L’Ascendente Ariete

“Possono, perché pensano di potere…”
Virgilio

di Andrea Biasioni

Con la fresca energia dell’Ariete iniziamo oggi una nuova rassegna nell’ambito della rubrica Astro-Psychology. Parleremo dell’Ascendente, e ne esploreremo le caratteristiche di interesse più generale, con particolare riferimento agli aspetti psicologici. Oggi quasi tutte le persone conoscono il proprio Segno Zodiacale e non sono poche quelle che hanno scoperto anche il loro Ascendente, ma non tutti  sono probabilmente al corrente di che cosa esattamente rappresenti quest’ultimo. La serie di articoli che verranno proposti ha dunque proprio questo scopo: fornire gli elementi chiave per conoscere i misteri di questo elemento astrologico così intimamente correlato alla nostra personalità. Nel corso della trattazione dei dodici Ascendenti, che verranno proposti in altrettanti articoli, avremo modo di esplorare sia gli aspetti peculiarmente correlati a ciascuno di essi, sia gli aspetti più generali sul significato dell’Ascendente nel Tema Natale, andando dunque a sollevare il velo su uno degli aspetti più affascinanti di questa disciplina senza rinunciare a soddisfare anche le menti più curiose.

Tecnicamente parlando, l’Ascendente è il Segno che sorge all’orizzonte orientale nel preciso istante della nascita. Ciò significa ben poco per i “non addetti ai lavori”, ma per il momento può bastare sapere che, a seguito del moto di rotazione della Terra, in quel preciso punto dell’orizzonte, nell’arco delle 24 ore, sorgono in successione tutti i segni del Circolo Zodiacale. Dovrebbe quindi apparire sufficientemente chiaro che una conoscenza solo approssimativa della propria ora di nascita non offre adeguate garanzie sulla correttezza del calcolo dell’Ascendente.
Simbolicamente parlando, l’Ascendente “sorge” all’orizzonte nell’istante del nostro primo respiro, dando inizio al ciclo più strettamente personale che ci riguarda: quello dell’intera nostra vita. Nel corso dei prossimi articoli avremo modo di approfondire accuratamente il significato astrologico e psicologico di questa simbologia, ma possiamo anticipare fin da subito che si tratta di qualcosa che percepiamo come profondamente nostro, ciò che più ci rappresenta e che maggiormente appare fin dal primo sguardo a chi ci osserva. L’Ascendente, in altri termini, descrive la nostra personalità più intima e profonda, e come essa appare agli occhi degli altri.

E sulla base di questa premessa, possiamo definire la natura profonda dell’Ascendente Ariete come una spinta a manifestare se stesso nel mondo, ad esprimersi creativamente, ad affrontare l’avventura e ad agire, semplicemente agire. Molti manuali astrologici tendono a definire le persone con questo Ascendente come individui la cui premessa fondamentale della vita è l’azione, la forza e la decisione. Non si dimentichi però che l’Ariete è un Segno profondamente emotivo, che ha bisogno di agire spinto dalla sensazione di avere il potere di “dare inizio”, di creare il nuovo, di spargere nel mondo i semi di idee future. Il suo è un profondo bisogno di avventura, spesso finalizzato alla necessità di scoprire semplicemente se stesso, dimostrando il suo coraggio.
E’ generalmente spinto da una sorta di “impulso ad Essere”, che nel concreto lo induce ad agire sulle ali della necessità di affermare se stesso. Gli ambiti in cui sentirà il bisogno di intraprendere quelle azioni che lo faranno sentire vivo possono essere i più vari, ed in linea di massima si possono dedurre dal Segno di nascita e dalla Carta Natale nel suo complesso.
L’Ascendente è senza dubbio anche un buon indicatore del potenziale di un individuo, e probabilmente nessuno al pari dell’Ariete può sperimentare la presenza in sè di un qualcosa che, come un seme, deve germogliare e manifestarsi. Per usare la felice definizione del celebre astrologo Dane Rudhyar, l’Ariete “è costretto dall’interno ad acquisire ad ogni costo un sé”, cercando, in altri termini, di dimostrare sè a se stesso. E ciò sembra ancor più autentico nel caso dell’Ascendente. L’Ariete semplicemente rappresenta da un punto di vista simbolico la fase adolescenziale dell’esistenza, in cui l’affermazione di se stessi con ostentazione e temerarietà è di fatto una necessità fondamentale.

Ama avere costantemente una meta da raggiungere, non importa se a breve o a lungo termine, ma è concretamente una delle poche cose che gli fa davvero percepire autenticamente lo scorrere della Vita. E nel perseguire questa meta l’eccitazione sta nel viaggio, più che nella destinazione. Ciò che assorbe le sue passioni è l’atto stesso di creare, più che la creazione stessa, e in questo processo si sentirà tanto più realizzato, quanto più saprà condividere il suo entusiasmo con gli altri. A meno di pesanti limitazioni individuabili negli altri elementi della Carta Natale, tutto ciò si concretizza spesso in un carattere coraggioso, audace e ambizioso. Ma è forse l’elevato idealismo a caratterizzare molti momenti importanti della sua vita. Le sue emozioni risentiranno notevolmente della risposta che l’ambiente fornisce a questa sua predisposizione. Chi è idealista è predisposto a vivere momenti di grande entusiasmo, ma si espone anche al rischio di profonde delusioni, se l’ambiente non condivide la sua vision. E per questo rischia di mostrarsi eccessivamente suscettibile, o di non essere sufficientemente paziente e tollerante nei confronti dell’altrui bisogno di tempi più lunghi e strade più prudenti da seguire. Se riesce a ricordare che il meglio di se lo può dare nell’aprire nuove strade e nell’infondere coraggio, la persona con l’Ascendente Ariete può evitare sia di disperdere energie in attività in cui persone con un temperamento diverso riescono molto meglio, sia di vivere la frustrazione di sentirsi incompresa o contrariata.
Soffre dunque particolarmente gli ambienti che contengono o limitano le sue energie e le sue idee. A questo tipo di frustrazione può reagire con attività dirompenti rivolte esteriormente o subendo un vissuto di coartazione emotiva, che lo conduce a riversare il suo fuoco all’interno e a farsi consumare da esso. Non c’è nulla di più frustrante per l’Ascendente Ariete che la sensazione di non avere più un progetto da inventare e realizzare, un valore per cui lottare o una “personalità” da dimostrare.
Se invece la sensazione di considerare se stesso come il compimento di “un destino particolare” va oltre la soglia dell’equilibrio personale e del normale buon senso, c’è il rischio che questa persona consideri la soddisfazione delle sue necessità come un diritto divino acquisito. La considerazione di sé, in altri termini, può scivolare verso il lato ombra della personalità, attribuendosi il diritto ad essere ripagata dal mondo per le proprie qualità e ad un conseguente risentimento generalizzato quando l’ambiente non riconosce questa aspettativa.

Come si combina con il Segno di nascita?

Alla persona appartenente ad un segno di Terra (Toro, Vergine, Capricorno), molto probabilmente l’Ascendente Ariete conferisce una carica di vitalità in grado di stimolare anche i temperamenti più pacifici, pigri o eccessivamente materialisti, tipici di molti nativi di questi segni, conferendo vitalità, ottimismo e fiducia.
Per i Segni di Fuoco (Ariete, Leone, Sagittario) c’è il rischio di un sovraccarico di energie dirette ed impulsive. Irritazione ed impazienza possono esserne la conseguenza più evidente, qualora non si apprezzi il valore delle qualità e del punto di vista altrui. Se ben integrate, queste pulsanti energie possono alimentare potentemente il cuore di persone coraggiose, innovative ed ispiratrici, e manifestarsi nell’autentico pioniere che la gente ama seguire.
Nei segni d’Aria (Gemelli, Bilancia, Acquario) il rischio di un eccessivo idealismo o di una certa tendenza all’orgoglio personale non è mai da escludere. Ma quando l’Aria più nobile di questi segni soffia sul fuoco dell’Ascendente Ariete, si aprono orizzonti inimmaginabili di ispirazione, intuizione e visione del futuro, incarnati in persone con un’invidiabile capacità di pensiero creativo.
I segni d’Acqua (Cancro, Scorpione, Pesci) , fatta eccezione per la natura già sufficientemente tormentata dello Scorpione che rischia un sovraccarico, possono senza dubbio beneficiare di una salutare spinta all’azione, all’estroversione e al distacco da eccessivi coinvolgimenti emotivi.

E in Amore?

Con questo Ascendente è difficile ambire alla pace e alla serenità dei sensi. L’indole è tendenzialmente “cacciatrice”, anche nei soggetti apparentemente più timidi e introversi che sperimentano tutto questo almeno nella loro fantasia. Il partner è una meta da raggiungere e un obiettivo da conquistare vincendo sfide sulle ali della passione. Quando la meta è raggiunta, non è raro che il fuoco tenda leggermente a spegnersi, a meno che non venga costantemente rivitalizzato da un rapporto intenso, sfidante e in cui non manchi qualche sano momento di confronto conflittuale.
E’ un partner che odia essere dominato, e che paradossalmente non ama nemmeno sentire di avere un totale dominio sull’altra persona. Qualcosa nell’altro gli dovrà sempre apparire come arduo da raggiungere, in modo da mantenere sempre acceso l’ardore della conquista.
Non manca naturalmente una certa tendenza alla temerarietà e all’avventura breve, ma la sua indole idealista lo rende un soggetto tendente alla fedeltà (che offre, e pretende). A volte mostra una certa invadenza, altre non sa trattenersi dal tempestare il partner con stimoli sempre nuovi fino a sfinirlo. Spesso ha inoltre bisogno di idealizzare la/il compagna/o con una modalità piuttosto adolescenziale, che lo espone al rischio di rimanere ferito o disilluso dall’inevitabile confronto con il reale. Se viene però compreso e accolto nella sua natura più autentica, non manca mai di donare il suo supporto, il suo irrefrenabile entusiasmo, la sua nobiltà, il suo coraggio e la sua onestà.
Come abbiamo già accennato, l’Ascendente Ariete può però essere emotivamente coartato e inibito nell’espressione degli affetti, se pregresse esperienze di vita lo hanno condotto ad adottare questo tipo di meccanismi difensivi. La decisione e l’estroversione tipica del segno abbandonano allora il campo a favore dell’insicurezza e della paura delle emozioni più forti. L’atteggiamento verso il partner può diventare distaccato o ambivalente, per il bisogno di proteggere la propria sensibilità.
Nonostante tutto, è comunque tra i partner più capaci di gesta nobili e generose. Chiede solo di poter continuare a vivere creativamente le sue emozioni e la sua libertà.


Conoscendo l’esatta ora di nascita è possibile calcolare con precisione il proprio Ascendente mediante i tanti siti online che offrono gratuitamente questo servizio, come ad esempio astro.oroscopi.com.
A presto per l’analisi degli altri Segni!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...