NOVILUNIO IN TORO CON ECLISSI SOLARE: SCELTE AUTENTICHE E NUOVI VALORI

Il 30 aprile la prima eclissi dell’anno.

Sole e Luna congiunti in Toro incontrano Urano, che risveglia le risorse interiori e attiva il cambiamento.

Coltiva l’intuizione.

Credi in te e nei tuoi talenti.

Fai scelte autentiche.

Ristabilisci la scala delle tue priorità.

Rinuncia a quello che ti ha tenuto al sicuro.

Metti un’azione, cambia una dinamica, modifica uno schema.

Inizia. Adesso!

Guarda il video:

ECLISSI SOLARE TOTALE IN SAGITTARIO: IL PORTALE DELLA RINASCITA, di Roberta Turci

Siamo a un punto di svolta.

A livello della 3D, sul piano della materia, l’energia continuerà ad essere davvero pesante durante tutto il mese: dobbiamo viverla pensandola come la fase più dura dell’eliminazione del vecchio sistema per consentire la nascita del nuovo.

Le energie di dicembre sono estremamente forti, e raggiungeranno il picco durante l’ultima settimana. Arriviamo dalla Luna Piena in Toro, un’eclissi potentissima, e ci lasciamo alle spalle una fase lunare calante che ha avuto la funzione di farci ripulire il più possibile la nostra frequenza emozionale, per prepararci al nuovo che verrà.

Sabato 4 dicembre alle 08:33, ora italiana, inizia un nuovo ciclo, che coincide con un’Eclissi Solare Totale molto potente, un portale intenso che ci accompagna verso una vera e propria rinascita.

Se preferisci guardare un video, parlo dell’Eclissi anche qui. 😉

Si tratta dell’ultima Eclissi per i prossimi 9 anni, sull’asse Gemelli-Sagittario. Dal 19 gennaio, infatti, i Nodi (Veri!) si sposteranno sull’asse Toro-Scorpione per 18 mesi.

I luminari sono congiunti a circa 12° del segno del Sagittario: ciascuno di noi impugni il proprio arco e lo armi della sua freccia più bella, per mirare alla visione del futuro più pura e più vicina al suo cuore!

Il Sagittario è l’eterno viaggiatore, lo spirito libero alla ricerca di verità superiori, dotato di intuizione, ispirazione e immaginazione. Questa eclissi rappresenta l’inizio di una nuova fase, ci porta nell’energia del 2022, ed è il momento perfetto per cambiare la trama della nostra storia, individuale e collettiva.

Guarda dove cadono questi gradi del Sagittario nel tuo tema natale. Può esserti utile questo video che ho preparato per te, e che trovi sul mio canale YouTube: TUTORIAL

Non dimenticare di mettere un intento, sintonizzandoti su quello che desideri realizzare nella tua vita!

So che a volte può essere difficile persino esprimere un desiderio, e darsi il permesso di avere un’aspirazione. Un’eclissi di Sole può rappresentare la momentanea scomparsa del nostro potenziale interiore. Potremmo sentire l’assenza di potere personale, di volontà, della capacità di visualizzare gli obiettivi. Il Sole è un donatore di vita ed energia, e il suo oscurarsi nel cielo, anche per breve tempo, come accade in occasione di un’eclissi, è segno della sua assenza. C’è una correlazione tra Eclissi e perdita della vitalità, quindi possiamo sentirci più stanchi, stressati o abbattuti durante un’Eclissi solare.

Per focalizzare meglio il tuo intento, può essere il momento ideale per scrivere una lettera, a te stesso o a qualcuno che ti sta mettendo in difficoltà, che si è fatto strumento per la tua crescita e per il tuo cambiamento, magari facendoti soffrire. Non devi spedire la lettera, devi solo mettere su carta i pensieri, le sensazioni, le emozioni, i desideri. Ogni tanto rileggila, e correggila, se è necessario. Scrivila a mano, mi raccomando. Mentre muoviamo la penna sul foglio, si attivano zone cerebrali e si verificano connessioni neuronali che hanno un impatto sul nostro assetto energetico.

L’Eclissi Solare Totale in Sagittario è un’opportunità straordinaria per reimmaginare la tua storia, da questo momento in poi. Smetti di rimpiangere il passato, e di riviverlo nella mente con nostalgia. Prova invece a raccontare la tua storia immaginando il futuro: ricordati che la coscienza ha il potere di creare la realtà, come ci insegna la fisica quantistica, che oggi ribadisce e spiega la saggezza delle discipline esoteriche antiche.

Emblematico il significato dei gradi sabiani dove si verifica l’eclissi: “il passato di una vedova viene portato alla luce”. La verità che si rivela può causare dolore, ma può anche portare speranza e rinnovamento. Dipende sempre da noi. Dobbiamo lasciare andare il passato, il dolore, il rimpianto, e possiamo farlo attraverso la compassione e il perdono, come indica Nettuno, che in occasione della Lunazione quadra i Luminari (aspetto di tensione evolutiva).

Non è un caso che Nettuno abbia ripreso il moto stazionario diretto proprio 3 giorni prima dell’Eclissi! L’archetipo si sta preparando ad essere il grande protagonista del 2022, quando si congiungerà a Giove, il prossimo 12 aprile, a 23° dei Pesci, portando una ulteriore ondata di energia pulita.

Nettuno ha a che fare con l’acqua, le inondazioni, le perdite di liquidi, l’inquinamento, i farmaci, le sostanze chimiche, la tossicità e le sostanze psicotrope, ma può anche incoraggiare un forte impulso alla crescita spirituale e favorire un salto evolutivo verso l’amore incondizionato.  

Il risveglio di Nettuno, amplificandone la simbologia, può darci un assaggio di quello che accadrà in aprile: potrà essere un momento straordinariamente creativo e un momento perfetto per sintonizzarsi più profondamente con i propri sogni e vivere intensamente la meditazione, ma per alcuni può aumentare la confusione rispetto alla realtà quotidiana.

Il cielo ora suggerisce di rimanere fermi, di prendersi un momento di pausa, magari a contatto con la natura, nel silenzio, per ritrovare la nostra motivazione più autentica, per ricaricarci prendendoci cura di noi stessi, sia riposando sia alimentandoci in modo sano. Se ci concediamo un po’ di riposo, possiamo approfittare di quel silenzio e di quella immobilità per contattare la saggezza della nostra anima.

Questa Eclissi Solare Totale si verifica in un punto molto vicino a quello che è conosciuto come il Grande Attrattore, che si trova a 14° del Sagittario. Philip Sedgewick, grande esperto in materia, lo descrive come una “enorme anomalia galattica”, poiché è un grandissimo mistero. Si sta muovendo all’indietro nello spazio a circa 600 km al secondo, risucchiando molte galassie nella sua scia, come una gigantesca aspirapolvere cosmica. Quindi se hai pianeti o angoli intorno ai 14° del Sagittario, potresti essere in grado di “vedere oltre” 😉

Quando si verifica una potente Eclissi Solare Totale, che rappresenta un grande nuovo inizio, così vicino a questa primordiale energia cosmica, abbiamo l’opportunità di accedere a informazioni che provengono da un piano elevato. Perciò non dovremmo perdere questa occasione! Qui comincia un nuovo e fondamentale capitolo dell’evoluzione umana.

Suggerisco di esprimere un’intenzione per un luminoso nuovo inizio che riguardi noi stessi e l’intero pianeta! L’influenza del Grande Attrattore può aiutarci a riconoscerci come esseri multidimensionali, ben oltre i nostri corpi e le nostre personalità!

A proposito di Grande Attrattore, mi sono ricordata di averne parlato anche qui, in occasione del Plenilunio del giugno 2019! La Luna era congiunta al Centro Galattico (mentre in occasione del prossimo Plenilunio del 19 dicembre, sarà opposta al Centro Galattico, al quale sarà quindi congiunto il Sole!) e Giove, governatore del Sagittario, era proprio congiunto al Grande Attrattore! E guardate un po’ cosa scrivevo…Direi che rimane molto attuale (e che il cielo ci stava avvisando da un bel po’ di quello che sarebbe accaduto…!)

“L’Universo non ci lascia mai in balìa di energie che non possiamo indirizzare. Vuole che troviamo la nostra Verità, che diamo un significato alla nostra vita. Ormai è tempo di accorgersi che non siamo qui per vivere su strade già tracciate, verso obiettivi fini a se stessi, fatti di cose effimere e inconsistenti. Non siamo qui per recitare una parte, per farci muovere come burattini dai fili invisibili di un sistema ormai prossimo al collasso. C’è una verità dentro il nostro cuore che non può più essere nascosta. C’è una forza che chiede di esprimersi, e non può più essere repressa.
Ti chiederai qual è il significato della tua vita. Ti fermerai a pensare: “se morissi oggi,  lascerei un mondo migliore di quello che ho trovato? Cosa darebbe senso al mio passaggio?” E, se lo facessi con onestà, ti accorgeresti che non conta quanto è grande e bella la tua casa, ma quante carezze dai e ricevi, quanti abbracci, quanti sorrisi sai donare o accogliere nella tua casa. Che non conta la tua reputazione, ma quanta considerazione hai di te, quanto ti senti soddisfatto di quello che sei quando il sipario si chiude, e ti specchi prima di andare a dormire. Che non conta quanti complimenti ti fanno, ma quanto sei vero di fronte a ogni scelta che fai. Ti accorgeresti che pronunci tante parole inutili, che non sopporti il silenzio, o che nei silenzi ti perdi dietro a paure e giudizi. Che ti sei appiccicato addosso un personaggio, e non sei capace di mostrare emozioni ed esprimere desideri. Che vuoi controllare tutto, perché hai paura di cadere. Che ti senti povero anche se non ti manca niente perché sei sempre preoccupato di non avere abbastanza. Che speri sempre che cambi qualcosa, che vorresti urlare, scappare, nasconderti, ma non sopporti che pensino male di te. Ti accorgeresti che dai sempre la colpa agli altri, che non ti capiscono, che se ne approfittano, che sono egoisti, e pensi che la vita è ingiusta, che a te non può succedere niente di bello, che le cose vanno così e tanto vale accontentarsi. Ti accorgeresti che hai scelto tu questa strada, e che puoi svoltare. Adesso.
Lo vedrai chiaramente, perché adesso è tempo.
Tempo che le vecchie strutture si sgretolino, che il vecchio sistema di valori e di credenze  si dissolva. Potremo sentirci smarriti, confusi, spaventati, ma dentro di noi, abbiamo tutto quello che ci serve per rimanere centrati mentre procediamo verso il nuovo.
Tempo di accorgersi che il caso non esiste, così come non esistono la fortuna e la sfortuna, che tutto quello che accade è un messaggio dell’Universo per noi, per aiutarci a raggiungere il nostro obiettivo. Che non dobbiamo avere paura, se ascoltiamo i desideri dell’anima.

Mentre l’Eclissi Lunare dello scorso 19 novembre era congiunta al Nodo Nord, ed enfatizzava il rilascio del vecchio, concentrandosi sul futuro collettivo che vogliamo creare, con l’Eclissi Solare accade il contrario, poiché è congiunta al Nodo Sud. Abbiamo nuovamente un insieme di finali e inizi: mentre ci allontaniamo da ciò che non contribuisce più alla nostra crescita, possiamo avere maggiore chiarezza su quello che vogliamo cominciare.

E poiché i Luminari sono in Sagittario, ciò che non ci serve più sono i nostri sistemi di credenze, così come il sistema educativo e legislativo, che cambieranno radicalmente. Qui, il focus è sulla libertà, e sulla creazione di nuovi sistemi che supportino la verità, la coscienza superiore e la saggezza. Sole e Luna sono infatti quinconce a Urano, il principio del cambiamento, della libertà da ciò che è conosciuto, il principio del futuro, e indica una rivoluzione nei valori.

Mi piace immaginare il Grande Attrattore proprio come una gigantesca aspirapolvere cosmica che, approfittando dell’energia fresca e vigorosa dell’eclissi solare totale in Sagittario, spazza via completamente il vecchio per iniziare a costruire nuove fondamenta totalmente diverse. È un’energia veloce e impetuosa di cambiamento e novità. E questo è supportato anche da Marte, a 23°40′ dello Scorpione (sul mio Sole, HELP!) in un quinconce quasi esatto a Eris, a 23°48′ dell’Ariete! Queste sono entrambe energie guerriere estremamente focalizzate, che supportano i diritti individuali. Giove, sestile a Eris, vuole assicurarsi che i diritti umani e le libertà siano inclusi in queste nuove visioni di reti e strutture sociali. Marte in quadratura a Giove accende gli animi e li incoraggia a combattere perché la visione si tramuti in realtà. Bisogna però prestare attenzione all’eccesso di idealismo, un rischio che si corre con il trigono tra Marte e Nettuno.

Non è trascurabile nemmeno che il Sole e la Luna a 12°21′ del Sagittario si oppongono a Lilith, a 14° dei Gemelli. Lilith è colei che non tace e vuole dire la Verità! Ne ho parlato in questo video, che può essere utile riguardare proprio adesso! Lilith ci conduce alla necessità di affermare la nostra verità, proprio manifestandosi attraverso la diffusione di false informazioni o notizie contrastanti che generano confusione. In questo clima di grande ambiguità e caos, siamo spinti a cercare la verità dentro di noi, a non fermarci a quello che le autorità vogliono farci credere! Anche questo fa parte del programma del 2022!

Il cielo ci invita così a sviluppare il nostro intuito, a essere centrati e ad essere guidati da ciò che sentiamo, non da una autorità esterna, ma da un’autorità interiore!

Altro aspetto importantissimo della Lunazione con Eclissi, è la congiunzione Venere-Plutone. Venere si sta facendo notare con la sua lunga sosta in Capricorno. Nel segno di Saturno dal 5 novembre al 6 marzo, si congiunge l’11 dicembre con Plutone per fare il viaggio ctonio. A causa del moto retrogrado, che inizia il 19 dicembre e termina il 27 gennaio 2022, con il Signore degli Inferi si congiunge anche il 25 dicembre, per poi riemergere dall’underworld il 3 marzo, quando si verifica la terza congiunzione, dopo che Venere riprende il moto diretto. Questo viaggio di Venere nel regno di Ade rappresenta una trasformazione emotiva, dei nostri valori personali, oltre che del mondo della finanza e del modo di rapportarci al denaro. Molto probabile che questo processo porti alla luce qualche verità scomoda nel marzo del 2022. Non è affatto trascurabile che Venere e Plutone sono proprio i reggenti dei Nodi Lunari, che, come detto, da gennaio transiteranno sull’asse Toro/Scorpione!

Tra l’altro, Venere si congiungerà col Sole (Venus Star Point) il 9 gennaio. Quel momento sarà tutto più chiaro: meglio aspettare, prima di definire relazioni, contratti e accordi. In ogni caso, prepariamoci: l’aspetto tra Venere e Plutone può provocare emozioni intense, estreme, quasi eccessive! E potrebbero anche ritornare amori del passato (anche di vite passate!), per aiutarci a rivedere alcune dinamiche relazionali, soprattutto se il transito avviene nelle case quinta e settima del nostro tema natale. 

Segnalo anche che il prossimo 13 dicembre ben due pianeti cambieranno segno.

Mercurio entra in Capricorno e ci invita a essere più organizzati e pragmatici, e a fare piani per il 2022 a partire da quello che ci ispira il ciclo iniziato con l’Eclissi in Sagittario del 4 dicembre.

Marte lascia il segno dello Scorpione e porta l’energia visionaria del Sagittario, motivante e ispiratrice, congiungendosi tra l’altro al Nodo Sud. Un ulteriore, fervido invito a sintonizzarsi con la propria verità interiore e a manifestarla.

Direi che è decisamente tempo di immaginare il mondo che desideriamo!

Alimentiamo il bello, coltiviamo i sogni e i talenti per realizzarli.

Un grande abbraccio, 

Roberta

Se vuoi comprendere il cammino che la tua anima ha scelto, se ti serve una guida per scendere nel regno di Ade, la tua psiche profonda, e desideri conoscere gli strumenti del Counseling Immaginale che utilizzo per fare anima (astrologia evolutiva, psicogenealogia e costellazioni familiari, regressioni e progressioni evocative, carte dei Nat), scrivimi: roberta.turci@gmail.com 

 






Superluna in Sagittario con eclissi totale e Mercurio Retrogrado in Gemelli: dai voce a ciò che senti – Top and flop dal 24 al 30 maggio di Ilaria Castelli

IL CIELO DELLA SETTIMANA

Questa settimana è caratterizzata da transiti tutt’altro che banali. L’energia predominante è quella leggera e spiritosa di cui si fanno portavoce i pianeti in Gemelli, tra cui Venere e Mercurio: finalmente, le giornate si allungano, il coprifuoco si allenta e l’atmosfera pesante che stiamo sperimentando da tempo potrebbe alleggerirsi. Apparentemente, Venere e Mercurio, congiunti e complici, potrebbero invitarci a gustare questo inizio d’estate con spensieratezza, lasciando da parte i brutti pensieri e le tristezze. Tuttavia, due sono gli eventi cruciali che in questi giorni potrebbero inficiare quest’atmosfera di ritrovata goliardìa e confondere un po’ le acque.

Il primo è la Luna Piena in Sagittario che avrà luogo mercoledi 26 alle ore 11.15, per l’esattezza a 5°26’. Il Plenilunio sarà accompagnato da un’eclissi totale e si presenta senza aspetti, a parte una larga quadratura con Giove. Quelli in prossimità della Superluna di sangue saranno giorni caratterizzati da un forte senso di vuoto interiore e da una sostanziale incapacità di trasmettere agli altri i nostri pensieri più intimi. Potremmo sentirci tutti un po’ disconnessi, quasi come se parlassimo linguaggi differenti dal resto dell’umanità. Nella confusione del momento, sarà essenziale guardarsi dentro per fare chiarezza su ciò che sentiamo e seguire la nostra intuizione. In relazione agli altri, sarà fondamentale sforzarsi di comunicare i propri bisogni emotivi lasciando ugualmente libero l’altro di trasmettere i propri. Ovviamente, sempre a livello relazionale o societario, c’è l’eventualità che venga alla luce ciò che non funziona più e non ci rende più liberi. Certi nodi potrebbero venire al pettine e forse saremo costretti a cambiare strada e ad interrompere certi rapporti.  D’altra parte, lo sappiamo: le eclissi ci pongono sempre di fronte ad una presa di coscienza e alla possibilità di compiere un salto vibrazionale. In questo caso, il Sagittario è il Segno del lontano e dell’apertura mentale, dunque potrebbe invitarci a osservare le cose da un’angolazione più ampia. Ma sarà sufficiente cambiare prospettiva?

Strettamente connesso al Plenilunio, è il secondo evento saliente della settimana: da sabato 29, Mercurio Gemelli assumerà un moto retrogrado e andrà a intorbidare ulteriormente lo scenario. A questo, si somma il transito di Nettuno in quadratura allo stesso e a Venere. A livello comunicativo e relazionale, sono giorni che richiedono molta cautela dato che l’atmosfera confusa e caotica potrebbe acuirsi e noi tutti potremmo ritrovarci a subìre intoppi, ritardi, blocchi momentanei nelle nostre attività, mezzi di comunicazione o di trasporto in tilt, insomma, un disastro!

A risentirne maggiormente saranno i Segni Mobili (Gemelli, Vergine, Sagittario e Pesci) che invito caldamente ad evitare di prendere decisioni importanti, siglare contratti, accendere mutui o fare investimenti, sposarsi etc. E’ invece il momento (per tutti) di rivedere certe vecchie decisioni prese in passato, di chiarire vecchi dissapori con amici, parenti o fidanzati, di fare l’archivio o il cambio armadi o rivedere le bozze di un manoscritto (se siete scrittori).

Contemporaneamente, continua la quadratura tra Urano e Saturno che contribuisce a creare in noi quella perenne sensazione di “fare e disfare” che ormai avvertiamo da mesi. Facciamocene una ragione. Ora è il momento di seminare, ma per raccogliere i frutti ci vorrà ancora tempo.

Giove, dal canto suo, come vi ho già accennato nel mio articolo sul suo recente ingresso nei Pesci, diffonde la voglia di ritornare ad assaporare il piacere e a riappropriarci del nostro lato gaudente.

 Subito dopo il Plenilunio, la Luna si sposta nel Segno del Capricorno e termina la settimana in Acquario.

A tutti auguro una fantastica settimana in cui riuscire a coniugare pensieri, parole, azioni ed emozioni

Ilaria

Se avete bisogno di una guida che vi aiuti a decifrare il vostro cielo o se volete approfondire la vostra situazione personale, potete chiedermi un consulto scrivendo al mio indirizzo email: castelli.ilaria@gmail.com. Sono disponibile per letture Temi Natali, previsioni annuali, Rivoluzioni Solari, sinastrie di coppia, calcolo di date importanti e per letture di Temi Natali in chiave karmica. Seguitemi sulle pagine Facebook e Instagram e sul mio canale YouTube: resterete così informati anche sugli eventi che organizzo, da sola o in collaborazione con il team de l’Astro nella manica.

SEGNI AL TOP

ACQUARIO

Siete voi i super fortunati della settimana! L’energia frizzante e briosa dei pianeti in Gemelli vi permette di assaporare appieno il graduale recupero della vostra amata libertà. La settimana scivolerà via scorrevole e le vostre giornate saranno fitte di piacevoli impegni e appuntamenti, concentrerete buona parte delle vostre risorse per rispolverare amicizie e conoscenze, di conseguenza anche il vostro umore subirà un’impennata verso l’alto. Sul lavoro, vi dimostrerete particolarmente lucidi e costruttivi, desiderosi di mettervi in gioco e pronti a dare il massimo per raggiungere i vostri obiettivi. In prossimità della Luna Piena in Sagittario, chi è alla ricerca di nuovi incontri affettivi potrebbe riscuotere molto successo e, grazie al ritrovato potere seduttivo, fare strage di cuori, soprattutto grazie ad una maggiore consapevolezza del proprio valore e di ciò che sta ricercando. Chi è in coppia, invece, cavalcherà l’onda del momento e a tratti si lascerà sopraffare da eros e passione.

Parola chiave: incantare

ARIETE

Nonostante la quadratura di Marte, i pianeti in Gemelli vi strizzano l’occhio e vi elargiscono una bella sferzata di energia e dinamismo: finalmente potete ritrovare voi stessi e la vostra indole vulcanica! Vi sentirete nel mood giusto per ritrovare le amicizie e un briciolo di socialità, per iniziare un nuovo capitolo lavorativo, per espandere i contatti e lanciare nuovi progetti, insomma, per vivacizzare la vostra quotidianità dopo tanta staticità. Sul lavoro, riuscirete quindi a distinguervi dai colleghi per entusiasmo e voglia di fare e abbraccerete anche un atteggiamento molto più diplomatico e accogliente nei confronti di collaboratori e superiori, mostrando così il vostro lato migliore. Nell’eventualità in cui vi trasciniate degli strascichi di impazienza e irritabilità, potreste essere tentati di scaricare le tensioni in famiglia o con il partner, tuttavia la Luna Piena in Sagittario vi aiuterà ad andare oltre e a guardare lontano. In questi giorni, potrebbe venirvi voglia di un viaggio o anche solo di un weekend romantico fuori città In amore. Tante occasioni di incontri accattivanti per i single che faranno faville mentre in coppia dovete puntare tutto sul dialogo e chiarire i vecchi dubbi che ogni tanto si ripresentano.

Parola chiave: calibrare

SCORPIONE

Settimana di forte ripresa in tutti gli ambiti. Grazie al trigono di Marte, in questi giorni, riuscirete a riattivarvi e a sfoderare creatività, spirito organizzativo e concentrazione in modo da riguadagnare il terreno perduto nei mesi scorsi. Anche nella vita privata ritroverete un po’ di serenità e riuscirete ad accantonare un po’ del vostro proverbiale pessimismo per aprirvi ad un dialogo più proficuo e intimo. Trascorrerete dunque momenti più spensierati in compagnia del partner e delle persone che amate, sforzandovi di accantonare le vecchie incomprensioni e i malumori e lasciandovi andare maggiormente alla fiducia e alla comprensione. In genere tendete a mostrarvi sempre forti e invincibili, ed evitate di mostrare le vostre insicurezze per paura di essere feriti ma quando si ha il partner giusto al proprio fianco ci si può permettere anche il lusso di abbandonare le schermaglie. Trattare male le persone che vi vogliono bene è sempre stata una vostra prerogativa ma ora finalmente state realizzando l’importanza di un approccio positivo e aperto nei confronti degli altri: allenatevi ad avvicinarvi alle persone care con i guanti di velluto e a dare loro lo stesso amore che vorreste ricevere.

Parola chiave: rispetto

BILANCIA

Settimana vivace ed effervescente in cui cogliere al volo le tante occasioni che si presenteranno. Sul lavoro, potrebbero affacciarsi nuove opportunità da vagliare con calma ma che col tempo potrebbero rivelarsi molto proficue: scegliete con raziocinio. Nei dintorni del Plenilunio potreste ricevere una bella sorpresa o decidere di prendervi una breve vacanza rigenerante che vi farà sentire finalmente leggeri e spensierati. In amore, vi lascerete corteggiare spudoratamente, avete voglia di essere frivoli, evanescenti, di svolazzare da un fiore all’altro senza impegno. In realtà, il cielo è estremamente favorevole anche all’avvio di relazioni più importanti che magari partiranno dal disimpegno e cresceranno spontaneamente. Se siete in coppia vivrete momenti indimenticabili ad alto tasso di romanticismo, come non accadeva da tempo. Riposate di più, però: la stanchezza ogni tanto si fa sentire.

Parola chiave: vaporosità

SEGNI IN CRESCITA

LEONE

Finalmente il vostro cielo si rischiara. I pianeti in sestile dal Segno dei Gemelli vi aiutano a ritrovare un po’ di equilibrio dopo le vicissitudini dei mesi passati e le tante traversie a cui siete stati sottoposti. La Luna Piena in Sagittario di mercoledi 26 accende l’entusiasmo e vi spingerà ad una full immersion nella vita mondana: ritroverete così le vecchie amicizie e vi sentirete nuovamente ricercati e al centro dell’attenzione generale. Anche a livello relazionale, le nubi pian pianino si dissolvono e lasciano spazio ad ampie schiarite: se avete una relazione di vecchia data, ora potete ricucire brillantemente il rapporto facendo leva sulla comprensione reciproca e la complicità che vi ha sempre legato. Solo la seconda decade deve ancora affrontare problematiche che sembrano insormontabili. Se invece siete alla ricerca dell’anima gemella, lasciatevi semplicemente andare, senza pregiudizi, alle nuove conoscenze, restando aperti anche a persone molto diverse dal solito o a contesti del tutto inusuali.

Parola chiave: accomodare

CANCRO

Marte nel Segno continua a infondervi la giusta dose di coraggio e determinazione per perseguire i vostri sogni e ideali e, per una volta, troverete in voi stessi motivazione e mordente, senza aspettare che arrivi l’imbeccata da fuori. Parallelamente, Giove in trigono dal Segno dei Pesci procaccia qualche buona opportunità soprattutto ai nati nella prima decade che avranno dunque una marcia in più nel portare avanti i loro progetti e troveranno la strada spianata e priva di ostacoli. In amore avete tanta voglia di ricominciare, di mettervi in gioco in una nuova relazione e di vivere certe emozioni che sembravano dimenticate. Se siete già in coppia, in questi giorni, riscoprirete la semplicità di riprendere certe vecchie abitudini, di condividere le piccole gioie e – perché no – anche di lasciarvi andare sotto le lenzuola, finalmente a cuor leggero. Molto bella la Luna in Scorpione di lunedi 24 e martedi 25, ideale per trascorrere ore di passione e tenerezza.

Parola chiave: incentivo

TORO

Lentamente, lo scenario del vostro 2021 sta mutando in modo significativo e ogni tassello sta trovando il suo giusto incastro. Dopo le ristrettezze dei mesi scorsi, la vostra condizione economica è in via di ripresa, Giove è entrato in Pesci e sollecita fortemente un recupero in tal senso, sicchè potrete sentirvi di nuovo al sicuro, con il vostro gruzzoletto di risorse da parte. A livello affettivo, è arrivato il momento di consolidare un sentimento importante e soprattutto di imparare a RICEVERE amore e attenzioni. L’idea di dare senza aspettarsi niente in cambio è bella solo nelle fiabe, nella realtà se volete una relazione equilibrata dovete allenarvi anche a chiedere 😉. La seconda decade, alle prese con la quadratura di Saturno e la congiunzione di Urano, è quella più scombussolata e in crisi, in attesa di un miracolo che possa aggiustare le tante crepe che ci sono nel rapporto. Mantenete alta la fiducia ma, nel contempo, siate anche realisti. Comunque vada sarà un successo.

Parola chiave: rivendicare

SEGNI IN DECLINO

GEMELLI

L’obiettivo della settimana è trovare il vostro centro di gravità permanente: infatti, oscillerete tra due poli completamente opposti. Da un lato, lo stellium nel vostro Segno solare vi renderà sereni e inaugurerà una fase davvero positiva, propizia sia per la vostra attività che per gli affari di cuore; dall’altro lato, la Luna Piena in Sagittario vi riempirà di dubbi e porrà un freno all’energia dirompente e spumeggiante che avete in circolo. In aggiunta, Mercurio in moto retrogrado vi richiederà di rivedere certi impegni presi in precedenza e mescolerà le carte in tavola, rendendovi a tratti impazienti e irritabili. Il periodo è sostanzialmente molto vantaggioso soprattutto se avete un’attività di tipo commerciale o a contatto con il pubblico, considerando che Mercurio resterà a lungo nel Segno. Attendete qualche settimana prima di siglare contratti o definire accordi. Intanto godetevi le amicizie, la mondanità ritrovata e i numerosi flirt che potrete concedervi. Momenti indimenticabili anche in coppia, gite e vacanze all’orizzonte.

Parola chiave: purgatorio   

PESCI

Giove è entrato da poco nel Segno e già la vostra verve creativa si sta esprimendo nel suo massimo splendore, soprattutto se appartenete alla prima decade. Il tripudio nel Segno dei Gemelli, tuttavia pone un freno alla vostra libertà di espressione e soprattutto vi impone di accantonare il vostro disordine mentale per fare un briciolo di chiarezza su obiettivi e intenti. A livello relazionale, infatti, potreste riscontrare qualche incomprensione sia con i colleghi che nella vita privata. Ad ogni modo, in combutta con Marte Cancro che esaspera ulteriormente il vostro lato emotivo ed intuitivo, Giove promette di procacciarvi più di qualche buona occasione sentimentale ed erotica, soprattutto se siete alla ricerca da un po’ di tempo. I nuovi incontri avranno una matrice molto potente e, attraverso l’eros, potrebbero farvi vivere emozioni talmente intense che potrebbero addirittura guarire certe vecchie ferite che credevate irrisolvibili.

Parola chiave: catarsi

CAPRICORNO

Sono giornate un po’ faticose, soprattutto a livello relazionale, quelle di questa settimana. Marte opposto vi prosciuga energie e motivazione e vi costringe a lunghi periodi di riposo per riuscire a produrre il minimo sindacale. Sul lavoro, dunque, non siete produttivi come al vostro solito, avete bisogno di un recupero psico-fisico prima di tornare a rendere al massimo. Le vostre attenzioni in questi giorni si focalizzeranno su certe dinamiche relazionali che necessitano di essere trasformate. In amore, è arrivato il momento di mettersi a nudo, non c’è più spazio per i grigi e tantomeno per le sfumature: se state trascinando da tempo delle ambiguità o dei malintesi, ora è arrivato il momento di chiarirli e togliervi un peso dallo stomaco. Venerdi 28 e sabato 29 potrebbero essere le giornate ideali per togliervi qualche sassolino dalla scarpa, lasciare andare i pesi morti e mettervi all’ascolto del partner o del familiare con cui vi siete intesi poco ultimamente.

Parola chiave: messa a fuoco

SEGNI FLOP

SAGITTARIO

Questa settimana, vivrete giornate emotivamente molto intense e, soprattutto in prossimità del Plenilunio nel vostro Segno solare, potreste sentirvi vittime di pesanti incomprensioni a livello relazionale. Queste tensioni, tuttavia, serviranno a smuovere certe situazioni rimaste bloccate o arenate e potreste arrivare alla resa dei conti sia in un contesto lavorativo che nel privato. L’energia dello stellium in Gemelli e, in particolare, quella di Mercurio Retrogrado, per quanto invalidanti, potrebbero aiutarvi a dare una svolta a livello affettivo spingendovi ad aprirvi ad un confronto più diretto e sincero con chi amate. Le maschere che finora avevate indossato per paura o quieto vivere potrebbero cadere proprio in questi giorni. Per uscire da questa impasse comunicativa, sarà cruciale aprire il cuore all’altro senza timore e comunicare apertamente i propri bisogni emotivi più intimi, correndo il rischio di scoprire il vostro lato più vulnerabile. Vita sociale UP!!!

Parola chiave: le parole che non ti ho detto

VERGINE

La settimana si presenta un pochino complicata: il Plenilunio in Sagittario di mercoledi 26 avrà un impatto piuttosto forte e tenderà a destabilizzarvi. Ad aggiungere stress ci penseranno anche i pianeti in Gemelli (e Mercurio retrogrado in primis) che movimentando le vostre giornate con ritardi, intoppi e imprevisti di ogni genere, contribuiranno ad acuire il vostro nervosismo. Mercurio retrogrado vi costringerà anche a rivedere certe dinamiche di coppia e riporterà alla ribalta certi nodi che credevate ormai superati. Come in un deja vu, il partner riuscirà a discutere e a toccare certi tasti dolenti al punto da spingervi, in casi estremi, a mandare tutto all’aria. Siate pazienti, sforzatevi di mantenere il sangue freddo e rimanere focalizzati sui vostri obiettivi. Se siete alla ricerca di nuove relazioni, siate meno critici e più accoglienti nei confronti delle nuove conoscenze.  

Parola chiave: accogliere

Eclissi Lunare in Capricorno: il bambino interiore si sveglia (ed è arrabbiato), di Roberta Turci

Il plenilunio del 5 luglio è la terza Eclissi in un mese, dopo l’Eclissi Lunare del 5 giugno. e l’Eclissi Solare del 21 giugno scorso. L’energia arriva da lontano e impregnerà ogni cosa ancora per molti mesi.

L’Eclissi Lunare Penombrale in Capricorno durerà dalle 5:07 alle 7:52, con culmine alle 6:30 della mattina di domenica 5 luglio, con il Sole a 13° circa del Cancro, e la Luna, ovviamente, a 13° del Capricorno.

luna

Ogni Plenilunio chiude qualcosa, o lo porta a culminazione, rivelando quello che fino a quel momento è stato ignorato o represso. La Luna del 5 luglio fa di più: chiude almeno un ciclo di due anni, essendo l’ultima eclissi sull’asse Cancro – Capricorno, con la Luna congiunta al Nodo Sud, che rappresenta il passato collettivo. Tutto indica che il vecchio mondo, rappresentato dall’archetipo del Capricorno, sta finendo. 

Come ho più volte scritto, per esempio in occasione dell’ingresso di Giove in Capricorno e della Grande Congiunzione di Saturno e Plutone nel segno, l’enfasi in Capricorno rappresenta l’autorità, la rigidità di un sistema, l’esasperazione del controllo e del potere. Il 2 luglio, anche Saturno, che era entrato temporaneamente in Aquario, è tornato a casa: le regole, le restrizioni, le imposizioni, saranno ancora più stringenti, e il sistema tenterà di imporsi con maggiore forza, come una belva ferita e agonizzante che usa le ultime energie per sfuggire alla morte. Eppure alla fine dovrà arrendersi, perché più la belva resiste e mostra i denti, più il popolo infierisce, trasformando la rabbia in ribellione.

Era tutto previsto. Bisognava arrivare a questo punto:  un evento scatenante (il virus) ha portato inequivocabilmente alla luce il vero intento dei leader, l’inadeguatezza di un sistema, la mancanza di integrità.

Agli occhi dei popoli, i governi e le istituzioni hanno fallito il loro compito. Non si sono preoccupati di dare una struttura alla società, sostenendola, guidandola e proteggendola. Hanno agito da sempre per accrescere il potere di pochi, per arricchirsi, usando la paura come arma di distrazione e calpestando il valore dell’individuo. Inevitabilmente, è giunto il momento della ribellione.

Ed ecco il guerriero che si alza, e decide di combattere per affermare se stesso e il proprio potere personale. Ecco Marte nel suo infuocato domicilio, che decide insolitamente di fermarsi a lungo, muovendosi perfino di moto retrogrado (dal 9 settembre al 13 novembre, proprio nel periodo in cui ci saranno le elezioni in USA!), congiungendosi a Eris, dea del caos e della discordia, la sua versione femminile! Maschile (fierezza, razionalità e logica) e femminile (intuizione, empatia, compassione), insieme, porteranno il vecchio sistema al collasso, come ben rappresentano le quadrature a Giove, Saturno e Plutone.

Guarda dove cade il segno dell’Ariete nella tua carta natale: in quell’area della vita c’è dinamismo, e puoi dare il via a un progetto, a un cambiamento, puoi prendere l’iniziativa, puoi osare. 

Marte quadrerà anche Cerere (strettamente coinvolta nella Grande Congiunzione del gennaio scorso): questo indica anche problematiche legate al clima, come già ha lasciato intendere l’ingresso di Urano in Toro, un cambiamento significativo nell’ambito dell’agricoltura, del commercio e degli scambi tra paesi. Ma come sempre, il senso di quello che accade non è tanto nella causa degli eventi, ma nell’effetto: l’obiettivo è riportarci alla Madre Terra, ristabilire un contatto con lei, imparare a coltivarla, a farci bastare piccole cose, pulite, preziose, frutto del nostro lavoro e del nostro amore per la Natura. Ma Cerere è anche il nutrimento affettivo che cerchiamo dalla madre, e ci rimanda alla necessità di diventare genitori di noi stessi.

Da agosto a dicembre, Marte quadrerà Giove, Saturno e Plutone. Possiamo presumere che si ripresenterà una situazione critica,  simile a quella che abbiamo vissuto durante il lockdown, ma questo non significa necessariamente che tornerà il virus. La manifestazione di un transito astrologico dipende dal livello di coscienza collettivo. E il livello di coscienza collettivo è determinato dalla consapevolezza dei singoli individui. Per questa ragione, è importante che ciascuno lavori su di sé, accordandosi sempre più con i principi della Nuova Era: condivisione, empatia, collaborazione.

Con la terza congiunzione Giove-Plutone del 12 novembre, potremmo assistere allo svelamento di segreti e poteri occulti, conseguenti all’eccesso di controllo esercitato dalle istituzioni. Nello stesso tempo, la paura risvegliata dagli eventi dei mesi scorsi, potrebbe condizionare le nostre vite, complicando le cose anche in assenza di un reale pericolo. Il risultato sarà comunque un profondo cambiamento in ambito politico ed economico, con evidenti ricadute sul mercato finanziario e quindi sulla vita quotidiana di tutti. D’altronde, è evidente che un cambiamento è necessario, e, prima di ricostruire, bisogna demolire.

Il Nodo Sud in Sagittario dice che dobbiamo lasciare andare un sistema di ideali, convinzioni tossiche, falsi valori. Cambierà anche la scuola, l’università, e tutto il sistema educativo, con maggiore attenzione alla sostanza, e meno alle qualifiche professionali altisonanti non sempre corrispondenti alle reali capacità. I falsi maestri scenderanno dai pulpiti.

Bisogna riesaminare il passato, e tenere solo quello che serve davvero all’evoluzione del genere umano, per fare spazio al nuovo.

Il 2020 è un anno di transizione, il tempo della crisalide: è la fase più intensa di un processo che durerà fino al 2024, quando Plutone farà ingresso nel segno dell’Aquario. 

Al clima di instabilità globale, si può rispondere in due modi: con la rabbia cieca e inconsapevole di chi reagisce istintivamente alla mancanza di sicurezza, o con un viaggio interiore alla ricerca del proprio centro, per sentirsi al sicuro dall’interno.

Non sarà la violenza nelle piazze a cambiare il mondo, ma l’innalzamento della frequenza negli individui che sceglieranno il viaggio interiore, con intento puro del cuore, lontani dal bisogno di schierarsi, di creare separazione per emergere, di affermare false verità senza capacità di discriminazione.

Non credo che questa Eclissi porterà eventi esteriori eclatanti, ma sarà piuttosto un terremoto interiore, emozionale. Marte e Chirone, entrambi in Ariete, fanno aspetti di quadratura, quindi di tensione, con i Luminari e Mercurio: i conflitti saranno personali, profondi. Da un lato, il bisogno di sentirsi nutriti e protetti, dall’altro l’incapacità di contattare la fonte del nutrimento affettivo tanto desiderato. Quando la Luna, serbatoio delle immagini del passato, dell’infanzia, e della memoria famigliare, si nasconde, riemergono ricordi ed emozioni che avevamo rimosso. Tutto questo è destabilizzante.

Ci saranno persone o situazioni che accenderanno la miccia, ma saranno solo strumenti per metterci in contatto con la rabbia repressa. Bisogna avere il coraggio e l’intenzione di andare alla fonte dell’emozione che ci turba.

Guarda dove hai la Luna natale, qual è il suo pianeta governatore, e quale casa regge. Osserva le aree del tuo tema natale interessate dall’Eclissi.  

(Puoi aiutarti con questo tutorial, e leggere l’interpretazione della Luna nei segni, qui e qui. Sul mio canale  youtube  trovi il video della conferenza CIDA su queste ultime Eclissi, e altri video. Se vuoi rimanere aggiornat*, iscriviti!)

Se l’autorità, rappresentata a livello collettivo dai governi e dalle istituzioni socio-politiche, economiche e religiose, ha fallito il suo compito di prendersi cura delle persone, a livello individuale ciascuno deve fare i conti con l’Archetipo Paterno, rappresentato da Saturno, signore di questa lunazione, e con la propria autorità interiore.

Tutto l’asse Cancro/Capricorno è fortemente sollecitato, e quest’ultima Eclissi porta alla luce ogni cosa. Ovviamente, saranno maggiormente interessati da questa lunazione i nativi di Cancro e Capricorno della seconda decade, così come Ariete e Bilancia. Ma tutti  ne sentiremo a qualche livello gli effetti, in base al tema natale e al livello di consapevolezza.

Come scrivevo nell’articolo dedicato all’Eclissi Solare in Capricorno del 26 dicembre 2019 (ti consiglio di rileggere tutto l’articolo):

Il segno del Cancro è legato alla storia dell’anima e della famiglia, rappresenta l’ingresso nella vita terrena.

Il segno del Capricorno è legato alla realizzazione individuale, e rappresenta l’uscita dalla vita terrena, l’iniziazione, la presa di coscienza di una dimensione spirituale.

Come tutti i segni, Cancro e Capricorno possono esprimersi a due diversi livelli, quello della personalità e quello dell’anima.

A livello della personalità, il Cancro ha bisogno di appartenere, e cerca un luogo sicuro in cui sentirsi a casa, e una famiglia da cui sentirsi protetto. Nutre gli altri per controllarli e indurli alla dipendenza affettiva e materiale, per non perderli.

A livello dell’Anima, il Cancro sa di appartenere alla famiglia umana e la sua casa è la Madre Terra. Nutre gli altri con vera empatia, solo dopo aver nutrito sé stesso. Sa ricevere e dà senza aspettative.

Il Capricorno, a livello della personalità, è ambizioso, concreto, attaccato alla forma. Condizionato da schemi familiari inconsci, non vede il disegno che c’è dietro ogni cosa, e cerca un’identità sociale che gli dia prestigio. Si carica di responsabilità e si sacrifica, per essere considerato “una brava persona”.

A livello dell’anima, comprende il senso più ampio della vita, non ha bisogno di accumulare beni materiali, sa che la forma è la manifestazione dell’energia, e impara a dare struttura alle cose in base al proprio sentire. Sa dire di no, e accetta che qualcuno si prenda cura di lui. Non teme di mostrare i propri sentimenti e le proprie emozioni.

L’opposizione sull’asse Cancro-Capricorno, e il ciclo di Eclissi che lo attiva, ci conducono quindi in un nuovo mondo, in cui si ritorna all’essenziale, alla verità, all’obiettivo del cuore. Un mondo in cui non si fanno scelte per paura o per bisogno, e non si rimane dove non si può dare voce ai propri desideri più autentici. 

L’energia potente dei pianeti retrogradi (il giorno dell’Eclissi, Mercurio, Giove, Saturno, Nettuno e Plutone sono retrogradi) ci conduce dentro di noi, a contatto con le emozioni e   le convinzioni limitanti che abbiamo ereditato dalla famiglia di origine e che devono necessariamente essere cancellate per riscrivere nuove forme di pensiero, orientate alla pace interiore, alla compassione e all’amore per la vita, in tutte le sue forme. Non è un lavoro facile, ma non è nemmeno impossibile. E non vale distrarsi, raccontarsi favole, fare rumore, scappare.

Il bambino interiore si risveglia, cerca il padre e la madre, e si accorge che non ci sono, che le immagini perfette dei genitori, che aveva costruito per convincersi di essere al sicuro, non sono reali, che deve prendersi cura di sé da solo.

Quanto è arrabbiato? Quanto si sente solo, abbandonato, rifiutato, non visto, tradito, trattato ingiustamente? Quanto è disposto ad ammettere che ha agito finora per sentirsi accettato e apprezzato da mamma e papà? Quanto è disposto a crescere, a badare a se stesso, a non dare la colpa ai “grandi” per i suoi errori?

Quanto sei arrabbiato con i politici, i ricchi, i potenti, e le istituzioni, e quanto lo sei con mamma e papà per non essere stati come li avevi immaginati?

Tutta la rabbia che hai verso il “sistema” non è altro che la proiezione della tua rabbia verso tuo padre, che non è stato come l’avresti voluto, o che ti ha lasciato troppo presto, e verso tua madre, che non è stata capace di difenderti, di proteggerti, di riempire i tuoi vuoti, di nutrirti.

E quanto sei arrabbiato con te stesso? Sei disposto ad accorgertene? Hai il coraggio di cambiare lo schema istintivo con il quale finora hai reagito?

Ricordati che la tua anima ha scelto i genitori, e la famiglia in cui si è incarnata, perché si verificassero le condizioni ideali per crescere ed evolvere. Avevi e hai bisogno di tutte le esperienze che hai scelto di fare in questa vita!

Ovunque tu veda un problema, lì c’è la soluzione. Devi solo cambiare la prospettiva. La rabbia e il dolore sono i tuoi maestri. Con questa Eclissi, si allentano molte tensioni e puoi alleggerire il tuo cuore. Dipende solo da te!

Non esistono transiti negativi: ogni aspetto/evento astrologico può portare qualcosa di positivo se si sceglie di vivere dal cuore, con integrità e onestà verso se stessi!

Hai compreso veramente cosa significa essere compassionevoli? O fai del bene solo per essere considerato una brava persona, e con l’aspettativa della ricompensa? Non si può aprire il cuore senza aver risolto il conflitto interiore con madre e padre. Finché non sciogli la rabbia primordiale in te, finché non ti prendi cura del bambino che sei stato, e che ancora sei, non potrai mai nutrire emotivamente nessun altro essere umano…

Prenditi il tuo tempo, fermati in silenzio, guardati onestamente, stai con la tua rabbia, amala e ringraziala, perdonati. E preparati a ripartire.

Non sei solo, perché siamo tutti lì, sospesi sopra la tempesta.

Con Amore,

Roberta

P.S. Se vuoi comprendere il cammino che la tua anima ha scelto, se ti serve una guida per scendere nel regno di Ade e desideri conoscere gli strumenti del counseling che utilizzo per fare anima (astrologia evolutiva, psicogenealogia e costellazioni familiari, regressioni e progressioni evocative, carte dei Nat), scrivimi: roberta.turci@gmail.com 

5 giugno 2020: Luna Piena ed Eclissi Penombrale in Sagittario, di Roberta Turci

Dopo 18 anni, oggi, venerdì 5 giugno si verifica un Plenilunio in Sagittario con Eclissi (Penombrale) e Nodo Sud in Sagittario.

eclissi2

L’evento durerà dalle 19:46 alle 23:04, ma sarà visibile dopo il sorgere della Luna, intorno alle 20:45. La fase di massimo oscuramento della Luna si avrà alle ore 21:25, quando la Luna sarà immersa per il 59% nel cono d’ombra prodotto dalla Terra.

Un’Eclissi congiunta con il Nodo Sud rappresenta la fine di un ciclo, il momento in cui qualcosa va lasciato andare, ripulito, purificato. 

In tanti si chiedono: “Cosa mi succederà?”, ma non è questa la domanda da farsi di fronte a un qualunque evento astrologico.

Un’anima in cammino, una persona che sceglie di fare della propria vita un processo evolutivo, dovrebbe chiedersi: “Cosa posso imparare da questa Eclissi?“, e la risposta può arrivare solo da dentro, da sé.

Il Sole a 15° dei Gemelli è opposto alla Luna, a 15° del Sagittario.

Il Sole è congiunto a Venere: la congiunzione precisa Sole-Venere, denominata Venus Star Point, si è verificata solo 2 giorni prima dell’Eclissi, il 3 giugno. Ne ho parlato in questo articolo. La congiunzione Sole-Venere illumina il nostro vero desiderio, il nostro proposito di vita: lo Star Point  rappresenta l’inizio di un nuovo ciclo, in cui qualcosa si svela, e ci offre la possibilità di vedere quello che la nostra anima desidera veramente, soprattutto per quanto riguarda l’ambito delle relazioni.

Inoltre, i Luminari quadrano Marte, a 15° dei Pesci, e Nettuno, a 20° dei Pesci. Il ciclo Marte-Nettuno, che dura poco più di 2 anni, sta per concludersi (la congiunzione esatta sarà il prossimo 13 giugno) e ne inizierà uno nuovo.

Mercurio, nel ricettivo segno del Cancro, fa un aspetto di trigono con Marte (l’azione deve essere indirizzata da un pensiero consapevole) e di sestile con Urano (mente inferiore e Sé superiore devono essere allineati).

C’è un conflitto che deve emergere, una tensione che chiede di manifestarsi: è il momento di guardare in faccia la realtà, di accorgersi di qualcosa che va cambiato. Il cambiamento che ci è richiesto è potente, ed è fortemente spinto dalle emozioni profonde che emergono e si rivelano.

Come se ci risvegliassimo da un sogno, dovremo renderci conto di quello che sta accadendo, e soprattutto che quella che siamo abituati a considerare la “realtà oggettiva“, non è altro che la proiezione del nostro mondo interiore, fatto di convinzioni e credenze limitanti.

Ci sono situazioni che vanno chiuse, relazioni (affettive, amicali, lavorative) che vanno tagliate, dinamiche che vanno trasformate.

Ci siamo costruiti un mondo illusorio, abbiamo creduto in qualcosa che non è mai stato veramente come l’abbiamo sognato. Ora dobbiamo rivedere la nostra realtà personale con occhi nuovi, cambiando la prospettiva dalla quale osserviamo la vita.

Cambiamento è la parola chiave, ma va precisato e sottolineato che si tratta prima di tutto di un cambio di visione, del modo di pensare. Come ho ribadito più volte, parlando della Grande Congiunzione e di Giove in Capricorno, sta cambiando il sistema di Valori di Riferimento dell’intera Umanità. E questo cambiamento collettivo non può che partire dal cambiamento profondo di ciascun individuo.

Il Sagittario è il segno della Verità, e questa Eclissi ci mostra la Verità che non vogliamo vedere, una grande Verità o una serie di piccole verità su qualcosa che dobbiamo cambiare.

Se non utilizziamo i prossimi sei mesi, che conducono all’Eclissi Solare Totale del 14 dicembre, per chiudere un ciclo e ripulire antiche memorie, trasformando le credenze limitanti che ci hanno condizionato finora, non potremo manifestare l’inizio di qualcosa di nuovo nel 2021.

Osservando la zona in cui si trova il segno del Sagittario nella nostra carta natale, possiamo comprendere meglio cosa va ripulito, e cambiato, mentre nella zona in cui cade il segno dei Gemelli è rappresentata l’area della vita in cui siamo chiamati a manifestare il nuovo.

Come ho scritto nell’articolo 22 maggio 2020: Novilunio in Gemelli e dintorni…, di Roberta Turci,

Adesso è tempo di riscoprire chi siamo, di riscrivere il nostro progetto. E nonostante la confusione, il gran numero di notizie da cui siamo bombardati, la difficoltà nel distinguere ciò che è vero da ciò che non lo è, il conflitto tra la mente razionale e l’intuizione, possiamo scegliere di ascoltare la voce dell’anima e comprendere che siamo noi gli unici responsabili di come viviamo la vita.

Per i prossimi 18 mesi, i Nodi Lunari sull’asse Gemelli/Sagittario ci aiuteranno a rivedere i nostri riferimenti. L’enfasi nei segni mobili ci dona flessibilità e versatilità.

Adattamento è l’altra parola chiave di questo tempo.

Molti di noi hanno coltivato un sogno, o forse, per meglio dire, hanno creduto di desiderare qualcosa, si sono creati un modello ideale al quale hanno deciso di aderire senza chiedersi se era davvero quello che volevano. Adesso la verità si presenterà ai nostri occhi, e come sempre, avremo la possibilità di scegliere.

Ciascuno di noi ha la responsabilità di decidere da che parte andare, se rimanere nella farsa, nascosto dietro la maschera che ha indossato finora, o cambiare il suo sogno per riscriverlo in base alla spinta emozionale e al desiderio profondo del cuore.

Molte persone devono prendere decisioni importanti, e si chiedono quale sia la cosa giusta da fare. Ma la risposta appartiene solo all’anima. Bisogna quindi imparare a sentire la sua voce, ad ascoltarla, leggendo le sincronicità, i segnali che l’universo ci manda. La vita ci chiama a sé continuamente: siamo noi che spesso non ce ne accorgiamo perché siamo troppo occupati a rincorrere un’immagine ideale che altri hanno confezionato per noi. Questo tempo così straordinario ci sta obbligando a ripulire le memorie inconsce che arrivano da altre vite o dalla storia famigliare, per realizzare la nostra leggenda personale, per usare le meravigliose parole di Coelho ne L’Alchimista.

Ma TU, sai qual è la tua leggenda personale?

TU, come stai vivendo?

TU lo sai, quello che vuoi veramente?

Cosa stai facendo perché la tua leggenda personale si realizzi?

Non accade per magia, grazie all’eclissi o al transito di Urano o di qualsiasi altro pianeta. Accade se TU agisci in accordo con le energie che l’Universo muove e con quello che desidera il tuo cuore.

Bisogna andare giù in fondo a se stessi per trovare quel desiderio e onorarlo, ridargli luce e respiro.

Come si fa? Portando ogni giorno, nelle piccole e grandi cose della vita, i principi della spiritualità di cui tanto si parla, spesso senza vera consapevolezza.

Ogni giorno bisogna rimanere centrati sull’obiettivo, sapendo che si cade continuamente, e che la paura cercherà sempre di fermarci. E ogni giorno bisogna trovare il coraggio di ritornare a sé, dalla propria Anima, che sa chi siamo veramente. Ne ho parlato anche in questo video che trovi sul mio canale youtube. (Se ti piacciono i miei video, iscriviti al mio canale e clicca sulla campanella per essere sempre aggiornat*.)

E quando deciderai di voler fare davvero questo viaggio interiore, sono sicura che la vita ti mostrerà la strada. Aspetta solo un tuo segnale.

Lo stiamo facendo in tanti, e saremo sempre di più. Impareremo a darci coraggio gli uni gli altri. Perché da soli è molto più difficile. Anime affini si incontrano e si sostengono. E un giorno dopo l’altro, se sapremo avanzare con gratitudine e fiducia, cambieremo questo mondo ormai stanco e troppo ferito.

Prossima fermata: le ultime Eclissi sull’asse Cancro/Capricorno, 21 giugno e 5 luglio. Ci vediamo là. 😉

Con Amore,

Roberta

P.S. Se vuoi comprendere il cammino che la tua anima ha scelto, se ti serve una guida per scendere nel regno di Ade e desideri conoscere gli strumenti del counseling che utilizzo per fare anima (astrologia evolutiva, psicogenealogia e costellazioni familiari, regressioni e progressioni evocative, carte dei Nat), scrivimi: roberta.turci@gmail.com Sono a disposizione per colloqui telefonici o via Skype.

 

26 dicembre 2019 – Eclissi Solare in Capricorno: ricomincia da qui, di Roberta Turci

Sono ormai dieci anni che aspettiamo questo momento. E chissà se sarà come ce lo siamo immaginato. Molti di noi hanno cominciato a “svegliarsi” proprio nel 2009, anno in cui Plutone ha fatto stabilmente ingresso nel segno del Capricorno, ed è cominciata tutta una serie di aspetti che hanno interessato in particolare i segni cardinali, energeticamente associati all’inizio delle stagioni. E infatti, è cominciato un tempo tutto nuovo, in cui abbiamo dovuto mettere in discussione molte cose, e in cui il sistema di valori e di credenze con cui siamo stati cresciuti ha ripetutamente tremato fino quasi a crollare.

Il crollo è imminente, e il 2020 sarà un anno energeticamente potente, un punto di non ritorno epocale, che parte con uno stellium in Capricorno, segno dell’ambizione, della concretezza, del potere e del controllo, ma anche e soprattutto dell’iniziazione. Con la congiunzione esatta tra Saturno e Plutone il prossimo 12 gennaio, sarà sancita la fine del vecchio sistema e l’inizio del nuovo. Saturno, signore del Tempo, e Plutone, padrone di casa del regno delle ombre, uniti a 22° del Capricorno, indicano simbolicamente la fine di un paradigma fondato sul controllo e sul potere.

Non siamo tutti pronti ad accogliere la nuova Era, ma anche i più refrattari saranno costretti ad aprire gli occhi e rivedere vecchie decisioni, e a cambiare strada. Chi non lo farà, e si opporrà al cambiamento, vedrà manifestarsi la nuova energia sotto forma di eventi spiacevoli e destabilizzanti. Le Eclissi sono proprio i momenti in cui è più difficile sottrarsi all’influenza delle energie in azione, e anche chi non è connesso con il proprio sentire e rimane ancorato a una visione materialistica e superficiale della vita, viene spinto a scendere in profondità.

meditazione-in-solitudine

L’Eclissi del 26 dicembre è un’Eclissi Solare Anulare, non visibile in Italia. Si tratta di un Novilunio potente, e indica quindi un inizio particolarmente importante, come una prima pietra da posare sui resti di un edificio vecchio e fatiscente che è stato demolito per poter dare il via alla ricostruzione. La congiunzione dei Luminari, a 4° del Capricorno, avviene infatti nei pressi del Nodo Sud, indicatore del passato collettivo. Potremmo dire che l’ultima Eclissi dell’anno sancisce l’inizio della fine!

Questa Eclissi appartiene al ciclo cominciato il 13 luglio 2018 (ne ho parlato qui). Ricordi cosa è accaduto in quei giorni? Quali tematiche hanno attirato la tua attenzione? Quali dinamiche si sono (ri)attivate? Probabilmente, troverai anche un collegamento con qualcosa che è accaduto nella tua vita tra il 2009 e il 2011, quando le Eclissi si sono verificate sullo stesso asse (ma con i Nodi invertiti!).

Le date delle altre Eclissi di questo ciclo sono:

Naturalmente, non è un caso che questa stagione di Eclissi sia sincronica con l’Enfasi in Capricorno e con la grande congiunzione del 12 gennaio. Il 26 dicembre, Sole e Luna sono congiunti anche con Giove, e formano un aspetto di trigono con Urano.

Che cosa significa?

Premesso che le Eclissi sono strettamente connesse con il percorso dei Nodi Lunari (puoi approfondire qui: Nodo Nord in Cancro e Novilunio in Scorpione, di Roberta TurciI NODI LUNARI E IL PERCORSO DELL’ANIMA (prima parte)I NODI LUNARI E IL PERCORSO DELL’ANIMA (seconda parte)), l’enfasi in Capricorno e il Nodo Nord in Cancro ci stanno dicendo che è il momento di dire addio a tutte le credenze e le convinzioni limitanti su cui è stata fondata finora la nostra vita.

Perciò, guardati dentro onestamente e smetti di:

  • cercare di controllare tutto e tutti
  • caricarti di responsabilità e impegni senza chiederti perché lo fai
  • focalizzarti sull’obiettivo senza dare attenzione a come lo stai inseguendo
  • sentirti sempre responsabile per tutto
  • nascondere paure ed emozioni nelle relazioni affettive
  • fare, fare e fare cose per guadagnarti rispetto e ammirazione da parte degli altri
  • preoccuparti di come stanno gli altri, trascurando le tue emozioni e sensazioni
  • fare quello che consideri “socialmente accettato”, senza chiederti cosa vuoi davvero
  • pensare che se le cose non sono difficili, non sono importanti

Storicamente, atavicamente, siamo stati abituati a pensare che nella vita bisogna raggiungere un solo obiettivo, la sicurezza materiale e sociale, e bisogna farlo a qualunque costo.

E così, la maggior parte delle persone ignora i propri talenti per frequentare la scuola che i genitori considerano più utile o prestigiosa, cerca un partner per sfuggire la solitudine e costruire una famiglia, fa figli per dare un senso alla propria vita, e avere un ruolo sociale rispettato, compra case e spende soldi per cose inutili per darsi importanza agli occhi altrui, fa un lavoro che non ama per garantirsi la pensione, o asseconda un’ambizione smodata per accumulare beni materiali ed esercitare il potere e il controllo su altre persone.

Ognuno trova il proprio modo, per garantirsi un posto, per guadagnarsi il rispetto, per non deludere un genitore, per non sentirsi in colpa, per riscuotere ammirazione, per sentirsi importante. E si dimentica di sé.

Dietro ognuno di noi, c’è una storia, un percorso: in parte appartiene alla nostra anima, in parte alla famiglia nella quale l’anima ha scelto di incarnarsi. Quella storia ci ha condizionato, ha scritto dentro di noi un copione che mettiamo in scena senza coscienza, in modo automatico, come se non fosse possibile fare diversamente. E invece il nostro compito, adesso, è proprio cambiare quello schema, riscrivere quella storia!

Il segno del Cancro è legato alla storia dell’anima e della famiglia, rappresenta l’ingresso nella vita terrena.

Il segno del Capricorno è legato alla realizzazione individuale, e rappresenta l’uscita dalla vita terrena, l’iniziazione, la presa di coscienza di una dimensione spirituale.

Come tutti i segni, Cancro e Capricorno possono esprimersi a due diversi livelli, quello della personalità e quello dell’anima. Giove in Capricorno favorisce proprio il salto quantico dal primo al secondo livello! Trovi un approfondimento qui.

A livello della personalità, il Cancro ha bisogno di appartenere, e cerca un luogo sicuro in cui sentirsi a casa, e una famiglia da cui sentirsi protetto. Nutre gli altri per controllarli e indurli alla dipendenza affettiva e materiale, per non perderli.

A livello dell’Anima, il Cancro sa di appartenere alla famiglia umana e la sua casa è la Madre Terra. Nutre gli altri con vera empatia, solo dopo aver nutrito sé stesso. Sa ricevere e dà senza aspettative.

Il Capricorno, a livello della personalità, è ambizioso, concreto, attaccato alla forma. Condizionato da schemi familiari inconsci, non vede il disegno che c’è dietro ogni cosa, e cerca un’identità sociale che gli dia prestigio. Si carica di responsabilità e si sacrifica, per essere considerato “una brava persona”.

A livello dell’anima, comprende il senso più ampio della vita, non ha bisogno di accumulare beni materiali, sa che la forma è la manifestazione dell’energia, e impara a dare struttura alle cose in base al proprio sentire. Sa dire di no, e accetta che qualcuno si prenda cura di lui. Non teme di mostrare i propri sentimenti e le proprie emozioni.

L’opposizione sull’asse Cancro-Capricorno, e il ciclo di Eclissi che lo attiva, ci conducono quindi in un nuovo mondo, in cui si ritorna all’essenziale, alla verità, all’obiettivo del cuore. Un mondo in cui non si fanno scelte per paura o per bisogno, e non si rimane dove non si può dare voce ai propri desideri più autentici. 

Infatti, la quadratura tra Venere, in Aquario, e Urano, in Toro, in mutua ricezione (ciascuno dei due pianeti si trova nel segno governato dall’altro!), porta l’attenzione anche sulla ridefinizione dei rapporti affettivi e sull’opportunità di trovare un equilibrio tra libertà e intimità. La coppia fallisce quando gli individui, pur di sfuggire alla solitudine e per non esporsi al giudizio, tengono in piedi un legame che blocca l’evoluzione dei singoli. D’altra parte,  è importante saper prendersi cura dell’altro, bilanciando il dare e il ricevere e uscendo dall’isolamento affettivo.

In generale, sono particolarmente interessati da questa Eclissi, la cui influenza si sentirà almeno fino alla prossima estate, coloro che hanno pianeti o angoli del cielo tra i 2° e i 6° del Capricorno o del Cancro, ma anche di Ariete e Bilancia. Evidentemente, i segni Cardinali sono da tempo particolarmente interessati dai passaggi planetari, ma tutti siamo coinvolti, in base al progetto della nostra anima e a seconda del livello di consapevolezza che abbiamo raggiunto.

La parola chiave è #cambiamento, ma questo cambiamento dovrà essere sostenuto da integrità, onestà e impegno. Per molti, questa Eclissi segnerà un inizio davvero significativo. Con prudenza, coraggio e centratura, si può andare verso un obiettivo importante, e ricominciare da qui!

Ovviamente, il percorso individuale sarà scandito in base alla carta natale. Se vuoi comprendere meglio in quale casa avviene questa lunazione con Eclissi e cosa può significare per te, puoi leggere l’articolo la Luna Nuova nelle Case Astrologiche e guardare questo TUTORIAL .

Oppure contattami per una consulenza personalizzata: roberta.turci@gmail.com L’interpretazione in chiave karmica ed evolutiva del tuo tema natale ti permette di comprendere meglio la destinazione scelta dalla tua anima, le lezioni che hai già imparato e quelle cha ancora devi apprendere. La lettura dei transiti ti aiuta a vedere i passaggi che sei chiamato ad affrontare.

Ti auguro di avere direzione, coraggio e fantasia.

Ti auguro di rompere gli argini e ritrovare la tua strada. Ricomincia da qui, adesso!

Con Amore,

Roberta Turci

 

Le Eclissi dell’Estate 2019 (seconda parte) – 16 luglio: Eclissi Lunare in Capricorno, di Roberta Turci

ECLISSI LUGLIO 2019_2

Nella tarda serata di martedì 16 luglio, alle 23:30, avremo la seconda Eclissi dell’estate: la Luna Piena, a 24° del Capricorno, sarà infatti parzialmente oscurata dal cono d’ombra della Terra, e il fenomeno sarà visibile anche in Italia. I segni Cardinali, Cancro, Capricorno, Ariete e Bilancia, saranno ancora una volta particolarmente sollecitati dalle energie in gioco. In generale, però, tutti coloro che hanno pianeti o angoli del cielo intorno ai 24° di un segno, sentiranno a qualche livello la forza di questa lunazione. Come sempre, suggerisco anche di osservare in quale casa cadono i 24° del Capricorno, segno in cui si forma il Plenilunio, o, meglio ancora, quali case sono toccate dai 24° dell’asse Cancro/Capricorno.

Qui trovi un tutorial che può esserti di aiuto.

Delle tematiche legate a questo asse, e del significato delle Eclissi di questa estate, ho già parlato diffusamente nell’articolo dedicato all’Eclissi Solare del 2 luglio scorso.

L’Eclissi Lunare, a differenza di quella Solare, che si verifica in occasione di un Novilunio e rappresenta quindi un nuovo inizio, mette l’accento su qualcosa che deve essere portato a compimento, o comunque chiarito, e poi lasciato andare. Il fatto che in questo momento, ben 6 pianeti siano retrogradi (Mercurio, Giove, Saturno, Nettuno, Plutone e Chirone) suggerisce che si ripresentano situazioni del passato (soprattutto risalenti agli anni 2010-2011 e allo scorso anno), che alcune tematiche devono essere nuovamente affrontate, e che le nostre ferite più profonde possono riaprirsi, per essere curate in modo più efficace, e guarite. Inoltre, la Luna è congiunta con Plutone, con il Nodo Sud e con Saturno, Signore di questa Lunazione, a sottolineare che le emozioni saranno forti ed emergeranno nostro malgrado, per costringerci a ridefinire il significato di potere e controllo nelle nostre vite, e a lasciare andare vecchie abitudini, comportamenti disfunzionali, attaccamenti e convinzioni limitanti. La scelta, come sempre, è nostra: possiamo ripetere il solito copione, affrontare le situazioni come abbiamo fatto in passato, e sentirci vittime di qualcosa che non può essere cambiato, oppure possiamo modificare lo schema, chiudendo un capitolo per darci il permesso di aprirne uno nuovo, con il prossimo Novilunio del 1° agosto. 

La chiave è l’amore che nutriamo per noi stessi: ce lo dice Venere, a 16° del Cancro, congiunta con il Nodo Nord e con il Sole, e opposta a Saturno e a Plutone. Questo è il momento in cui si farà sentire il bisogno di essere riconosciuti, amati e rispettati, in cui non potremo più ignorare i giochi di potere e le manipolazioni di cui siamo ostaggio nelle relazioni più intime. Il bambino dentro di noi reclamerà attenzione. E a questo punto, spetta a noi scegliere: rivendicare il diritto di essere ascoltati, come bambini che fanno i capricci, delegando la nostra felicità a qualcun altro, o trasformare le dinamiche relazionali, fino a scegliere di chiudere i rapporti che inaridiscono e bloccano la nostra crescita, imparando a contare su noi stessi e ad assumerci la totale responsabilità della nostra vita.

Venere e il Nodo Nord fanno un bell’aspetto di trigono con Nettuno, ottava superiore di Venere: per riuscire a fare affidamento su noi stessi, senza dover barattare la felicità con la sicurezza, dobbiamo trovare la forza nella connessione con l’Anima, con il Divino in noi. Dobbiamo sviluppare la Fede, saperci abbandonare al flusso della Vita, che sa meglio di noi quello di cui abbiamo bisogno.

Sono ancora troppe le persone che tengono in piedi relazioni senza amore per la paura della solitudine, per garantirsi la sicurezza materiale e il riconoscimento sociale. Il nuovo paradigma, però, ci vuole capaci di essere interi da soli, di non rinunciare a noi stessi pur di avere qualcuno accanto. Sono tante anche le persone sole che non si rassegnano alla solitudine e cercano ossessivamente un partner, accumulando delusioni. L’essere umano, per sua natura, ha bisogno di contenimento affettivo e di condivisione. Ma la lezione che dobbiamo imparare ora è integrare il maschile e il femminile dentro di noi. Questa è la direzione!

Nessuno ci può completare. Dobbiamo completarci da soli. Il maschile e il femminile devono trovare un equilibrio, ed esprimersi senza oscurarsi a vicenda. Questo significa anche che il lato razionale e il lato intuitivo devono imparare a comunicare e a interagire in sinergia. Ecco perché adesso è necessario lasciare emergere le emozioni legate alle ferite che si sono attivate durante l’infanzia, sanare i rapporti con i genitori, rivedere le dinamiche relazionali, e chiudere rapporti disfunzionali, se necessario per evolvere secondo il piano della nostra anima.

Tutto questo può spaventare, ma più si fa resistenza al cambiamento, e più la vita risponde con eventi spiacevoli, con la malattia, con la depressione, con le difficoltà economiche. Stiamo vivendo un periodo molto particolare, di transizione dal vecchio mondo a uno completamente nuovo, basato su un sistema di valori totalmente diverso. Non è facile per nessuno, ma dovremmo sentirci onorati e privilegiati per essere qui, ora! 

Tutti dicono di volere un mondo migliore, e si lamentano, puntando il dito conto gli altri: il compagno, il marito, la moglie, la sorella, il capo, la collega, il vicino di casa, i politici, gli immigrati. Ma tutto comincia dal singolo individuo. Nessuno è colpevole di niente. E tutti siamo responsabili per noi stessi e per l’intera umanità.

Il mondo che vorresti comincia dentro di te. Scegli la frequenza a cui vibrare. Spegni la televisione, non credere alle bufale che girano su internet per alimentare rabbia e paura, prenditi cura del tuo corpo cambiando stile di vita, non delegare la tua salute solo ai farmaci e agli interventi chirurgici, modifica l’alimentazione, stai in mezzo alla natura, ascolta la musica che ti piace, contatta il silenzio quando tutto fa troppo rumore. Spegni il telefono, rallenta quando stai andando troppo in fretta, fermati quando incontri uno sguardo che ti accende. Accarezza di più, abbraccia di più. Guarda la Luna, osserva l’acqua di un fiume che scorre, il Sole che sorge o tramonta sul mare. Cambia strada ogni giorno, non fare le stesse cose alla stessa ora, usa parole nuove. E soprattutto, non avere paura di esprimere i tuoi sentimenti e le tue emozioni.

Cara anima, ricordati che sei qui per imparare ad amarti. E solo se ti ami, puoi amare e sentirti amata. Se è davvero questo che vuoi, le Eclissi sono una grande occasione. Prossima fermata: 26 dicembre 2019, con l’Eclissi Solare in Capricorno, quando anche Giove sarà nel segno. Il viaggio continua…

Roberta Turci

P.S. Se vuoi comprendere meglio il cammino che la tua anima ha scelto per te, puoi richiedermi una consulenza scrivendomi a questo indirizzo: roberta.turci@gmail.com

 

Le Eclissi dell’Estate 2019 (prima parte) – 2 luglio: Eclissi Solare in Cancro, di Roberta Turci

ECLISSI LUGLIO 2019

Ne parliamo da tempo, e quel Tempo è ora.

Il mese di luglio è il più potente dell’anno, con le due lunazioni amplificate dal fenomeno delle Eclissi, la prima delle quali è un’Eclissi Solare (non visibile in Italia), con il Sole a circa 10°40′ del Cancro, che avrà luogo appena dopo il Novilunio, nella serata del 2 luglio.

Un’Eclissi Solare avviene sempre in concomitanza con una Luna Nuova, quando Sole e Luna sono congiunti e allineati con la Terra. Pertanto, per la definizione stessa di Nodo Lunare (puoi approfondire il significato dei Nodi Lunari qui e qui), un’Eclissi si verifica sempre in prossimità dei Nodi. In questo caso, i Luminari sono congiunti al Nodo Nord, che si trova a 17° circa del Cancro. Sulla polarità opposta, in Capricorno, troviamo ovviamente il Nodo Sud, strettamente congiunto a Saturno, e Plutone.

L’asse Cancro-Capricorno è fortemente sollecitato da molto, molto tempo. Basti pensare che il ciclo dei Nodi Lunari dura circa 18,5 anni, e quindi 9 anni fa (tra il 2009 e il 2011) si sono verificate Eclissi sullo stesso asse, ma con la polarità inversa, cioè il Nodo Nord in Capricorno e il Nodo Sud in Cancro.

La famiglia di Eclissi a cui appartiene quella del 2 luglio si è attivata il 13 luglio dello scorso anno (ne ho parlato qui) e si chiuderà nell’estate del 2020. L’Eclissi del 13 luglio 2018 era direttamente collegata all’Eclissi del 12 luglio 2010.  Ripensa  a quello che è accaduto nella tua vita nell’Estate del 2010, e in prossimità delle Eclissi della scorsa Estate: quali tematiche hai dovuto affrontare, cosa hai dovuto mettere in discussione nella tua vita? 

Un’Eclissi Solare è una grande occasione, una chiamata al risveglio, un Novilunio ancora più intenso e potente: qualcosa di inatteso può accadere. Il Sole, simbolo di ciò di cui facciamo esperienza sul piano materiale, è oscurato dalla Luna, che rappresenta il nostro mondo emozionale, interiore. Questo significa che in occasione di un’Eclissi Solare, qualcosa accade dentro di noi, nel profondo: forse ci accorgiamo di quello che manca nella nostra vita, di un desiderio che abbiamo a lungo ignorato, di un’emozione che abbiamo represso. Con la successiva Eclissi Lunare, potranno venire alla luce delle verità nascoste, il che porterà a prendere determinate decisioni o a subire le conseguenze di scelte altrui. Ma potrebbe anche non accadere nulla, ora. Potrebbe semplicemente prepararsi il terreno per un evento che si verificherà in prossimità delle Eclissi successive (in questo caso, in dicembre o nel 2020).

In estrema sintesi, le Eclissi ci mettono alla prova, ci costringono a verificare se siamo sul cammino che la nostra anima ha scelto per noi prima della nascita. Se siamo sulla nostra strada, l’impatto sarà lieve. Ma se ci siamo allontanati troppo dalla strada “maestra”, se non abbiamo prestato attenzione ai segnali dell’Universo e ai messaggi della nostra anima, sviluppando intuizione e percezione, la vita ora ci dà la possibilità di cambiare traiettoria. Se lo fa con eventi improvvisi e spiacevoli, è perché troppe volte non le abbiamo dato ascolto. Se invece accogliamo il cambiamento, ci dà la possibilità di scegliere e di decidere come attuarlo.

Poiché l’asse interessato è Cancro/Capricorno, la tematica portante è la ridefinizione dei concetti di controllo e sicurezza (ne avevo già parlato nell’articolo dedicato al transito del Nodo Nord in Cancro), sia a livello individuale sia collettivo.

Se a livello collettivo questo ha a che fare con l’autorità esercitata dai governi e dalle istituzioni, con il potere economico e il controllo esercitato dagli organismi religiosi, a livello individuale ha a che fare principalmente con la relazione che abbiamo avuto, soprattutto da bambini, con i nostri genitori, che hanno rappresentato per noi contemporaneamente l’autorità e la sicurezza.

I nostri genitori non sono altro che la proiezione sul piano materiale delle polarità maschile e femminile della nostra anima. L’obiettivo della vita sulla Terra è integrare queste due polarità, e per poterlo fare è necessario sanare tutte le ferite che l’anima si porta dietro di vita in vita. Per questa ragione, il rapporto con i genitori è praticamente sempre sbilanciato e disfunzionale, indipendentemente dal loro comportamento, dalla loro presenza o assenza, e dalle loro reali intenzioni. L’Anima ha già stabilito come li percepirà, e queste percezioni sono necessarie per fissare nella personalità le caratteristiche da cui dipenderà la qualità delle relazioni che vivremo da adulti. Alcuni sviluppano un eccessivo attaccamento alle figure genitoriali, e non se ne staccano mai veramente, nemmeno quando formano a loro volta un nuovo nucleo familiare né  quando i genitori, raggiunta la tarda età, muoiono. Altri hanno sofferto la mancanza fisica o affettiva di uno o di entrambi i genitori, e hanno dovuto diventare grandi troppo in fretta, “dimenticando” di nutrire il loro bambino interiore. Anche chi apparentemente ha avuto un rapporto sereno con i propri genitori, ha registrato (inconsciamente!) dei modelli disfunzionali che ha reiterato nella vita adulta, almeno fino a quando non ne ha preso coscienza.

Crescere significa diventare sé stessi, e spogliarsi dei condizionamenti ricevuti, imparando ad affermare la propria identità, anche a costo di non avere il riconoscimento e l’accettazione dei propri genitori e della società in genere. E solo dopo aver preso coscienza di questi meccanismi e aver spezzato lo schema, è possibile amare veramente madre e padre, che finalmente possono essere visti per quello che sono, e non come immagini idealizzate dai bisogni infantili. 

Sole e Luna nel tema natale rappresentano proprio il padre e la madre, mentre il segno del Cancro, governato dalla Luna, è co-significante della IV casa astrologica, ovvero del settore della famiglia di origine e della casa, come luogo al quale si appartiene. Il segno del Capricorno, governato da Saturno, signore del Karma e del Tempo, e simbolo di autorità e ambizione, è co-significante della X casa, settore dell’affermazione sociale e della realizzazione personale. Non a caso, gli appartenenti a questi due segni zodiacali, sono spesso molto legati alla famiglia e alla posizione sociale, e faticano a contattare ed esprimere in modo autentico la propria essenza e le proprie emozioni. Per loro, il ciclo di Eclissi sull’asse Cancro/Capricorno è una importante verifica: “Stai davvero bene nel nido che ti sei costruito?”, “Stai facendo davvero quello che desideri?”, “Hai bisogno degli altri, dei tuoi genitori, dei tuoi figli, per dare un senso alla tua vita?”, “Hai bisogno che i tuoi genitori, o i tuoi figli, o gli altri in generale, abbiano bisogno di te, per sentire di avere un ruolo in questo mondo?”

Queste sono domande che dovremmo sempre farci tutti, indipendentemente dal segno zodiacale! Ma senza dubbio, per qualcuno, ora, non è più possibile ignorarle…

Su cosa sono basate le tue relazioni? Sulla paura della solitudine? Sul bisogno di sentirti utile, di essere considerata una brava persona? Sul bisogno di avere una bella casa, da ostentare o riempire di amici perché non ci sia tempo di guardarsi allo specchio? Sulla necessità di avere un ruolo ben definito di fronte alla società? Presta attenzione a quello che dice la tua anima. Forse a lei non interessa né la tua bella casa, né il ruolo che interpreti. Per la tua anima non hanno alcun valore i contratti sociali, né i possedimenti materiali. La tua anima vuole vibrare!

Va da sé che questa Eclissi sarà avvertita maggiormente da coloro che sono nati tra il 27 giugno e il 5 luglio, e tra il 27 dicembre e il 5 gennaio. Impatterà anche su Ariete e Bilancia della seconda decade, e su tutti coloro che hanno nel tema natale i Nodi Lunari sull’asse Cancro/Capricorno o Ariete/Bilancia. Inoltre, sarà particolarmente sentita da chi ha pianeti o angoli del Cielo intorno ai 10° dei segni Cardinali (Ariete, Bilancia, Cancro, Capricorno).

Per tutti, è importante osservare in quale casa astrologica cadono i 10°40′ del Cancro. Se hai difficoltà, puoi guardare il tutorial che ho preparato per te (lo trovi qui).  Trovi una traccia per l’interpretazione anche nell’articolo dedicato alle Lunazioni.

La casa del tema natale interessata dal transito corrisponde all’area della vita che sarà maggiormente sollecitata. Non tutti avvertiranno distintamente questa energia. Ma tutti in qualche modo saremo chiamati ad accordarci sempre più con le nuove frequenze del nostro pianeta. Ci stiamo muovendo verso un nuovo mondo, in cui saranno ridefiniti i concetti di famiglia, sicurezza, controllo. Dovremo riconoscere con onestà la differenza tra valori e bisogni!

Soprattutto in Italia, un certo tipo di cultura, ci ha passato la convinzione che la famiglia debba essere sempre considerata un valore, da difendere a ogni costo, ma in realtà è spesso un limite, un impedimento all’espressione di sé. Offre sicurezza, è vero, come un recinto che protegge dalle incognite dello spazio aperto, ma impedisce anche di scoprire nuovi orizzonti e di spiccare il volo. Senza contare che spesso, proprio in famiglia si consumano abusi (non solo fisici!) e violenze. Le persone si raccontano di aver fondato la propria famiglia sull’amore, ma la verità è che non sanno contare solo su sé stesse, e hanno bisogno di accettazione e supporto. O al contrario (l’altra faccia della stessa medaglia!) hanno bisogno di sentirsi indispensabili per qualcuno, di nutrire gli altri. Ma come si può riempire il bicchiere di un altro con una bottiglia vuota? Se non impari a nutrire te stesso, te stessa, se non impari a darti valore, come puoi nutrire in modo sano gli altri, figli compresi? In nome di cosa stai dimenticandoti di te? 

Nel nuovo paradigma, il concetto di famiglia sarà completamente rivisto e corretto: non più la famiglia come istituzione, limite e obbligo sociale, ma come gruppo di persone che si appartengono a livello animico, affini per vibrazione e non per contratto, che si sostengono e si accompagnano gli uni gli altri verso la realizzazione di sé. Senza desiderio di controllo né possesso. Senza bisogni né aspettative da soddisfare .

Per poter operare una tale trasformazione, bisogna imparare a trovare la sicurezza dentro di sé, a non delegare strutture e istituzioni, a non farne una questione di successo, ricchezza e potere, a non manipolare, ricattare, controllare gli altri pur di sfuggire la solitudine. Bisogna imparare ad amare e onorare la propria anima, prima di tutto.

Una grande sfida. Ognuno scelga: se accoglierla, oppure no. Dobbiamo sapere, in ogni caso, che le scelte si pagano. Che ogni decisione ha le sue conseguenze. E che non c’è nessuno a cui dare la colpa se le cose vanno “male”. Se poi arrivano le malattie (l’anima parla attraverso il corpo!), i problemi economici (il denaro che attiriamo è una rappresentazione di quanto valore diamo a noi stessi), ansia e depressione (energia che non esprimiamo), problemi sul lavoro (riconducibili sempre a dinamiche relazionali!), e disaccordi con le persone (gli altri sono specchi in cui vedere meglio chi siamo), è solo l’anima che ti sta mandando messaggi. Per quanto ancora vorrai ignorarla?

Con amore,

Roberta Turci

P.S. Se vuoi comprendere il cammino scelto dalla tua anima e l’impatto che possono avere le Eclissi sulla tua vita, scrivimi: roberta.turci@gmail.com

Solstizio d’estate 2019: connettiti al tuo potere, di Roberta Turci

bald-eagle-flying-at-sunrise_u-l-pzqceo0

Alle 17:54 di giovedì 21 giugno, il Sole entra nel segno del Cancro, raggiungendo Marte e Mercurio, e il Nodo Nord. Nel segno opposto, la congiunzione Saturno – Nodo Sud, e Plutone. L’asse Cancro – Capricorno è dunque sempre più sollecitato in attesa dell’ulteriore impatto che genereranno le Eclissi di luglio. Particolarmente coinvolti in questi movimenti celesti sono i nativi del Cancro e del Capricorno, e coloro che hanno Luna o Ascendente in questi due segni, ma tutti ne sentiremo gli effetti, in base ai settori della nostra carta natale interessati dai vari transiti.

In estrema sintesi, siamo caldamente invitati a diventare grandi, a smettere i panni delle vittime, ad assumerci le nostre responsabilità e ad affermare il nostro potere personale, invece che rinchiuderci in definizioni, ruoli sociali e personaggi improbabili che, mentre si lamentano e rivendicano diritti, si assoggettano senza coscienza a un potere esterno cieco e spietato.

Eris, dea della discordia, un Marte in gonnella agguerrita e dissacrante, forma una croce a T con l’opposizione Marte – Plutone, una configurazione esplosiva che spinge alla re-azione. E qui è necessario ricordarsi che i pianeti non provocano nulla, non sono causa di eventi, ma solo simboli di un’energia che ci avvolge e sospinge, e che siamo noi a scegliere come utilizzarla. Quindi, se siamo inconsapevoli e addormentati, guidati dalla mente razionale, e presi dal nostro umano bisogno di controllo e di riconoscimento, ci comporteremo come mine innescate, che esplodono alla prima scintilla. Ma se siamo centrati e consapevoli, sapremo fermarci, respirare, connetterci alla nostra anima, e combattere solo per quello che sentiamo vero nel cuore.  Re-agire, senza sapere qual è la direzione, è un dispendio inutile di forze, e servirebbe solo a innescare una catena di reazioni sempre più disfunzionali e distruttive.

Nettuno è stazionario proprio nel giorno del Solstizio, e inizia poi un moto retrogrado che durerà circa 3 mesi. Nettuno è il mare cosmico in cui siamo immersi, è connessione, è compassione, è amore incondizionato, e sogno. Ma per chi non è ancora riuscito a sentire la propria anima vibrare, per chi ancora vive immerso nella Matrix e ne è completamente condizionato, Nettuno è solo portatore di ansia, incertezza, e confusione.

Nettuno è a 18° dei Pesci (si è incantato sul mio Nodo Nord!), segno che governa, e forma una croce a T con l’opposizione Giove – Venere! Qui la sfida è radicarsi, stare ancorati alla quotidianità, alla Madre Terra, scegliere il silenzio, la solitudine, rilassarsi in mezzo alla natura, celebrare ogni giorno piccoli rituali, ascoltare musica armonizzante, meditare, esprimersi attraverso la creatività. Ed è una sfida, perché il mondo intorno a noi ci strattona continuamente, ed è facile cadere nelle sue trappole senza accorgersene. Nettuno può esprimersi anche come tendenza a rifugiarsi in un mondo di fantasia, per sfuggire alla realtà. E sono tante le persone che se la raccontano, che cercano scappatoie, che si nascondono dietro maschere e ruoli, e non vivono la vita che la loro anima avrebbe scelto per loro. Persone che chiamano amore quello che è attaccamento, che sono ostaggio della paura della solitudine, del vuoto, della perdita, del silenzio. Non sanno chi sono, e costruiscono la propria esistenza intorno a un’illusione. Hanno sentito dire che si fa così, e l’hanno fatto. Tra mille alibi, con superficialità. Alcune  continueranno a non capire: per loro non è ancora tempo. Altre invece apriranno gli occhi, e cominceranno ad accorgersi che quelli che hanno creduto essere “valori“, in realtà erano solo bisogni. Ed è ora di smontare il teatrino.

Stiamo costruendo un nuovo modello di realtà, stiamo assistendo alla progressiva, inesorabile trasformazione di un vecchio paradigma che non regge più. La stagione delle Eclissi, di cui scriverò a breve, illuminerà impietosamente il sentiero che conduce a destinazione, ma questo Solstizio già ci offre l’opportunità di intravedere la via. Il velo che separa il visibile e l’invisibile è sottile, e, se vogliamo, possiamo “sentire” ciò che è, e agire di conseguenza. In questo periodo, i sogni possono essere ancora più lucidi e guaritori, portatori di messaggi facilmente decodificabili. Ma bisogna avere il cuore aperto, bisogna abbandonare il desiderio di controllo, la paura della solitudine, l’attaccamento alla sicurezza materiale. Altrimenti il canale si chiude, e resterà solo la sensazione di fluttuare nel caos, senza meta.

C’è una bella Luna in Acquario che ci viene in aiuto: come aquile, possiamo volare su ogni cosa, con l’occhio vigile, ma distanti, osservare dall’alto e aspettare il momento più opportuno per puntare l’obiettivo. Un’aquila non si sente mai persa, né sola. Non cerca approvazione né sostegno, si fida di sé, della propria vista acuta, della forza delle proprie ali.

Per volare alto, bisogna fidarsi, e affidarsi. O non resta altro che seguire uno stormo fra i tanti. A noi la scelta, come sempre.

Buon Solstizio, e felice Estate!

Con amore,

Roberta

P.S. Se vuoi comprendere meglio il cammino che la tua anima ha scelto, e il significato che hanno per te questi transiti, puoi scrivermi al seguente indirizzo: roberta.turci@gmail.com. 

Le Eclissi dell’Estate 2018 (terza parte), di Roberta Turci

 

eclissi 3
Ed eccoci all’atto conclusivo di questa lunga, calda, stagione di Eclissi estive: alle 11.46 di sabato 11 agosto, il Sole sarà parzialmente eclissato dalla Luna, a 18°41′ del segno del Leone, a indicare un nuovo inizio dopo le prese di coscienza e i forti scossoni emotivi vissuti con le precedenti Eclissi.
L’Eclissi Solare del 13 luglio, in Cancro (v. Le Eclissi dell’Estate 2018 (prima parte), di Roberta Turci), ha messo a dura prova il nostro personale senso di sicurezza e ci ha mostrato i giochi di potere e le manipolazioni che governano le relazioni familiari e affettive.
La potentissima Eclissi Lunare del 27 luglio (v. Le Eclissi dell’Estate 2018 (seconda parte), di Roberta Turci) ha portato alla luce emozioni represse e ci ha reso più consapevoli di dinamiche non ancora riconosciute, o rimaste a lungo mascherate da ruoli recitati per soddisfare aspettative altrui e un antico bisogno di riconoscimento.
Con l’Eclissi dell’11 agosto, avremo l’opportunità di lasciare andare inutili zavorre e ripartire con maggiore autenticità e centratura. Potremo essere più generosi e disponibili con gli altri, e chiudere situazioni mai veramente elaborate o concluse, che sono tornate alla ribalta con la precedente Eclissi Solare del 13 luglio. Ma attenzione! La generosità e l’altruismo non devono più essere un atteggiamento, frutto del bisogno di essere approvati e accettati. Dovranno invece essere il risultato di un moto del cuore, di un nuovo livello di empatia, raggiunto grazie al riconoscimento delle proprie ferite. Solo il contatto con la nostra sofferenza più profonda, ci rende infatti veramente capaci di contattare la sofferenza altrui, accettarla e accoglierla con autentica generosità (l’archetipo del Leone!).
D’altronde, questa seconda Eclissi Solare si verifica nello stesso segno in cui si trova il Nodo Nord (v. 9 maggio 2017 – 6 novembre 2018 Nodo Nord in LEONE – Nodo Sud in ACQUARIO: “ABBI IL CORAGGIO DI SPLENDERE!”, di Roberta Turci), aspetto che favorisce l’attivazione del nostro potere intuitivo e ci porta più vicini alla nostra Anima. Si tratta di un passaggio fondamentale, che ci allontana dall’Ego e dal suo perenne tentativo di “proteggerci” dalla sofferenza indossando maschere e armature. Ovviamente, in quanto esseri umani, saremo sempre soggetti ai suoi maldestri tentativi, ma aprendo gli occhi ci si può accorgere in tempo delle dinamiche che scattano istintivamente, per poi disattivarle e sublimarle.
C’è da ridefinire il concetto di coraggio e da contattare il bambino interiore, che sa gioire della vita e la vuole onorare, libero dai condizionamenti e capace ancora di sognare e lottare per i propri sogni.
Il 7 agosto, Venere entra in Bilancia, segno che governa e nel quale quindi si sente a casa. Il giorno dell’Eclissi forma un trigono con Marte, aspetto armonico che favorisce l’incontro tra maschile e femminile. Tuttavia, la quadratura con Saturno e il quinconce con Urano, indicano che c’è ancora qualcosa da rivedere nelle relazioni: abbiamo forse difficoltà a entrare veramente in intimità con l’altro perché temiamo che vedendoci troppo da vicino, come siamo veramente, non ci ami più? Desideriamo essere amati per avere conferma del nostro valore, ma siamo i primi a dubitare di esserne degni. Come possiamo chiedere amore se non sappiamo riceverlo, se teniamo il cuore dentro una corazza per proteggerlo? Ma proteggerlo da cosa?
astro_w2gw_11_8_2018_11_57_44.73093.28064
La quadratura esatta tra Mercurio – retrogrado in Leone – e Giove in Scorpione, rende difficile il dialogo e rischia di esacerbare gli animi, che si fanno appassionati fino all’ossessione e poco inclini alla comprensione reciproca. Meglio lasciare decantare le emozioni dei giorni centrali di agosto, e attendere che l’energia si acquieti.
La quadratura tra i Luminari congiunti e Giove ci invita invece ad allargare lo sguardo e a osservare la “scena” dall’alto, in modo da non perdere la visione d’insieme.
Tra l’altro, il 7 agosto, anche Urano diventa retrogrado, aggiungendosi ai numerosi pianeti retrogradi dell’estate (ne ho già parlato qui): questo cielo indica chiaramente che il nuovo potrà arrivare solo DOPO che avremo elaborato la lezione rappresentata dal moto retrogrado di ognuno dei pianeti interessati, ovvero Mercurio, Marte, Saturno, Nettuno, Plutone e Urano. E non è affatto trascurabile il moto retrogrado di Chirone, archetipo del guaritore ferito, che ci accompagna alla scoperta delle nostre ferite più profonde, per farci vedere quanto esse possano trasformarsi nei nostri più preziosi alleati.
Il processo di rinascita attivato dal corridoio delle Eclissi è quindi lento e profondo, ed è ben diverso da quello che alcuni preferiscono vedere come “l’apertura di un portale”, come se per magia tutto potesse cambiare A CAUSA dei passaggi planetari! I moti celesti sono simboli e possono manifestarsi nelle nostre vite in modi differenti, in funzione di quanto noi sappiamo comprenderli, accoglierli e integrarli.
Urano retrogrado vuole che ciascuno riveda il proprio sistema di valori e credenze, dimenticando, con l’aiuto di Nettuno, le delusioni passate, e abbandonando ideali di perfezione. Saturno, da parte sua, ci riporta all’intento evolutivo della nostra anima, aiutandoci ad andare oltre limiti e regole auto-imposti per aderire a un sistema che ci tiene lontani da noi stessi. Plutone, che rappresenta l’anima, ci spinge a contattare i nostri demoni, ovvero le ombre che temiamo di più e che in realtà sono proiezioni delle luci che non ci autorizziamo ad accendere nelle nostre vite. Si tratta sicuramente di un lavoro psicologico profondo e doloroso, e non tutti sono pronti ad affrontarlo. Marte, sua ottava inferiore, complica le cose acuendo il senso di frustrazione e la rabbia; tuttavia, il suo obiettivo è farci trasformare quella rabbia e ridefinire il nostro modo di agire, smascherando gli obiettivi dell’Ego.
Potranno tornare situazioni del passato rimaste in sospeso, per consentire al cuore di alleggerirsi e di ritrovare fiducia nell’Amore. Non si può procedere verso il nuovo, se il vecchio non è stato riconosciuto, portato alla Luce, benedetto e trasformato. Il dolore del passato deve essere ringraziato e usato come catalizzatore della trasformazione da burattino a bambino, come nella favola di Pinocchio! Il burattino si adeguava a un sistema che lo voleva prigioniero e manipolabile. Il bambino riconosce il proprio valore ed esprime talenti e sentimenti, finalmente libero di essere se stesso!
Tutta questa energia che si muove in cielo e dentro di noi, potrà finalmente liberarsi, ma solo dopo essere stata elaborata in modo consapevole, quando Urano tornerà diretto, il 6 gennaio 2019, proprio il giorno in cui avremo la prossima Eclissi! Ecco perché quello che sta accadendo durante questa estate è così importante! Stiamo riscrivendo un copione e ci stiamo preparando al debutto di uno spettacolo davvero straordinario. La Verità sta per guadagnarsi la scena, ma potrà farlo solo se noi avremo lavorato bene. La prima cosa che ci viene chiesta è di essere onesti con noi stessi, e di sentire la voce della nostra anima, per vivere dal cuore e con il cuore…
Sullo sfondo dell’Eclissi due aspetti particolarmente significativi:
– il trigono tra Saturno in Capricorno e Urano in Toro, che ci aiuta a gestire in modo responsabile, dandoci stabilità, i cambiamenti interiori e gli eventi che improvvisamente arrivano a sconvolgerci i piani, e
– il trigono tra Giove in Scorpione e Nettuno in Pesci, che ci sostiene, alimentando speranze e mantenendo salda la Fede, promettendo un esito positivo per tutto il lavoro introspettivo che ci viene richiesto. 
Il primo sblocco ci sarà quando Mercurio prima (19 agosto) e Marte poi (27 agosto) riprenderanno il moto diretto: verso la fine del mese, si potrà passare all’azione, dopo aver riflettuto e pianificato adeguatamente come muoversi, rimanendo comunque sempre focalizzati su un intento che sia in accordo con la nostra essenza, e non con il vecchio paradigma che ci vuole burattini rassegnati e inconsapevoli.
Marte rientra in Capricorno il 13 agosto e ci rimarrà fino all’11 settembre. Riprenderà il moto diretto il 27 agosto a 28° del Capricorno: osservate dove cadono nel vostro tema natale, perché quell’area del grafico dice molto del tipo di cambiamento che potrà manifestarsi nelle vostre vite. Marte è l’archetipo dell’azione: dopo 2 mesi di moto retrogrado, il punto in cui torna diretto è particolarmente significativo, soprattutto in un momento energeticamente così potente. Vale la pena direzionare le proprie energie verso un obiettivo che meriti l’impegno e la determinazione impiegati per raggiungerlo!
Interessante anche osservare che le due Eclissi del 27 luglio e dell’11 agosto si verificano agli stessi gradi e negli stessi segni delle due Eclissi dell’estate 1999: ciascuno di noi dovrebbe provare a chiedersi come si sente oggi rispetto ad allora. Quanto siamo cambiati? Quanto abbiamo imparato a esprimere noi stessi in modo più autentico? Siamo riusciti a liberarci da condizionamenti e paure? Siamo diventati le persone che volevamo essere? E ne siamo felici, soddisfatti? Quanto più ci scopriremo diversi da allora, tanto più potremo dire di avere dato un senso ai nostri anni! Il più grande fallimento nella vita è restare uguali a se stessi. Cambiare prospettiva, accogliere il cambiamento, lasciare andare rigidità e inflessibilità sono passaggi fondamentali per procedere verso la versione migliore di sé. E questo è ancora più vero ora, con Urano in Toro che scuote il sistema dalle fondamenta e non fa sconti a nessuno.
Guardate dove cade l’asse Leone/Acquario nel vostro tema, e in particolare dove cadono i 18°41′ del segno del Leone: la Luna Nuova accompagna e sostiene ogni intento del cuore che venga espresso in occasione dell’Eclissi, ulteriore amplificatore dell’energia del Novilunio. Per avere indicazioni su come interpretare la Luna Nuova nelle case, leggete qui.
L’importante è non credere che eventi come questo siano una sorta di amnistia, che magicamente cambia tutto in meglio, senza chiedere nulla in cambio. Non può mai essere così! L’Universo dà in base a quanto ciascuno di noi è disposto a darsi al gioco evolutivo che alimenta il Tutto. Le Eclissi segnano un momento energetico particolarmente forte che offre a chi vuole essere davvero sé stesso una grande  occasione: divenire sceneggiatore, regista e attore protagonista di un copione tutto nuovo ed entusiasmante!
Dunque…buon lavoro a tutti noi!
Un abbraccio di Luce,
Roberta