Lady Diana: l’eredità karmica della regina di cuori, di Roberta Turci

Era l’estate del 1981, e come milioni di persone rimasi incollata alla televisione per ammirare Lady Diana mentre, avvolta in un’atmosfera fiabesca, andava incontro al suo principe. Non mi persi un articolo di giornale, e feci della cronaca del suo matrimonio l’argomento di una ricerca per i compiti delle vacanze.

Rimasi giorni incollata davanti alla televisione anche dopo quel 31 agosto 1997: ero ancora sulla sedia a rotelle dopo un incidente, e ricordo molto bene quanto mi sconvolse la notizia della sua morte, in una mattina in cui io stavo ritrovando la gioia della normalità.

Lady Di è indubbiamente un personaggio forte nell’immaginario di molti, e non solo nel Regno Unito. Lo è stata quando ha realizzato il sogno infantile di tante bambine, sposando un vero principe, e quando quel principe si è rivelato distante dal personaggio delle favole, e lei ha mostrato al mondo tutta la sua fragilità. Negli anni, la sua immagine si è modificata, avvicinandosi forse sempre più a ciò che la sua anima aveva scelto di essere.

L’astrologia è per me un prezioso strumento di conoscenza del proprio percorso sulla Terra. Considero il tema natale (TN) come una mappa che indica le principali tappe e la destinazione finale del viaggio dell’anima, e cerco di imparare a decodificare i simboli che contiene, per comprendere al meglio il senso e il significato di ciò che accade, a me stessa e agli altri.

fullsizeoutput_e73

In occasione del ventennale dalla sua morte, mi colpisce come il cielo abbia ancora da dire qualcosa su di lei. Non credo infatti che sia casuale che l’Eclissi del 21 agosto scorso (di cui ho parlato qui) si sia formata a 28° del Leone, con i Luminari esattamente congiunti al Nodo Nord di Diana Spencer, in VIII casa. Questo è il settore della trasformazione, della rinascita. A ciascuno la libertà di interpretare questo passaggio: potrebbe indicare che qualcosa di nuovo sarà rivelato sulla sua morte, o che in qualche modo la sua figura, magari attraverso le azioni dei figli, influenzerà decisioni all’interno della casa reale, o forse che la sua anima rientrerà nel ciclo delle rinascite…

Curiosamente, le eclissi sono state spesso legate agli episodi salienti della famiglia reale inglese e in particolare della sua vita: due giorni dopo il matrimonio con Charles c’è stata un’eclissi solare; William, il loro primogenito, è nato il 21 giugno 1982, giorno in cui si è verificata un‘eclissi solare, e la morte è sopraggiunta un giorno prima dell’eclissi solare del 1° settembre 1997.

Diana era un Cancro, segno tradizionalmente associato alla maternità, intesa non solo in senso stretto, ma anche come capacità di prendersi cura e di provare sincera compassione per gli altri. Il Sole era d’altronde in VII casa, settore delle relazioni: in lei c’era quindi un profondo conflitto tra il bisogno di proteggere il suo mondo intimo e l’esigenza interiore, più che istituzionale, di rivestire un ruolo che fosse di riferimento per la gente comune. Nella gestione della sua vita pubblica di certo l’ha aiutata l’ascendente Sagittario, che l’ha resa anche atletica e diretta.

fullsizeoutput_e70

Il simbolo sabiano dei 10° del Cancro recita così: “un grosso bellissimo diamante viene tagliato da un abile artigiano per mostrarsi in tutta la sua perfezione”.

E così è stato: nel 1981, il mondo ha conosciuto una giovane timida e un po’ goffa e nel 1997 ha pianto una splendida donna, delicata ma forte, generosa e coraggiosa.

Aveva il Nodo Nord in Leone, dunque, nello stesso segno in cui si trova ora. Anche se ne ho parlato diffusamente in precedenti post (soprattutto qui), può essere utile per tutti riflettere ancora una volta su cosa significhi.

Un’anima, come quella di Diana, che si incarna con il Nodo Nord in Leone, sceglie di imparare a esprimere la propria individualità, a rafforzare il proprio potere personale, a coltivare l’entusiasmo e l’autostima, a stare al centro della scena, a correre rischi, a vedere la vita come un gioco e a non perdere il contatto con il proprio bambino interiore.

Per raggiungere questi obiettivi, deve perdere alcune “abitudini”, meccanismi automatici acquisiti nel corso delle vite precedenti, come il distacco dalle situazioni che coinvolgono emotivamente, evitare i confronti, pensare di non essere mai all’altezza di una situazione e aspettare che siano gli altri ad incoraggiare le sue azioni.

Il punto debole è il suo bisogno spasmodico di accettazione da parte degli altri (“Vorrei essere regina nel cuore della gente“, disse Diana dopo il divorzio). Quello che vuole veramente è ricevere amore. Un’anima con questa configurazione nodale ha una fame insaziabile di affetto, ma deve imparare che solo donando lei per prima amore agli altri, si sentirà appagata. Deve credere nella propria energia creativa e usarla per portare gioia nelle vite altrui.

Il Nodo Sud in Acquario indica che nelle vite passate, l’anima si è incarnata in un individuo che ha sacrificato l’identità personale per promuovere cause e ideali umanitari, utilizzando la propria energia creativa per realizzare i sogni e le aspirazioni degli altri, trascurando i propri bisogni e desideri. Nella vita in cui ha questa configurazione, il soggetto sceglie ancora un ambiente in cui gli viene negato il contatto con il proprio bambino interiore, proprio per essere spinto a lavorare su queste tematiche.

In Acquario si trovano anche Giove, il pianeta tradizionalmente associato ai regnanti, e il governatore del Cancro, la Luna. Il luminare della notte collocato nell’undicesimo segno, karmicamente indica un’anima che nella vita passata è stata ribelle, anticonformista e attenta all’evoluzione dell’umanità e ai diritti delle persone. Con la Luna in Acquario, il contatto con le emozioni è problematico e l’intimità è difficile da gestire, ma se la persona compie il suo percorso evolutivo, si rivela intuitiva e percettiva e ha il potenziale per esprimere l’amore universale. Il suo stesso nome, Diana, rimanda alla dea delle caccia e della luna, l’Artemide dei greci, archetipo della donna selvaggia: curiosa, entusiasta, anticonformista e indipendente, ma così vulnerabile da non tollerare la vulnerabilità altrui, nella quale è costretta a specchiarsi e a riconoscere il bisogno di intimità.

Inoltre, Giove, retrogrado, costituisce il punto focale del modello denominato Yod o dito di Dio: forma due quinconce con Mercurio, anch’esso retrogrado, e Plutone. Potremmo dire che Lady Diana ha sublimato il senso di separazione dagli altri, il disagio di chi si sente insicuro e non riesce a muoversi agevolmente nei percorsi già tracciati, con la manifestazione pubblica delle sue fragilità e la partecipazione al dolore della gente comune. Cinque pianeti retrogradi fanno pensare a un’anima determinata a portare a termine il suo compito terreno: Saturno retrogrado in particolare appartiene alle anime antiche, Chirone retrogrado a coloro che hanno il dono di “guarire” gli altri (per un approfondimento, vi rimando a questo articolo).

Lilith in Leone parla invece di paura dei cambiamenti, tipica di chi si sente insicuro e teme di perdere il suo posto nel mondo. Lilith rappresenta la paura primordiale, ma porta con sé anche il potenziale di guarigione. L’obiettivo di chi ha questa posizione di Lilith nel tema di nascita è riconoscere e sostenere i talenti altrui, imparare a non temere i confronti e a cambiare lo stato delle cose per accorgersi delle grandi opportunità che si celano dietro ogni mutamento. Lilith era in VIII casa, la sua collocazione più difficile: qui c’è la sensazione costante di essere destinati a perdere tutto. Tuttavia, c’è anche la capacità di scendere in profondità e comprendere le vere motivazioni dietro i comportamenti delle persone. Conferisce saggezza e percezione intuitiva.

Anche la Parte di Fortuna, che simboleggia la sorgente delle opportunità grazie alle quali si possono realizzare i più profondi desideri, si trova in Leone in VIII casa: grande gioia proviene dal realizzare opere di vasta portata che in qualche modo si trovano ad essere esempi luminosi di ciò che un uomo è capace di fare quando usa le sue potenzialità. Con questa configurazione, l’individuo non solo ricerca un miglioramento personale, ma anche il miglioramento della società nel suo insieme.

D’altra parte, un Medio Cielo (il punto in cui l’anima può manifestare le potenzialità che ha sviluppato nelle vite passate) nel segno della Bilancia indica che c’è la necessità di sviluppare un senso generale di equità e di giustizia, eliminando l’atteggiamento dell’”Io prima di tutto”. Questo può essere ottenuto coltivando nel rapporto con gli altri la gentilezza e la diplomazia.

due trigoni d’acqua e Chirone in Pesci ben rappresentano la sua profonda fragilità e la capacità empatica sviluppata nel momento in cui ha preso contatto con la propria vulnerabilità.

Potrei continuare analizzando altri aspetti, ma, come si sa, ogni tema natale è ridondante, e coerentemente ripropone le dinamiche su cui l’anima ha scelto di lavorare, già ben delineate dai Luminari, dall’Ascendente e dall’asse nodale.

La mia sensazione è che non serva aggiungere altro per concludere che Diana Francis Spencer, pur con tutti i suoi umani limiti, ha portato a termine il compito scelto dalla sua anima, diventando la Principessa del popolo, ovvero un’icona della regalità che è amata da gente di ogni estrazione sociale. Diana era qui per ispirare nuovi ideali di servizio e trasformare sistemi di credenze: è stata e rimarrà sempre un personaggio chiave nel percorso dell’umanità verso l’Era dell’Acquario.

La sua eredità karmica è senza dubbio passata ai figli, in particolare a William, che ha un tema natale molto simile a quello della madre, con Sole in Cancro in VII casa e Ascendente Sagittario: lo stesso conflitto tra mondo privato e ruolo pubblico, la stessa attenzione agli altri con uno spiccato senso di eguaglianza e una non comune sensibilità.

Diana, come fu per Wallis Simpson, e come è in questi anni per Kate Middleton, è entrata a far parte della famiglia reale per mettere in discussione la rigidità di un sistema destinato a trasformarsi, e per cambiare il corso della storia…

Roberta Turci

Bibliografia essenziale

Hall J., Patterns of the past, Margaret Cahill Editor.

Merriman R., Astrologia Evolutiva, Ed. Crisalide.

Schulmann M., Astrologia karmica (1 e 2), Ed. Mediterranee.

Annunci

21 agosto 2017 – La grande Eclissi: ricalibrazione in corso…, di Roberta Turci

 

fullsizeoutput_e32

Non si vedrà in Italia, ma sarà avvertita ovunque a livello energetico. Il 21 agosto, alle 20.26 ora italiana, la Luna oscurerà il disco solare gettando un’ombra su alcune zone della Terra, interessando prevalentemente gli USA, come non accadeva dal 1918.

Il Sole e la Luna si abbracceranno a 28°53′ del segno del Leone: guardate dove cadono questi gradi nella vostra carta natale e preparatevi a un nuovo inizio nel settore della vita rappresentato dalla casa astrologica interessata. (per l’interpretazione della posizione nelle case potete trovare indicazioni qui: La Luna Nuova nelle Case). I Luminari saranno anche congiunti al Nodo Nord, che indica la destinazione del viaggio dell’anima a livello collettivo. Del significato del Nodo Nord in Leone, strettamente connesso con l’energia del cuore, ho già diffusamente parlato qui e qui. In Leone, ci sarà anche Marte, a 20°, che conferisce alla configurazione ancora più potenza, e stimola la nostra forza di volontà a fluire con il cambiamento.

Il simbolo Sabiano associato ai 29° del Leone recita così: ” Una sirena manifesta il suo desiderio di prendere un aspetto umano“, ovvero: la transizione da inconscio a conscio. Il pericolo di ricadere nell’oceano dell’inconscio. Lo sforzo necessario per trovare la forma precisa che richiede un’idea astratta.

Il Sole e la Luna: la luce e l’ombra, il maschile e il femminile. Dal punto di vista karmico, l’energia solare rappresenta il potenziale che deve essere sviluppato durante l’incarnazione attuale, mentre le caratteristiche “negative” (ovvero l’ombra!) del segno in cui si trova la Luna indicano il karma e le modalità istintive di reazione di fronte agli eventi della vita, sulla base dei ricordi animici delle vite passate.

La Luna è ciò che l’anima è stata. Il Sole è quello che l’anima ha scelto di diventare.

Durante l’Eclissi, la Luna oscura il Sole: l’inconscio prevale sulla lucidità e la consapevolezza. Simbolicamente, l’universo ci ricorda che per far splendere la nostra Luce dobbiamo integrare l’ombra. Per diventare chi abbiamo scelto di essere prima di incarnarci, dobbiamo trasformare il piombo in oro, ovvero l’ombra in luce. Tuttavia, non possiamo essere soltanto il nostro Sole, dimenticandoci di chi siamo stati, escludendo la Luna: la destinazione finale è l’integrazione del maschile e del femminile. L’obiettivo è   l’equilibrio tra Luce e Ombra, tra conscio e inconscio, il superamento della dualità che percepiamo nell’Universo. Dobbiamo scendere nell’Ade per salire dove brillano le Stelle.

Come ho riportato nell’articolo sulla Luce karmica della Luna, in Leone è profondamente istintiva, autoritaria e dominante: pretende ammirazione, che le è indispensabile per sentirsi sostenuta a livello emotivo. Il suo grande peccato è l’arroganza, l’eccesso di orgoglio. Non riesce ad accettare sentimenti di rifiuto o di essere messa da parte, trascurata o ignorata, ed esercita senza ritegno la sua considerevole autorità allo scopo di essere riconosciuta per sentirsi necessaria e potente. Questa è l’ombra.

La destinazione del percorso evolutivo del Sole in Leone risiede invece nella capacità di andare oltre il bisogno di riconoscimento e celebrazione, facendo un viaggio interiore alla scoperta della propria unicità, della scintilla divina in sé. Questo Sole deve fare dell’energia del cuore la fonte del proprio potere, che non è inteso come esercizio di autorità sugli altri, ma come superamento e integrazione della propria ombra. 

L’umanità si sta preparando a un grande salto: sempre più rapidamente, ci avviciniamo all’Era dell’Acquario, caratterizzata da un nuovo sistema di valori. Per potersi lasciare alle spalle tutto ciò che non è più funzionale, deve quindi ricalibrarsi. L’Eclissi è come uno “spegnere e riaccendere il sistema”, per ripartire più leggeri, come alberi che hanno lasciato cadere le foglie secche. Abbiamo tutti una grande opportunità, qui e ora!

Il Grande Trigono di Fuoco tra Saturno in Sagittario, Urano in Ariete e Nodo Nord in Leone (al quale sono congiunti i Luminari e Marte!) indica grande ispirazione e innovazione. In particolare, Urano trigono al Sole suggerisce che le innovazioni saranno frutto di una saggezza superiore e Marte congiunto al Sole conferisce coraggio, autenticità e integrità alle azioni. Queste sono le caratteristiche della Nuova Era che ci attende!

Certo, i cambiamenti non arrivano magicamente e all’improvviso. Anzi, assisteremo molto probabilmente a eventi spiacevoli che costituiscono il passaggio obbligato al nuovo paradigma. Più si manifesta l’ombra, più l’umanità si renderà conto di non poter fare a meno di ribellarsi a un sistema ormai insostenibile. In prossimità dell’Eclissi, si formerà anche una Grande Croce Cardinale tra Eris e Urano (a 23° e 28° dell’Ariete, rispettivamente), Venere a 24° del Cancro,  Plutone a 17° del Capricorno e Giove a 20° della Bilancia. Il controllo che gli organi di potere eserciteranno in modo sempre più arrogante e indiscriminato alimenterà un sentimento diffuso di vulnerabilità (Venere in Cancro) e di ingiustizia (Giove in Bilancia ed Eris in Ariete). Inoltre, Plutone, archetipo del potere, della corruzione, delle trame ordite di nascosto, oppone Cerere, a 17° dell’asse Capricorno/Cancro. Crescerà quindi anche l’attenzione nei confronti del nostro pianeta. Cerere/Demetra, divinità materna della terra e della fertilità, nel mito si ribella alla prepotenza di Ade/Plutone che le rapisce la figlia Persefone, smettendo di fare il proprio lavoro e rendendo la Terra sterile. Solo così riesce ad attirare l’attenzione di Plutone, che permette così a Persefone, diventata nel frattempo regina degli Inferi, di riabbracciare la madre. C’è da augurarsi che questa configurazione risvegli nelle coscienze il rispetto per le risorse del nostro pianeta, ridefinendo i delicati equilibri tra Uomo e Natura.

Non è poi di certo un caso che l’Eclissi si formi esattamente sull’Ascendente del presidente degli USA, Donald Trump. Sappiamo che l’Ascendente rappresenta la maschera (la personalità) con la quale un uomo si mostra al mondo. Inoltre, cade sulla stella fissa Regolo, la stella dei re e dei governanti, ed è a soli 3° dal suo Marte natale, che si trova nella nona casa, associata agli affari esteri. Quello stesso Marte, dio della guerra, è congiunto al Saturno radix della Corea del Nord (non sono noti con certezza i dati anagrafici del suo leader, Kim Jong-un), lasciando spazio a varie possibili interpretazioni.  Tra l’altro, Saturno (che il 25 agosto sarà stazionario diretto a 21° del Sagittario) transita sulla Luna radix di Trump e gli oppone il Sole: non è difficile immaginare che sia tempo per Trump di imparare preziose lezioni sul senso di responsabilità e sul significato di integrità e trasparenza.

L’Eclissi avrà un effetto anche sulla monarchia inglese. Lo stellium in Leone si formerà nella VII casa della Regina Elisabetta (il settore delle relazioni regolamentate da doveri e  dei contratti), mentre Plutone si avvicina al suo Ascendente e al Nodo Sud (l’immagine pubblica e il passato). Inoltre, a breve Giove (pianeta associato ai reali) sarà congiunto al suo MedioCielo, portando la sovrana e tutta la sua famiglia sotto i riflettori, presumibilmente per un cambiamento epocale. Nel maggio 2018, infatti, Urano si congiungerà al suo Sole di nascita, confermando l’ipotesi di improvvisi cambiamenti. Vedremo cosa accadrà…

Ricordiamoci che le Eclissi Solari segnano la fine di un ciclo e l’inizio di uno nuovo, e gli effetti del fenomeno si avvertono per i 6 mesi seguenti. Inoltre, il 15 febbraio 2018 ci sarà un’Eclissi Solare a 27° dell’Acquario, quindi esattamente opposta a questa, che stimolerà gli stessi punti della carta natale interessati dall’evento del 21 agosto. Osservate quali aree della vita sono coinvolte, guardando dove cade l’asse Acquario/Leone. Chiunque abbia Sole, Ascendente o MedioCielo intorno ai 27-29° dei segni Fissi (Leone, Acquario, Toro e Scorpione) avvertirà particolarmente questi passaggi planetari. Personalmente, ritengo poco significativo fare previsioni generiche segno per segno, perché in questo caso è più che mai necessario conoscere la posizione esatta dell’ascendente e le case interessate.

Infine, non possiamo trascurare il moto retrogrado di Mercurio, che dal 13 agosto si muove apparentemente a ritroso nel segno della Vergine, e che riprenderà il moto diretto il 5 settembre esattamente agli stessi gradi ai quali si è verificata l’Eclissi. Quello stesso giorno, Marte transita nell’ultimo grado del Leone, il grado critico, prima di passare nel segno della Vergine. Ci sarà molta energia nel cielo, una forte spinta ad andare esattamente dove la nostra anima ha deciso di andare.

Il passaggio di Mercurio dalla Vergine al Leone, con la ripresa del moto diretto proprio ai 28° del segno, rappresenta simbolicamente il cambiamento dalla eccessiva attenzione ai dettagli (tipico dell’archetipo della Vergine) a una visione d’insieme (archetipo del Leone) lungimirante e ispirata (alimentata dal trigono con Urano).

Dobbiamo quindi prestare molta attenzione a ciò che accade nei prossimi giorni, soprattutto in prossimità della Luna Piena del 5 settembre. Può essere utile fare una lista dei propri obiettivi e chiedersi: “cosa voglio fare ora in modo diverso da come l’ho fatto fino adesso?“, e soprattutto: “Sto veramente andando verso ciò che voglio essere?”.

A ciascuno di noi la risposta. Il viaggio continua: mettiamoci il cuore con gioia!

Buona ricalibrazione a tutti!

Roberta Turci

 

 

 

 

7 agosto 2017 – Eclissi Lunare Parziale in Acquario: un ciclo si chiude, di Roberta Turci

ECLISSIEd è arrivato anche agosto, il mese più significativo del 2017, caratterizzato da un’energia intensa e al tempo stesso inafferrabile, che ci fa sentire sospesi tra due dimensioni: ancora non succede niente, ma sentiamo che qualcosa di straordinario sta per accadere! 
Le eclissi Lunare e Solare, rispettivamente in Acquario e in Leone, che si verificheranno il 7 e il 21 del mese, porteranno cambiamenti e nuove occasioni, (soprattutto per chi ha pianeti o angoli del cielo a 15° dell’Acquario o a 29° del Leone), ma è difficile ora sapere esattamente cosa dobbiamo aspettarci.
In momenti come questi, la cosa migliore sarebbe rimanere fermi, seppur attenti e vigili, consapevoli che a breve ci sarà l’opportunità di fare un salto decisivo lungo il nostro cammino evolutivo.
La quiete apparente e il clima di attesa sono ben rappresentati da un numero significativo di pianeti retrogradi: Saturno in Sagittario, Nettuno e Chirone in Pesci, Plutone in Capricorno, Urano che stazionerà tra il 2 e il 4 agosto a 28°32′ dell’Ariete per poi ritornare sui suoi passi, e Mercurio che sarà retrogrado dal 12 agosto, muovendosi dagli 11° della Vergine ai 28° del Leone, per tornare diretto il 5 settembre.
Siamo dunque incoraggiati ad attingere alle nostre risorse interiori, a stare in silenzio, in contatto con la nostra saggezza più profonda, per mantenere la centratura di fronte a qualunque evento esterno. 
In particolare, Urano sarà retrogrado fino a gennaio 2018: questo passaggio indica cambiamenti interiori profondi, e il bisogno di essere liberi e autentici. Molti schemi salteranno, e potranno presentarsi occasioni inattese, soprattutto a chi ha pianeti o angoli del cielo intorno ai 28° dei segni Cardinali.
Urano è l’archetipo della mente superiore: qualunque decisione presa sotto un suo transito è suggerita da intuizioni e ispirazioni preziose. Meglio non razionalizzare troppo e seguirle…certo, non deve mancare il coraggio di uscire dalla propria zona di comfort: molto spesso Urano conduce in terre inesplorate, dove la vita è tutto tranne che convenzionale!
Poiché Urano è il governatore dell’Acquario, l’energia di questa Luna Piena è fortemente uraniana, e quindi associata alle nuove tecnologie, alle cause sociali e umanitarie, alle associazioni, alle amicizie, alle idee innovative e soprattutto al bisogno di cambiare le regole e prendere le distanze da credenze limitanti.
In occasione di questo Plenilunio, la Terra si trova tra i Luminari e proietta parzialmente il cono d’ombra sulla Luna, dando luogo a una Eclissi Lunare Parziale a 15°25′ dell’Acquario, in congiunzione con il Nodo Sud (le eclissi avvengono quando Sole, Luna e Terra sono allineati, quindi, per la definizione stessa di Nodi Lunari  – vedi qui – un’eclissi è sempre congiunta a uno dei due Nodi). Questo suggerisce che giungerà finalmente il momento di chiudere col passato: possiamo davvero renderci conto che molte situazioni, o persone, non sono più funzionali alla nostra evoluzione, ed è tempo di andare oltre. Le esperienze che abbiamo fatto ci sono state utili per conoscere meglio noi stessi, per acquisire strumenti, per comprendere qual è lo scopo di questa incarnazione, ma a questo punto della “scalata” sono solo zavorre che ci impediscono di proseguire.
Inoltre, per tutto il mese Giove sarà quadrato a Plutone (l’aspetto sarà esatto intorno al 4 di agosto). Guarda dove cade Giove di transito nella tua carta natale: quella è l’area della vita dove è possibile osservare espansione. Plutone rappresenta invece l’area nella quale potrai acquisire riconoscimenti e nuove responsabilità. La quadratura indica che in questo mese saremo molto ambiziosi e determinati a ottenere qualcosa. L’importante è che qualunque sia l’obiettivo, non sia solo per un nostro tornaconto personale: i transiti di Plutone funzionano meglio se sono agiti in modo altruistico! D’altronde, l’asse interessato dall’Eclissi è quello della generosità e del servizio (Leone/Acquario) e, come già abbiamo visto parlando del Nodo Nord in Leone, tutto si muove in quella direzione!
Spesso, con una Eclissi lunare, qualcosa giunge a compimento, al suo apice. E se necessario, si conclude. 
Non posso fare a meno di ricordare che il 7 agosto 2010, esattamente 7 anni prima di questa Eclissi, si formò una Grande Croce Cardinale eccezionale, un evento  molto significativo che ha dato inizio alla serie di Croci Cardinali degli ultimi anni. Vale la pena ripensare a com’era la nostra vita in quei giorni e a valutare i cambiamenti che abbiamo accolto e quelli che non abbiamo accettato. Quanto siamo cambiati da allora? Cosa è rimasto? Cosa abbiamo trattenuto? Ogni 7 anni, c’è un ricambio totale delle cellule del nostro corpo: sul piano materiale non siamo più quelli di allora. Ma, poiché “come è in alto, così in basso”, è più importante chiedersi se siamo davvero cambiati in termini di energia, di frequenza alla quale vibriamo, di cuore…
Guarda dove si forma l’eclissi nel tuo tema natale, ovvero dove cadono i 15°25′ dell’Acquario: in quale casa si trovano? Quale asse sollecitano?
Vediamo una rapida interpretazione:
asse I/VII
Avrai l’opportunità di guardare la tua relazione con occhi nuovi.
Qualcosa si chiude, o giunge a compimento, oppure cambiano le circostanze.
Esprimiti in un modo diverso dal solito nella tua relazione.
asse II/VIII
Ha a che fare con la situazione finanziaria, ma anche con il valore che dai a te stesso/a.
Credi in te, osa, rischia! Prova a fare qualcosa che non hai mai fatto prima.
asse III/IX
Potrai scoprire una nuova modalità di pensiero. Imparerai a guardare le cose del mondo da un’altra prospettiva. Se vuoi ottenere risultati che non hai mai raggiunto, devi cambiare le strategie. La tua mente si è inceppata sui soliti meccanismi? Fermati, e nutri nuove idee.
asse IV/X
Potranno esserci cambiamenti in famiglia, o potrai dedicarti a una carriera diversa.
asse V/XI
Cambierai amici e frequenterai persone nuove, con interessi per te insoliti.
Fai ciò che ti fa stare bene e stimola la tua creatività.
asse VI/XII
Cambiamenti nell’ambito della salute. Potrà cambiare il rapporto che hai con il tuo corpo. I cambiamenti potranno riguardare anche il lavoro.
Potrai lasciare andare tutto quello che ti ha impedito finora di avvicinarti a una visione spirituale della vita.

In ogni caso, in questi giorni evitiamo di forzare gli eventi, e stiamo a osservare quello che accade, rimanendo centrati. Non è detto che il cambiamento sia visibile, e si manifesti esternamente. Può trattarsi anche “solo” di un cambiamento intimo, nel  nostro sentire, nella qualità dell’energia che si muove in noi, nel nostro modo di stare in relazione.
Nel silenzio interiore, lasciamo emergere la nostra voce più autentica, quella che proviene dalla mente superiore, dall’emisfero destro, quella che sa chi siamo veramente, sotto la maschera della personalità e dell’ego, e che conosce la ragione del nostro passaggio sulla Terra.
Tutte le risposte sono già dentro di noi. Bisogna trovare il coraggio di percepirle e tradurle in azioni, in accordo col tempismo divino. Con la prossima Luna Nuova in Leone, arriverà il momento di agire il cambiamento.
Infine, vi ricordo, come sempre, che nessuna configurazione astrale cambia magicamente la nostra vita, se non siamo noi a decidere. Le stelle sono simboli, archetipi: rappresentano le dinamiche energetiche che abbiamo a disposizione, ci indicano la strada, ci offrono possibilità. Tutto il resta spetta a noi. Ai grandi cambiamenti si giunge solo dopo un lungo, costante e consapevole cammino.
Fate buon uso di questa Eclissi! Della prossima, la tanto attesa Eclissi Solare del 21 agosto, parlerò a breve in un altro articolo.
Un abbraccio di luce,
Roberta Turci