5 giugno 2020: Luna Piena ed Eclissi Penombrale in Sagittario, di Roberta Turci

Dopo 18 anni, oggi, venerdì 5 giugno si verifica un Plenilunio in Sagittario con Eclissi (Penombrale) e Nodo Sud in Sagittario.

eclissi2

L’evento durerà dalle 19:46 alle 23:04, ma sarà visibile dopo il sorgere della Luna, intorno alle 20:45. La fase di massimo oscuramento della Luna si avrà alle ore 21:25, quando la Luna sarà immersa per il 59% nel cono d’ombra prodotto dalla Terra.

Un’Eclissi congiunta con il Nodo Sud rappresenta la fine di un ciclo, il momento in cui qualcosa va lasciato andare, ripulito, purificato. 

In tanti si chiedono: “Cosa mi succederà?”, ma non è questa la domanda da farsi di fronte a un qualunque evento astrologico.

Un’anima in cammino, una persona che sceglie di fare della propria vita un processo evolutivo, dovrebbe chiedersi: “Cosa posso imparare da questa Eclissi?“, e la risposta può arrivare solo da dentro, da sé.

Il Sole a 15° dei Gemelli è opposto alla Luna, a 15° del Sagittario.

Il Sole è congiunto a Venere: la congiunzione precisa Sole-Venere, denominata Venus Star Point, si è verificata solo 2 giorni prima dell’Eclissi, il 3 giugno. Ne ho parlato in questo articolo. La congiunzione Sole-Venere illumina il nostro vero desiderio, il nostro proposito di vita: lo Star Point  rappresenta l’inizio di un nuovo ciclo, in cui qualcosa si svela, e ci offre la possibilità di vedere quello che la nostra anima desidera veramente, soprattutto per quanto riguarda l’ambito delle relazioni.

Inoltre, i Luminari quadrano Marte, a 15° dei Pesci, e Nettuno, a 20° dei Pesci. Il ciclo Marte-Nettuno, che dura poco più di 2 anni, sta per concludersi (la congiunzione esatta sarà il prossimo 13 giugno) e ne inizierà uno nuovo.

Mercurio, nel ricettivo segno del Cancro, fa un aspetto di trigono con Marte (l’azione deve essere indirizzata da un pensiero consapevole) e di sestile con Urano (mente inferiore e Sé superiore devono essere allineati).

C’è un conflitto che deve emergere, una tensione che chiede di manifestarsi: è il momento di guardare in faccia la realtà, di accorgersi di qualcosa che va cambiato. Il cambiamento che ci è richiesto è potente, ed è fortemente spinto dalle emozioni profonde che emergono e si rivelano.

Come se ci risvegliassimo da un sogno, dovremo renderci conto di quello che sta accadendo, e soprattutto che quella che siamo abituati a considerare la “realtà oggettiva“, non è altro che la proiezione del nostro mondo interiore, fatto di convinzioni e credenze limitanti.

Ci sono situazioni che vanno chiuse, relazioni (affettive, amicali, lavorative) che vanno tagliate, dinamiche che vanno trasformate.

Ci siamo costruiti un mondo illusorio, abbiamo creduto in qualcosa che non è mai stato veramente come l’abbiamo sognato. Ora dobbiamo rivedere la nostra realtà personale con occhi nuovi, cambiando la prospettiva dalla quale osserviamo la vita.

Cambiamento è la parola chiave, ma va precisato e sottolineato che si tratta prima di tutto di un cambio di visione, del modo di pensare. Come ho ribadito più volte, parlando della Grande Congiunzione e di Giove in Capricorno, sta cambiando il sistema di Valori di Riferimento dell’intera Umanità. E questo cambiamento collettivo non può che partire dal cambiamento profondo di ciascun individuo.

Il Sagittario è il segno della Verità, e questa Eclissi ci mostra la Verità che non vogliamo vedere, una grande Verità o una serie di piccole verità su qualcosa che dobbiamo cambiare.

Se non utilizziamo i prossimi sei mesi, che conducono all’Eclissi Solare Totale del 14 dicembre, per chiudere un ciclo e ripulire antiche memorie, trasformando le credenze limitanti che ci hanno condizionato finora, non potremo manifestare l’inizio di qualcosa di nuovo nel 2021.

Osservando la zona in cui si trova il segno del Sagittario nella nostra carta natale, possiamo comprendere meglio cosa va ripulito, e cambiato, mentre nella zona in cui cade il segno dei Gemelli è rappresentata l’area della vita in cui siamo chiamati a manifestare il nuovo.

Come ho scritto nell’articolo 22 maggio 2020: Novilunio in Gemelli e dintorni…, di Roberta Turci,

Adesso è tempo di riscoprire chi siamo, di riscrivere il nostro progetto. E nonostante la confusione, il gran numero di notizie da cui siamo bombardati, la difficoltà nel distinguere ciò che è vero da ciò che non lo è, il conflitto tra la mente razionale e l’intuizione, possiamo scegliere di ascoltare la voce dell’anima e comprendere che siamo noi gli unici responsabili di come viviamo la vita.

Per i prossimi 18 mesi, i Nodi Lunari sull’asse Gemelli/Sagittario ci aiuteranno a rivedere i nostri riferimenti. L’enfasi nei segni mobili ci dona flessibilità e versatilità.

Adattamento è l’altra parola chiave di questo tempo.

Molti di noi hanno coltivato un sogno, o forse, per meglio dire, hanno creduto di desiderare qualcosa, si sono creati un modello ideale al quale hanno deciso di aderire senza chiedersi se era davvero quello che volevano. Adesso la verità si presenterà ai nostri occhi, e come sempre, avremo la possibilità di scegliere.

Ciascuno di noi ha la responsabilità di decidere da che parte andare, se rimanere nella farsa, nascosto dietro la maschera che ha indossato finora, o cambiare il suo sogno per riscriverlo in base alla spinta emozionale e al desiderio profondo del cuore.

Molte persone devono prendere decisioni importanti, e si chiedono quale sia la cosa giusta da fare. Ma la risposta appartiene solo all’anima. Bisogna quindi imparare a sentire la sua voce, ad ascoltarla, leggendo le sincronicità, i segnali che l’universo ci manda. La vita ci chiama a sé continuamente: siamo noi che spesso non ce ne accorgiamo perché siamo troppo occupati a rincorrere un’immagine ideale che altri hanno confezionato per noi. Questo tempo così straordinario ci sta obbligando a ripulire le memorie inconsce che arrivano da altre vite o dalla storia famigliare, per realizzare la nostra leggenda personale, per usare le meravigliose parole di Coelho ne L’Alchimista.

Ma TU, sai qual è la tua leggenda personale?

TU, come stai vivendo?

TU lo sai, quello che vuoi veramente?

Cosa stai facendo perché la tua leggenda personale si realizzi?

Non accade per magia, grazie all’eclissi o al transito di Urano o di qualsiasi altro pianeta. Accade se TU agisci in accordo con le energie che l’Universo muove e con quello che desidera il tuo cuore.

Bisogna andare giù in fondo a se stessi per trovare quel desiderio e onorarlo, ridargli luce e respiro.

Come si fa? Portando ogni giorno, nelle piccole e grandi cose della vita, i principi della spiritualità di cui tanto si parla, spesso senza vera consapevolezza.

Ogni giorno bisogna rimanere centrati sull’obiettivo, sapendo che si cade continuamente, e che la paura cercherà sempre di fermarci. E ogni giorno bisogna trovare il coraggio di ritornare a sé, dalla propria Anima, che sa chi siamo veramente. Ne ho parlato anche in questo video che trovi sul mio canale youtube. (Se ti piacciono i miei video, iscriviti al mio canale e clicca sulla campanella per essere sempre aggiornat*.)

E quando deciderai di voler fare davvero questo viaggio interiore, sono sicura che la vita ti mostrerà la strada. Aspetta solo un tuo segnale.

Lo stiamo facendo in tanti, e saremo sempre di più. Impareremo a darci coraggio gli uni gli altri. Perché da soli è molto più difficile. Anime affini si incontrano e si sostengono. E un giorno dopo l’altro, se sapremo avanzare con gratitudine e fiducia, cambieremo questo mondo ormai stanco e troppo ferito.

Prossima fermata: le ultime Eclissi sull’asse Cancro/Capricorno, 21 giugno e 5 luglio. Ci vediamo là. 😉

Con Amore,

Roberta

P.S. Se vuoi comprendere il cammino che la tua anima ha scelto, se ti serve una guida per scendere nel regno di Ade e desideri conoscere gli strumenti del counseling che utilizzo per fare anima (astrologia evolutiva, psicogenealogia e costellazioni familiari, regressioni e progressioni evocative, carte dei Nat), scrivimi: roberta.turci@gmail.com Sono a disposizione per colloqui telefonici o via Skype.

 

NODO NORD IN VERGINE: AL SERVIZIO DI MADRE TERRA

11011464_10208057070774548_1117038339115389030_nVenerdì 13 novembre, il Nodo Nord vero (per il significato dei Nodi Lunari e la differenza tra Nodo medio e Nodo vero leggi qui) passerà nel segno della Vergine, dove già si trova, da agosto, il grande Giove: un altro elemento, dunque, che va a sollecitare i segni mobili (Gemelli, Vergine, Sagittario e Pesci), nei quali transitano attualmente anche Saturno e Nettuno.

L’archetipo della Vergine rimanda alla Grande Madre, e al mito di Demetra, dea delle messi e dei raccolti.

La Vergine “accudisce”, “si prende cura” dell’altro, è la terra che custodisce e protegge il seme che germoglierà. Coltiva i suoi talenti per metterli al servizio della collettività nel vivere quotidiano. Ha un modo estremamente concreto di servire il Bene Supremo. Sa, nel suo inconscio, di avere un compito elevato, e per questo si analizza continuamente ed è attenta a discriminare, rischiando spesso di cadere nel giudizio di sé e degli altri.

La Croce Cardinale che ha fortemente caratterizzato il cielo dal 2010 al 2014, ci ha accompagnato verso il cambiamento. Adesso, i Segni Mobili stanno conducendo i pianeti attraverso i cambiamenti. Il Sagittario lo fa mediante la conoscenza superiore, le religioni, la filosofia, i viaggi, gli scambi culturali. I Pesci lo fanno attraverso le arti e la spiritualità, i Gemelli si muovono sul terreno del pensiero e della comunicazione. La Vergine agisce mediante l’osservazione attenta e minuziosa, il perfezionismo, la cura per i dettagli, e il servizio reso, raccogliendo i frutti della fatica.

In questo contesto fortemente evolutivo, il duplice transito di Nodo Nord e Giove nel segno della Vergine ha il compito di portare l’attenzione sul nutrimento, inteso sia in senso materiale (cibo) sia in senso energetico (emozioni, relazioni). Da una parte, siamo quindi sollecitati a prestare attenzione a ciò che mangiamo, nel rispetto del nostro corpo e del pianeta che ci ospita. Dall’altra, dobbiamo imparare che, tanto più le nostre energie interiori sono “pulite”, tanto meno il nostro corpo avrà bisogno di esprimersi attraverso la malattia. Ormai anche la scienza lo ha dimostrato: quello in cui noi crediamo, i nostri pensieri, i condizionamenti, e le emozioni che ne conseguono, sono all’origine del nostro stato fisico. E questo è il primo aspetto del cambiamento in atto: basta lamentarsi e arrabbiarsi per qualunque cosa! Siamo noi a creare la realtà che ci circonda, e se vogliamo cambiarla, dobbiamo agire, e dobbiamo farlo ascoltando il nostro intuito e lasciandoci ispirare (spinte che arrivano da Saturno in Sagittario e Nettuno in Pesci). Dobbiamo imparare a trovare le soluzioni ai problemi affidandoci alla capacità di insight dei Pesci, comunicando e condividendo i nostri sforzi attraverso il talento dei Gemelli e utilizzando gli strumenti acquisiti dal Sagittario (la conoscenza superiore). Alla Vergine è infine affidato il compito di agire!

Chiediamoci perché siamo venuti sulla Terra proprio ora. Chiediamoci qual è il nostro scopo, qui e ora. Il lato ombra della Vergine è il suo essere critica e giudicante. Ma come possiamo essere di aiuto agli altri se siamo pronti al giudizio? Noi non siamo qui per giudicare, né noi stessi né gli altri, quanto piuttosto per comprendere, accogliere, ascoltare, prenderci cura delle ferite: non è forse quello che ci aspettiamo dagli altri? Non è forse quello che ci auguriamo per noi stessi?

Giove rimarrà in Vergine fino al 9 settembre 2016, mentre il Nodo Nord resterà nel segno fino al 10 maggio 2017. Usiamo questo tempo per imparare a essere vigili e mantenere puri, intenti e intenzioni! Questa purezza si rifletterà anche sul corpo, guidandoci verso un benessere totale, che a sua volta favorirà relazioni sane con lo scopo ultimo di guarire l’intero pianeta.

Chi ha forti valori in Vergine, sarà stimolato a lasciare andare il giudizio, verso sé e gli altri, e a coltivare la capacità di comprendere la ragione per cui ha scelto di incarnarsi sulla Terra in questo tempo.

Chi invece ha molti pianeti in Pesci, o Sole, Luna e Ascendente in questo segno, beneficerà di questi transiti imparando a piantare radici robuste nella Terra e conquistando una nuova stabilità: i suoi doni spirituali e artistici potranno essere spesi nel mondo in un modo più concreto e tangibile.

Il Sagittario si troverà a unire in sé diverse culture, favorendo l’integrazione di valori apparentemente distanti. I Gemelli sentiranno ancora più forte l’esigenza di espandere la conoscenza e di condividere le esperienze.

Anche chi ha nel tema natale Plutone e Urano in Vergine, nonché Chirone nei Pesci, potrà sentirsi chiamato a una vera e propria rinascita…sì, lo so cosa state pensando: ancora?!? Ma non finisce mai? No, mai. Il Nodo Nord in Vergine ci guiderà verso il nostro destino, e il nostro destino si compie al servizio di Madre Terra, colei che ci ospita e ci nutre. Evidentemente, c’è ancora un bel po’ di strada da fare! A piccoli passi, senza fermarsi, con gli occhi sempre puntati sulla meta finale, ce la faremo…buon viaggio a tutti noi!

Roberta Turci