Le Eclissi dell’Estate 2019 (seconda parte) – 16 luglio: Eclissi Lunare in Capricorno, di Roberta Turci

ECLISSI LUGLIO 2019_2

Nella tarda serata di martedì 16 luglio, alle 23:30, avremo la seconda Eclissi dell’estate: la Luna Piena, a 24° del Capricorno, sarà infatti parzialmente oscurata dal cono d’ombra della Terra, e il fenomeno sarà visibile anche in Italia. I segni Cardinali, Cancro, Capricorno, Ariete e Bilancia, saranno ancora una volta particolarmente sollecitati dalle energie in gioco. In generale, però, tutti coloro che hanno pianeti o angoli del cielo intorno ai 24° di un segno, sentiranno a qualche livello la forza di questa lunazione. Come sempre, suggerisco anche di osservare in quale casa cadono i 24° del Capricorno, segno in cui si forma il Plenilunio, o, meglio ancora, quali case sono toccate dai 24° dell’asse Cancro/Capricorno.

Qui trovi un tutorial che può esserti di aiuto.

Delle tematiche legate a questo asse, e del significato delle Eclissi di questa estate, ho già parlato diffusamente nell’articolo dedicato all’Eclissi Solare del 2 luglio scorso.

L’Eclissi Lunare, a differenza di quella Solare, che si verifica in occasione di un Novilunio e rappresenta quindi un nuovo inizio, mette l’accento su qualcosa che deve essere portato a compimento, o comunque chiarito, e poi lasciato andare. Il fatto che in questo momento, ben 6 pianeti siano retrogradi (Mercurio, Giove, Saturno, Nettuno, Plutone e Chirone) suggerisce che si ripresentano situazioni del passato (soprattutto risalenti agli anni 2010-2011 e allo scorso anno), che alcune tematiche devono essere nuovamente affrontate, e che le nostre ferite più profonde possono riaprirsi, per essere curate in modo più efficace, e guarite. Inoltre, la Luna è congiunta con Plutone, con il Nodo Sud e con Saturno, Signore di questa Lunazione, a sottolineare che le emozioni saranno forti ed emergeranno nostro malgrado, per costringerci a ridefinire il significato di potere e controllo nelle nostre vite, e a lasciare andare vecchie abitudini, comportamenti disfunzionali, attaccamenti e convinzioni limitanti. La scelta, come sempre, è nostra: possiamo ripetere il solito copione, affrontare le situazioni come abbiamo fatto in passato, e sentirci vittime di qualcosa che non può essere cambiato, oppure possiamo modificare lo schema, chiudendo un capitolo per darci il permesso di aprirne uno nuovo, con il prossimo Novilunio del 1° agosto. 

La chiave è l’amore che nutriamo per noi stessi: ce lo dice Venere, a 16° del Cancro, congiunta con il Nodo Nord e con il Sole, e opposta a Saturno e a Plutone. Questo è il momento in cui si farà sentire il bisogno di essere riconosciuti, amati e rispettati, in cui non potremo più ignorare i giochi di potere e le manipolazioni di cui siamo ostaggio nelle relazioni più intime. Il bambino dentro di noi reclamerà attenzione. E a questo punto, spetta a noi scegliere: rivendicare il diritto di essere ascoltati, come bambini che fanno i capricci, delegando la nostra felicità a qualcun altro, o trasformare le dinamiche relazionali, fino a scegliere di chiudere i rapporti che inaridiscono e bloccano la nostra crescita, imparando a contare su noi stessi e ad assumerci la totale responsabilità della nostra vita.

Venere e il Nodo Nord fanno un bell’aspetto di trigono con Nettuno, ottava superiore di Venere: per riuscire a fare affidamento su noi stessi, senza dover barattare la felicità con la sicurezza, dobbiamo trovare la forza nella connessione con l’Anima, con il Divino in noi. Dobbiamo sviluppare la Fede, saperci abbandonare al flusso della Vita, che sa meglio di noi quello di cui abbiamo bisogno.

Sono ancora troppe le persone che tengono in piedi relazioni senza amore per la paura della solitudine, per garantirsi la sicurezza materiale e il riconoscimento sociale. Il nuovo paradigma, però, ci vuole capaci di essere interi da soli, di non rinunciare a noi stessi pur di avere qualcuno accanto. Sono tante anche le persone sole che non si rassegnano alla solitudine e cercano ossessivamente un partner, accumulando delusioni. L’essere umano, per sua natura, ha bisogno di contenimento affettivo e di condivisione. Ma la lezione che dobbiamo imparare ora è integrare il maschile e il femminile dentro di noi. Questa è la direzione!

Nessuno ci può completare. Dobbiamo completarci da soli. Il maschile e il femminile devono trovare un equilibrio, ed esprimersi senza oscurarsi a vicenda. Questo significa anche che il lato razionale e il lato intuitivo devono imparare a comunicare e a interagire in sinergia. Ecco perché adesso è necessario lasciare emergere le emozioni legate alle ferite che si sono attivate durante l’infanzia, sanare i rapporti con i genitori, rivedere le dinamiche relazionali, e chiudere rapporti disfunzionali, se necessario per evolvere secondo il piano della nostra anima.

Tutto questo può spaventare, ma più si fa resistenza al cambiamento, e più la vita risponde con eventi spiacevoli, con la malattia, con la depressione, con le difficoltà economiche. Stiamo vivendo un periodo molto particolare, di transizione dal vecchio mondo a uno completamente nuovo, basato su un sistema di valori totalmente diverso. Non è facile per nessuno, ma dovremmo sentirci onorati e privilegiati per essere qui, ora! 

Tutti dicono di volere un mondo migliore, e si lamentano, puntando il dito conto gli altri: il compagno, il marito, la moglie, la sorella, il capo, la collega, il vicino di casa, i politici, gli immigrati. Ma tutto comincia dal singolo individuo. Nessuno è colpevole di niente. E tutti siamo responsabili per noi stessi e per l’intera umanità.

Il mondo che vorresti comincia dentro di te. Scegli la frequenza a cui vibrare. Spegni la televisione, non credere alle bufale che girano su internet per alimentare rabbia e paura, prenditi cura del tuo corpo cambiando stile di vita, non delegare la tua salute solo ai farmaci e agli interventi chirurgici, modifica l’alimentazione, stai in mezzo alla natura, ascolta la musica che ti piace, contatta il silenzio quando tutto fa troppo rumore. Spegni il telefono, rallenta quando stai andando troppo in fretta, fermati quando incontri uno sguardo che ti accende. Accarezza di più, abbraccia di più. Guarda la Luna, osserva l’acqua di un fiume che scorre, il Sole che sorge o tramonta sul mare. Cambia strada ogni giorno, non fare le stesse cose alla stessa ora, usa parole nuove. E soprattutto, non avere paura di esprimere i tuoi sentimenti e le tue emozioni.

Cara anima, ricordati che sei qui per imparare ad amarti. E solo se ti ami, puoi amare e sentirti amata. Se è davvero questo che vuoi, le Eclissi sono una grande occasione. Prossima fermata: 26 dicembre 2019, con l’Eclissi Solare in Capricorno, quando anche Giove sarà nel segno. Il viaggio continua…

Roberta Turci

P.S. Se vuoi comprendere meglio il cammino che la tua anima ha scelto per te, puoi richiedermi una consulenza scrivendomi a questo indirizzo: roberta.turci@gmail.com

 

Annunci

Le Eclissi dell’Estate 2018 (seconda parte), di Roberta Turci

immagini blog

La seconda delle tre Eclissi dell’estate 2018 è un’Eclissi Lunare Totale, la più lunga del secolo, e avrà il suo massimo picco venerdì 27 luglio alle 22.22.

Questa Eclissi amplificherà le emozioni generate dagli eventi che si sono manifestati durante l’Eclissi Solare in Cancro del 13 luglio scorso. La risoluzione di eventuali  conflitti, e la presa di coscienza delle reazioni emotive a quegli eventi, potranno poi avere luogo in occasione della successiva Eclissi Solare in Leone dell’11 agosto.

L’Eclissi Lunare del 27 luglio avviene nel segno dell’Acquario: la Luna sarà Piena a 4°44’, congiunta a Marte e al Nodo Sud. Quando la Luna è in questo segno, è distaccata e meno emotiva e la congiunzione con Marte renderà probabili comportamenti imprevedibili e impulsivi, poco rispettosi della sensibilità altrui. Bisogna prestare molta attenzione a quello che si dice e a come lo si dice.

Tra l’altro, il giorno precedente, giovedì 26, Mercurio diventa retrogrado, a 23° del Leone: gli equivoci, i fraintendimenti, le difficoltà comunicative sono quindi altamente probabili e, uniti al distacco emotivo di Luna e Marte in Acquario, rischiano di mettere in difficoltà anche i rapporti più solidi e importanti.

Il ruolo di Marte, congiunto alla Luna e opposto al Sole in occasione di questo Plenilunio, è determinante perché il pianeta rosso sarà alla sua massima vicinanza alla Terra, ed essendo congiunto al Nodo Sud, si esprimerà nella sua ottava più bassa: potremo assistere a comportamenti dettati dall’impulsività e dalla rabbia. Inoltre, Marte forma un aspetto di quadratura con Urano, che sarà esatto il 2 agosto. C’è elettricità nell’aria! E probabilmente, sentiremo un po’ tutti il desiderio o il bisogno di esprimere ciò che proviamo o pensiamo, e/o di fare qualcosa che abbiamo sempre desiderato fare, ma non abbiamo osato! A livello energetico c’è l’opportunità di vivere cambiamenti improvvisi (ovviamente solo apparentemente inattesi!), ma profondi.

Particolarmente interessati dalla croce fissa, che coinvolge Sole, Luna, Marte e Urano, sono coloro che hanno pianeti ai primi gradi dei segni fissi (Toro, Leone, Scorpione e Acquario): attenzione all’impulsività!

C’è anche da dire che la presenza di ben 6 pianeti in segni fissi (Giove in Scorpione e Mercurio in Leone, oltre ai 4 già citati) conferisce a tutti grande determinazione, che può essere molto positiva, se non sconfina nell’intransigenza.

astro_w2gw_27_7_2018_22_21_45.75421.29015

Come ho scritto nel precedente articolo (Le Eclissi dell’Estate 2018 (prima parte), di Roberta Turci), la lunga retrogradazione di Marte invita ciascuno di noi a chiedersi: “Vale la pena che io continui a combattere per questo? Sto davvero mettendo le mie energie al servizio della giusta causa?” In questa fase è veramente importante essere consapevoli delle proprie azioni e delle possibili conseguenze. Ciascuno dovrebbe ascoltarsi di più e accordarsi con l’intento evolutivo della propria Anima!

I numerosi pianeti retrogradi possono esserci di aiuto (Mercurio, Marte, Saturno, Plutone e Nettuno): il lavoro introspettivo e la rivalutazione di posizioni e comportamenti, possono indicarci nuovi modi di risolvere vecchi problemi.

L’Eclissi è segnata anche da un altro aspetto, molto positivo e incoraggiante: l’opposizione tra Venere, in Vergine, e Nettuno, in Pesci. L’aspetto sarà esatto mercoledì 25 luglio, ma è comunque attivo durante il Plenilunio: si tratta di un’energia femminile, che ci invita a riconoscere il bello intorno a noi, ad apprezzare i doni dell’Universo, dalla Natura che ci circonda fino alle più piccole cose della nostra quotidianità. Il cambiamento che vorremmo vedere nel mondo comincia dall’innalzamento della frequenza alla quale vibra ogni singolo individuo, e la gratitudine è il sentimento che più ci aiuta a compiere questa trasformazione.

Inoltre, il Sole, in Leone, congiunto al Nodo Nord, simbolo del destino collettivo (per approfondimenti, vedi qui), ci invita ancora una volta a vivere dal cuore e con il cuore, coltivando i nostri talenti e la spinta creativa che è in tutti noi e che spesso non riconosciamo.

Se da una parte Saturno in Capricorno alimenta la divisione e la separazione, l’affermazione dell’intelletto sul cuore, la freddezza di regole imposte e la disciplina, dall’altra, Nettuno in Pesci ci chiede di provare compassione, di aprire il cuore, di uscire dalle dinamiche del controllo e dell’imposizione, e di sentire la connessione tra tutti gli esseri umani, il tema principale del Nuovo Paradigma dell’Era dell’Acquario.

L’Eclissi Lunare è una chiamata al risveglio: getta luce sulle ombre, aiuta a vedere nel buio dell’inconscio, e cose mai dette possono essere ora rivelate.

L’esacerbazione della rabbia e dei conflitti, che può essere la manifestazione del transito di Marte e degli aspetti che forma, sia a livello individuale sia a livello collettivo, è funzionale alla presa di coscienza: l’Eclissi potrebbe mostrarci che il tempo di un certo patriarcato e del vecchio Paradigma che l’ha sorretto finora, sta volgendo al termine.

L’Era dell’Acquario è sempre più vicina, e sempre più persone si stanno rendendo conto che ciascuno di noi ha il potere di influenzare e creare la propria realtà, e di conseguenza, la realtà circostante. Tutti dicono di volere un mondo migliore, ma per averlo davvero, ognuno deve essere disposto a cambiare sé stesso, e ad accordarsi a una frequenza più elevata che vibra in risonanza con i principi della condivisione, dell’equità e dell’Amore. Dipende tutto da noi.

A breve ci ritroveremo per parlare del Novilunio in Leone dell’11 agosto, la terza Eclissi di questa intensa estate, preludio di cambiamenti epocali.

Un abbraccio di Luce,

Roberta

ECLISSI LUNARE in LEONE – TOP&FLOP dal 6 al 12 febbraio, di Roberta Turci

Settimana estremamente interessante: lunedì 6 Giove diventa retrogrado a circa 23° della Bilancia, l’8 febbraio Mercurio entra nel segno dell’Acquario, dove già si trova il Sole, e sabato 11 ci sarà la Luna Piena con eclissi lunare penombrale a 22° del segno del Leone.

Giove tornerà diretto il 9 giugno: osservate in quale casa transita durante la retrogradazione, e riflettete su quello che sta cercando di insegnarvi. Tra il dicembre 2016 e il gennaio 2017, c’è stata l’opposizione esatta di Giove a Urano, congiunto tra l’altro a Eris (il guerriero spirituale!), che ha rappresentato la spinta alla rottura di vecchi schemi per muoversi verso un livello più alto della coscienza. Adesso è il momento di completare il lavoro di introspezione che questo aspetto ci ha invitato a effettuare: quanto più avremo “lavorato” durante la retrogradazione di Giove, tanto più avremo integrato le sue lezioni e accumulato saggezza, e sapremo quindi cogliere le opportunità di espansione offerte dalla prossima opposizione esatta tra Giove e Urano, che si verificherà a settembre, a 27° di Bilancia e Ariete.

Osservate poi cosa accade dentro di voi l’8 febbraio, giorno particolarmente intenso a livello emotivo, e non solo per l’ingresso di Mercurio in Acquario, che unendosi al Sole amplia gli orizzonti e stimola il pensiero anticonvenzionale. Mercoledì 8 la Luna si trova infatti nel segno del Cancro, opposta a Plutone e quadrata a Urano, Eris e Giove: si forma cioè una breve, ma intensa Croce Cardinale, che interessa quindi Cancro, Ariete, Bilancia e Capricorno, e che amplifica l’effetto della configurazione a T che coinvolge Giove, Urano e Plutone. Tra l’altro, verso la fine del mese, Marte raggiungerà Urano ed Eris in Ariete, rafforzando ulteriormente l’effetto di questi passaggi celesti, il cui significato è da ricercare nella necessità di trovare un equilibrio tra il senso di responsabilità nei confronti della famiglia, il bisogno di sicurezza e l’attaccamento alle persone della nostra infanzia da un lato, e il bisogno di libertà, di indipendenza, di autonomia, necessarie per affermare se stessi nel mondo, dall’altro.

astro_2at_387_eclissi_lunare_in_leone-72655-20189

Ed ecco che l’11 febbraio, annunciata da queste intense configurazioni, si verifica la prima Eclissi dell’anno: alla 1:44 si avrà la massima fase di eclissi penombrale di Luna, a 22° del segno del Leone. Per tutto il 2017, l’asse Leone-Acquario sarà fortemente sollecitato, quindi vale la pena prestare attenzione ai settori della vita corrispondenti alle case interessate da questi segni nel proprio tema natale. A maggio infatti, il Nodo Lunare si sposterà nel segno del Leone, e ad agosto nello stesso segno si verificherà una potentissima eclissi solare.

Le eclissi sono fenomeni molto importanti per il nostro sviluppo personale, poiché hanno la funzione di riportarci sulla “retta” via se abbiamo perso la bussola lungo il nostro percorso destinico. Il loro effetto si può sentire da due settimane prima fino a 6 mesi dopo il giorno esatto dell’evento, e sarà percepito in maniera ancora più forte se si verifica in un punto della carta natale in cui si trovano pianeti o angoli del cielo.

Il segno del Leone rappresenta la creatività, intesa come espressione autentica e libera di sé, ed è associato all’energia del cuore: è il momento di chiedersi se quello che stiamo facendo nella nostra vita, e in particolare nel settore sollecitato (guardate la casa astrologica in cui si verifica l’eclissi!), è una scelta del cuore o della mente. Quanto più amore mettiamo in ciò che facciamo, tanto più amore verrà riversato nell’Universo, e quindi potrà tornare indietro, nelle nostre vite. Per comprendere questo, e metterlo in pratica, è necessario essere fiduciosi, credere veramente in se stessi e non avere paura di esprimere il proprio io autentico: in una parola, avere coraggio!

Osservando la carta del cielo riferita alla 1:44 di sabato 11 febbraio, si notano vari aspetti energeticamente molto potenti. Sole in Acquario, Giove in Bilancia, Urano in Ariete e la Luna Piena in Leone formano il cosiddetto rettangolo mistico: le opposizioni Sole – Luna e Giove – Urano creano le tensioni, e i sestili (Giove-Luna e Sole-Urano) e i trigoni (Sole-Giove e Luna-Urano) trasformano queste tensioni in opportunità e manifestazioni. Inoltre, si ha un grande trigono di fuoco formato da Luna, Urano e Saturno, che è l’apice del triangolo: questo è proprio il momento di visualizzare quello che si vuole attrarre!

Il quadro si completa con un altro aspetto, raro ed estremamente significativo, che è il cosiddetto Yod o dito di dio o del Fato, formato dalla Luna e Giove, che fanno sestile tra loro, e da Chirone, a 23° dei Pesci, con il quale entrambi formano un aspetto di quinconce. Chirone, il guaritore ferito, si trova all’apice dello Yod e sta a indicare la spinta a ritrovare la propria integrità, la completezza in se stessi, che può essere conquistata attraverso la guarigione spirituale e la saggezza. 

In sintesi, questa eclissi ha la funzione di rivelare quello che ancora non ci siamo permessi di vedere di noi stessi e ci incoraggia ad ampliare le nostre prospettive.

Queste configurazioni celesti rappresentano la possibilità di riscoprire i propri talenti, di manifestare le proprie idee, e di trasformare i sogni in realtà!

Il cielo dice a ognuno di noi: “Ricordati di quello che amavi fare quando eri un bambino, di quello che accende in te la passione e porta luce nella tua anima, e quindi nel tuo corpo, rafforzandoti e mantenendoti in uno stato di benessere. L’eclissi può mostrarti dove ti hanno limitato, represso, scoraggiato: alza la testa e la voce, smetti di scusarti per quello che sai e che sei, metti da parte tutte le insicurezze e vai a fare la differenza nel mondo!”

In vista della nascita di un nuovo paradigma, tutto sta accelerando, e noi siamo chiamati ad agire!

Ed ora vediamo la classifica dei segni per questa settimana:

1. ACQUARIO

Momento magico, di riconoscimenti e soddisfazioni. Novità in arrivo, ma anche tante conferme. Aprite le braccia e accogliete tutto il bello che c’è senza farvi intimorire dai cambiamenti.

2. SAGITTARIO

L’ottimismo e l’intraprendenza stanno per essere ampiamente ripagati. Avete imparato a sacrificarvi e crescere non vi fa più paura. Anche l’amore busserà alla vostra porta: spalancatela su nuovi orizzonti e oltre.

3. LEONE

Con discrezione, per non attirare l’attenzione di invidiosi e detrattori, ma gioite! Avete voglia di amare, di entusiasmarvi, di costruire. L’importante è che siate autentici, e sicuri di essere esattamente dove volete essere…

4. GEMELLI

Finalmente aria fresca e leggera. Ci sono novità da abbracciare, rapporti da costruire o da ridefinire con nuovo slancio. Senza perdere di vista le responsabilità e la consapevolezza, conquistata con fatica e sofferenza, potete sorridere spensierati.

5. ARIETE

Creatività, amore, entusiasmo, emozioni. Tutti gli ingredienti ci sono, e sono della miglior qualità. Spetta a voi miscelarli nel modo giusto: imparate a scegliere, a non disperdere energie e a focalizzarvi sugli obiettivi davvero importanti, coltivando gioia e gratitudine.

6. BILANCIA

Adesso è difficile dire no quando è sì e dire sì quando è no: siete chiamati a essere voi stessi, liberi dalle aspettative altrui, dai doveri, dalle abitudini. Si spostano degli equilibri, ed è un bene, ma state comunque attenti a non sbilanciarvi troppo!

7. VERGINE

Restate in silenzio, centrati su voi stessi, vigili e attenti per riuscire a percepire la voce della vostra anima. Non è il momento di reagire. Avete il diritto di ritagliarvi uno spazio interiore in cui proteggere i semi che germoglieranno con la primavera.

8. PESCI

Aria di riassestamento: c’è qualcosa da chiudere e qualcosa da accogliere. Qualcuno esce di scena, qualcuno entra e sa meritarsi la vostra attenzione. Ci sono dinamiche da rivedere, e c’è da mettere ordine. Siate flessibili e curiosi.

9. TORO

Smarriti nei labirinti della mente, non riuscite a comunicare e vi sentite incompresi. Abituati ad agire in base a schemi rigidi e prefissati, vi innervosite e protestate. Ma l’unica cosa da fare è fermarsi e farsi qualche domanda, senza aver paura di trovare le risposte.

10. SCORPIONE

State marciando spediti verso la realizzazione del vostro io più autentico, ed è inevitabile perdere per strada persone e situazioni che non vi corrispondono più e anzi vi tolgono energia. Lasciare andare per voi è sempre doloroso, ma il cuore sa e non si ferma.

11. CAPRICORNO

Tensioni fortissime in famiglia: che siano silenzi o grida, sono ormai intollerabili. Potreste semplicemente ammettere che avete sbagliato qualcosa, che è ora di mollare le zavorre e cambiare direzione, scegliendo voi stessi.

12. CANCRO

Ricercate la sicurezza materiale come surrogato di quella emotiva: attenti a non frenare così la corsa verso voi stessi. Sentitevi liberi di esprimere i vostri bisogni, ma non aspettatevi che siano gli altri a soddisfare le vostre esigenze più profonde.

Buona settimana e buona Eclissi a tutti!

Roberta Turci