L’Ascendente Pesci

Conosci te stesso, possiedi te stesso, trasforma te stesso
Roberto Assagioli

di Andrea Biasioni

L’ultimo posto della Ruota Zodiacale è occupato dai Pesci, e con questo “misterioso” Segno concludiamo dunque la nostra rassegna sull’Ascendente. Abbiamo più volte ribadito che l’Ascendente, da un punto di vista tecnico, rappresenta il Segno che sorge all’orizzonte orientale, nel momento e nel luogo della nascita. Da un punto di vista interpretativo lo si riconduce generalmente all’immagine che tendiamo ad offrire di noi stessi ad un osservatore esterno, ma anche a questioni più complesse, come le qualità con cui un individuo tende ad identificarsi e che ne stabiliscono pertanto la scala di valori.
I lettori più curiosi certamente conoscono il loro Ascendente, dal momento che per calcolarlo è sufficiente uno dei tanti strumenti disponibili gratuitamente online. Sanno infatti che è importante essere a conoscenza sia delle qualità del Segno che di quelle dell’Ascendente, dal momento che le prime non bastano certo a delineare un profilo completo della propria personalita.
Secondo molti astrologi, Pesci è senza dubbio il Segno più misterioso, mutevole e difficile da comprendere. Ma, come vedremo, una certa dose di misteriosità, di tendenza a fuggire dal quotidiano, di compassionevole interesse altruistico e di inclinazione al misticismo, non mancano nemmeno quando è l’Ascendente a cadere in questo Segno, indipendentemente dal Segno Zodiacale di nascita.
L’individuo con Ascendente Pesci sembra spesso vivere immerso in un affascinante oceano psichico interiore, da cui trae ispirazione e in cui si rifugia quando la quotidianità soffoca la sua natura sensibile, mutevole e complessa. Tende ad essere estremamente permissivo, sia nei confronti degli altri che di se stesso, perchè tutte le opzioni contengono qualcosa di interessante e giusto, e le persone possono avere una ragione valida per qualsiasi atteggiamento riescano ad assumere. Per lo stesso motivo riescono a comprendere e perdonare molte più cose di chi ha una natura psicologica diversa. Non mancano certamente di arrabbiarsi o di prendersela con qualcuno, ma certamente non serbano rancore a lungo e alla fine comprendono e giustificano.
Difficilmente questi individui riescono a rimanere insensibili alle drammatiche vicende del mondo. Caratterizzati da una profonda empatia, tendono infatti a sentire in se stessi il vissuto soggettivo altrui e a saperlo comprendere con grande identificazione. La loro sensibilità non è certamente una sorpresa per chi li conosce bene. Alcuni la vivono come una dote interpersonale da valorizzare con una libera manifestazione, ma altri (specialmente gli uomini) la nascondono dietro una facciata di razionalità e concretezza, anche estrema, percependo questa qualità come un limite alle proprie possibilità di affermazione in una società in cui temperamenti più individualisti sembrano essere maggiormente avvantaggiati.
Alcuni aspetti psicologici da cui un Ascendente Pesci deve guardarsi riguardano il rischio di cadere vittima di ingiustificati ed eccessivi sensi di colpa, oppure di interpretare la vita con eccessiva modestia o ancora di approcciarsi con intenzione “redentiva” al comportamento altrui. La grande generosità che questo Ascendente conferisce, la sua attenzione alle delicate emozioni che attraversano l’animo umano e la sua inclinazione teleologica, tendono infatti a porlo in situazioni in cui gli è difficile anteporre i proprio bisogni o desideri su quelli altrui.
Non si creda però che un individuo con questo Ascendente non possa avere doti in ambiti più razionali, come quello scientifico. La sua capacità di considerare le cose da un punto di vista così ampio lo rende invece idoneo ad afferrare proprio quelle possibilità che rimangono generalmente precluse alle menti troppo razionali e orientate al “pensiero riproduttivo”, piuttosto che all’autentico “insight”.
Alla fine comunque l’Ascendente Pesci rimane pur sempre un inguaribile romantico. Non è una questione che riguarda solamente la sfera dei sentimenti, ma un modo particolare di interpretare la vita. Una certa dose di fiducia in qualcosa di mistico o magico tende infatti ad agire come una particolare lente attraverso cui queste persone osservano il mondo, che le conduce ad apprezzare prima di tutto ciò che appaga la propria particolare sfera emozionale.

Come si combina con i segni di nascita?

E’ sempre interessante analizzare congiuntamente le caratteristiche di Ascendente e Segno di nascita. Molto spesso le persone sembrano differire non poco dalle qualità del proprio segno di nascita ed a volte il “mistero” diviene più comprensibile semplicemente dando un’occhiata all’Ascendente. Come sempre, raggruppiamo i Segni a seconda dell’Elemento che li accomuna, iniziando dal Fuoco.

I Segni di Fuoco (Ariete, Leone, Sagittario) hanno una natura del tutto diversa dall’Ascendente Pesci. Se il dinamismo di questi Segni tende ad imporsi con eccessiva forza sulle altre caratteristiche che determinano la personalità, il rischio è che la sensibilità, l’introversione e le capacità empatiche di cui questo Ascendente è capace rimangano relegate nell’inconscio. Se riescono ad essere efficacemente integrate, invece, la persona può contare su una grande tendenza estroversa e dinamica, accompagnata da profonda capacità riflessiva e amorevole compassione.

I segni di Terra (Toro, Vergine, Capricorno) possono senza dubbio offrire proprio ciò di cui l’Ascendente Pesci può difettare: la capacità concreta e pratica di gestire le situazioni. Non è raro infatti che questi individui si lascino andare alla fantasia o a sogni ad occhi aperti, dimenticandosi che per concretizzarli è necessario uno sforzo concreto. L’elemento Terra può apportare dunque quella concretezza e quella assertività utili per concretizzare le profonde intuizioni che non di rado attraversano la loro mente.

I segni d’Aria (Gemelli, Bilancia, Acquario) sono notoriamente inclini ad indugiare nel reame del pensiero, della ragione e del controllo emozionale. L’Ascendente Pesci è ciò che davvero può conferire a queste persone una maggior attenzione alle proprie emozioni, al vissuto interiore e alle capacità empatiche. In sostanza, può offrire quell’equilibrio mente-cuore davvero raro e prezioso al giorno d’oggi.

Infine, con i segni d’Acqua (Cancro, Scorpione, Pesci), l’Ascendente Pesci si trova naturalmente allineato al suo Elemento di base, ma questa costante enfasi emozionale, in mancanza di opportuni elementi di razionalità, di concretezza realizzativa o di una spinta volitiva possono tradursi in una manifesta tendenza a sognare la vita, più che a vivere i sogni.

Ascendente Pesci

E in amore?

Delicatezza, sensibilità e profonda comprensione. Se siete alla ricerca di queste qualità, il partner con Ascendente Pesci è molto probabilmente colui che più di molti altri ve le può garantire. Sembra possedere il magico dono di comprendere gli stati d’animo altrui con immediatezza e precisione. Difficile non sentirsi capiti al fianco di un partner con queste caratteristiche.
Il partner fortemente caratterizzato dal Segno dei Pesci (come nel caso dell’Ascendente), a meno di altri elementi favorevoli presenti nell’Oroscopo di nascita, non è generalmente particolarmente interessato alla fisicità del rapporto. Ciò che più lo attira è la magia dell’amore, il poter sognare mondi incantati in cui vivere con il partner, e il lasciarsi trasportare da quella corrente fluida di emozioni in cui dimora tanto piacevolmente.
La sua concezione dell’amore è piuttosto elevata e ricca di compassione, dal momento che spesso nelle sue intenzioni vorrebbe elargirne in quantità sufficiente a raggiungere il mondo intero, ma può allo stesso tempo, in determinate situazioni, sorprendere per una concezione della moralità del tutto personale. Se sospettate di qualche sua amicizia o conoscenza, vi descriverà tutto come se fosse la cosa più normale del mondo. A nulla serve invitarlo ad essere più preciso e a definire questi rapporti. Sono normali, no? Spaziare nella vastità dell’oceano e nell’indefinitezza fa semplicemente parte della sua natura.
Non possiede la passionalità emotiva dello Scorpione, nè è interessato a quell’amore fusionale a cui anela spesso il Cancro. Semplicemente ama poter manifestare il suo romanticismo e non essere impedito nel suo fantasticare. Tra i vari Ascendenti, è senza dubbio tra i pochi a cui è possibile chiedere quella profondità e quella bellezza di sentimento che eleva l’animo del partner e lo avvicina a mondi lontani, magici e misteriosi.
Difficilmente potrà dare l’idea di un amante stabile come una roccia, che ispira senso di protezione e sicurezza. E’ più probabile che protezione e comprensione sia invece proprio quello che cerca. Può essere talmente sensibile che se i suoi sentimenti vengono feriti può giungere ad autoincolparsi e ad esprimere un certo vittimismo.
Come abbiamo già accennato, oltre al partner empatico e premuroso, l’Ascendente Pesci caratterizza non di rado anche figure in cui queste qualità sono relegate nell’inconscio, e ciò che mostrano al mondo è una maschera di freddezza e distacco. Questo perchè la sensibilità, la compassione, il senso di sacrificio e il costante romanticismo che li caratterizza sono aspetti che in un mondo come il nostro possono condurre ad accusare ferite anche profonde, da cui si tende a difendersi mobilitando le energie psichiche della rimozione, del diniego, ecc.

 


Conoscendo l’esatta ora di nascita è possibile calcolare con precisione il proprio Ascendente mediante i tanti siti online che offrono gratuitamente questo servizio, come ad esempio astro.oroscopi.com

Vedi tutti gli articoli sull’Ascendente:
ArieteToroGemelliCancroLeoneVergineBilanciaScorpioneSagittarioCapricorno Acquario – Pesci

Annunci

One thought on “L’Ascendente Pesci

  1. Ringrazio i blogger per i loro studi approfonditi. Mia madre non ha mai saputo dirmi l’ora esatta della mia nascita; ultimamente mi ha detto che dovrei essere nata alle ore 4.15. Dunque sarei un Ariete ascendente Acquario. Comunque, essendo poco esperta di astrologia anche se questa scienza mi attrae, devo dire che mi piace molto la frase che hai citato in preambolo :”conosci te stesso, possiedi te stesso, trasforma te stesso”; alquanto alchemica! Ed è tutto lì il destino dell’essere umano, se si aggiunge poì il collegarsi con la nostra parte divina immersa nel grande universo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...