L’Ascendente Ariete

“Possono, perché pensano di potere…”
Virgilio

di Andrea Biasioni

Con la fresca energia dell’Ariete iniziamo oggi una nuova rassegna nell’ambito della rubrica Astro-Psychology. Parleremo dell’Ascendente, e ne esploreremo le caratteristiche di interesse più generale, con particolare riferimento agli aspetti psicologici. Oggi quasi tutte le persone conoscono il proprio Segno Zodiacale e non sono poche quelle che hanno scoperto anche il loro Ascendente, ma non tutti  sono probabilmente al corrente di che cosa esattamente rappresenti quest’ultimo. La serie di articoli che verranno proposti ha dunque proprio questo scopo: fornire gli elementi chiave per conoscere i misteri di questo elemento astrologico così intimamente correlato alla nostra personalità. Nel corso della trattazione dei dodici Ascendenti, che verranno proposti in altrettanti articoli, avremo modo di esplorare sia gli aspetti peculiarmente correlati a ciascuno di essi, sia gli aspetti più generali sul significato dell’Ascendente nel Tema Natale, andando dunque a sollevare il velo su uno degli aspetti più affascinanti di questa disciplina senza rinunciare a soddisfare anche le menti più curiose.

Tecnicamente parlando, l’Ascendente è il Segno che sorge all’orizzonte orientale nel preciso istante della nascita. Ciò significa ben poco per i “non addetti ai lavori”, ma per il momento può bastare sapere che, a seguito del moto di rotazione della Terra, in quel preciso punto dell’orizzonte, nell’arco delle 24 ore, sorgono in successione tutti i segni del Circolo Zodiacale. Dovrebbe quindi apparire sufficientemente chiaro che una conoscenza solo approssimativa della propria ora di nascita non offre adeguate garanzie sulla correttezza del calcolo dell’Ascendente.
Simbolicamente parlando, l’Ascendente “sorge” all’orizzonte nell’istante del nostro primo respiro, dando inizio al ciclo più strettamente personale che ci riguarda: quello dell’intera nostra vita. Nel corso dei prossimi articoli avremo modo di approfondire accuratamente il significato astrologico e psicologico di questa simbologia, ma possiamo anticipare fin da subito che si tratta di qualcosa che percepiamo come profondamente nostro, ciò che più ci rappresenta e che maggiormente appare fin dal primo sguardo a chi ci osserva. L’Ascendente, in altri termini, descrive la nostra personalità più intima e profonda, e come essa appare agli occhi degli altri.

E sulla base di questa premessa, possiamo definire la natura profonda dell’Ascendente Ariete come una spinta a manifestare se stesso nel mondo, ad esprimersi creativamente, ad affrontare l’avventura e ad agire, semplicemente agire. Molti manuali astrologici tendono a definire le persone con questo Ascendente come individui la cui premessa fondamentale della vita è l’azione, la forza e la decisione. Non si dimentichi però che l’Ariete è un Segno profondamente emotivo, che ha bisogno di agire spinto dalla sensazione di avere il potere di “dare inizio”, di creare il nuovo, di spargere nel mondo i semi di idee future. Il suo è un profondo bisogno di avventura, spesso finalizzato alla necessità di scoprire semplicemente se stesso, dimostrando il suo coraggio.
E’ generalmente spinto da una sorta di “impulso ad Essere”, che nel concreto lo induce ad agire sulle ali della necessità di affermare se stesso. Gli ambiti in cui sentirà il bisogno di intraprendere quelle azioni che lo faranno sentire vivo possono essere i più vari, ed in linea di massima si possono dedurre dal Segno di nascita e dalla Carta Natale nel suo complesso.
L’Ascendente è senza dubbio anche un buon indicatore del potenziale di un individuo, e probabilmente nessuno al pari dell’Ariete può sperimentare la presenza in sè di un qualcosa che, come un seme, deve germogliare e manifestarsi. Per usare la felice definizione del celebre astrologo Dane Rudhyar, l’Ariete “è costretto dall’interno ad acquisire ad ogni costo un sé”, cercando, in altri termini, di dimostrare sè a se stesso. E ciò sembra ancor più autentico nel caso dell’Ascendente. L’Ariete semplicemente rappresenta da un punto di vista simbolico la fase adolescenziale dell’esistenza, in cui l’affermazione di se stessi con ostentazione e temerarietà è di fatto una necessità fondamentale.

Ama avere costantemente una meta da raggiungere, non importa se a breve o a lungo termine, ma è concretamente una delle poche cose che gli fa davvero percepire autenticamente lo scorrere della Vita. E nel perseguire questa meta l’eccitazione sta nel viaggio, più che nella destinazione. Ciò che assorbe le sue passioni è l’atto stesso di creare, più che la creazione stessa, e in questo processo si sentirà tanto più realizzato, quanto più saprà condividere il suo entusiasmo con gli altri. A meno di pesanti limitazioni individuabili negli altri elementi della Carta Natale, tutto ciò si concretizza spesso in un carattere coraggioso, audace e ambizioso. Ma è forse l’elevato idealismo a caratterizzare molti momenti importanti della sua vita. Le sue emozioni risentiranno notevolmente della risposta che l’ambiente fornisce a questa sua predisposizione. Chi è idealista è predisposto a vivere momenti di grande entusiasmo, ma si espone anche al rischio di profonde delusioni, se l’ambiente non condivide la sua vision. E per questo rischia di mostrarsi eccessivamente suscettibile, o di non essere sufficientemente paziente e tollerante nei confronti dell’altrui bisogno di tempi più lunghi e strade più prudenti da seguire. Se riesce a ricordare che il meglio di se lo può dare nell’aprire nuove strade e nell’infondere coraggio, la persona con l’Ascendente Ariete può evitare sia di disperdere energie in attività in cui persone con un temperamento diverso riescono molto meglio, sia di vivere la frustrazione di sentirsi incompresa o contrariata.
Soffre dunque particolarmente gli ambienti che contengono o limitano le sue energie e le sue idee. A questo tipo di frustrazione può reagire con attività dirompenti rivolte esteriormente o subendo un vissuto di coartazione emotiva, che lo conduce a riversare il suo fuoco all’interno e a farsi consumare da esso. Non c’è nulla di più frustrante per l’Ascendente Ariete che la sensazione di non avere più un progetto da inventare e realizzare, un valore per cui lottare o una “personalità” da dimostrare.
Se invece la sensazione di considerare se stesso come il compimento di “un destino particolare” va oltre la soglia dell’equilibrio personale e del normale buon senso, c’è il rischio che questa persona consideri la soddisfazione delle sue necessità come un diritto divino acquisito. La considerazione di sé, in altri termini, può scivolare verso il lato ombra della personalità, attribuendosi il diritto ad essere ripagata dal mondo per le proprie qualità e ad un conseguente risentimento generalizzato quando l’ambiente non riconosce questa aspettativa.

Come si combina con il Segno di nascita?

Alla persona appartenente ad un segno di Terra (Toro, Vergine, Capricorno), molto probabilmente l’Ascendente Ariete conferisce una carica di vitalità in grado di stimolare anche i temperamenti più pacifici, pigri o eccessivamente materialisti, tipici di molti nativi di questi segni, conferendo vitalità, ottimismo e fiducia.
Per i Segni di Fuoco (Ariete, Leone, Sagittario) c’è il rischio di un sovraccarico di energie dirette ed impulsive. Irritazione ed impazienza possono esserne la conseguenza più evidente, qualora non si apprezzi il valore delle qualità e del punto di vista altrui. Se ben integrate, queste pulsanti energie possono alimentare potentemente il cuore di persone coraggiose, innovative ed ispiratrici, e manifestarsi nell’autentico pioniere che la gente ama seguire.
Nei segni d’Aria (Gemelli, Bilancia, Acquario) il rischio di un eccessivo idealismo o di una certa tendenza all’orgoglio personale non è mai da escludere. Ma quando l’Aria più nobile di questi segni soffia sul fuoco dell’Ascendente Ariete, si aprono orizzonti inimmaginabili di ispirazione, intuizione e visione del futuro, incarnati in persone con un’invidiabile capacità di pensiero creativo.
I segni d’Acqua (Cancro, Scorpione, Pesci) , fatta eccezione per la natura già sufficientemente tormentata dello Scorpione che rischia un sovraccarico, possono senza dubbio beneficiare di una salutare spinta all’azione, all’estroversione e al distacco da eccessivi coinvolgimenti emotivi.

E in Amore?

Con questo Ascendente è difficile ambire alla pace e alla serenità dei sensi. L’indole è tendenzialmente “cacciatrice”, anche nei soggetti apparentemente più timidi e introversi che sperimentano tutto questo almeno nella loro fantasia. Il partner è una meta da raggiungere e un obiettivo da conquistare vincendo sfide sulle ali della passione. Quando la meta è raggiunta, non è raro che il fuoco tenda leggermente a spegnersi, a meno che non venga costantemente rivitalizzato da un rapporto intenso, sfidante e in cui non manchi qualche sano momento di confronto conflittuale.
E’ un partner che odia essere dominato, e che paradossalmente non ama nemmeno sentire di avere un totale dominio sull’altra persona. Qualcosa nell’altro gli dovrà sempre apparire come arduo da raggiungere, in modo da mantenere sempre acceso l’ardore della conquista.
Non manca naturalmente una certa tendenza alla temerarietà e all’avventura breve, ma la sua indole idealista lo rende un soggetto tendente alla fedeltà (che offre, e pretende). A volte mostra una certa invadenza, altre non sa trattenersi dal tempestare il partner con stimoli sempre nuovi fino a sfinirlo. Spesso ha inoltre bisogno di idealizzare la/il compagna/o con una modalità piuttosto adolescenziale, che lo espone al rischio di rimanere ferito o disilluso dall’inevitabile confronto con il reale. Se viene però compreso e accolto nella sua natura più autentica, non manca mai di donare il suo supporto, il suo irrefrenabile entusiasmo, la sua nobiltà, il suo coraggio e la sua onestà.
Come abbiamo già accennato, l’Ascendente Ariete può però essere emotivamente coartato e inibito nell’espressione degli affetti, se pregresse esperienze di vita lo hanno condotto ad adottare questo tipo di meccanismi difensivi. La decisione e l’estroversione tipica del segno abbandonano allora il campo a favore dell’insicurezza e della paura delle emozioni più forti. L’atteggiamento verso il partner può diventare distaccato o ambivalente, per il bisogno di proteggere la propria sensibilità.
Nonostante tutto, è comunque tra i partner più capaci di gesta nobili e generose. Chiede solo di poter continuare a vivere creativamente le sue emozioni e la sua libertà.


Conoscendo l’esatta ora di nascita è possibile calcolare con precisione il proprio Ascendente mediante i tanti siti online che offrono gratuitamente questo servizio, come ad esempio astro.oroscopi.com.
A presto per l’analisi degli altri Segni!

Annunci

Quale partner può davvero essere irresistibile per noi? – Marte e Venere in PESCI

“L’amore è un concetto estensibile
che va dal cielo all’inferno,
riunisce in sé il bene e il male,
il sublime e l’infinito.”

C.G. Jung

E con i Pesci concludiamo oggi la nostra rassegna sul partner ideale. Per ciascun segno, nei vari articoli, abbiamo cercato di delineare il profilo della persona che con maggiore immediatezza tende a risvegliare i nostri sensi, sulla base della posizione di Marte (nell’Oroscopo della donna) e di Venere (nell’Oroscopo dell’uomo). L’attrazione è un fenomeno di grande interesse psicologico, dal momento che generalmente sfugge ai più comuni meccanismi della consapevolezza cosciente e ci conduce nel misterioso mondo dell’irrazionale. L’ipotesi che abbiamo preso in considerazione è nota soprattutto nell’ambito della Psicologia Analitica, ed essendo ormai giunti alla fase conclusiva ci limitiamo qui solamente a ricordare che il bisogno di completezza normalmente espresso da ciascun individuo spesso guida inconsciamente l’attrazione che un partner può esercitare nei suoi confronti. Ciò avverrebbe perchè, nel nostro anelito all’integrazione e alla crescita psichica personale, tendiamo a ricercare “all’esterno” proprio quelle qualità che avvertiamo utili al nostro sviluppo. In termini più semplici, il partner ideale sarebbe dunque la persona che ci può offrire, grazie alle sue qualità, la possibilità di pervenire al meraviglioso fine esistenziale di conoscere ciò che ci rende completi. Quando questa esperienza è reciproca, le possibilità di una relazione stabile, creativa e appagante sono davvero notevoli.
Abbiamo più volte ribadito anche che solo l’analisi dell’intero Tema Natale può fornirci la chiave della nostra personalità e della persona che tendiamo a desiderare, ma limitandoci agli aspetti più essenziali, senza dubbio Marte e Venere possono rappresentare due indicatori di grande importanza in questo processo.
Cercheremo quindi di illustrare il particolare mondo relazionale di questo Segno, profondo, mutevole e sensibile. Forse nessun altro Segno oltre ai Pesci è degno di poter dare dell’Amore una definizione come quella di Jung che abbiamo citato. Nessuno come chi è caratterizzato dal segno dei Pesci è consapevole della vastità della sfera psichica, emozionale e spirituale dell’essere umano. Per comprenderne il misterioso mondo relazionale dobbiamo innanzitutto renderci conto che,  in loro, ogni cosa prende vita in un oceano interiore sconfinato ed insondabile, regno dell’inconscio e della dissoluzione nel “tutto” a cui sentono di appartenere. Spesso possono apparire enigmatici, ma, più semplicemente, tendono a prendere in considerazione una gamma di possibilità estremamente ampia, ciascuna riguardante una realtà che non può essere ignorata. Per la stessa “mistica” ragione qualche nativo del Segno ha procurato all’intera categoria la fama di avere dei criteri morali piuttosto concessivi, includendovi naturalmente l’ambito relazionale.
Tutto questo si sviluppa in un contesto di estrema sensibilità ai sentimenti e alle emozioni umane. Nessuno meglio dei Pesci conosce il significato del termine “Empatia”, spingendo questa qualità umana fino agli aspetti più profondi della compassione.

L’uomo con Venere in Pesci

Se non dimentichiamo mai che l’uomo con Venere in Pesci adora immergere i suoi sentimenti in panorami dal sapore onirico, mistico o fantastico, abbiamo già la consapevolezza di ciò che difficilmente potrà mancare nella sua partner ideale. Se è vero che in amore anche l’immaginazione reclama il suo spazio, quest’uomo ne è molto probabilmente la dimostrazione. Non è probabilmente l’uomo che si lascia travolgere dalla passione infuocata, ma sa amare con sincerità di sentimento. Tende però ad essere sedotto con facilità, a causa dell’ideale dell’amore ampio e universale che lo caratterizza. Anche la stabilità del sentimento, con Venere collocata nel Segno governato da Nettuno, non viene ottenuta con facilità. L’amore tende qui all’infinito, e non si accontenterà che di una donna in grado di fargli vivere un sentimento che “va oltre”; oltre ai limiti umani, oltre ai tristi vincoli terreni.
In ogni caso, è una posizione estremamente delicata per l’uomo, che sperimenta una certa vulnerabilità in tutto ciò che ha a che fare con le emozioni profonde. L’amore è vissuto come qualcosa di infinito, di grande e universale. Per molti, in questa condizione, sperimentarlo nella quotidianità significa collegarsi interiormente con la fonte dell’Amore stesso, e il rischio di subirne una separazione può inquietare non poco. Non di rado sognerà dunque una donna capace di colmare questa minacciosa sensazione di vuoto e di nutrire il suo cuore in profondità.
Dall’uomo con Venere in Pesci ci si può senza dubbio attendere un’affettività dolce, delicata e compassionevole. Ma non si dimentichi la sua necessità di non limitare o contenere l’archetipo dell’amore che percepisce in se stesso. Non ci si sorprenda quindi se il suo bisogno di magia, di trascendenza e la spinta a dissolvere confini e difese può talvolta guidare persino il suo codice morale, con tutto ciò che ne consegue…

La donna con Marte in Pesci

Magari non allo stesso livello della donna con Marte nel Segno del Cancro, ma senza dubbio anche questa ha la necessità fondamentale di sentirsi profondamente capita. L’uomo che mostra una spiccata sensibilità empatica ha senza dubbio su di lei une grande influenza. Il partner la cui componente femminile non è relegata nell’ombra, ma al contrario è valorizzata, non la spaventa. Non lo ritiene debole come molte donne tenderebbero a fare, ma la apprezza come una qualità fondamentale. Tende ad essere attratta anche dall’uomo capace di affrontare le proprie emozioni e debolezze, quello che le sa riconoscere e gestire senza attuare i tipici meccanismi psicologici difensivi del maschio, come razionalizzazione, repressione o negazione.
Tra le possibili collocazioni di Marte, questa non è certamente quella che più dona determinazione e coraggio. Questa donna non mancherà quindi di apprezzare l’uomo capace di renderla consapevole dei suoi punti di forza e in grado di stimolarne il valore e la volontà.
In ogni caso, il possibile compagno che più di ogni altro è in grado di farla sentire un essere umano, e non un oggetto sessuale o di altro tipo, sarà probabilmente quello che lascerà la traccia più viva nella sua anima. Può sembrare scontato, o riguardare qualunque donna, ma nessuna come questa attribuisce una tale importanza a questo aspetto. Al di là della tenerezza, dell’affetto e del rispetto, è in questo modo che si sente davvero compresa.
Alla donna con Marte in Pesci riserviamo un’ultimo aspetto del Segno, dal momento che è senza dubbio più affine alla natura femminile che a quella maschile, specie se la persona è di indole “spirituale”. Si dice che i Pesci sono il Segno del “salvatore del mondo” e che non manchi in loro un istintuale bisogno di prendersi cura delle persone. Non dovremmo pertanto sorprenderci se una donna con Marte in Pesci arrivasse a desiderare un uomo per il quale sentirsi indispensabile e che la faccia sentire come la sua “redentrice”…

Infine, al termine di questo viaggio attraverso i dodici Segni, non possiamo fare a meno di ricordare ancora che conoscere la posizione dei propri pianeti Marte o Venere è estremamente semplice. Se non volete rivolgervi al vostro astrologo di fiducia, siti come questo offrono la possibilità di calcolarlo online gratuitamente: astro.oroscopi.com.

Andrea Biasioni


Tutti gli articoli sul partner ideale e la posizione di Marte / Venere:

Ariete, Toro, Gemelli, Cancro, Leone, Vergine, Bilancia, Scorpione, Sagittario, Capricorno, Acquario, Pesci.

Quale partner può davvero essere irresistibile per noi? – Marte e Venere in ACQUARIO

Amatevi l’un l’altro,
ma non fate dell’amore un’alleanza che vi incateni.
Riempite ciascuno la coppa dell’altro,
ma non bevete solo da una stessa coppa.
Mettetevi fianco a fianco,
ma non troppo vicini.
Perché la quercia non si rialza all’ombra del cipresso.

(K. Gibran)

Nell’ambito della rubrica dedicata alla scoperta delle qualità del nostro partner ideale, ci lasciamo oggi trasportare nell’etereo mondo dell’Acquario, per conoscere la particolare colorazione che possono assumere le relazioni caratterizzate da questo Segno. È l’ultimo dei segni d’aria, e ci troviamo pertanto nel reame della funzione “pensiero” della psicologia analitica.
Lo spirito più nobile del segno è efficacemente rappresentato dalla figura mitologica di Prometeo, che ruba il fuoco agli dei per donarlo agli uomini, ben consapevole del prezzo che dovrà pagare. Perchè nell’Acquario più elevato vi è sempre un desiderio di amore incondizionato per il genere umano. Ogni uomo ha per lui valore, ma nessuno conta troppo, come ci ricorda Kipling nella sua bellissima poesia. Lo spirito meno nobile è invece ben noto ai partner più bisognosi di coinvolgimento emotivo “fusionale”, che vedono il compagno “acquariano” rispondere con un rarefatto distacco.
Nella persona fortemente caratterizzata dal segno dell’Acquario, tutto, nella vita, tende ad essere elevato ed idealizzato. L’amore, anche quello più personale, non può dunque fare eccezione. L’amore umano non può che essere un pallido riflesso di quell’archetipo sublime che per tutta la vita verrà invano inseguito. Il cuore dell’Acquario più nobile d’animo, sarà sempre dilaniato dall’antitesi vissuta interiormente tra un bisogno affettivo personale e l’ideale dell’amore universale da riversare sull’umanità intera, spesso intesi come elementi escludentisi. Anche questo può condurre a quella percezione di distacco con cui alcuni individui del Segno sono spesso descritti. Almeno finchè non si tratta di quella proverbiale freddezza oltre alla quale altri rappresentanti del Segno non sanno invece spingersi.
La natura dei sentimenti è profonda e complessa nell’Acquario. Forse c’è un insidioso timore delle proprie stesse emozioni. Non è generalmente la freddezza alla base dell’inclinazione al distacco che caratterizza molti nativi del segno, ma la paura di dover gestire quei “pericolosi” aspetti emozionali che altri segni padroneggiano invece con invidiabile maestria.
Sulla base di queste premesse, e ricordando che nel misterioso gioco dell’attrazione spesso ciò che ci spinge verso il partner ideale a cui aneliamo giace negli strati più profondi del nostro inconscio, vediamo più nel dettaglio le qualità da cui sono attratti gli uomini con Venere e le donne con Marte nel segno dell’Acquario. Il meccanismo psicologico simbolicamente legato alla scelta di Marte e Venere come indicatori del partner ideale è già stato trattato nei precedenti articoli, sempre all’interno della rubrica astro psychology.

L’uomo con Venere in Acquario

La compagna ideale per l’uomo con Venere in Acquario è prima di tutto la donna con cui è possibile stabilire una preziosa e profonda amicizia. Una donna che sa donare all’amore le ali che conducono il sentimento al mondo degli ideali più elevati. Talmente elevati da rimanere però talvolta custoditi nell’archetipo da cui originano. Una donna non necessariamente interessata all’amore romantico o al corteggiamento, se non per l’apprezzamento di aspetti come raffinatezza, premurosità ed eleganza che in questo Segno d’aria sono comunque preservati.
E’ molto importante che la donna a cui tanto anela sappia coinvolgerlo in un amore libero, non necessariamente secondo il significato che questo termine oggi assume, ma nel senso di un sentimento che doni ad entrambi i propri spazi e la giusta indipendenza. Difficilmente infatti quest’uomo tollera la “mancanza d’aria” in ambito affettivo, o gli “spazi troppo stretti” e le manifestazioni emotive troppo possessive. E non ama nemmeno gli vengano chieste troppe rassicurazioni sulla bontà del suo sentimento.
Per dirla in estrema sintesi, nulla lo colpisce maggiormente di una donna in grado di “ispirarlo”, di farlo cioè sentire accompagnato da un Essere capace di far emergere in lui la natura più vera dei sentimenti che custodisce nel cuore. Se si dimostrerà anche libera, autonoma e gelosa dei suoi spazi, non mancherà certamente di incuriosirlo.

La donna con Marte in Acquario

Marte in Acquario dona alla donna un grande bisogno di libertà ed indipendenza. Tende a non essere la donna che si realizza necessariamente attraverso il partner, ma al contrario, quella che ama pensare a se stessa come persona autenticamente libera, soprattutto nella dimensione del pensiero. Il partner più sognato dovrà dunque manifestare profondo rispetto verso i suoi ideali e verso il suo bisogno di pensare all’amore come ad un sentimento che abbraccia l’umanità. Una profonda e interessata amicizia sono una componente molto importante nel rapporto, che soddisfa il suo grande bisogno di mantenere il sentimento affrancato da qualsiasi coinvolgimento emotivo eccessivo.
Spesso tende a desiderare l’uomo anticonformista, quello capace di “pensare diversamente” e di offrirle una visione della realtà che sfida l’ordinarietà. È molto importante che si senta dunque proiettata in una dimensione non troppo irrigidita su valori tradizionali, ma orientata verso qualcosa di nuovo e dal carattere profondamente ispirativo. Meglio ancora se il partner potenziale mostra di essere a sua volta ispirato da qualche nobile ideale o abbia vasti interessi intellettuali; non mancherà di colpirne l’immaginazione.
L’eleganza del pensiero è sempre gradita nel suo uomo, ma non ne disdegna l’originalità o addirittura l’eccentricità. È la noia infatti uno dei grandi rischi di questa donna. Il suo partner ideale dovrà pertanto dimostrarsi in grado di saperla preservare da questo pericoloso sentimento, offrendole sempre nuovi stimoli e opportunità. Nell’uomo, una certa freschezza di idee e la convinzione che il futuro porta sempre con se meravigliose possibilità non mancano certamente di incontrare il suo interesse.
Preferirà inoltre l’uomo che non necessita di troppe rassicurazioni emotive. Difficilmente si presterà al ruolo di figura materna sostitutiva, convinta che l’autonomia del singolo sia la dote fondamentale per una sana relazione di coppia.
Se siete uomini attratti dalla donna Marte in Acquario, non fate mai l’errore di tentare di dominarla, perché ne otterreste una imprevista ribellione, oltre a vederla prendere il volo proprio davanti ai vostri occhi. E se ricordate anche che la pazienza non è probabilmente il suo forte, rinuncerete ad insistere oltre il necessario, preservandovi dalle conseguenze.

La prossima settimana concluderemo il viaggio attraverso i segni alla ricerca del partner ideale andando a conoscere le caratteristiche di Marte e Venere nell’inafferrabile segno dei Pesci.
Nel frattempo ricordiamo ancora che la posizione dei due pianeti dell’amore può essere facilmente conosciuta mediante i numerosi siti internet che offrono il calcolo gratuito del tema natale, come ad esempio astro.oroscopi.com.

Andrea Biasioni


Tutti gli articoli sul partner ideale e la posizione di Marte / Venere:

ArieteToroGemelliCancroLeoneVergineBilanciaScorpioneSagittarioCapricornoAcquarioPesci.

Quale partner può davvero essere irresistibile per noi? – Marte e Venere in CAPRICORNO

In amore, non c’è disastro più spaventoso
che la morte dell’immaginazione.

George Meredith

Il nostro viaggio attraverso i Segni, alla ricerca delle qualità dei nostri partner ideali, ci conduce oggi a salire la rocciosa montagna del Capricorno. Cercheremo dunque di scoprire da che cosa sono attratti gli uomini con Venere e le donne con Marte in questo segno. Il Capricorno è notoriamente conosciuto come un segno piuttosto controllato nel coinvolgimento emotivo. Non va comunque dimenticato che l’elemento che lo caratterizza è la Terra, collegato alla funzione psichica della “sensazione” nella psicologia Junghiana. Dovrebbe pertanto risultare chiaro che l’impulso istintivo alla soddisfazione del piacere e l’aspetto sensoriale non sono carenti in questo segno. Il Capricorno è un segno estremamente concreto e non manca quindi di desiderare concretamente l’oggetto del suo amore. È un segno di grande autodominio, ma le pulsioni certamente non sono deboli.
Come abbiamo sempre cercato di chiarire, da un punto di vista psicologico l’attrazione è un meccanismo assai misterioso e complesso, un fuoco spesso alimentato dalle proiezioni che il nostro inconscio produce a nostra totale insaputa. E in questo ambito, quello affettivo, molto più che in altri tendiamo ad essere “consciamente confusi e inconsciamente controllati”, anche se pensiamo che il nostro destino sia saldamente nelle nostre mani.
Non si dimentichi, naturalmente, che questo Segno è sotto il governo di Saturno, il “Grande Malefico” della tradizione astrologica classica. Niente in astrologia è più efficace della simbologia saturnina per descrivere una delle più importanti funzioni psichiche definite dal padre della psicoanalisi, Sigmund Freud: il Super-Io, inteso come interiorizzazione delle norme sociali e parentali, svolgente la funzione di Io ideale o Io morale. La persona “saturnina” tende ad avere una struttura Superegoica piuttosto rigida e una conseguente tendenza al controllo emozionale e pulsionale. Vedremo come questo può influenzare le scelte affettive.
In ogni caso, la parola chiave di questo segno è “determinazione”. Ama avere uno scopo da raggiungere, una meta da conquistare sopportando la fatica e superando gli ostacoli. Dietro la tenace resistenza di un Capricorno c’è sempre una meta da raggiungere. E quando sono i pianeti dell’amore ad assumere la colorazione di questo segno, anche il partner può diventare una meta, un traguardo da raggiungere con tenacia, con tutte le conseguenze che ciò comporta.
Il Capricorno è probabilmente il segno più realista e prudente, quello che meno di tutti gli altri cade vittima di facili illusioni, ma nemmeno in questa posizione Marte e Venere possono rinunciare a produrre i loro effetti ammaliatori. Anche chi ha Marte o Venere in questo segno dovrà rassegnarsi a “subire” il fascino dell’attrazione da parte di qualche particolare partner del quale proveremo ora a delineare il profilo.

L’uomo con Venere in Capricorno.

La cosa più importante da tenere presente quando ci si relaziona con persone caratterizzate dal segno del Capricorno è che normalmente prendono molto sul serio sia se stessi che le situazioni. E si aspettano altrettanto anche dagli altri, perché tendono a non avere la stessa smisurata fiducia nella benevolenza della vita come i loro gioviali “vicini di casa” del Sagittario. Preferiscono non credere nella fortuna e non si creano facili aspettative. La prudenza è spesso per loro una necessaria compagna di viaggio.
Venere, sia nel suo aspetto di dea del piacere che in quello di dea delle arti e della bellezza, fatica dunque non poco ad accettare le limitazioni che la prudenza e la tendenza al controllo insite in questo segno le impongono. Forti pulsioni sessuali, affettive o semplicemente emozionali sono prigioniere in quest’uomo di una certa tendenza all’autolimitazione, edificata al fine di proteggersi dal rischio dell’esposizione a situazioni “pericolose”, come l’eventualità del rifiuto. Per un inconscio meccanismo compensatorio, spesso sognerà dunque la donna in grado di alleggerirne l’animo, quella capace di mostrargli che per l’amore non c’è un prezzo da pagare, che sicurezza e romanticismo non sono necessariamente termini antitetici. Ma altrettanto frequentemente il suo vissuto personale lo porterà a cedere “all’inevitabilità”, al bisogno di prudenza e sicurezza. Sceglierà la donna “concreta”, quella che lo farà sentire al riparo dal rischio dell’emergere di emozioni eccessive, difficili da gestire; quella che gli dimostrerà fedeltà nell’ordinarietà del quotidiano, la compagna su cui sa di poter contare.
L’uomo con Venere in Capricorno con un vissuto affettivo meno saturnino e dunque un super-Io meno rigido, vivrà invece il bisogno di concretezza su un lato più pratico: desidererà la donna “concretamente” allineata ai suoi forti istinti pulsionali ed emozionali. E non dobbiamo dimenticare la proverbiale ostinazione di questo segno. Se desidera una donna, sarà determinato nel mettere in atto le opportune strategie per giungere alla sua meta. Se vi desidera e supererete la fase della sua prudente diffidenza iniziale, non mollerà facilmente, e lo farà per far durare la relazione.
Ma d’altra parte, tenderà anch’egli a cadere ai piedi della donna, altrettanto determinata, che si dimostrerà tenace e in grado di intraprendere le giuste mosse nel volere lui.

La donna con Marte in Capricorno

Posizione a dir poco dirompente, questa, in un oroscopo femminile. L’astrologia della tradizione, non a caso, assegna a Marte la propria “esaltazione” nel segno del Capricorno. A meno di pesanti aspetti negativi ricevuti da questo pianeta, avremo pertanto una donna assai ostinata e volitiva.
Tenderà dunque a desiderare un uomo al suo pari, autonomo, ambizioso, in grado di impegnarsi ed affermarsi. L’uomo che sa ciò che vuole e che sa lottare per ottenerlo con forza e determinazione. L’uomo che non si lamenta, capace di autocontrollo, sobrietà e assertività. Si irrita a fianco dell’uomo che chiede rassicurazioni emotive o che necessita di incoraggiamento, benchè non manchino di certo in lei le energie per poterlo supportare.
Come sempre però, è necessario non dimenticare che tutti noi tendiamo ad un’equilibrata integrazione e completezza. Le forti e concrete pulsioni che questa donna sperimenta richiedono naturalmente un compagno adeguatamente allineato a questa sua caratteristica, ma che non manchi però anche della capacità di saperne alleggerire il vissuto, offrendole un terreno adatto su cui far germogliare le emozioni più delicate. Le sue stesse pulsioni possono essere troppo intense per un’energia femminile, e l’uomo che la sa accompagnare con equilibrio in tutto questo non potrà che conquistarne l’anima. Saprà donarle la capacità di amare se stessa e di avere fiducia nel suo vissuto femminile, non di rado celato dietro la sua straordinaria forza. Alleggerire il suo senso del dovere e riuscire a sdrammatizzare la realtà. Ecco di cosa spesso ha bisogno questa donna, e non mancherà di offrire amore e dedizione all’uomo che le offrirà l’accesso a questo agognato panorama.
Non dovrà mai comunque mancare grande realismo e senso di responsabilità. Non tollera l’uomo incapace di onorare gli impegni assunti, e anche la condivisione della vita è un preciso impegno che deve essere rispettato. Per lei è così, e si aspetta altrettanto: donare il proprio cuore è un atto di grande responsabilità.

La settimana prossima, l’indipendente segno dell’Acquario ci condurrà quasi in prossimità della conclusione di questo viaggio attraverso i segni. E come sempre, ricordiamo che per avere qualche spunto astrologico sulle qualità del vostro partner ideale è sufficiente scoprire in quale segno del vostro Orsocopo di Nascita è collocato il pianeta Venere (se siete uomini) o il pianeta Marte (se siete donne). Un sito come astro.oroscopi.com mette a disposizione questa informazione compilando un semplicissimo form con i vostri dati.

Andrea Biasioni


Tutti gli articoli sul partner ideale e la posizione di Marte / Venere:

ArieteToroGemelliCancroLeoneVergineBilanciaScorpioneSagittarioCapricornoAcquarioPesci.

Quale partner può davvero essere irresistibile per noi? – Marte e Venere in SAGITTARIO

…Tesserò i tuoi capelli come trame di un canto
Conosco le leggi del mondo, e te ne farò dono
Supererò le correnti gravitazionali
Lo spazio e la luce per non farti invecchiare
Ti salverò da ogni malinconia
perché sei un essere speciale
ed io avrò cura di te…

Franco Battiato – “La Cura”

Eccoci ancora al nostro appuntamento con il partner ideale. Ormai il meccanismo psicologico in base al quale il nostro amante più desiderabile può essere efficacemente indicato dalla posizione di Marte (per la donna) e di Venere (per l’uomo) nell’Oroscopo di nascita dovrebbe essere sufficientemente chiaro. Nei precedenti articoli, nella categoria “Astro-Psychology”, se ne è parlato abbondantemente e ci limitiamo qui a ricordare che il tipo di partner descritto nel nostro Tema Natale dai pianeti Marte o Venere è quello che più efficacemente fa scattare in noi la molla dell’immediata attrazione fisica ed emotiva. Ma anche quello che, nell’intimità del nostro animo, tendiamo a riconoscere come la controparte più desiderabile, ai fini della nostra più profonda crescita ed integrazione personale.
Oggi parleremo del Sagittario, che come il suo stesso simbolo ci ricorda, è notoriamente interessato a lanciare ripetutamente la sua freccia, verso luoghi e spazi sempre più lontani, per poterla continuamente rincorrere. In tutto questo, ciò che davvero lo entusiasma è l’eccitazione stessa insita nel processo. La meta è relativamente indifferente, e come vedremo, questo aspetto influisce non poco nelle caratteristiche dell’amante caratterizzato dal Segno.
Governato da Giove, un dio notoriamente libertino e amante dei piaceri, il Sagittario tende ad essere attratto da tutto ciò che appaga il suo bisogno di eccitanti conquiste. Non è il bisogno di alimentare la sua orgogliosa unicità come nel caso del Leone, e nemmeno quello di appagare la sua potente sensorialità, come nel caso del Toro. È semplicemente il bisogno di vivere un’eterna, eccitante avventura. Uno degli aspetti più importanti che entrano in gioco nelle relazioni dell’amante Sagittario è infatti questo bisogno di cedere al fascino dell’avventura, la necessità di farsi catturare dall’aspetto “novità” più che dalle emozioni come farebbero i segni d’acqua, o dal piacere, come farebbero invece i segni di terra.
Segno del lontano, dei viaggi e delle avventure. Ma attenzione: Segno anche di ciò che è lontano dal mondo fenomenico immediato. Il Sagittario è infatti un Segno decisamente incline alla ricerca dell’aspetto filosofico e spirituale dell’esistenza, a cui accede con slancio e spiccata intuizione. A seconda delle qualità personali, avremo dunque la preferenza per un partner amante dei viaggi o delle filosofie.
Fino a qua, l’amante perfetto, si potrebbe supporre. Se non fosse che esperienze come il matrimonio o le unioni stabili, per la persona caratterizzata da questo Segno, sono vissute come un susseguirsi di momenti meravigliosi solo fino a quando non si trasformano in un limite alle sue possibilità. Il partner deve lasciare libertà, ma soprattutto appagare quel costante bisogno di “avventura” che una volta spento può davvero mettere in difficoltà il nostro amico i cui pianeti dell’Amore sono nel segno del Sagittario.

L’uomo con Venere in Sagittario.

Dipendenza emotiva, senso del dovere, prevedibilità, regolarità, compromessi… ecco cosa spaventa l’uomo con Venere in Sagittario. La sua donna ideale deve saper creare in lui quella fantastica sensazione di avere al proprio fianco una meravigliosa compagna di viaggio, con cui esplorare mondi nuovi e lontani. Per l’uomo, è una posizione planetaria tra quelle che più segnalano una certa tendenza all’idealizzazione della partner. La donna desiderata dall’uomo con Venere in Sagittario tenderà in molti casi ad essere vista come una creatura nobile ed elevata, colei a cui “insegnare l’amore per la verità” e da cui apprendere “la verità dell’amore”. In particolare, l’uomo di forte indole filosofico-spirituale rischia di avere una visione della controparte femminile talmente elevata da trovare scarso riscontro nella finitezza della natura umana, con conseguenti frequenti delusioni.
In ogni caso, lo spirito del “padre degli dei” si agita sempre dentro di lui, quando vive sul piano dei sentimenti. Il desiderio di lanciare una nuova freccia è difficile da domare e deve sforzarsi non poco nel raffreddare il suo impulso a trovare qualcosa di fantastico in molte donne che incontra. Solo una donna davvero importante può dunque contenerlo in questa sua spinta, riuscendo a far emergere il suo lato più generoso e fedele nella relazione. Per non far spegnere il suo entusiasmo e rischiare di farlo stufare fin da subito, accompagnatelo dunque anche solo con la mente o le emozioni nei territori inesplorati che vuole condividere con voi. Anela ad una costante eccitazione in un rapporto e se saprete infondere in lui quell’entusiasmo sempre nuovo che cerca come una linfa vitale, realizzerete ben presto di avere al vostro fianco un uomo capace di comprendere come pochi altri il vostro vero valore, le vostre più autentiche qualità; un uomo capace di scoprire, di amare e di portare alla luce ciò che di meglio è custodito nel vostro cuore.

La donna con Marte in Sagittario.

È senza dubbio vero che gli opposti si attraggono, ma spesso ciò avviene solo se manca la consapevolezza di se stessi e di ciò che davvero si desidera. Altrimenti si è molto più attratti dal simile, o quanto meno da ciò che ci fa sentire completi, e il partner che la donna con Marte in Sagittario avverte come simile è quello che riesce ad entusiasmarla sempre, a non annoiarla mai, e che sa aprire la sua mente e il suo cuore a nuovi ed illimitati spazi di possibilità.
Il fascino irresistibile dell’uomo che sa ridere della vita, gioioso e avventuriero; l’uomo capace di evocare in lei un sapore mitologico; un cavaliere romantico che la porti lontano e la faccia sognare.
Le donne di ogni segno tendono naturalmente a sognare l’uomo che si innamori perdutamente di loro… così almeno affermano. Questa posizione di Marte conduce la donna a sognare l’amore romantico, almeno al pari della donna con Marte in Leone. Ma in questo caso non limita il sentimento al romanticismo del re della foresta, vuole abbracciare tutto quel vasto mondo che il mito del Sagittario porta con se. L’uomo deve riflettere mondi inesplorati che lei percorrerà con lui, territori mistici e un amore che appartiene più all’anima che alla terra.
Ma più di tutto è forse l’uomo che sa ispirarle fiducia, quello che cerca; l’uomo che sappia renderla sicura di se stessa e consapevole delle proprie capacità.
Se desiderate invece allontanarvi da una donna come questa, non sarà difficile annoiarla o farle perdere interesse. Portate nella vostra vita un po’ di routine, abbandonatevi a qualche momento di monotonia. Raggiungerete il vostro obiettivo prima di quanto pensate.
In ogni caso, la donna attenta al lato spirituale della vita potrà ritenere affascinante l’uomo che conosce “le leggi del mondo” e che può fargliene dono; l’uomo capace di percorrere con lei “le vie che portano all’Essenza”, prendendo a prestito le parole dal meraviglioso brano di Battiato. Quella più intimamente incline ai viaggi e alla libertà, probabilmente preferirà l’uomo avventuriero più nel concreto, colui che è in grado di procurarle un entusiasmo oggettivo con sorprese sempre nuove e originali.

La prossima settimana ci occuperemo dell’ostinato segno del Capricorno.
Nel frattempo ricordiamo ancora a chi desidera conoscere la collocazione di Marte o Venere nel proprio oroscopo di nascita che molti siti offrono la possibilità di calcolarle online. Uno di semplice utilizzo è ad esempio questo: astro.oroscopi.com

 

Andrea Biasioni


Tutti gli articoli sul partner ideale e la posizione di Marte / Venere:

ArieteToroGemelliCancroLeoneVergineBilanciaScorpioneSagittarioCapricornoAcquarioPesci.

Quale partner può davvero essere irresistibile per noi? – Marte e Venere in SCORPIONE

“Ciò che si fa per amore è sempre al di là del bene e del male”

Friedrich Wilhelm Nietzsche

Non ripeteremo mai abbastanza che l’analisi di Marte e Venere nella Carta Natale da sola non basta per delineare con esattezza il profilo del partner ideale, ma ne rappresenta comunque un indicatore piuttosto affidabile. Per questo, ci addentriamo oggi nelle profonde acque dello Scorpione, alla scoperta dell’anima gemella sognata dall’uomo con Venere e dalla donna con Marte in questo segno. Come già abbiamo avuto modo di accennare, il meccanismo psicologico alla base dell’attrazione è spesso irrazionale e generalmente inconscio. Tendiamo ad essere attratti da qualche misteriosa qualità a cui il nostro “essere” psichico anela, al fine di realizzare quel prezioso completamento che da valore e significato alla nostra esistenza. Quando l’amata/o incarna proprio ciò che per noi è motivo di crescita e completamento, l’innamoramento è quasi inevitabile, e le posizioni di Marte (per la donna) e di Venere (per l’uomo) nell’oroscopo di nascita, ci aiutano a comprendere quali aspetti del potenziale partner frantumano le nostre difese.
In molti testi di Astrologia, si afferma spesso che lo Scorpione si riconosce dallo sguardo, uno sguardo che penetra fin nei recessi più profondi dell’anima. Naturalmente, non tutti gli Scorpioni si distinguono per questo aspetto, ma è un particolare che non sfugge a chi conosce le inquietudini e le passioni che tormentano chi più è caratterizzato da questo segno.
E’ infatti un segno pervaso da sentimenti profondi ed elevata sensibilità, e costantemente in balia di correnti emotive che non di rado occulta nella sua misteriosa intimità. Lo scorpione nei rapporti è, spesso per necessità, prudente e selettivo: quando ama lo fa con profonda passione e senza riserve, e per questo motivo non condivide la propria vita con chi non dimostri di saper comprendere che l’amore è una dimora estrema per l’anima, per la mente e per il corpo. La moderazione appartiene ad altri; il bene e il male, pure.

L’uomo con Venere in Scorpione

Nel misterioso e magnetico segno dello Scorpione, la dea dell’Amore è “in esilio” secondo l’astrologia tradizionale. Manca chiaramente la componente estrovertita ed aggressiva che Marte, quale governatore del segno, manifesta invece con evidenza. Ma nonostante questo rimane conservata la componente emotiva e passionale, suggerendo che la sfera emozionale di quest’uomo entra in agitazione di fronte ad una donna di profonde passioni, dal carattere misterioso, dai potenti sentimenti e dalla marcata sensibilità.
La tradizione, spesso in maniera ingenerosa, assegna non di rado allo Scorpione buona parte di tutte quelle “pulsioni” moralmente inaccettabili che alimentano l’inconscio personale. Come infatti avevano ben osservato Freud e i suoi successori, tutto ciò che la nostra coscienza morale (il “Super-Io”) non può accettare, finisce inesorabilmente per essere rimosso e relegato nei bassifondi della nostra anima. Se da un lato è senz’altro vero che nessuno come una persona con forti valori Scorpione può trovare eccitante ciò che a molti spaventa, non dobbiamo dimenticare che si tratta pur sempre di un segno d’acqua, correlato alla funzione “Sentimento” della psicologia analitica. Al pari di Cancro e Pesci, dunque, anche lo Scorpione è dotato di ampia e profonda sensibilità in ambito emozionale e sentimentale. La donna sognata dal nostro uomo con Venere in Scorpione dovrà dunque saper amare con una profondità autentica e travolgente. Apprezzerà di lei solamente ciò che esula dalla superficialità e che prende intensamente vita in lui fin dal primo sguardo. Qualcosa che lei trasmette segretamente e misteriosamente, alimentando in lui le stesse profonde passioni.
Forse è proprio una donna “complicata” quella che cerca, o quantomeno complessa, in cui ci sia ben oltre ciò che colpisce lo sguardo dell’osservatore superficiale. Una donna con cui conoscere ed esplorare i misteri dell’amore, capace di svelarne gli aspetti più occulti.
Sono i segreti che vuole condividere con lei. Cerca una compagna che sappia essere complice nell’esplorazione dei desideri più intensi e che sappia davvero amare “al di là del bene e del male”. Ma in fondo a tutto, forse quello che cerca davvero è una donna che lo sappia rigenerare, una donna che contenga in se una potente forza trasformatrice. Venere nello Scorpione da all’uomo la sensazione che nella donna vi possa essere una potente energia di trasformazione, attraverso il sentimento, l’amore e le emozioni. Ed è questo che il suo cuore non smetterà di cercare.

La donna con Marte in Scorpione

Anche se in condivisione con Plutone, Marte ha il suo domicilio nello Scorpione. La sua forza fluisce quindi nella maniera più ottimale, temprando questo carattere femminile con qualità marcatamente in linea con quanto abbiamo accennato nell’introduzione. Ciò non può che riflettersi, coscientemente o no, sul suo modo di guardare al partner, che dovrà necessariamente essere una persona tutt’altro che banale e capace di vivere con lei la profondità delle passioni. Un uomo che sa conservare un’aura di mistero e di indecifrabilità può davvero apparire molto affascinante agli occhi della donna con Marte in Scorpione, in modo particolare se lei sola ha l’impressione di comprenderne la complessità.
In quanto amante, questa donna è molto probabilmente tra le più difficili da accontentare. Tende a vedere e sentire in profondità le reali intenzioni dell’altra persona. Ne sa scrutare il potenziale, i desideri nascosti e si connette con facilità alla sua natura più autentica. Sa di poter dare molto: passione travolgente, amore intenso, emozioni profonde, e non si accontenterà dell’uomo superficiale, di quello che manca di sostanza. Se non altro perchè è estremamente orgogliosa e nel suo animo non piegherà mai la testa.
Ama l’uomo che la comprende con intrigante complicità e che non tenterà mai di controllarla. Rimarrebbe nascosta al centro di quelle cortine fumogene in cui si sa immergere molto bene per proteggere la sua sensibilità. Odia dover spiegare la sua sfera emotiva. Dal suo uomo ideale si aspetta una comprensione del suo vissuto interiore, che va ben oltre le parole.
Se comprendete la differenza tra erotismo e sensualità, e vi ricordate che la seconda appartiene più ai segni di Terra, vi sarà molto più chiaro che cosa in fondo desidera una donna come questa. La sensualità è sostanzialmente piacere materiale; l’erotismo implica tutto ciò che stimola le fantasie emozionali più profonde. Riguarda tutto ciò che deve essere scoperto e che non è troppo esplicito; è tutto ciò che si traduce in segreta complicità, tutto ciò che unisce volentieri sacro e profano, anima e sensi. Fatele capire che in voi vi sono misteriosi mondi da scoprire e intense emozioni da esplorare, ma non dimenticate che alla fine di tutto è di un sentimento autentico che ha bisogno, in cui non manchi compassione, sensibilità e protezione da una ben celata vulnerabilità.
E soprattutto tenete presente che è spesso estremamente realista, per non dire velatamente prevenuta, in tutto ciò che ha a che fare con l’animo umano. Sa che anche accanto alla più manifesta nobiltà, nell’uomo, inseparabilmente, esiste anche l’animale. I princìpi sono nobili solo in quanto tali, ma la vita può essere molto diversa.

Per concludere, ricordiamo sempre che se ancora non conoscete la posizione nello Zodiaco del vostro pianeta Venere (se siete uomini) o del vostro pianeta Marte (se siete donne) potete gratuitamente calcolarla anche online, su uno dei tanti siti disponibili, come ad esempio: astro.oroscopi.com
La settimana prossima ci aspetta l’esuberante mondo del Sagittario.

Andrea Biasioni


Tutti gli articoli sul partner ideale e la posizione di Marte / Venere:

ArieteToroGemelliCancroLeoneVergineBilanciaScorpioneSagittarioCapricornoAcquarioPesci.

Quale partner può davvero essere irresistibile per noi? – Marte e Venere in BILANCIA

Non dobbiamo pretendere di capire il mondo solo con l’intelligenza:
lo conosciamo, nella stessa misura, attraverso il sentimento.
Quindi il giudizio dell’intelligenza è, nel migliore dei casi,
soltanto metà della verità.

Carl Gustav Jung

Con questo pensiero del celebre psichiatra svizzero ci avviciniamo oggi al raffinato mondo relazionale di quel Segno, la Bilancia, che più di tutti è chiamato ad esprimere la natura più fine ed artistica di tutto ciò che comunemente viene associato a Venere. Non è la Venere godereccia e sensoriale del Toro. Bilancia è infatti sinonimo di arte, bellezza, eleganza e ricerca di armonia.
Sappiamo ormai, come abbiamo cercato di spiegare nei precedenti articoli, che nel nostro Oroscopo di Nascita esistono alcuni elementi che ci possono fornire utili indicazioni sui tipi di partner con cui tendiamo a relazionarci nel corso della nostra vita. Il Segno e l’Ascendente sono certamente preziosi a questo proposito, e la posizione della Luna può addirittura avere un rilievo ancora maggiore. Ma se davvero esiste in noi un fondamentale bisogno di individuazione e completezza psichica, emotiva e spirituale, il nostro partner ideale non può che riflettere quelle qualità che possono farci pervenire a questo auspicabile stato di integrità. Abbiamo quindi ipotizzato che le posizioni di Marte (per la donna) e di Venere (per l’uomo) nella Carta Natale possono fornirci preziose informazioni proprio su ciò che risveglia in noi il desiderio di quell’unione perfetta tanto desiderata.
La Bilancia non è certamente il Segno più determinato, non è nemmeno quello con le idee più chiare, ma è certamente, tra tutti, quello che più ha bisogno di eleganza, fascino, raffinatezza, arte e bellezza. Spesso si parla della Bilancia come del segno dell’equilibrio, ma i nativi non di rado non si sentono per nulla equilibrati. Questo perchè la Bilancia è il segno che l’equilibrio lo cerca, più che quello in grado di manifestarlo. E molti comportamenti dei Bilancia sembrano proprio suggerire l’inconscio desiderio di pervenire ad una riconciliazione di opposti elementi.
Ed eccoci dunque al motivo della citazione iniziale: la Bilancia è un segno di grande dualità, di oscillazione tra polarità opposte. Mente e cuore, determinazione e incertezza, libertà e bisogno di approvazione. Tutto questo coesiste nella stessa persona e la collocazione dei pianeti dell’amore in questo segno suggerisce alcune tendenze relazionali che proviamo a definire meglio nel partner maschile e in quello femminile.

L’uomo con Venere in Bilancia

Se c’è una cosa a cui difficilmente quest’uomo sa opporre resistenza, è al fascino della bellezza, della bellezza armonica. La donna che nota per prima è quella dotata di uno stile unico, elegante e raffinato. Se tutto ciò che lei esprime si colora di eleganza ed armonia, le probabilità che in quest’uomo non si accenda la passione sono davvero limitate.
Il buon gusto in ogni situazione è la caratteristica che non può davvero mancare nella sua partner ideale. Sa tollerarne anche una certa vanità, perché non dobbiamo scordare che è pur sempre all’interno del reame di Venere che ci stiamo muovendo.
Bilancia è un segno d’aria e difficilmente rinuncia quindi alla tendenza ad idealizzare la sua partner, ad immaginare quella relazione perfetta in grado di appagarne i sensi, la mente ed il cuore. Ma ne ammira senza dubbio anche la brillantezza intellettuale. Ama quindi anche la bellezza delle sue idee e dei suoi pensieri.
Non è raro che nello scegliere la sua compagna si lasci almeno in parte guidare anche dalle opinioni altrui. Difficilmente lo ammetterebbe, ma l’opinione delle persone per lui significative è spesso importante nelle questioni affettive.
Forse non adora la donna emotiva e nemmeno quella che manca di quell’elegante fascino così indispensabile per farlo sentire sedotto, ma quando si innamora davvero sa esprimere i suoi sentimenti in maniera molto equilibrata e rispettosa, libera da possessività e gelosie.

La donna con Marte in Bilancia

Marte è “in esilio” nel segno della Bilancia, secondo gli astrologi classici. Il pianeta rosso perde dunque, in questa collocazione, buona parte della sua esuberante energia. Il partner ideale per la donna con Marte in Bilancia dovrà quindi necessariamente avere poco in comune con il segno opposto, l’Ariete, in cui Marte ha invece il suo “domicilio”. Sensibile, raffinato, capace di autocontrollo, gentile e cortese, curatissimo nell’aspetto. Difficilmente rimane colpita da un uomo che non sia all’altezza di questo tipo di aspettativa. Dovrà quindi avere elevato buon gusto, dovrà sapersi mostrare sempre attraente, raffinato ed elegante e possibilmente saper suscitare la stessa ottima impressione anche nelle altre persone.
Rispetto alla posizione di Marte in altri segni, per la donna generalmente questa coincide con un elevato desiderio di matrimonio, complice anche il fatto che l’uomo che tende ad essere desiderato è affabile, socievole, accomodante e attento al punto di vista altrui.
Nel distratto e frenetico mondo moderno, questa donna è ancora capace di desiderare l’uomo che regala fiori e che seduce con intelligenza e classe. Di norma non sarà quindi l’uomo emozionalmente preda di facili passioni, ma piuttosto quello capace di raffinata razionalità ed equilibrata distanza. Amante dell’arte e della bellezza, sarà anche colui che le sa trasmettere l’importanza del lato estetico delle cose.
Uomini possessivi, emotivamente poco equilibrati o troppo esuberanti la mettono a disagio. Saperla ascoltare è probabilmente invece uno degli aspetti più importanti e chi manca di questa qualità rischia di compromettere in fretta il suo coinvolgimento.

Per concludere, fate in modo di essere il più possibile onesti e corretti con il partner Marte / Venere in Bilancia, perchè generalmente è esattamente quello che si aspetta. Dopo tutto, è pur sempre il segno dell’esaltazione del severo pianeta Saturno…
In ogni caso, per quanto possa sembrare paradossale, se il Toro è tendenzialmente il segno più interessato alla componente fisica del sesso e lo Scorpione a quella emotiva, la Bilancia ha buone chance di candidarsi a quello più interessato al sesso sul versante del “pensiero”. Non tutti sono convinti che sesso e razionalità debbano essere per forza incompatibili. I Bilancia sono generalmente concordi e sono spesso impegnati nella ricerca di un equilibrio tra questi due estremi. Il desiderio di un partner non potrà quindi che colorarsi di queste tinte, spingendo l’uomo e la donna a cercare il partner in grado di percorrere con loro la strada dell’equilibrio.
Dopo la pausa natalizia accontenteremo i lettori con Marte / Venere nel misterioso segno dello Scorpione.

Andrea Biasioni


Tutti gli articoli sul partner ideale e la posizione di Marte / Venere:

ArieteToroGemelliCancroLeoneVergineBilanciaScorpioneSagittarioCapricornoAcquarioPesci.