I TRANSITI DELL’OMICIDIO DI YARA GAMBIRASIO – DI ILARIA CASTELLI

Yara Gambirasio è stata aggredita ed uccisa la sera del 26 novembre 2010 (ora approssimativa dell’aggressione: le 19 di sera, poco prima). Secondo i colleghi del cantiere di Mapello, quel giorno Bossetti non si presentò al lavoro: chissà… probabilmente doveva organizzare l’agguato che dunque si può dedurre sia stato premeditato.

astro_2at_05_omicidio_yara.63387.14418

Ma andiamo subito ad analizzare cosa succedeva nel cielo di quella sfortunatissima sera: innanzitutto, protagonista indiscusso era lo stellium nel Segno del Sagittario dove si trovavano Sole, Marte e Mercurio che, insieme a Plutone nei primi gradi del Capricorno, andavano a cadere nella casa quinta del presunto assassino. Il famigerato stellium, tra l’altro, trasmetteva trigoni e sestili a tutto spiano ai pianeti personali del Bossetti: cosa vuol dire? Significa che il nostro indagato in quei giorni si era, a suo modo, innamorato, invaghito, preso una cotta di quelle incontenibili. E malate ovviamente, dato che non si può certo parlar d’amore, a questa stregua.  Inoltre, Giove ed Urano di transito davano ulteriore man forte al quadretto già descritto dato che si trovavano in esatto trigono alla Venere del Bossetti: era bello carico il nostro bel muratore! E privo di freni inibitori. Paradossalmente, fosse venuto da me per un consulto, probabilmente gli avrei prospettato un periodo fortunato in amore J: è questo il bello dell’astrologia! Noi riceviamo le energie celesti ma poi sta a noi impiegarle nella giusta direzione. Anyway, prendersi una cotta per una tredicenne fino al punto di doverla “possedere” a tutti i costi non è esattamente la “giusta direzione” che intendo io 🙂

Ma non è tutto. Il tema del Bossetti riceveva anche nientepopodimeno che, nell’ordine:

  • il sestile di Plutone al suo Sole (che alimentava spasmodicamente i suoi impulsi e desideri sessuali)
  • il sestile di Marte alla sua Luna natale e il sestile del Sole di transito sul suo Marte natale (idem come sopra, aggressività e istinti a gogò)

Cronaca di una morte astrologicamente annunciata? Direi che abbiamo elementi sufficienti per poterlo presagire. Molto probabilmente, l’uomo non voleva uccidere la ragazzina ma la situazione gli è sfuggita di mano: sicuramente DOVEVA averla e non ha ragionato sulle conseguenze.

Per concludere il quadro, è interessante osservare anche il transito di Saturno che, al momento dell’omicidio, viaggiava congiunto alla sua Luna natale in 3° : esso non rappresenta solo la perdita della ragazzina (la sua adolescente preferita) per mano sua ma getta le basi di una verità sconvolgente riguardo a sua madre (la Luna simboleggia anche la madre). Molto probabilmente, se Bossetti non avesse compiuto questo gesto efferato, non avrebbe mai scoperto la verità nascosta ne  l’identità del suo vero padre. Per essere ancora più precisi, l’intera vicenda è venuta alla galla durante la fase di prelievo del DNA a Brembate e dintorni, in concomitanza – guarda caso – con il transito di Saturno nel Segno dello Scorpione proprio in congiunzione al Sole (padre) di Bossetti. I nodi – si sa – vengono sempre al pettine. E Saturno in questo senso non perdona di certo.

Che altro aggiungere?

Un caso elementare… e  non solo per Watson. 🙂

La vostra Astro-detective

Annunci

Massimo Bossetti e il delitto di Yara Gambirasio – di Ilaria Castelli

Ormai è parecchio tempo che mi cimento nel ruolo di Astro-detective e ho avuto l’opportunità di visionare una casistica piuttosto ampia di Temi sia di assassini (veri o presunti) che di vittime. Per quanto attraverso la lettura del quadro astrale, io riesca ad entrare nella personalità di chi ho di fronte e a coglierne l’essenza (oltre alle sfaccettature), devo ammettere che spesso mi sono imbattuta in personalità talmente complesse di fronte alle quali esprimere un parere univoco su innocenza o colpevolezza risultava piuttosto arduo per una molteplicità di fattori. D’altra parte, la natura umana a volte è di per se talmente imprevedibile che stabilire con CERTEZZA se un individuo possa o meno essersi macchiato di un delitto è una responsabilità che non sempre sono riuscita a prendermi. Stavolta è diverso. Quando mi sono trovata di fronte al Tema Natale di Massimo Giuseppe Bossetti, presunto assassino di Yara Gambirasio, sono rimasta quasi sbalordita: sono sincera, questo è uno dei pochi casi in cui non mi resta neanche un’ombra di dubbio sulla sua colpevolezza. Astrologicamente parlando, s’intende. Ma non solo. D’altra parte, già i fatti parlano da soli: il suo DNA non può essere finito per caso sulle mutandine della ragazzina, né tantomeno la sua peluria. Il fatto che l’uomo continui a negare l’evidenza e ad arrampicarsi sugli specchi mi sembra fuori da ogni seminato ed infatti l’istanza di scarcerazione presentata dai suoi avvocati è stata respinta: gli indizi a carico dell’uomo sono molteplici .

Dando per assodato che i fatti riguardanti l’omicidio della tredicenne di Brembate ormai li conoscano anche i muri, passo oltre e vado subito a prendere in esame il Tema Natale del suo presunto assassino.

astro_2gw_06_massimo_bossetti.52332.35594

Scorpione Ascendente Leone, quello che balza subito all’occhio analizzando la configurazione planetaria del giovane muratore di Mapello è il suo potente stellium nel Segno dello Scorpione dove si trovano, oltre al Sole, anche Mercurio, Giove, Venere e Nettuno: ci troviamo dunque di fronte ad un individuo totalmente governato dagli istinti e dalle pulsioni, quelle più basse e grette. A parer mio, l’uomo è totalmente incapace di ragionare e controllarsi, è vittima dei suoi impulsi irrefrenabili coadiuvati, in parte, anche dall’astuzia e dalla capacità di nascondersi tipiche del suo Segno. Se non fosse stato per il test del DNA, chi mai avrebbe potuto risalire a lui? Tra l’altro, come se non bastasse, il Bossetti possiede anche un’ inquietante congiunzione tra Marte e Plutone che va nuovamente a ricostruire il Segno dello Scorpione: da brividi. Il fatto, poi, che questa congiunzione si trovi in 3° casa mi conferma inequivocabilmente la tesi che le sue perversioni si orientino prevalentemente verso il mondo degli adolescenti (la terza casa è governata da Mercurio : i teenagers). Questo aspetto dimostra anche che probabilmente lo stesso Bossetti ha un approccio verso il mondo dei sentimenti e della sessualità che è ancora assimilabile a quello di un adolescente, interessato solamente a sfogare i suoi istinti fortissimi e dunque senza freni, ne remore alcune nei confronti dell’oggetto del suo desiderio. Infatti, a pensarci bene, con Yara si è comportato come un ragazzino che compie una marachella: prima ha mangiato la marmellata e poi ha cercato di nascondere il vasetto. A trarre in inganno l’opinione pubblica, la sua Luna in Bilancia che fa sì che all’apparenza l’uomo abbia un aspetto pulito, curato ed insospettabile (ricordiamoci che ogni settimana si recava in un centro estetico situato proprio nei paraggi della palestra e della casa di Yara da cui riusciva forse anche a controllare meglio gli spostamenti della ragazzina): tanto ormai si sa che la famigerata “faccia pulita” è un must di ogni killer che si rispetti :-). E ancora: quel Nettuno in 5° casa mi fa pensare ad una sessualità che si alimenta di fantasia ed idealizzazione (nella migliore delle ipotesi) fino a sfociare nella confusione sulla sua stessa identità, se non addirittura nella follia.
Una curiosità: lo stellium in Scorpione in 4° casa mi ricorda anche il mistero esistente intorno alla sua nascita: pare che, all’epoca, la madre abbia tradito il marito con un autista di pullmann con il quale si recava tutti i giorni al lavoro, tale Giuseppe Guerinoni. Da questa relazione extra –coniugale sono nati Massimo e la sorella gemella (che tra l’altro è la fotocopia del Guerinoni). La madre ovviamente nega ma anche in questo caso il DNA non mente… Interessante riscontrare le tracce di questo tradimento nel Tema dello stesso Bossetti (Marte congiunto a Plutone in 3° casa mi fa pensare appunto ad un tradimento consumato con una persona che si sposta o durante un breve viaggio o spostamento). E poi dicono che nelle valli bergamasche ci si annoia ;-).
In conclusione, il Tema Natale di quest’uomo contiene in se i semi di una tragedia che non coinvolge solo la famiglia Gambirasio ma anche la famiglia attuale di Bossetti nonchè quella di origine dell’uomo stesso. Poi esiste la “sua personale” tragedia, quella con cui dovrà fare i conti per il resto dei suoi giorni.
Dal canto mio, non posso fare altro che avere pietà per la sua anima: giudicarlo e condannarlo non serve né a noi, né a lui, né a far tornare in vita la povera Yara.
Nella prossima puntata, i transiti del giorno dell’omicidio.
A presto!
La vostra Astro-detective