CHIRONE, IL GUARITORE FERITO – Posizione nelle Case, parte seconda

 

chironeProsegue la saga di Chirone con l’interpretazione delle case dalla settima alla dodicesima.

 

VII casa. Con Chirone in VII casa, probabilmente passerai la maggior parte del tempo a prenderti cura di un partner che ha qualche problema fisico o comunque ha bisogno di cure e assistenza. Oppure sei molto bravo nel dispensare consigli sul matrimonio, pur se il tuo magari è problematico, o addirittura non ti sei mai sposato. Questa casa rappresenta anche le società in ambito lavorativo. Potrebbe quindi essere anche che ti dovrai occupare di un socio, al quale insegnerai il mestiere. Attenzione a non essere proprio tu a pagarne le conseguenze però: una volta che l’allievo ha imparato da te tutto il possibile, potrebbe soppiantarti!

 

VIII casa. Potresti diventare un bravo sessuologo ;-). O potresti saper risvegliare il lato passionale di un partner troppo romantico. Ma la casa ottava non parla solo di sesso. Potrebbe trattarsi di eredità tue, o del partner, che sai gestire abilmente, o di tuoi beni che un partner troppo “premuroso” gestisce per te. Forse sei troppo dipendente dal denaro che altri ti offrono per aiutarti nel momento del bisogno, o sei tu che destini troppi soldi da te guadagnati al supporto di altri. Ma potrebbe anche trattarsi di un dono che hai ricevuto: quello di curare il prossimo. Ma non te stesso, purtroppo.

 

IX casa. Potresti essere un perfetto agente di viaggio che organizza viaggi fantastici per tutti, mentre rimane bloccato in ufficio per fare le prenotazioni, o un editore o un insegnante di scrittura che fornisce agli altri gli strumenti per diventare scrittori famosi, mentre coltiva segretamente il sogno di scrivere e pubblicare il proprio libro. Genitori con questa posizione di Chirone spesso tendono a spingere i propri figli a ottenere un grado di istruzione elevato che loro non hanno avuto la possibilità di raggiungere. Questo potrebbe anche significare che li costringono a studiare quello che avrebbero studiato loro, e non quello che i ragazzi vogliono davvero. Qui potrebbe anche esserci gelosia da parte dei genitori, che quindi privano i propri figli di istruzione superiore. La nona casa governa anche la religione. A volte questa posizione può portare al fanatismo nei confronti di qualche dottrina religiosa, con la convinzione che questa curerà tutte le proprie ferite interiori. Questa posizione di Chirone potrebbe anche manifestarsi nell’ossessione per i viaggi o per gli studi filosofici o spirituali.

 

X casa. Con questa posizione di Chirone, carriera e prestigio pubblico sono i campi di battaglia. Può indicare la propensione a creare una organizzazione in campo medico o comunque tesa alla guarigione, ma spesso, chi ha Chirone in decima casa si prende cura di tutti e di tutto, tranne che di se stesso, e alla lunga ne soffre. Ma qui Chirone potrebbe anche manifestarsi in modo opposto: ci può essere un rifiuto totale di qualsiasi tipo di ambizione o di responsabilità, molto probabilmente a causa della paura del fallimento. Forse i genitori hanno spinto così tanto per vedere il figlio riscuotere successo o l’hanno talmente umiliato al primo fallimento, che le reazioni possono essere due: o un bisogno compulsivo di raggiungere le mete più ambiziose o il rifiuto di qualsiasi competizione o responsabilità. Può anche accadere che i genitori, per invidia o per gelosia, abbiano alimentato così poco l’autostima del figlio, che questo non tenta nemmeno di raggiungere posizioni di prestigio.

 

XI casa. Le aree problematiche sono amici, speranze e desideri. Da una parte, ci potrebbero essere difficoltà ad avere o a mantenere amicizie, o la paura delle folle e dei gruppi. Dall’altra parte, si possono cercare compulsivamente amici (o la partecipazione a gruppi, in particolare i gruppi che vogliono cambiare la società), al fine di compensare la paura profonda della solitudine. Ma potrebbe anche accadere che gli amici si approfittino di te. O più spesso, si offre sempre aiuto agli amici, sia  che vogliano o no, perché questo dà una sensazione di controllo. Il fine è compensare un bisogno psicologico che non sembra essere mai soddisfatto.

 

XII casa. Come sempre, Chirone mostra dove possiamo fare di più per gli altri che per noi stessi. Con questa posizione, potresti cercare compulsivamente di prenderti cura dei poveri, dei malati, e dei più sfortunati, trascurando i tuoi bisogni e quelli della tua famiglia. O al contrario, ci possono essere simulazioni di malattia per sembrare sempre in una situazione di “bisogno” a causa di un (spesso auto-causato) “problema” dopo l’altro. Questa posizione tende a far sentire una persona stanca e affaticata. Assicurati di riposare abbastanza.

 

 

 

Prossimamente Chirone nei segni, il ciclo di Chirone e i suoi transiti. Stay tuned!

Roberta

 

 

 

I CICLI DI SATURNO E L’EVOLUZIONE DELL’ANIMA

keep calm and love saturnSaturno è forse il pianeta più temuto del Sistema Solare. La sua fama di “malefico” deriva da un’astrologia superficiale e presuntuosa che ha erroneamente alimentato e diffuso l’idea che gli astri influenzino gli eventi terreni, mentre così non è. La disposizione di pianeti e stelle nel cielo è piuttosto una rappresentazione di ciò che accade sul piano materiale, ovvero sulla Terra, e la posizione di Saturno nel momento della nostra nascita esprime i limiti, le difficoltà, i sacrifici, le rinunce, la fatica e le responsabilità che l’Anima ha scelto di affrontare per compiere il suo destino: un fardello pesante, senza dubbio, ma anche infinitamente carico di possibilità evolutive.

Si sente parlare spesso degli aspetti di Saturno al Sole di nascita (il Segno zodiacale) e all’Ascendente o agli altri pianeti, soprattutto quelli personali (Mercurio, Venere, Marte e Giove), ma molto significativi, soprattutto in chiave karmica, sono anche gli aspetti che Saturno fa con se stesso, cioè alla posizione che aveva nel momento della nostra nascita.

Con i suoi transiti, Saturno ci costringe a fare i conti con la lezione karmica che ci siamo scelti: il Signore degli Anelli sa bene che ci chiede molto, ma è anche pronto a ricompensarci con trasformazioni necessarie, pur se dolorose, e risultati duraturi funzionali alla nostra evoluzione. Con Saturno possiamo imparare molto, e se ci rifiutiamo di farlo, la vita insisterà, mettendoci di fronte agli eventi “nefasti” a cui è dovuta la sua fama di malefico. Certo, il suo lavoro implica il desiderio di evolversi. Molto spesso, non siamo disposti a metterci in discussione, e a vedere e riconoscere i nostri comportamenti disfunzionali, gli errori commessi e le responsabilità cui sfuggiamo, rifiutando così di apprendere le lezioni impartite da Saturno. Esso ci vuole individui differenziati dalla massa, ci chiede di lasciare andare schemi e modelli comuni e convenzionali per esprimere l’unicità che contraddistingue ogni essere umano ed essere così in armonia con la parte più profonda di noi stessi.

Non è quindi Saturno la causa della sofferenza spesso associata ai suoi transiti, quanto la nostra resistenza alla comprensione delle lezioni che ci impartisce e ai cambiamenti che ci chiede di attuare.

Saturno impiega circa 29 anni e mezzo per compiere un intero ciclo di rivoluzione, e questo è quindi il tempo che impiega nel corso della vita di un individuo, per tornare alla posizione natale. Questo significa che ogni sette anni circa fa un aspetto dissonante con se stesso, che coincide con un periodo critico, ma proprio per questo utile per prendere coscienza di quello che deve essere cambiato e per lasciare andare i condizionamenti karmici. C’è anche da tenere presente che i transiti iniziano ad attivarsi un po’ prima e terminano oltre il passaggio esatto al grado, in un fluido avvicendarsi di eventi e stati d’animo.

All’età di 7 anni si ha la prima quadratura (crescente), a 14 anni Saturno si oppone a se stesso, per tornare in posizione di quadratura (calante) a 21 anni. A 28 anni, Saturno torna in posizione radix, cioè congiunto a se stesso. Sono tutte tappe fondamentali della crescita di un individuo, dai primi anni della scuola, all’adolescenza, alla maggiore età, fino al momento in cui ci si dovrebbe affrancare dalla famiglia di origine e affacciarsi al mondo del lavoro. Il ciclo riparte, con la successiva quadratura crescente a 35 anni, l’opposizione a 42 e la quadratura calante dei 49 anni. A 56, si ricongiunge a se stesso. E poi ancora, il ciclo ricomincia, scandendo il tempo di 7 anni in 7 anni.

Ovviamente, Saturno forma anche aspetti positivi, di sestile e di trigono a se stesso, che corrispondono a momenti di concretizzazione e stabilità, conseguenti o preparatori al gran lavoro psicologico richiesto dai transiti più difficili.

Particolarmente critica è l’opposizione che si verifica tra i 40 e i 43 anni, poiché in quello stesso periodo si ha l’opposizione di Urano a se stesso, che equivale al passaggio dal Karma al Dharma, cioè all’ingresso nella seconda parte della vita: si inizia a seminare karma per la vita futura e, se si è imparato dagli errori commessi, ci si libera dai condizionamenti delle vite passate. Se questa fase non porta a una effettiva evoluzione, Saturno offre una prova d’appello verso i 50 anni, con la seconda quadratura calante, momento cruciale di bilanci nella vita di uomini e donne. Ognuno di questi passaggi è in realtà una grande occasione: spesso, si tratta di momenti in cui si rimettono in discussione valori e relazioni che sembravano incrollabili, proprio perché ci si rende conto che qualcosa nel profondo è cambiato e si trova il coraggio di affermare se stessi, in armonia col progetto evolutivo della propria anima.

Nel compiere il suo ciclo, Saturno attraversa tutte le case del nostro tema natale. Di seguito ho sintetizzato l’effetto di Saturno nelle singole case e i problemi che possono manifestarsi. Resta inteso che Saturno può fare il suo lavoro solo se l’individuo comprende la lezione e integra i principi espressi dagli eventi che apparentemente subisce.

CASA I (dopo il passaggio sull’ascendente): transito molto pesante in cui si è messi alla prova come individui; ci si può sentire vulnerabili o depressi e si cambia nel profondo.

CASA II: possono esserci problemi nel settore delle finanze e del patrimonio personale, attraverso i quali si impara ad avere un rapporto più sano ed equilibrato col denaro.

CASA III: ci possono essere difficoltà nel settore delle comunicazioni, e si impara a gestire diversamente i rapporti e a essere più affidabili e concreti.

CASA IV: i problemi possono insorgere con la famiglia di origine, che può richiedere l’assunzione di maggiori responsabilità. Può anche verificarsi un cambio di abitazione. È l’occasione per scavare fino all’origine di sé.

CASA V: doveri verso i figli, poco spazio per il divertimento, creatività scarsa a causa di un ridimensionamento del proprio ego, che può diventare positivo nel momento in cui rende gli obiettivi più concreti.

CASA VI: fatica sul lavoro, soddisfazioni scarse, con possibile conseguente rivalutazione di alternative più consone alla natura dell’individuo e assunzioni di responsabilità nella professione. Possibili problemi di salute, che costringono ad “ascoltarsi” e a prendersi maggior cura di se stessi.

CASA VII: difficoltà nel rapporto di coppia, che possono portare alla rottura di una relazione o alla ricostruzione di un rapporto grazie alla rimozione di dinamiche disfunzionali.

CASA VIII: Affari deludenti o che richiedono notevoli attenzioni, problemi relativi a un’eredità. Può essere l’occasione per imparare a gestire patrimoni condivisi con altri in modo più responsabile.

CASA IX: transito di scarso impatto, durante il quale non si ha particolare fortuna e probabilmente non si riesce a viaggiare o a dedicarsi allo studio di materie profonde.

CASA X: i problemi potrebbero esserci con i colleghi o con i superiori, e la carriera potrebbe subire un arresto o delle limitazioni, ma la frustrazione può essere la molla che fa diventare più efficienti sul lavoro.

CASA XI: i contatti sociali potrebbero essere scarsi e difficoltosi; è l’occasione per riconoscere i rapporti di amicizia veri, che sono quelli che sopravvivono.

CASA XII: è il transito più difficile, una vera morte prima della rinascita. Isolamento, preoccupazioni, depressione sono l’espressione del processo di depurazione dell’inconscio da tutti i condizionamenti inutili che ostacolano l’evoluzione dell’anima. Se si fa resistenza al cambiamento, è molto probabile che ci si  ammali o si vada incontro a incidenti.

Per conoscere la posizione di Saturno nel vostro Tema Natale, potete consultare ad esempio il sito www.astro.com oppure, se volete comprendere a fondo il suo ruolo nella vostra carta astrale, contattateci in privato.

Su Saturno ci sarebbe ancora molto da dire, e di certo torneremo a parlare di questo affascinante pianeta. Per ora ci basti ricordare, come scrive Liz Greene nel suo libro ad esso dedicato, che “gli esseri umani non conseguono il libero arbitrio se non attraverso la scoperta di se stessi, e non conseguono questa scoperta finché le cose non diventano così dolorose da non lasciare altra scelta”.

Perciò auguro a tutti voi di imparare ad amare Saturno e di non perdere le occasioni che regala! Keep Calm and …love Saturn! 😉

 

I NODI LUNARI E IL PERCORSO DELL’ANIMA (seconda parte)

nodiLunariGrande

Continuiamo l’analisi dei Nodi Lunari nel tema natale con il significato della loro posizione nelle case astrologiche.

Vi ricordo che i Nodi Lunari sono due punti immaginari  che possono essere interpretati come la traiettoria dell’anima: il Nodo Nord (NN), o Ascendente, simboleggia il futuro, mentre il Nodo Sud (NS), o Discendente, simboleggia il passato.

Essi sono esattamente opposti tra loro. Pertanto, se l’uno si trova in Ariete, l’altro è in Bilancia, se uno è in Toro, l’altro è in Scorpione, e così via. La stessa cosa vale per le case: se il nodo Nord è in prima, il Nodo Sud è in settima, se il NN è in seconda, il NS è in ottava, ecc.

ATTENZIONE! Il segno in cui si trova il Nodo Nord (che è quello riportato sulle tabelle delle effemeridi e in genere anche sulle carte natali) NON corrisponde necessariamente né al vostro sole di nascita (il segno zodiacale) né all’Ascendente. Per conoscere il grado esatto e il segno in cui si trova, consultate le effemeridi (o chiedete a me!). A questo proposito, vi ricordo anche di riferirvi al Nodo Vero (True Node), poiché in astrologia karmica è da ritenersi più significativo e affidabile.

Fatte queste ulteriori doverose precisazioni, se non siete già in possesso di un tema natale completo, vi invito a procurarvi la vostra ora di nascita (più precisa possibile!), e a connettervi a un sito come ad es. www.astro.com, per disegnare la vostra carta natale (con il Nodo Vero!) e controllate in quale casa cade il Nodo Nord (esattamente nella casa opposta cadrà il Nodo Sud).

A questo punto, potete leggere le interpretazioni che seguono. E ricordatevi sempre che, qualunque siano il punto di partenza e di arrivo, i passi li muovete voi!

Nodo Nord in Prima Casa (Nodo Sud in Settima)

Nelle passate incarnazioni vi siete affidati a persone che non meritavano la vostra fiducia. Pur di aiutare gli altri a raggiungere i loro obiettivi e comprendere le loro problematiche, avete trascurato di coltivare la vostra identità. In questa vita avete conservato la tendenza a muovervi nel branco, ossessionati dal bisogno di piacere agli altri e di compiacerli. Quando ve ne renderete conto, inizierete a concentrarvi su voi stessi, esagerando in autonomia e tendendo al comando. Avete indubbie doti da leader, che dovete giustamente coltivare, ma la chiave sta nel trovare un equilibrio. Sviluppate la fiducia in voi stessi e lo spirito di iniziativa, ed esercitate il ruolo di capo, ma non perdete la vostra capacità di ascolto e attenzione nei confronti degli altri.

Nodo Nord in Seconda Casa (Nodo Sud in Ottava)

Siete stati abituati a situazioni traumatiche o poco chiare. Avete conosciuto le espressioni più basse della natura umana; forse avete usato il sesso per ottenere potere o avete rubato e ingannato. Il vostro sistema di valori era in ogni caso molto discutibile e in questa vita conservate un certo timore e un inconscio senso di colpa che spesso vi bloccano. Tendete ad affidarvi alla sicurezza materiale, che è per voi un punto di riferimento e un sostegno, ma questo vi allontana dal movente karmico dell’attuale incarnazione: cercare in voi stessi la stabilità, e guadagnarvi ciò che davvero è utile per il vostro benessere, senza usare scorciatoie poco lecite o appoggiarvi agli altri.

Nodo Nord in Terza Casa (Nodo Sud in Nona)

Il vostro è un karma di relazione. Avete bisogno di integrarvi in un gruppo, la comunicazione è per voi fondamentale. Nelle vite passate avete studiato, vi siete interessati a molte cose, a filosofie lontane, avete viaggiato molto. Avete accumulato saggezza, che ora sentite di dover condividere. Ma ricordate che nella relazione, è importante saper ascoltare. Imparate a entrare in connessione con il gruppo, sintonizzandovi con le esigenze e i punti di vista altrui. Il viaggio, fisico o mentale, è per voi una necessità che vi portate dal passato, ma state attenti: dovete imparare a fermarvi, per prestare attenzione a quello che dite, e comunicare con semplicità, arrivando al cuore di tutti. Abbattete le distanze. Create legami gioiosi. Il viaggio più bello è quello dentro voi stessi. E poi condividete le vostre scoperte.

Nodo Nord in Quarta Casa (Nodo Sud in Decima)

Siete come cuccioli sbalzati fuori dalla tana: per tutta la vita sarete alla ricerca del calore perduto del nido, e questo vi costringerà a fare i conti con la vostra  emotività. Ci può essere un blocco karmico legato alla figura della madre, o ad altre figure del passato, che genera un senso di solitudine interiore. I rapporti affettivi saranno così sempre al centro della vostra vita. Siete intelligenti, forti, capaci, ma sul fronte emotivo avete molto da imparare. Abituati ai riconoscimenti e alle celebrazioni, cercate di realizzarvi per essere al centro del mondo. Ma la vita vi chiederà continuamente di fare i conti con l’isolamento affettivo perché possiate raggiungere una maturità emotiva tale da non avere più bisogno di mettervi in rilievo, come su un palcoscenico. Sviluppate il senso di appartenenza e il calore umano per non isolarvi e restare senza radici. Avete bisogno di amore, non di applausi.

Nodo Nord in Quinta Casa (Nodo Sud in Undicesima)

In passato vi siete concentrati unicamente sulla soddisfazione dei vostri desideri. In questa vita, vi sentite frustrati a causa della differenza tra la realtà con cui dovete fare i conti e il mondo dei sogni che avete conservato nell’inconscio. Il vostro compito è scoprire che potete usare il potere immaginativo e creativo per realizzare i vostri sogni, ma non per voi stessi. Dovete mettere la vostra creatività, a tratti geniale, al servizio dell’umanità. Ricordatevi che il pensiero crea: siete dunque voi a creare la realtà; non dovete dare la colpa a niente e a nessun altro. Questo è il karma che vi siete scelti: è tempo di portare la vostra consapevolezza nel mondo ed esprimerla a beneficio degli altri. I valori fondamentali che dovete coltivare sono l’amicizia e la condivisione. Imparate a giocare con la vostra creatività, come fanno i bambini. Osservateli, ispiratevi a loro, e scoprirete il potere dei sogni e dei pensieri.

Nodo nord in Sesta Casa (Nodo Sud in Dodicesima)

Siete intuitivi, altruisti, profondi, e avete doti artistiche. Ma rischiate di essere dispersivi e inconcludenti, perché vi manca totalmente il contatto con la realtà. Dovete imparare ad organizzarvi nelle attività quotidiane e ad accettare il concetto di sacrificio. Siete stati così abituati a stare ripiegati su voi stessi in un continuo rimuginare e interiorizzare, che vi manca la capacità di rivolgere all’esterno le vostre abilità e capacità. Coltivate la fiducia in voi stessi, abbandonate la paura, assumetevi le vostre responsabilità. Soprattutto sul lavoro, dovete imparare a organizzare il tempo e a non lasciare incompiute le attività di vostra competenza. Molto probabilmente, avrete a che fare con ospedali o altre istituzioni, dove l’ordine e l’organizzazione richiesti vi costringeranno a imparare l’autodisciplina. Questo vi sarà utile per comprendere che non esiste negatività, e non vi è sollievo nell’autocommiserazione. Acquisirete così una nuova consapevolezza che renderà la vostra vita più positiva e produttiva.

Nodo Nord in Settima Casa (Nodo Sud in Prima)

Siete concentrati su voi stessi, individualisti, indipendenti. Avete accumulato così tanto egoismo nelle vite passate, che oggi non riuscite nemmeno a rendervi conto che tutti i vostri problemi e disagi arrivano da lì. E così date la colpa agli altri, con i quali potete rapportarvi solo se non interferiscono con la vostra libertà. Degli altri  vi interessa soprattutto l’approvazione. Vi piace che abbiano bisogno di voi, per essere un punto di riferimento e una guida, ma non potreste mai sacrificarvi per loro. Ma la vita vi costringerà a sviluppare gentilezza e comprensione, e le lezioni karmiche che vi attendono vi condurranno necessariamente verso la capacità di considerare gli altri e rinunciare ad essere sempre al centro dell’attenzione. Solo così potrete imparare a condividere, sia nel matrimonio sia in qualunque tipo di associazione, concedendovi tra l’altro la possibilità di entrare in contatto profondo, attraverso quello scambio emotivo di cui lamentate la mancanza. Se percorrerete la strada del vostro asse destinico, diverrete capaci di una sana autoironia che vi allontanerà dall’ego e vi permetterà di aiutare gli altri a riconoscere il loro valore senza aspettarvi nulla in cambio.

Nodo Nord in Ottava Casa (Nodo Sud in Seconda)

Dovete fare i conti con residui karmici pesanti: la vostra anima è ostinata e pigra ed è molto difficile per voi staccarvi dai modelli e dalle dinamiche delle vite passate, anche nel momento in cui prenderete coscienza degli errori fatti. Avete un forte senso del possesso e pensate di meritare una posizione di rilievo nella società, tanto da essere gelosi di chiunque l’abbia, secondo voi per lo più senza merito. Il desiderio ossessivo di  fare colpo sugli altri rende la vostra vita pesante, sempre spinta verso gli eccessi. L’energia sessuale è fortissima, anch’essa eccessiva e fuorviante. Se non imparate a esercitare l’autocontrollo, rischiate di rovinare sempre tutto e distruggere anche quello che avete conquistato di buono e valido. La vostra tendenza a guardarvi indietro vi rende difficile il superamento dei nodi karmici. Siete capaci di un’analisi profonda, perciò mettetevi in discussione, o gli eventi vi costringeranno a farlo: problemi di salute anche gravi, in qualche modo conseguenti ai vostri eccessi comportamentali, vi porteranno così vicini alla morte fisica o metaforica da indurvi a ridefinire la vostra scala di valori e a sperimentare una nuova rinascita. Placate le ossessioni e imparate a vivere con gioia e semplicità.

Nodo Nord in Nona Casa (Nodo Sud in Terza)

Nelle passate incarnazioni avete sviluppato un grande bisogno degli altri e questo è ancora il vostro punto debole. Vorreste conquistare una vostra autonomia ma vi ritrovate ingarbugliati in rapporti di cui invece dovreste imparare a fare a meno. Sempre afflitti da problemi, a volte non vostri ma dei quali comunque sentite il peso, temete di non poterli risolvere per la vostra presunta scarsa formazione culturale. Avete poca fiducia in voi stessi e temete sempre di essere fraintesi. Per voi è difficile prendere qualunque decisione, perché non vi affidate alla vostra mente superiore, ma cercate sempre una risposta razionale basata su dettagli e fatti concreti. I troppi dubbi e la continua alternanza tra i pensieri e le possibilità che vi si pongono davanti finiscono col bloccarvi nell’indecisione e nell’inattività. Così preferite rifugiarvi in luoghi comuni e convenzioni sociali piuttosto che agire secondo il vostro modo di vedere e sentire. Cercate riparo nella cerchia circostante, accumulando frustrazione per rapporti che vi sottraggono all’identità che non avete la forza e il coraggio di affermare. Andate oltre, scendete in profondità, trovate la vostra filosofia di vita e seguitela. Comunicate con chiarezza e semplicità e apritevi all’orizzonte che avete davanti.

Nodo Nord in Decima Casa (Nodo Sud in Quarta)

Siete approdati a questa esistenza con un forte karma di riconoscenza nei confronti della famiglia. Per questo, vi sentirete spesso repressi e condizionati dalle esigenze dei vostri familiari, fino ad avere difficoltà ad affermare la vostra individualità. La vita vi costringerà continuamente ad assumervi responsabilità nei confronti dei genitori o dei figli, tanto da essere sempre il punto di riferimento della vostra cerchia familiare. Con il passare degli anni avvertirete sempre più il conflitto tra quello che vorreste per voi stessi e quello che siete costretti a sacrificare per i vostri cari. In realtà, tutto sarà funzionale alla vostra crescita emotiva. La famiglia infatti è contemporaneamente rifugio e limite, che vi mantiene sempre piccoli e un po’ viziati. E proprio per sfuggire al controllo di una famiglia tentacolare, presumibilmente intorno ai 30 anni (dopo il primo ciclo di Saturno!) imparerete l’autodisciplina e il confronto con il mondo, sviluppando l’autonomia e la volontà e staccandovi dal nido per affermare voi stessi, per lo più nella dimensione professionale.

Nodo Nord in Undicesima Casa (Nodo Sud in Quinta)

Avete un bisogno disperato di ricevere amore. Cercate consensi e complimenti e con questo scopo accumulate esperienze sentimentali che vi sembra possano darvi il senso di completezza che cercate. Avete costruito un mondo di sogni e siete sempre alla ricerca dell’atmosfera delle favole. Avete anche una straordinaria capacità di interagire con i bambini proprio perché avete conservato l’animo del fanciullo. Ma il percorso karmico che vi siete scelti non vi vuole al centro del palcoscenico, né personaggio di una fiaba che recita il suo copione. Dovete imparare a lasciarvi trasportare dal flusso degli eventi, abbandonando pregiudizi ed orgoglio personale. L’amicizia e l’appartenenza a gruppi e circoli sono gli strumenti per realizzare il vostro destino: spostate l’attenzione da voi stessi agli altri, e sviluppate solidarietà e condivisione. Gli obiettivi su cui proiettare il vostro potenziale creativo sono fuori di voi.

Nodo Nord in Dodicesima Casa (Nodo Sud in Sesta)

Con questa configurazione nodale, il senso pratico e la concretezza non vi mancano. Nelle vite precedenti, eravate perfezionisti, con uno smodato senso critico. Perciò, gli eventi di questa incarnazione vi metteranno spesso di fronte al disordine e alla confusione. Il vostro ego smisurato vi farà sentire sottovalutati e insoddisfatti, e vi lamenterete di non essere giustamente ricompensati dalla vita per il vostro valore. La rabbia e la gelosia si tradurranno spesso in malattie che vi metteranno fuori gioco per lunghi periodi e vi potranno servire come opportunità per guardarvi dentro onestamente. Il salto evolutivo sarà possibile se darete fiato all’anima, sviluppando sensibilità, intuito e immaginazione. Il vostro karma vi condurrà quasi certamente a crisi di coscienza che saranno il passaggio obbligato dal mondo della materia a quello della spiritualità e della fede.