto significativo. Riprenderà il moto diretto il 25 giugno (ancora in pieno corridoio delle Eclissi!) a 5° del segno. Vale la pena soffermarsi sulla retrogradazione di Venere, che rappresenta una fase di riflessione e di rivalutazione dei nostri valori e dei nostri bisogni, che spesso vengono confusi tra loro! Con il pianeta dell’amore in apparente moto retrogrado, si possono rivalutare vecchie relazioni che non sono state vissute nel passato come avremmo voluto, per condizionamenti della mente razionale o per paura di un reale coinvolgimento. La quadratura con Nettuno, che ho menzionato sopra, permette di vedere le illusioni che abbiamo coltivato, di trovare un maggior equilibrio interiore, e di scoprire il valore più profondo di relazioni trascurate.

Se hai fatto un errore di valutazione nel passato, ora puoi rimediare e cambiare direzione. Qualcuno può tornare dal passato per darti una seconda possibilità! 

Venere rappresenta quello che ci piace, quello a cui diamo valore. Quando si muove di moto retrogrado, ci accompagna nel profondo di noi stessi a guardare in faccia quello a cui abbiamo rinunciato per non averci creduto abbastanza o per esserci fatti condizionare da un sistema di valori che non ci corrispondeva veramente. Questo vale anche per la gestione dei soldi e per il modo in cui li spendiamo. Per estensione, contribuisce a quel cambiamento di sistema di valori sostenuto dai transiti di Giove in Capricorno e da Urano in Toro.

La stagione dei Retrogradi coinvolge anche Giove, che ha invertito la marcia il 14 maggio, e che riprenderà il moto diretto il 13 settembre.

Tutti questi pianeti in moto retrogrado invitano a un’introspezione profonda, a un viaggio dentro di sé, per ritrovare il proprio centro, valutare i moti dell’anima del periodo di isolamento, e di quello che stiamo vivendo, con le mascherine che nascondono i sorrisi e le distanze che impediscono gli abbracci. Ognuno ha un mondo sconosciuto dentro, nel quale deve imparare a muoversi al buio per poter proseguire il cammino verso se stesso.

Ed ecco l’energia dei Gemelli, che si fa dominante, prima con lo spostamento dell’asse dei Nodi Lunari sull’asse Gemelli/Sagittario (mi riferisco al Nodo Vero), poi con l’ingresso del Sole nel segno più curioso dello Zodiaco, e quindi con il Novilunio.

Nuove connessioni e interazioni caratterizzeranno il ciclo che comincia venerdì 22 maggio alle 19:38, con la congiunzione dei Luminari a 2° 04′ dei Gemelli, e che culminerà tra sei mesi con l’Eclissi di Luna (e Plenilunio in Gemelli) del 30 novembre. Questo ciclo è caratterizzato da un’energia di cambiamento sociale, di indipendenza, di liberazione, di ribellione, come indica il sestile tra Marte in Pesci e Urano in Toro. 

Il signore della Lunazione è Mercurio, che si trova in Gemelli, congiunto a Venere, e fa pensare alla voglia di comunicare, di giocare, di conoscere. Non è questo il momento di fare sul serio nelle relazioni con persone nuove, ma di certo è possibile sperimentare e allargare il proprio giro di contatti, senza troppe aspettative (c’è il quadrato con Nettuno!).

I Luminari fanno un aspetto di quadratura con Marte e un trigono con Saturno (e con l’asteroide Pallade Atena). Ci sono quindi energie contrastanti in gioco, come è logico attendersi in un periodo così particolare e difficile come quello che stiamo vivendo. Da un lato l’impazienza, la rabbia repressa, il desiderio di trasgredire le regole per liberarsi dalle restrizioni, dall’altra la maturità, l’obiettività, l’esperienza e il senso di responsabilità. Saturno in Aquario in particolare ci ricorda che l’autorità viene da dentro, sia in senso individuale sia a livello collettivo!

Il virus e l’affermazione del potere da parte del sistema e delle autorità sono solo cause apparenti. Sono il pretesto che la vita sta usando per costringerci a cambiare. Ormai siamo di fronte a un paradigma che deve crollare, e alla necessità di scegliere da che parte stare. Se vogliamo andare avanti, dobbiamo avere il coraggio di uscire dalla zona di comfort e lasciare andare le situazioni e le persone che non sono funzionali alla nostra realizzazione. Dobbiamo trasformare e riorganizzare la nostra vita!

Approfittando della nostra paura di non farcela da soli, hanno creato un sistema che ci ha venduto sicurezze apparenti. E abbiamo confuso i bisogni con i valori. Abbiamo creduto di essere protetti dalle strutture con cui ci hanno trattenuto, mentre siamo stati solo dei prigionieri.

Ma chi sono i colpevoli? I politici, i potenti della Terra, i capi, i ricchi?

No, non ci sono colpevoli fuori di noi. E noi non siamo vittime, se non delle nostre stesse paure. Crediamo così poco in quello che siamo e che possiamo fare, che ci risulta più facile costruire gabbie che ali. E ci ostiniamo a restare fermi e chiusi dentro il recinto che ci siamo lasciati costruire intorno, piuttosto che rischiare di decollare liberi.

Adesso è tempo di riscoprire chi siamo, di riscrivere il nostro progetto. E nonostante la confusione, il gran numero di notizie da cui siamo bombardati, la difficoltà nel distinguere ciò che è vero da ciò che non lo è, il conflitto tra la mente razionale e l’intuizione, possiamo scegliere di ascoltare la voce dell’anima e comprendere che siamo noi gli unici responsabili di come viviamo la vita.

Per i prossimi 18 mesi, i Nodi Lunari sull’asse Gemelli/Sagittario ci aiuteranno a rivedere i nostri riferimenti. L’enfasi nei segni mobili ci dona flessibilità e versatilità. Il vero nemico non è il virus, ma la nostra incapacità di mutare e adattarci ai cambiamenti. Ho parlato di questo in un video che trovi qui, sul mio canale YouTube. Se vuoi restare aggiornata/o sui video che pubblico sul mio canale, iscriviti e clicca sulla campanella! 

Se non sai cosa sono i Nodi Lunari, puoi leggere questi articoli, che si riferiscono in particolare alla posizione dei Nodi nel tema natale: I NODI LUNARI E IL PERCORSO DELL’ANIMA (prima parte) e I NODI LUNARI E IL PERCORSO DELL’ANIMA (seconda parte).

Saranno particolarmente significativi i transiti dei Nodi su Sole e Luna in Gemelli o Sagittario. In generale, i segni mobili (Gemelli, Sagittario, Vergine e Pesci) saranno i più sollecitati dalle energie in gioco. 

♥♥♥

Il Ritorno del Nodo

(può verificarsi alle età di circa 18, 37, 55 e 74 anni)
Ovviamente, coloro che hanno il Nodo Nord in Gemelli nella propria carta natale (verificate la posizione del Nodo Nord – Vero! – o True Node, nelle Effemeridi) saranno particolarmente interessati da questo transito, poiché vivranno il Ritorno del Nodo. Ogni volta che si verifica questo evento (durante la vita può accadere più volte, poiché il Nodo torna in un segno ogni 18 anni e mezzo circa), l’Universo offre la possibilità di avvicinarsi sempre più alla destinazione scelta dall’anima e di raggiungere così uno stato di profonda serenità e soddisfazione.

Inversione dei Nodi

(può verificarsi alle età di circa 9, 27, 46, 65 e 83 anni)
Molto significativa anche la congiunzione del Nodo Nord in transito con il Nodo Sud di nascita: il passato incontra il presente e guarda dritto negli occhi il futuro. Ci si libera di tutto ciò che non serve più, per essere più leggeri e liberi di procedere verso gli obiettivi dell’anima. Possono esserci distacchi, rivelazioni, insight: è come se guardassimo tutto stando a testa in giù (l’archetipo dell’Appeso nei Tarocchi!) e cambiassimo la prospettiva, vedendo anche quello che fino a quel momento ci eravamo rifiutati di vedere. Si tratta di un periodo di verifica in cui tutto quello che è stato acquisito viene integrato e quello che non serve più viene rilasciato: è una forte chiamata al risveglio, soprattutto se siamo già in età matura (quindi dopo i 42-43 anni, quando c’è già stato il passaggio dal Karma al Dharma, con l’opposizione di Urano a se stesso: ne ho parlato qui).

Transiti del Nodo Nord nelle Case

Tutti sentiremo l’effetto di questo transito in base alla casa (o più probabilmente alle case) occupata dal segno dei Gemelli.
Rispetto alle attività in relazione con la casa interessata, acquisiremo maggiore sicurezza in noi stessi, più fiducia e più forza di volontà. Avremo l’opportunità di evolvere in quell’area della vita, di diventare più maturi e di sentirci quindi più appagati.
Per conoscere la posizione delle case astrologiche nel tema natale, e vedere dove transita il Nodo, potete inserire i vostri dati personali, incluso l’orario di nascita, nel sito http://www.astro.com.

Qui vi riporto i concetti chiave associati agli assi (vi ricordo che se il Nodo Nord transita, ad esempio, in X casa, il Nodo Sud si trova esattamente nella casa opposta, cioè nella IV, e verrà quindi attivato l’intero asse!):

Asse I/VII
I casa – L’identità, il modo in cui ti muovi nel mondo, come ti senti, come ti vedono gli altri, che progetti hai
VII casa – Le relazioni a lungo termine (matrimonio, convivenza), i contratti di lavoro e di affari, come entri in relazione, come gestisci i conflitti

Asse II/VIII
II casa – Denaro, risorse (materiali e interiori), l’autostima, il tuo sistema di valori, ciò che possiedi
VIII casa – Le risorse condivise con altri (materiali e interiori), l’intimità, il sesso, la trasformazione, la morte, eredità, la psicologia del profondo

Asse III/IX
III casa – Apprendimento, scuola, l’ambiente in cui ti muovi, i fratelli, i vicini di casa, la comunicazione e il pensiero
IX casa – Il tuo sistema di credenze, i viaggi, gli studi superiori, la filosofia, ampliare gli orizzonti, la ricerca della verità

Asse IV/X
IV casa – La casa, la famiglia, le radici, l’infanzia, i genitori (la madre), le fondamenta emotive, il nido interiore (l’Anima)
X casa – La carriera, la reputazione, l’immagine pubblica, i genitori (il padre), il riconoscimento

Asse V/XI
V casa – Creatività, figli, espressione di sé, gioco, divertimento, hobbies, rischi
XI casa – Amici, gruppi, desideri, collaborazioni, attività sociali, obiettivi a lungo termine, priorità

Asse VI/XII
VI casa – La quotidianità, il lavoro dipendente, i colleghi, la salute, le abitudini, gli animali domestici
XII casa – La mente inconscia, la spiritualità, auto-sabotaggio, la solitudine, ospedali e altre istituzioni, i sogni, le vite passate

♥♥♥

Abbiamo circa un anno e mezzo per fare le nostre scelte.

Vuoi restare ancorato al vecchio paradigma patricentrico? O vuoi ascoltare la voce dell’anima e mettere la saggezza che hai acquisito al servizio della tua quotidianità?

Lascia che la tua curiosità ti porti a incontrare le nuove possibilità che la vita ti offre!

Non lamentarti di un mondo che resta sempre uguale a se stesso. Devi cambiare tu la tua visione del mondo, se vuoi che il mondo cambi.

Devi solo scegliere da che parte stare.

Un abbraccio di Luce,

Roberta

P.S. Se vuoi comprendere il cammino che la tua anima ha scelto, se ti serve una guida per scendere nel regno di Ade e desideri conoscere gli strumenti del counseling che utilizzo per fare anima (astrologia evolutiva, psicogenealogia e costellazioni familiari, regressioni e progressioni evocative, carte dei Nat), scrivimi: roberta.turci@gmail.com Sono a disposizione per colloqui telefonici o via Skype.

 

I PIANETI RETROGRADI E IL KARMA

mercurio-retrogrado-y-simboloAvete presente quando siete in treno e il convoglio su cui viaggiate ne supera uno che si muove più lentamente? Non sembra forse che l’altro vada all’indietro? Ecco, è esattamente quello che accade in cielo tra due pianeti quando si dice che un pianeta ha moto retrogrado. Poiché l’astrologia, a differenza dell’astronomia, studia il movimento dei corpi celesti dal punto di vista terrestre, se un pianeta, per un certo periodo di tempo, si muove più lentamente lungo la sua orbita, rispetto alla Terra, il moto di quel pianeta in quel periodo di tempo sembrerà retrogrado. E seppure si tratta di un’illusione ottica, il suo effetto non si fa sentire meno! Anzi, un pianeta retrogrado nel tema natale (TN) porta con sé una significativa dose di karma irrisolto e il suo potenziale superamento. Chiunque abbia uno o più pianeti retrogradi alla nascita, avrà quindi la possibilità di integrare l’energia espressa da quei pianeti in modo ancora più profondo e intenso, non prima però di una lunga e faticosa elaborazione.

Da un punto di vista karmico, un pianeta retrogrado indica la ripetizione di una lezione non appresa o di una esperienza vissuta male, che non ha permesso di portare a compimento il programma iniziale dell’insieme di incarnazioni da cui l’individuo proviene. Poiché ogni pianeta retrogrado nel nostro TN rappresenta un effetto, è utile interrogarsi sulle cause, che risiedono in noi stessi, nei nostri comportamenti, nelle scelte fatte dalla nostra anima in altre vite. Solo prendendo coscienza di sé e dei propri nodi con intelligenza, perseveranza, e amore, potremo provare a sciogliere il nostro karma, o per lo meno potremo evitare di generare ulteriore karma negativo.

Un’analisi dettagliata e completa del significato di un pianeta retrogrado nel TN deve necessariamente tenere conto del segno e della casa in cui si trova il pianeta. Tuttavia, può essere utile conoscere il tipo di sfida che rappresenta quel determinato pianeta, per il solo fatto di essere retrogrado alla nascita. Con le progressioni secondarie (1 giorno = 1 anno) si può anche verificare con le effemeridi se il pianeta in questione diventerà diretto durante la vita o se, al contrario, qualche pianeta, diretto alla nascita, diventerà retrogrado in seguito. Questi cambiamenti segnano una svolta profonda nell’esistenza dell’individuo.

Per cominciare, precisiamo subito che Sole e Luna non possono mai essere retrogradi. Al contrario, i Nodi Lunari, di cui abbiamo parlato qui e qui sono praticamente sempre retrogradi. E questo ha indubbiamente un significato, essendo i Nodi i principali indicatori karmici.

La maggior parte delle persone ha nel proprio TN almeno un pianeta retrogrado. Quando un individuo ha più di un pianeta retrogrado, sente ancora più intensamente il bisogno di sintonizzarsi con il piano spirituale, e ha difficoltà a distinguere il presente dal passato, poiché tende a confondere situazioni e sensazioni reali e attuali con quelle cristallizzate nell’anima dalle precedenti incarnazioni. Chi non ha pianeti retrogradi, o è un’anima giovane, che ha alle spalle poche vite, o ha scelto di vivere una vita facile, e in questo caso l’appuntamento con il karma è solo rimandato (e con gli interessi!).

Vediamo ora il significato del moto retrogrado dei pianeti nel TN (cioè al momento della nascita):

Mercurio retrogrado

Mercurio retrogrado indica difficoltà di comunicazione o un modo poco pratico di affrontare la vita. Il soggetto è nervoso o instabile, ha sempre bisogno di muoversi. Le vite precedenti sono state vissute in modo caotico, senza organizzazione, soprattutto mentale. In questa vita, deve imparare l’ordine, la disciplina, e deve porsi e perseguire obiettivi specifici in modo attento e metodico. Tende a cogliere più l’essenza delle cose che non i dettagli. La sua creatività si esprime più negli ambiti di comunicazione non verbale, come la musica e la pittura. Molti geni musicali hanno Mercurio retrogrado! Poiché Mercurio è un pianeta “veloce”, mediante le progressioni si può verificare quando torna diretto e prepararsi al momento in cui ci sarà lo sblocco del debito karmico.

Venere retrograda

Venere retrograda è indicativa di una vita affettiva difficile. Il soggetto è portato ad agire in modo contradditorio con il partner. Da un lato cerca di pianificare la relazione in modo serio, dall’altro reagisce in modo opposto, poiché c’è una disarmonia di fondo tra gli obiettivi amorosi e il modo di vivere l’amore e gli affetti. La mancanza di sicurezza interiore impedisce al soggetto di instaurare relazioni serene con l’altro sesso, anche a causa della solitudine affettiva interiore; pertanto, il soggetto viene sottoposto a una tensione tale nei rapporti che, alla fine, si blocca e non riesce ad esprimere i suoi sentimenti. Venere retrograda indica un karma molto pesante nell’ambito affettivo: nelle vite precedenti, il soggetto non aveva compreso molto dell’amore, e comportamenti inappropriati gli hanno portato molta sofferenza. In questa vita, il ricordo di quel dolore gli impedisce di darsi pienamente. A volte, soprattutto negli uomini, Venere retrograda indica tendenze o comportamenti omosessuali nella vita precedente, o continui sospetti di infedeltà o interessi egoistici che si annidavano nella mente tanto da portarli a rifiutare anche solo l’idea dell’amore. Quando Venere riprende il moto diretto, il soggetto migliorerà in modo significativo la sua vita sentimentale. La lezione Karmica con Venere retrograda è in sintesi “amare o cercare di amare senza attaccamenti e senza possessività”.

Marte retrogrado

Marte retrogrado indica un cattivo uso dell’energia nelle vite precedenti. Il soggetto ha seri problemi ad adattare il suo comportamento alle situazioni che deve affrontare in questa vita: impiega troppa energia e in modo impulsivo, pensando di trovarsi di nuovo in vecchie situazioni nelle quali si è dovuto difendere perché lo attaccavano. In questa vita tende ad esternare le qualità negative di Marte: “meglio la morte oggi che soffrire domani”, vale a dire impulsività, violenza, rabbia, sessualità aggressiva. Il soggetto deve imparare a vivere in questa vita qui e ora e deve cercare di sfruttare tutta la sua energia mettendosi al servizio degli altri, in modo da riscattare il suo karma negativo, utilizzando meglio le energie fisiche e vitali che l’anima ha a disposizione in questa incarnazione .

Giove retrogrado

Il significato principale di Giove è “espansione”, e da questo principio derivano il senso pratico, la fede, la fiducia, le ricchezze, fortuna e felicità. Un Giove retrogrado indica che nelle vite precedenti l’anima non ha saputo usare, o ha usato male, o a fini egoistici, una o più delle qualità citate. Le vite precedenti, quindi, sono state vissute o nello spreco o in ristrettezze economiche, e non sono stati raggiunti i risultati attesi, o peggio, la persona ha rifiutato i sacrifici richiesti per portare a termine il programma dell’anima, non facendo alcun progresso. In questa vita, è necessario ricominciare tutto da capo.

Saturno retrogrado

Saturno è considerato il Signore del Karma; pertanto, quando è retrogrado segnala pesantemente uno o più settori nei quali il soggetto non si è evoluto nel passato, pur avendo avuto più volte l’opportunità di farlo. In questa incarnazione , l’anima si ritroverà faccia a faccia proprio con le tematiche che si è sempre rifiutata di affrontare, e questa volta non potrà sfuggire alle sue responsabilità. Saturno retrogrado rappresenta quindi un karma che viene proposto di nuovo, in quanto l’anima ha avuto altre occasioni per risolverlo, ma non ha trovato il coraggio di liquidarlo, e questa volta sentirà un grande peso, poiché sa che dovrà imparare la lezione e non potrà più rimandare. Chi possiede questa configurazione planetaria è una vecchia anima che ha acquisito molta saggezza attraverso i secoli e le vite passate. Avendo già sperimentato tanto lo spreco, il lusso e le cose futili quanto la povertà, ora sa apprezzare quello che riceve e prende questa incarnazione molto sul serio. L’anima deve concentrare tutte le sue forze, come d’altronde sa fare, per portare a termine il suo compito evolutivo.

Urano retrogrado

Questo pianeta indica lo spazio, e in particolare lo spazio interiore. Questo spazio, in un certo senso, rappresenta la libertà divina che viene data ad ogni anima e senza la quale non è possibile esprimere amore. Il soggetto con Urano retrogrado alla nascita ha sempre la sensazione di avere poco spazio, e ha sempre paura di avere degli obblighi verso qualcuno, sentendosi soffocato, bloccato, limitato. Rivoluzionario, contesta sistematicamente qualsiasi forma di gerarchia e autorità. Non lo si può costringere a fare da gregario a nessuno, né è possibile “utilizzarlo” come subordinato. Il karma indica che deve essere un simbolo di libertà per coloro che si comportano come pecore, sempre prigionieri della paura.

Nettuno retrogrado

L’influsso generale di Nettuno è a volte frainteso. In realtà Nettuno gioca un ruolo importante nel rilascio di debiti karmici. Tendendo a dissolvere l’ego e, quindi le illusioni alle quali il soggetto si era attaccato, non fa altro che separarlo dalle apparenze e dalle cose di questo mondo: l’anima si libera dei falsi valori ereditati nelle sue vite precedenti. Inoltre, Nettuno è il pianeta dell’oblio che permette il perdono. La lezione karmica di Nettuno è: “dimenticare per perdonare”. Nettuno quindi consente all’anima di prendere le distanze dalle cose, per potersi sintonizzare con il cosmo e le leggi divine. Quando Nettuno è retrogrado e male aspettato (ad esempio, forma opposizioni o quadrature con altri pianeti nel TN), l’anima fa molta fatica a tollerare il peso del dolore terreno e tende a rifugiarsi nella droga, nell’alcool, nel sesso, e in evasioni mistiche. Alcuni autori ritengono che Nettuno retrogrado appartenga ad anime che hanno vissuto almeno una vita precedente ad Atlantide, 10 – 12000 anni fa.

Plutone retrogrado

Plutone è per sua natura un indicatore karmico: fornisce molte informazioni sulle vite precedenti e indica che in questa incarnazione ci saranno cambi di direzione, trasformazioni dolorose e radicali che dovranno portare l’anima a una dimensione superiore, per riorientarla verso nuove esigenze spirituali. Indica la possibilità di una notevole crescita spirituale. Il soggetto sarà costretto dagli eventi della sua vita a trasformarsi: la morte (reale o simbolica) di persone, idee e cose in cui crede lo porterà alla trasformazione che gli darà accesso a uno stadio superiore. Se un individuo ha sia Plutone sia Nettuno retrogradi, vivrà in questo mondo, ma in qualche modo si sentirà sempre separato dal piano materiale.

Se volete saperne di più, e avete domande più specifiche sui pianeti retrogradi nei segni e nelle case, scrivetemi e cercherò di soddisfare le vostre curiosità!

E non spaventiamoci se scopriamo di avere più pianeti retrogradi nel nostro TN! Ci sia di incoraggiamento e conforto sapere che anima e spirito sono al di sopra delle leggi del karma, e tutte le difficoltà possono essere superate. Solo attraverso il dolore e la fatica, e il superamento dei nostri limiti, possiamo mettere in atto la nostra crescita spirituale!